Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

“Al Tuo Perpetuo Canto”. Le voci femminili nel melodramma

Mercoledì 7 aprile 2021 ore 18:00 – 19:30.
Evento online.

Quinto appuntamento con la rassegna “La voce specchio dell’anima”, organizzata dal Museo Omero in collaborazione con gli Amici della Lirica “Franco Corelli” di Ancona.

Con Cristiano Veroli continua l’excursus sulla voce: protagonista dell’incontro online “Al Tuo Perpetuo Canto” è la voce femminile nell’opera lirica, che verrà analizzata dal musicologo, collaboratore stabile della Fondazione dell’Orchestra Regionale delle Marche.

Puoi partecipare gratuitamente all’incontro sulla piattaforma Zoom del Museo Omero.
Prenotati all’indirizzo e-mail conferenze@museoomero.it oppure segui la diretta streaming sulla pagina YouTube del Museo Omero.

Bruno Ceccobelli a colloquio con Annalisa Trasatti

“Toccare l’arte alla radio”
1 aprile 2021
dalle 15:20 alle 16:00

Settima puntata della rassegna “Toccare l’arte alla radio”, ideata dal Museo Omero e Slash Radio Web, la radio ufficiale dell’Unione Ciechi ed Ipovedenti italiana.

Annalisa Trasatti a dialogo con l’artista Bruno Ceccobelli, il quale ha recentemente rilasciato un’intervista in cui dice: “Spesso mi definisco una nuvola di colore. Perché in realtà noi siamo delle idee, non siamo degli oggetti fisici. Quello che più mi ha profondamente segnato è l’incontro, intorno ai 17 anni, con la teosofia. La teosofia si rifà a un concetto neoplatonico di Ammonio Sacca (un filosofo post romano, che riprende Platone e Plotino) e crede nell’unicità delle cose e anche delle religioni. Ossia dice che le religioni hanno dei principi uguali nei vari tempi e nelle varie nazioni, che sono dei principi di armonia”.

L’affascinate poetica dell’artista umbro, classe 1952, verrà raccontata attraverso le sue opere, come da consuetudine, partendo dalla scultura presente in collezione al Museo “L’Idea” del 2003 e proseguendo con altre produzioni selezionate dallo stesso Ceccobelli per le loro caratteristiche tattili oltre che simboliche.

 A condurre la puntata sarà la giornalista Chiara Gargioli in diretta dalle ore 15:20 alle 16:00 sulla pagina Facebook di Slash Radio Web, la radio ufficiale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, e del Museo Omero.

Il Console Onorario greco al Museo

Oggi in visita ufficiale al Museo Omero una delegazione greca accolta dal Presidente Aldo Grassini e composta da Dimitris Beligiannis, Console Onorario di Grecia per Ancona e per la Regione Marche, Georgios Solomos, Presidente della comunità ellenica delle Marche e Susy Campanelli Goudas tesoriera della comunità.
Un’occasione per ricordare insieme il bicentenario della rivoluzione greca per l’indipendenza dagli ottomani, avvenuta a Patrasso il 25 marzo 1821. Una visita per sottolineare l’amicizia e legami culturali tra Italia e Grecia, e in particolare con la città dorica Ancona ,dove nasce un museo intitolato al più grande poeta greco “Omero”.

La Fondazione Arnaldo Pomodoro si racconta

“Toccare l’arte alla radio”
25 marzo 2021
dalle 15:20 alle 16:00

Sesta puntata della rassegna “Toccare l’arte alla radio”, ideata dal Museo Omero e Slash Radio Web, la radio ufficiale dell’Unione Ciechi ed Ipovedenti italiana.

Andrea Sòcrati e Federico Giani, curatore presso la Fondazione Arnaldo Pomodoro, in dialogo sull’arte e la poetica di uno dei più grandi scultori contemporanei.
L’opera del 1968 presente nella collezione del Museo Omero, il piccolo ma emblematico Rotante Massimo, costituirà l’incipit di un percorso che porterà alla scoperta di alcuni famosi capolavori del Maestro Arnaldo Pomodoro, come la Grande Sfera della Farnesina a Roma e il Grande Disco di Piazza Meda a Milano.
Dall’analisi di queste opere, le cui elaborate e misteriose strutture interne invocano l’attenzione visiva e tattile del fruitore, emergeranno possibili interpretazioni sul piano psicologico e filosofico. Un viaggio interiore, dunque, per cogliere quelle che Carl Gustav Jung definiva le fantasie che ci sollecitano dal “sottosuolo”.

Sarà possibile ascoltare la registrazione della puntata anche sul nostro sito.

Modello architettonico della Cattedrale di Brasilia

Donazione della Fazenda-Escola Bona Espero

Il Museo Omero da oggi possiede il modello architettonico della cattedrale di Brasilia, disegnata dall’architetto Oscar Niemeyer e inaugurata nel 1970.

A donare il manufatto è stata la Fazenda – Escola Bona Espero, realtà che si trova a 250 chilometri a nord di Brasilia, nel mezzo della savana. Fondata e gestita da esperantisti la Fazenda è nata come comunità per bambini poveri del Brasile e oggi è un centro culturale. I coniugi Aldo Grassini e Daniela Bottegoni la sostengono da molti anni.

Il Museo Omero ha un legame stretto con gli esperantisti di tutto il mondo essendo uno dei pochi musei, se non l’unico, ad avere il sito tradotto anche in esperanto, come scelta “democratica” verso tutte le culture.

