Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Il Museo Omero torna in Giappone per raccontare i propri servizi educativi

Il Museo Tattile Statale Omero ritorna in Giappone su invito del “Comitato per l’attività artistica dei non vedenti” l’organizzazione no profit legata alla Tom Gallery di Tokyo, diretta da Kiyoshi Iwasaki.

Si rinnova dunque l’appuntamento con gli esperti museali e gli operatori del settore giapponesi. Annalisa Trasatti, coordinatrice del Museo Omero, proporrà il proprio intervento sulle attività educative del Museo – “Laboratori accessibili. Laboratori per tutti” – in un ciclo di conferenze così articolato: 2 Agosto – National Children’s Castle (Shibuya, Tokyo); 3 Agosto – Yokosuka Museum of Art (Yokosuka, Kanagawa); 6 Agosto – Setagaya Art Museum (Setagaya, Tokyo). Si tratta delle stesse sedi in cui, nel 2008, il Prof. Aldo Grassini, fondatore e attuale Presidente del Museo Omero, fu chiamato a presentarne la storia, la natura e gli obiettivi.

La collaborazione fra il Museo Omero e la Tom Gallery di Tokyo, unica struttura museale del Giappone che consenta ai ciechi l’esplorazione tattile delle opere in esposizione, nasce nel 2005 con una visita dello stesso Aldo Grassini alla struttura museale e si consolida nel tempo, anche con diverse visite di studio e ricerca da parte di Kyoshi Iwasaki e di suoi collaboratori alla nostra sede.

Un ulteriore riconoscimento internazionale di rilievo per il Museo Omero dopo le tappe in Repubblica Ceca, Polonia, Russia e le collaborazioni con il Louvre e il British Museum.

Link esterni

20 agosto: Torna Ensemble musicale La Compagnia con Scalinatella

Locandina spetacolo

Sensi d’Estate 2014
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Ancona.
Ingresso libero.

Spettacolo

Mercoledì 20 AGOSTO
ore 21.30 – SCALINATELLA la canzone napoletana dalla “Villanella” al rock blues
una produzione MUSICULTURA – Ideata e diretta da Piero Cesanelli
Ensemble musicale LA COMPAGNIA

Un emozionante viaggio nel panorama della musica napoletana da cui tutti quanti, artisti e fruitori, sono contaminati. Un percorso che sottolinea i mutamenti della scrittura musicale di questo grande popolo di artisti. Dalle villanelle del 1600 si sale alla prima tarantella, per poi proseguire dalla canzone classica al rock blues dei giorni nostri individuando i grandi temi ispiratori: Napoli l’America e la ricerca del lavoro, l’amore, la malavita, l’innocenza perduta.

LA COMPAGNIA
Adriano Taborro, chitarre mandolino; Carlo Simonari, voce, keyboard, archi; Chopas, voce chitarra percussioni; Elisa Ridolfi, voce; Andrea Di Buono, voce recitante; Piero Cesanelli, voce narrante.

I BRANI
Michelemmà, Fenesta ca lucive, Te voglio bene assaje, O sole mio, Marechiaro, Mare chiaro mare scuro, Tamurriata nera, Tu vuò fa l’americano, Perché nun ce ne jammo in America, Reginella, Malafemmena, Chella là, Je so pazzo, Na tazzuelella e café, Era di maggio, Cu mmé, Canzone appassionata, Passione, Marinariello, ‘A città ‘e Pulecenella, O surdato innamorato, È asciuto pazzo o’ padrone.

Arte

PERCEPIRE IL SOFFIO, una mostra di SILVIA FIORENTINO
a cura di Valerio Dehò
Fino al 7 settembre 2014

La personale raccoglie oltre 30 creazioni che indagano la soglia fra visibile e invisibile, o meglio, cercano di dare materia all’invisibile attraverso il segno tradotto in pitture, sculture, arazzi, installazioni.
Durante la serata sarà possibile visitare la mostra, il Museo Omero e l’Italia Riciclata di Michelangelo Pistoletto, aperti fino alle 24.

