Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

8 marzo: Ditelo con i sentimenti annodando fili, racconti, intrecci e ricordi…

locandina evento

Venerdì 8 marzo ore 17
Ancona, Museo Tattile Statale Omero

In occasione della Festa della donna, Venerdì 8 marzo, il Museo Omero propone un articolato appuntamento per raccontare i propri sentimenti annodando fili e ricordi.

Si inizia alle ore 17 con Viola De Filippo, insegnante di lettere e scrittrice, che ci parlerà di letteratura femminile della migrazione, attraverso racconti di donne africane di prima generazione e scrittici di seconda generazione: racconti che saranno da stimolo per l’attività di laboratorio seguente.

A seguire una visita tutta al femminile nelle sale del Museo seguendo il filo rosso che lega la Venere di Milo, la Lupa capitolina, la Pietà diSan Pietro, Irina, La fanciulla con pappagallo etc.

Infine verrà svolto il laboratorio: le partecipanti si cimenteranno nella realizzazione di un messaggio tattile con fili, corde, spaghi, stoffe e … ricordi per evocare ciò che di più personale si vuole mantener vivo delle proprie emozioni. Ciascun cordone-filamento tattile andrà a comporre un telaio-quadro sensoriale che rimarrà permanente nelle sale del Museo. Le partecipanti sono invitate a portare 5 piccoli oggetti/ricordi che rimarranno al Museo, utili a svolgere il laboratorio.

L’iniziativa si svolge con la collaborazione le volontarie del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario Europeo.

Info

Museo Tattile Statale Omero
Mole Vanvitelliana
Ancona, Banchina G. da Chio 28.
Costo: 3 euro a persona; gratuito per disabili e accompagnatori.
Prenotazione obbligatoria: chiamare dalle 16 alle 20 il numero 331.7537468 o scrivere a didattica@museoomero.it

6 marzo: Il racconto in scultura, ultimo evento nell’ambito della mostra Trubbiani – De rerum fabula

Locandina evento

Il racconto in scultura

Una riflessione di Enrico Crispolti, Flavio Fergonzi, Antonello Negri, Marco Tonelli
con la partecipazione di Valeriano Trubbiani
e un intervento di Simone Dubrovic
nell’ambito della mostra Trubbiani. De rerum fabula
Laica rappresentazione, in un prologo, 20 scene, e un epilogo
Sculture, ambientazioni, disegni 1965-2008

Ancona, Salone della Loggia dei Mercanti
Mercoledì, 6 marzo 2013, ore 17,30

Mercoledì 6 marzo alle ore 17,30 nel Salone della Loggia dei Mercanti di Ancona, l’incontro “Il racconto in scultura” chiuderà il calendario di appuntamenti ideato dal Museo Tattile Statale Omero, per approfondire temi e aspetti della mostra “Trubbiani De rerum fabula” alla Mole Vanvitelliana fino al 17 marzo 2013.

Un’ importante occasione per ascoltare docenti e critici d’arte quali Enrico Crispolti (curatore della mostra), Flavio Fergonzi, Antonello Negri, Marco Tonelli a confronto sul tema “Il racconto in scultura” con la partecipazione di Valeriano Trubbiani e Simone Dubrovic (co-curatore della mostra).

Così Enrico Crispolti: “Il racconto in scultura comporta tendenzialmente una particolare impostazione non formalistica, non idealizzante, non astrattiva, non unilaterale, dell’evento plastico; per una sua disposizione invece aperta, dialogica, nella prevalenza particolarmente di un’espansione narrativa iconica. Il racconto si realizza infatti in scultura in un’articolazione in più elementi nello spazio. Ma raggiunge la maggiore e specifica intensità comunicativa quando i diversi elementi non risultano soltanto entità formali e materiche fra di loro connesse. E comportano invece una maggiore disponibilità comunicativa attraverso un’articolata evidenza di figure e cose. Presenze che istituiscono dunque nello spazio un’incalzante possibilità narrativa della scultura, anche in dimensione ambientale. Per esempio, da rilievi romanici ad aspetti di scultura barocca, o a libertà surrealiste o altrimenti informali, e fino all’articolato assemblaggio iconico oggettuale che variamente caratterizza la “rerum fabula” di Trubbiani. “

Partecipano, con Valeriano Trubbiani:

Enrico Crispolti, professore emerito di Storia dell’Arte Contemporanea nell’Università di Siena, dove ha diretto per una ventina d’anni la Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte. Dirige i Nuovi Archivi del Futurismo (Fondazione La Quadriennale di Roma, Consiglio Nazionale delle Ricerche, De Luca, Roma).

Simone Dubrovic, Assistant Professor of Italian al Kenyon College di Gambier (Ohio – Stati Uniti), dove offre corsi di lingua, letteratura e cinema italiani. Si interessa di critica stilistica e psicocritica e al rapporto tra scrittura e arti visive. Ha pubblicato libri, saggi e articoli di letteratura, cinema e scritture d’artista. È membro dell’Accademia Raffaello di Urbino.

Flavio Fergonzi, professore ordinario di Storia dell’Arte Contemporanea nel Dipartimento di Storia e Tutela dei Beni Culturali dell’Università di Udine, dove dirige la Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici. Particolarmente attento, nella sua ricerca storica, alla scultura contemporanea in Italia, a cominciare da Arturo Martini.

Antonello Negri, professore ordinario di Fonti, modelli e linguaggi dell’arte contemporanea nell’Università di Milano. Dirige la rivista “L’Uomo nero. Materiali per una storia delle arti della modernità” e i suoi principali campi di studio e di ricerca sono la pittura, la grafica e l’architettura dell’Otto e del Novecento e l’archeologia industriale. Ha recentemente curato la mostra Anni ‘30. Arti in Italia oltre il fascismo (Firenze, Palazzo Strozzi).