Il modello architettonico della cattedrale di Brasilia, realizzato da un artigiano, è in legno; alto circa 35 centimetri e largo 50 permette di esplorare tattilmente questa struttura dalla geometria iperbolica e proiettata verso l’alto. L’edificio rappresenta due mani in movimento verso il cielo che sorreggono una croce.
Grazie a questa donazione sarà possibile comprendere l’architettura moderna, complessa e futurista della cattedrale dedicata a Nossa Senhora Aparecida (Apparizione di Nostra Signora).

Luca Violini: La voce è la tua impronta digitale

Mercoledì 24 marzo 2021.

Quinto appuntamento con la rassegna “La voce specchio dell’anima”, organizzata dal Museo Omero in collaborazione con gli Amici della Lirica “Franco Corelli” di Ancona.

Sarà Luca Violini, attore e doppiatore, nonché fondatore di Quellicheconlavoce, ad intrattenerci con un intervento dal titolo eloquente “La voce è la tua impronta digitale – Il teatro. Il doppiaggio. La vita.”

L’incontro, gratuito e aperto a tutti previa prenotazione all’email conferenze@museoomero.it, si svolgerà sulla piattaforma Zoom del Museo Omero mercoledì 24 marzo dalle 18:00 alle 19:30; è possibile anche seguire la diretta via streaming sulla pagina YouTube del Museo Omero.

Una lettura speciale per la Festa del papà

“Pippo cambia pelle”: lettura animata per famiglie.

Per la Festa del papà vi regaliamo un breve video che ha per protagonista uno dei libri tattili più amati dai bambini.

“Pippo cambia pelle” è la simpatica storia di un camaleonte che si diverte a visitare i musei e così è arrivato anche al Museo Omero.
I libri tattili, come quelli costruiti artigianalmente dal Dipartimento Educazione del Museo, nascono per essere visti e toccati, ma vista l’impossibilità li potremo vivere al meglio grazie a due abili voci che interpretano la storia.

Al via la nona edizione della Biennale Arteinsieme

Anche in quest’anno così particolare la nostra Biennale Arteinsieme riparte, coinvolgendo per ora i Musei e i Luoghi della Cultura e, se possibile, le scuole a settembre.
Come sempre chiediamo al personale che opera all’interno dei Musei e dei Luoghi della Cultura di progettare iniziative accessibili e inclusive finalizzate a favorire la più ampia partecipazione delle persone con disabilità e provenienti da culture altre. Le iniziative potranno essere in presenza, preferibile se la situazione COVID lo permetterà, o digitali.
La novità di questa edizione riguarda la possibilità di partecipare ad incontri gratuiti con esperti di accessibilità con lo scopo di aiutare il personale nella progettazione. Iscrizioni entro il 26 aprile 2021.
Al seguente link tutti i dettagli della Biennale Arteinsieme 2021.

Alik Cavaliere l’uomo è Natura

“Toccare l’arte alla radio”
18 marzo 2021
dalle 15:20 alle 16:00

Protagonista della settimana puntata di “Toccare l’arte alla radio” su Slash Radio web sarà lo scultore Alik Cavaliere (1926 -1998) e la sua indagine innamorata sulla Natura. Monica Bernacchia del Museo Omero intervisterà la figlia Fania Cavaliere; a condurre la giornalista Chiara Gargioli in diretta dalle ore 15:20 alle 16:00 sulla pagina Facebook di Slash Radio Web, la radio ufficiale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, e del Museo Omero.

“Nessun artista, nella scultura del Novecento, ha scolpito il mondo della vegetazione e, per essere più precisi, l’universo verde delle foglie, dei frutti, dei cespugli, degli arbusti, degli alberi, come Alik Cavaliere.” Elena Pontiggia.

Avremo il piacere di scoprire alcune opere di questo eclettico e curioso artista attraverso le parole familiari di Fania e la magnifica realtà del Centro Alik Cavaliere di Milano.

Audio: La registrazione della puntata

Il Paesaggio e l’Italia riciclata di Michelangelo Pistoletto

Domenica 14 marzo 2021.
Giornata nazionale del Paesaggio.

Il Museo Tattile Statale Omero partecipa alla Giornata nazionale del Paesaggio, indetta per il prossimo 14 marzo 2021 dal Ministero della Cultura, con la riflessione di un grande artista contemporaneo presente nella propria collezione, Michelangelo Pistoletto.

Nel 2012, per la Biennale Internazionale di Architettura di Venezia, Pistoletto crea una grande sagoma di legno dell’Italia lunga circa 8 metri e la adagia a terra, nei giardini; sopra dispone i materiali di scarto utilizzati per l’allestimento della Biennale.

L’opera dal titolo “Italia riciclata” allude ad un nuovo Rinascimento per la nostra nazione attraverso il riciclo e il recupero dei materiali. Come sostiene Pistoletto, protagonista dell’Arte povera, occorre “riprendere tutto quello che abbiamo abbandonato, scartato nel passato e riconsiderarlo, riportarlo al presente e da qui trovare nuove energie per creare il futuro.”
Nel 2013, in occasione della quinta edizione della Biennale Arteinsieme, l’installazione fu ricostruita dall’artista presso la Mole Vanvitelliana di Ancona: la sagoma venne rialzata con pali cilindrici, simboli delle nostre città, per un approccio tattile più agevole e venne ricoperta con una rete da pesca di scarto proveniente dal vicino mercato ittico.

L’opera, donata in quell’occasione al Museo Omero, anche grazie all’interessamento della Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l’Architettura e l’Arte Contemporanee – Servizio V del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, è oggi esposta presso la Sala Visionaria (ex-ostello di Palazzo del Duca) del Comune di Senigallia a seguito dei lavori di ristrutturazione nelle sale della Mole che la ospitavano.

Un’Italia riciclata che in nove anni ha percorso le sue tappe e portato il suo messaggio in tre città italiane unite dal mare adriatico: Venezia, Ancona e Senigallia.