Informazioni

I posti a sedere per il concerto sono limitati. Si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità.
Ogni serata il pubblico potrà sostenere con una donazione le attività dell’Associazione Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus.

La rassegna Sensi d’estate è realizzata con il patrocinio del Consiglio Regionale Marche, in collaborazione con il Comune di Ancona – Amo la Mole e con l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero”. Le attività si svolgono con il supporto del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario europeo.

Museo Tattile Statale Omero
Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
Seguici su Facebook, Twitter, Instagram

Link esterni

13 agosto: Cinema in musica di Silvano d’Auria e Presentazione del libro Parla piano non ti sento

Silvano D'Auria

Sensi d’Estate 2014
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Ancona.
Ingresso libero.

Mercoledì 13 agosto

Presentazione del libro

ore 19 – Presentazione del libro “Parla Piano non ti sento” di Anna Maria Zambrini
Anna Maria Zambrini presenta la sua prima opera. Un romanzo autobiografico, che nasce dall’esigenza di raccontarsi di mettere sulla carta la storia di una malattia che ha segnato la sua vita. Una giovane donna, bella, spigliata, aperta e fiduciosa nei confronti della vita, viene colpita lentamente ma inesorabilmente da una grave patologia che le ruba suoni, parole e rumori, musica e armonie, sussurri e grida. La priva dei sogni, dei progetti; la vita diventa allora il desiderio di perdersi tra la folla, cercando di rubare sulle labbra della gente un suono che le restituisca l’identità che sfugge. Un cammino nel silenzio e una faticosa e tormentata risalita che riuscirà a restituire un senso alla vita. La scrittrice nasce ad Ascoli Piceno, ma vive a Montesilvano; laureata in Pedagogia presso l’Università degli Studi di Urbino, è stata insegnante, direttrice di scuola materna e bibliotecaria.

Spettacolo

ore 21.30 – Cinema in Musica “Un pianoforte racconta”
SILVANO D’AURIA

Un viaggio tra immagini e suoni. Una suggestiva combinazione di spezzoni cinematografici e note di pianoforte. Un evento musicale originale ma allo stesso tempo legato alla tradizione, coinvolgente perchè crea emozioni, popolare perchè adatto ad una larga fascia d’età, internazionale perchè musica e immagini non hanno confini nè nazionalità. I trenta titoli scelti rappresentano una pietra miliare della musica e della cinematografia di tutti i tempi: fra questi CASABLANCA – “As time goes bye “, IL MAGO DI OZ – “Over the rainbow”, RUGANTINO – “Roma nun fa la stupida ‘stasera’, IL TEMPO DELLE MELE – ‘Reality’, NUOVO CINEMA PARADISO “Medley di 4 temi”, IL POSTINO – “Il postino”, LA VITA E’ BELLA – “Smile”.

Arte

PERCEPIRE IL SOFFIO, una mostra di SILVIA FIORENTINO
a cura di Valerio Dehò
Fino al 7 settembre 2014

La personale raccoglie oltre 30 creazioni che indagano la soglia fra visibile e invisibile, o meglio, cercano di dare materia all’invisibile attraverso il segno tradotto in pitture, sculture, arazzi, installazioni. Durante la serata sarà possibile visitare la mostra, il Museo Omero e l’Italia Riciclata di Michelangelo Pistoletto, aperti fino alle 24.

Informazioni

I posti a sedere per il concerto sono limitati. Si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità.
Ogni serata il pubblico potrà sostenere con una donazione le attività dell’Associazione Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus.

La rassegna Sensi d’estate è realizzata con il patrocinio del Consiglio Regionale Marche, in collaborazione con il Comune di Ancona – Amo la Mole e con l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero”. Le attività si svolgono con il supporto del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario europeo.

Museo Tattile Statale Omero
Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
Seguici su Facebook, Twitter, Instagram

Link esterni

copertina zambrini

6 agosto: L’uovo cosmico di Andrea Sòcrati e Chiamatemi Don Tonino di Luca Violini

Sensi d’Estate 2014
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Ancona.
Ingresso libero.

Mercoledì 6 AGOSTO

ore 19 – Racconto multisensoriale al buio “L’uovo cosmico” di Andrea Sòcrati

Un’avventurosa storia per ragazzi con protagonisti quattro giovani amici, di cui due non vedenti, intenti a risolvere un giallo nella culla dell’arte occidentale, la Grecia, dove le perfide creature del Tartaro stanno cercando di distruggere l’Uovo Cosmico che ha dato origine all’universo. Un libro presentato in maniera originale dall’autore, con un altrettanto avventuroso e appassionante laboratorio al buio nelle sale del Museo, dove sono conservate preziose copie al vero di capolavori dell’arte greca. Prenotazione obbligatoria per il laboratorio.

ore 21.30 – Teatro “Chiamatemi Don Tonino…”
LUCA VIOLINI

Un viaggio alla scoperta di Don Tonino Bello (1935 – 1993), uomo, prete e vescovo straordinario. Campione del dialogo, infaticabile costruttore di pace e di speranza, dedicò la sua vita gli ultimi. Scrittore ispirato, diffuse il suo messaggio di fede attraverso testi memorabili per intensità e bellezza. Questo spettacolo narra la storia di un laico che, conquistato dalla poeticità delle parole di Don Tonino, scoperte casualmente, decide di intraprendere, reale e intellettuale, alla scoperta di quest’uomo. Si tratta di un diario, la cronoca moderna e appassionante di un viaggio iniziato per curiosità e che finirà per arricchire, e segnare in modo indelebile, il protagonista della storia. Testo: Francesco Cardinali. Voci: Luca Violini. Musiche: Paolo Principi. Post produzione audio: Paolo Principi. Disegno del suono. Claudio Cesini e Riccardo Rocchetti. Regia: Luca Violini.

Arte

PERCEPIRE IL SOFFIO, una mostra di SILVIA FIORENTINO
a cura di Valerio Dehò
Fino al 7 settembre 2014

La personale raccoglie oltre 30 creazioni che indagano la soglia fra visibile e invisibile, o meglio, cercano di dare materia all’invisibile attraverso il segno tradotto in pitture, sculture, arazzi, installazioni. Durante la serata sarà possibile visitare la mostra, il Museo Omero e l’Italia Riciclata di Michelangelo Pistoletto, aperti fino alle 24.

Informazioni

Ingresso libero a tutti gli eventi. I posti a sedere per lo spettacolo sono limitati. Si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità. In caso di maltempo lo spettacolo si svolgerà al teatro Sperimentale di Ancona.

Ogni serata il pubblico potrà sostenere con una donazione le attività dell’Associazione Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus.

La rassegna Sensi d’estate è realizzata con il patrocinio del Consiglio Regionale Marche, in collaborazione con il Comune di Ancona – Amo la Mole e con l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero”. Le attività si svolgono con il supporto del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario europeo.

Museo Tattile Statale Omero
Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
Seguici su Facebook, Twitter, Instagram

Link esterni

Mostra “Percepire il soffio” di Silvia Fiorentino

Prorogata al 14 settembre 2014
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Ancona
Sensi d’Estate 2014.
Inaugurazione mercoledì 16 luglio 2014 alle ore 19,00.

Interverranno: Valerio Dehò, curatore; Silvia Fiorentino, artista; Aldo Grassini, Presidente Museo Tattile Statale Omero.

Ingresso libero.

La mostra comprende oltre 30 opere: installazioni, sculture, pitture, disegni, audio testi.

“Vi è una sospensione vitale nell’opera di Silvia Fiorentino, una forma di silenzio che lascia intuire la parola, qualcosa che non ha ancora una definizione ma potrebbe averla da un momento all’altro come potenzialità sospesa… Mostrare il corpo senza rappresentarlo, soffiare la parola senza costruire un linguaggio, suggerire il primitivo con un’ arte colta ed evoluta, sposare la parola al segno unendo materiale a immateriale: alcune polarità dell’arte della Fiorentino sono queste”. Così scrive Valerio Dehò nel saggio in catalogo della mostra da lui curata e allestita fino al 7 settembre 2014, ad Ancona nelle sale del Museo Tattile Statale Omero alla Mole Vanvitelliana.

Così scrive Valerio Dehò, presente all’inaugurazione del16 luglio alle 19,00, nel saggio in catalogo della mostra da lui curata e allestita ad Ancona, nelle sale del Museo Tattile Statale Omero alla Mole Vanvitelliana.

“Percepire il soffio” raccoglie oltre 30 creazioni di Silvia Fiorentino comprendenti installazioni, sculture, pitture, disegni e audio testi realizzati dal 2000 ad oggi e allestiti nelle settecentesche sale della Mole in un’atmosfera di bianco e silenzio. Una mostra nata da un soffio di vento che alza i capelli di Silvia e della figlia Maria mentre stanno insieme: stare in quel momento, percepirlo con i sensi allarmati e allargati attraverso le “valvole” aperte del corpo, che diventano timbri reiterati lungo tutto il percorso, dà il via al lavoro dell’artista. Come catturare il soffio invisibile? La Fiorentino parte dal disegno che cerca poi la sua forma nella materia come la ceramica grezza e smaltata, i tessuti, i colori, la fotografia e la scrittura.

Il disegno si fa così poesia visiva nei dipinti e negli arazzi – “nel mio paesaggio” e “mater” -, si materializza in sculture di tela rappresentanti madri, donne e spose, e trova sostanza nella ceramica modellata nelle teste femminili di Ex-voto – Preghiera. La ceramica raku è protagonista anche dei lavori pensati appositamente per il Museo Omero come “Percepire il soffio”, nata per raccontare la possibilità di unire le differenze – destra e sinistra, razionale e irrazionale, femminile e maschile – e di fare il vuoto per accogliere il bello, e “Trasformazione in O “, un bosco di forme organiche realizzate con l’ausilio di Enrico Trillini del laboratorio “contrada Montefiore 66, a testimoniare la mutazione nella ripetizione e l’equilibrio fra il pieno e il vuoto, l’alto e il basso. In ogni lavoro si percepisce lo stato di sospensione prima della parola, la “polarità fra corpo e parola”. Nelle installazioni – infine – è riconoscibile la complessità del messaggio della Fiorentino come nelle sue “Architetture sentimentali”, in cui unisce disegno, fotografia e scultura e “Lanterna magica”, una moderna narrazione dell’apocalisse al femminile alla maniera delle tradizionali lanterne girevoli.
Opere da vedere e da toccare, come è tradizione del Museo Omero, con disegni e tele tradotti a rilievo dallo staff professionale interno del Museo per essere fruibili al tatto anche da parte di visitatori non vedenti.

La mostra è promossa dal Museo Tattile Statale Omero ed è inserita nel calendario della rassegna culturale estiva “Sensi d’estate”, percorsi multisensoriali di arte, teatro, musica, odori e sapori, giunta alla XIII edizione. L’allestimento è curato dalla stessa artista con l’ausilio di Alessandro Cagnolati e Manrico Rocchi.

Il catalogo della mostra, edito dal Museo Omero, su progetto grafico di Loretta Tavoloni, presenta in 40 pagine la sostanza creativa dell’artista e un’ampia rassegna dei suoi più recenti lavori e momenti espositivi.

Ente Promotore: Museo Tattile Statale Omero.
Con il patrocinio di: Consiglio Regionale Marche.
In collaborazione con: Comune di Ancona, Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero” Onlus.
Realizzazione allestimento: Alessandro Cagnolati, Silvia Fiorentino.
Illuminazione: (regia e montaggio) Manrico Rocchi.
Editing testi: Alessandra Mulas.
Foto: Alessandro Cagnolati.
Supporti tiflodidattici: Daniela Bottegoni, Davit Janashia, Massimiliano Trubbiani.
Catalogo: Percepire il soffio ed. Museo Omero. Progetto grafico: Loretta Tavoloni. Numero pagine: 40. Stampa a 4 colori. Formato: cm 21 x 29,7.
Segreteria organizzativa: Giulia Cester.
Servizi didattici e visite guidate: Manuela Alessandrini, Monica Bernacchia, Cristiana Carlini, Giulia Cester, Francesca Graziani, Annalisa Trasatti, Massimiliano Trubbiani.
Comunicazione e Ufficio stampa:
Monica Bernacchia – Museo Tattile Statale Omero
Economia & Cultura di Gabriella Papini

Si ringrazia per l’aiuto Enrico Trillini, Laboratorio “contrada Montefiore 66”

Informazioni

Periodo: 16 luglio –  14 settembre.
Orario apertura:
giovedì, venerdì 18 – 22; sabato e domenica 10 – 13; 18 – 22; la settimana di proroga da giovedì 11 a domenica 14 settembre la mostra sarà aperta dalle 18 alle 22. Tutti i mercoledì dal 16 luglio al 20 agosto dalle 18 – 24 in occasione della rassegna culturale estiva “Sensi d’estate”. La mattina aperto su prenotazione per gruppi.
Ingresso libero.
Sono previste visite guidate e attività laboratoriali in collaborazione con l’artista. A cura dei Servizi Educativi del Museo Tattile Statale Omero. Prenotazione obbligatoria. Costo di 3 euro a persona, esclusi disabili, docenti e accompagnatori.

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28
60121 Ancona
tel. 071 28 11935 – fax 071 28 18 458
email: info@museoomero.it

30 luglio: la musica satirica e surreale del Duo Bucolico con Furia Ludica

Duo bucolico

Sensi d’Estate 2014
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Ancona.
Ingresso libero.

Mercoledì 30 LUGLIO

ore 21.30 – Musica “Duo Bucolico”
FURIA LUDICA

Abbiamo deciso di sfidare il maltempo! Lo spettacolo si svolgerà al Ridotto del Teatro delle Muse di Ancona.

I due cantautori romagnoli Antonio Ramberti e Daniele Maggioli presenteranno il loro quinto disco “Furia Ludica”: un affresco di colori e giocattoli febbricitanti, a cavallo tra cantautorato, operetta elettronica e folk-cabaret. L’album, solcato da un strano equilibrio tra istinto e controllo, mette in scena piccole storie allegoriche, invettive cosmiche e proclami dada proponendo uno spettacolo al confine tra cantautorato, cabaret, recital e la canzone popolare comico-burlesca. “Furia Ludica è un disco composto largamente in furgone, tra Messina e Milano o tra Isernia e Senigallia (non ci ricordiamo), nelle infinite trasferte bucoliche”.

Arte

PERCEPIRE IL SOFFIO, una mostra di SILVIA FIORENTINO
a cura di Valerio Dehò
Fino al 7 settembre 2014

La personale raccoglie oltre 30 creazioni che indagano la soglia fra visibile e invisibile, o meglio, cercano di dare materia all’invisibile attraverso il segno tradotto in pitture, sculture, arazzi, installazioni.

Durante la serata sarà possibile visitare la mostra, il Museo Omero e l’Italia Riciclata di Michelangelo Pistoletto, aperti fino alle 24.

Informazioni

I posti a sedere per il concerto sono limitati. Si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità.
Ogni serata il pubblico potrà sostenere con una donazione le attività dell’Associazione Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus.
La rassegna Sensi d’estate è realizzata con il patrocinio del Consiglio Regionale Marche, in collaborazione con il Comune di Ancona – Amo la Mole e con l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero”. Le attività si svolgono con il supporto del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario europeo.

Museo Tattile Statale Omero
Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
Seguici su Facebook, Twitter, Instagram

Link esterni

23 luglio: Yoga in mostra e concerto dei Turkish cafè

Sensi d'estate Turkish Cafè

Sensi d’Estate 2014
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Ancona.
Ingresso libero.

Mercoledì 23 LUGLIO

ore 19,00 – Incontro di YOGA con Barbara Neri, Shaktyoga Club Ancona, dedicato alla mostra “Percepire il soffio” di Silvia Fiorentino

Dopo un breve percorso fra i lavori di Silvia Fiorentino, oltre 30 creazioni nate da un soffio di vento e ispirate alla leggerezza, al respiro e alla concentrazione, Barbara Neri, di Shaktyoga Club Ancona, condurrà una pratica yoga dedicata a “Percepire il soffio”. Al termine della lezione condivideremo una tisana con l’insegnante e con l’artista.
Barbara Neri: Fisioterapista diplomata presso INRCA di Ancona. Ha praticato per molti anni ginnastica artistica e ritmica. Pratica Yoga dal 2005. Dello Yoga ama il concetto di Unione tra mente corpo e anima e di Unione tra tutti gli esseri in se stessi. Posti limitati. Prenotazione obbligatoria. Tel. 071 28 11 935 info@museoomero.it.  Si consiglia abbigliamento comodo e tappetino. Curata da Valerio Dehò, la mostra è aperta fino al 7 settembre 2014.

ore 21.30 Musica “Cambio Palco Tour”
TURKISH CAFÈ

Veronica Punzo, voci e tastiere
Julián Corradini, voci e chitarre
Simone Giorgini, voci e contrabbassi
Cristiano Giuseppetti, violino
Simone Pozzi, batteria

La band elettroacustica e cantautorale marchigiana presenta il loro secondo disco “Cambio Palco” creando nuovi suoni e unendo la bellezza degli strumenti acustici alla potenza dell’elettronica, del ritmo, delle voci: musica e parole da degustare.
Le origini di questo gruppo si raccontano nel suo stesso nome: una storia che parte da lontano, dalle chiassose strade del quartiere turco di Bruxelles.
È il 2008 quando Veronica e Julián, voce e chitarra, s’incontrano per la prima volta, da studenti. Avvolti in un turbinio di volti, colori e profumi, come tante istantanee della capitale europea, intraprendono un’avventura musicale accompagnati da una predizione letta nei fondi sfocati di un fumante caffè. Debuttano in una domenica di maggio nella grandiosa Grand Place, come artisti di strada. Al ritorno in Italia conoscono Simone, eclettico contrabbassista con cui scoppia una scintillante alchimia: diverse culture, gusti e personalità artistiche che si mescolano e s’ispirano. Mentre compongono, arrangiano, sperimentano note, suoni, parole e deviazioni musicali dai profumi acustici, cominciano ad esibirsi. Dapprima nelle Marche, poi nei più svariati locali e teatri d’Italia, così come nei festival, tra cui Castrocaro, Risonanze Unplugged di Padova, il MEI di Faenza, il Mito Fringe di Milano, il Premio Poggio Bustone che vincono. Amano proporre i loro brani, così come cover italiane ed internazionali, completamente riarrangiate attraverso i loro -per fortuna diversissimi – gusti musicali e la loro – per fortuna diversissima – provenienza culturale. La loro musica si colora dei luoghi che esplorano, dei personaggi che incontrano e della vita che filtrano.

Informazioni

I posti a sedere per il concerto sono limitati. Si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità.
Ogni serata il pubblico potrà sostenere con una donazione le attività dell’Associazione Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus.

Durante la serata sarà possibile visitare la mostra Percepire il soffio, il Museo Omero e l’Italia Riciclata di Michelangelo Pistoletto, aperti fino alle 24.

La rassegna Sensi d’estate è realizzata con il patrocinio del Consiglio Regionale Marche, in collaborazione con il Comune di Ancona – Amo la Mole e con l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero”. Le attività si svolgono con il supporto del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario europeo.

Museo Tattile Statale Omero
Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
Seguici su Facebook, Twitter, Instagram

Link esterni

16 luglio: Nino Rota Ensemble e Silvia Fiorentino aprono Sensi d’estate

Nino rota Ensemble

Sensi d’Estate 2014
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Ancona.
Ingresso libero.

Mercoledì 16 LUGLIO

ore 19, 00 – Inaugurazione mostra “Percepire il soffio”di Silvia Fiorentino

Interverranno: Valerio Dehò, curatore; Silvia Fiorentino, artista; Aldo Grassini, Presidente Museo Tattile Statale Omero.

La mostra comprende oltre 30 opere dell’artista fra installazioni, sculture, pitture, disegni, audio testi.

“Vi è una sospensione vitale nell’opera di Silvia Fiorentino, una forma di silenzio che lascia intuire la parola, qualcosa che non ha ancora una definizione ma potrebbe averla da un momento all’altro come potenzialità sospesa…”

ore 21.30 – Musica “Tributo a Giulietta Masina nei 20 anni dalla scomparsa”

NINO ROTA ENSEMBLE
Giuditta Longo, violino
Federica Torbidoni, flauto
Diletta Dell’Amore, oboe
Cecilia Amadori, violoncello
Deborah Vico, pianoforte

Informazioni

Fino alle ore 24,00 sono visitabili la mostra Percepire il soffio, il Museo Omero e L’Italia riciclata di Michelangelo Pistoletto. I posti a sedere per il concerto sono limitati. Si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità. In caso di maltempo il concerto si svolgerà al teatro Sperimentale di Ancona.
Ogni serata il pubblico potrà sostenere con una donazione le attività dell’Associazione Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus.
La rassegna Sensi d’estate è realizzata con il patrocinio del Consiglio Regionale Marche, in collaborazione con il Comune di Ancona – Amo la Mole e con l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero”. Le attività si svolgono con il supporto del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario europeo.

Museo Tattile Statale Omero
Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
Seguici su Facebook, Twitter, Instagram

Link esterni

Allo Sferisterio, l’opera a occhi chiusi

Il Museo Tattile Statale Omero ha collaborato anche quest’anno con l’Università di Macerata, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e il Macerata Opera Festival per realizzare un servizio di audio descrizione, disponibile allo Sferisterio, che consente alle persone ipovedenti e non vedenti di avere una narrazione completa dello spettacolo e di apprezzare le “donne all’opera” (#donneallopera), cui è dedicata questa edizione del Festival.

Per la prima volta tutte le opere hanno l’audio descrizione: il 1 agosto La traviata, il 2 agosto Aida ed infine il 3 agosto Tosca.

L’opera audio descritta è ormai una tradizione pluriennale dello Sferisterio. Voluta e finanziata dal Macerata Opera Festival, è realizzata da Elena Di Giovanni, con l’aiuto di Chiara Mennichelli e la voce di Carla Lugli, apprezzata speaker del Festival del Cinema di Venezia e radiogiornalista. Prima dello spettacolo, un’introduzione in italiano di circa 7 minuti, presenta il soggetto, illustra l’allestimento scenico, i costumi e gli interpreti. Viene ripresa durante l’intervallo per altri 5 minuti, mentre nel corso della recita vengono forniti brevi inserti necessari alla comprensione della trama e dell’azione che si svolge in scena, senza per nulla compromettere la qualità della musica. Il servizio e la prenotazione degli auricolari all’ingresso dello Sferisterio sono completamente gratuiti: per usufruirne al meglio si raccomanda di arrivare con almeno 20 minuti di anticipo, in modo da ritirare comodamente gli apparecchi, trovare il proprio posto e godersi i 7 minuti di descrizione che precedono l’inizio dello spettacolo.

Confermati anche gli incontri dietro le quinte per ipovedenti e non vedenti, già sperimentate con successo nella scorsa edizione.

Il 1 agosto apre le danze La traviata, con un percorso alla scoperta dell’orchestra e degli strumenti che accompagnano le voci di Violetta e Alfredo; dagli ottavini ai clarinetti, dai corni alle trombe, dalla grancassa al contrabbasso. Il 2 è la volta di Aida, con la possibilità di esplorare l’affascinante mondo dei costumi e del trucco di scena. Infine il 3 agosto i partecipanti possono visitare le scenografie di Tosca, facendo un salto indietro del tempo di oltre 200 anni.

Il Museo Omero ha realizzato per l’occasione i disegni a rilievo della pianta dello Sferisterio in 10 copie e di 3 scene della Tosca in 5 copie.

Ad ogni incontro, degli esperti si mettono a disposizione per spiegare cosa si nasconde nel backstage e svelare curiosità e aneddoti che normalmente rimangono nascosti agli occhi del pubblico.
Gli incontri del 1 e del 3 sono aperti a gruppi di adulti non vedenti e ipovedenti fino a un massimo di 20 persone, con ammessa presenza di un accompagnatore per ciascun partecipante.
L’incontro del 2 è riservato ai bambini vedenti e non, dai 5 ai 12 anni. I bambini non vedenti e ipovedenti possono portare un/a amico/a. Le visite sono gratuite e hanno una durata complessiva di circa 45 minuti. L’elenco dei partecipanti viene stabilito secondo l’ordine di iscrizione.

Per prenotare scrivere a arte.accessibile@unimc.it

Allegato

Link esterno

Disponibile presso Feltrinelli il DVD del Film di Silvio Soldini Per altri occhi

Copertina DVD

E’ finalmente uscito il DVD del film Per altri occhi! Avventure quotidiane di un manipolo di ciechi di Silvio Soldini e Giorgo Garini.

Nelle sale del Museo Tattile Statale Omero sono state girate alcune scene del film, che coinvolge un gruppo di non vedenti impegnati in attività apparentemente straordinarie ma per loro assolutamente normali.

Il celebre regista tratta con mano leggera, non priva di humor la vita di un gruppo di ciechi per sottolineare alcune potenzialità non incompatibili con la condizione di non vedenti, anche se stupefacenti. Li vedremo infatti impegnati in “imprese” sportive, prestazioni musicali ed artistiche nonché nell’esercizio di una vasta autonomia.
Una bella testimonianza per far conoscere al pubblico i risvolti di una condizione che spesso è ritenuta tale da impedire una vita piena.

Il film, che ha vinto il Nastro D’argento 2014 come miglior documentario, è edito da Feltrinelli Real Cinema, con libro aggiunto e audiocommento per non vedenti a cura di Cinema senza Barriere® by A.i.A.C.E.

E’ disponibile al costo di euro 17,90 presso tutte le librerie Feltrinelli.

SCHEDA FILM Per altri occhi
Regia e sceneggiatura: Silvio Soldini, Giorgio Garini.
Interpreti: Enrico Soso, Giovanni Bosco, Luca Casella, Felice Tagliaferri, Mario Santon.
Italia, 2013, col., 95.
Enrico fa il fisioterapista ma appena può scappa in barca a vela, Giovanni è un piccolo imprenditore con la passione dello sci e del godersi la vita, Felice è uno scultore che gioca baseball, Luca un musicistafotografo, Loredana una centralinista-arciera, Mario è uno sportivissimo ex centralinista in pensione, Gemma studia violoncello e fa gare di sci. Altri occhi racconta le avventure quotidiane di un gruppo di persone non vedenti che vivono con una serenità, una passione e un coraggio tali da rendere le loro vite più ricche di tante altre.

Link esterni