Marco Tonelli, critico d’arte, è docente di Teoria della Percezione e Psicologia della Forma presso l’Accademia di Belle Arti di Foggia e Assessore alla Cultura e al Turismo di Mantova. Ha pubblicato diverse monografie ed è autore del Catalogo Generale della Scultura di Pino Pascali e del saggio The Art Horror.

23 e 24 febbraio: chiude la mostra Guardare con tatto con il laboratorio La declinazione del 5

Il 23 e 24 febbraio è l’ultimo week end per visitare la mostra “Guardare con tatto” allestita nelle sale del Museo Tattile Statale Omero presso la Mole Vanvitelliana di Ancona.

La mostra, curata da Silvia Cuppini, rientra nella rassegna “Infinitamente Salvi”, volta a promuovere sul territorio regionale la ricca collezione di arte contemporanea del Premio Salvi (Comune di Sassoferrato), reinterpretandola con uno sguardo contemporaneo e in sintonia con i luoghi prescelti.

In un allestimento multisensoriale, pensato da Roberto Bua e Chiara Ludolini, la mostra propone dieci sculture di autori contemporanei – Giuseppe Uncini, Edgardo Mannucci, Giancarlo Minen, Loreno Sguanci, Paolo Pompei, Umberto Peschi, Elio Cerbella, Marco Bettocchi, Valeriano Trubbiani, Giuliano Giuliani – presentati in relazione alla struttura pentagonale della Mole Vanvitelliana, ovvero al numero cinque, alle cinque dita della mano, ai cinque sensi. Le opere sono collocate a coppie sugli spigoli di un pentagono al centro del quale è proiettata una videoinstallazione di Silvia Luciani, Guido Ballatori e Davide Luciani che ne esalta il carattere tattile.

In occasione della chiusura della mostra i Servizi Educativi del Museo Tattile Statale Omero propongono il laboratorio “La declinazione del 5”: alla visita animata con la lettura tattile delle opere e focalizzazione sui temi dell’esposizione – equilibrio, ordine e caos , etc. – segue un’attività ispirata al “Tangram” (un antico gioco cinese) per ricercare “la figura di se stessi”attraverso la scomposizione e ricomposizione della forma geometrica del pentagono.

Il 23 febbraio il laboratorio “La declinazione del 5” è rivolto a gruppi e adulti, il 24 febbraio a bambini e famiglie.
Inzio: ore 17.
Costo:
3 euro a persona; gratuito per disabili e accompagnatori.
Prenotazione obbligatoria: chiamare dalle 16 alle 20 il numero 331.7537468 o scrivere a didattica@museoomero.it
L’iniziativa si svolge con la collaborazione delle ragazze del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario Europeo.

Alla riscoperta della Grecia classica con il Museo Omero

Acropoli

Dal 30 aprile al 5 maggio 2013
Prenotazioni entro l’8 marzo

Anche per l’anno 2013 il Museo Omero organizza la partecipazione ad una gita aperta ai non vedenti e loro amici.

Quest’anno la meta è la Grecia , un paese ricco di storia, arte e incanto. Il tour prevede “Grecia classica e Meteore” dal 30 aprile e al 5 maggio 2013 con partenza e rientro ad Ancona via traghetto. Un’occasione esclusiva per visitare Kalambaka e i Monasteri bizantini, Delfi il suo sito e il museo, Atene con l’Acropoli e il Museo, l’Argolide con Epidauro e Micene.

La scelta della programma è il risultato della migliore combinazione fra costi e durata, tenendo conto delle difficoltà in cui versa il paese.

Per ogni info e per facilitare l’organizzazione del viaggio si prega di contattare Daniela Bottegoni cell. 339 800 7222.

Il Programma

  • 30/04 – Partenza da Ancona alle h. 13.30 –Sistemazione nelle cabine riservate. Cena presso il ristorante di bordo. Pernottamento.
  • 01/05 – colazione a bordo. Sbarco ad Igoumenitsa intorno alle h.8.00. Incontro con bus e guida locale e partenza per Kalambaka. Pranzo e successiva visita guidata ai Monasteri Bizantini. Cena e pernottamento in hotel.
  • 02/05 – colazione in hotel. Partenza per Delfi, visita guidata al sito e al Museo. Al termine pranzo e nel pomeriggio proseguimento per Atene. Sistemazione in hotel.Trasferimento alla Plaka per cena con spettacolo in locale tipico . Pernottamento in hotel.
  • 03/05 – colazione in hotel. Considerando che in mattinata tutti i siti e i musei saranno chiusi in occasione della Pasqua ortodossa, mattinata libera per shopping e attività individuali. Pranzo libero. Nel primo pomeriggio visita guidata dell’Acropoli e del suo nuovo Museo. Al termine rientro in hotel per la cena presso il roof Olive Garden. Pernottamento in hotel.
  • 04/05 – colazione in hotel. Partenza per l’Argolide. Visite guidate ai siti di Epidauro e Micene. Al termine pranzo e successiva partenza verso Patrasso per disbrigo delle formalità di ceck in. Congedo dalla guida e imbarco. Partenza alle h. 17.00. Cena presso il ristorante di bordo e pernottamento.
  • 05/05 – colazione a bordo. Mattinata in navigazione. Pranzo libero. Arrivo previsto ad Ancona verso le h. 16.00

Termine dei servizi

Quota individuale di partecipazione base: 20 persone in camera doppia: euro 715,00
Riduzione di euro 10.00 al raggiungimento delle 25 persone e di euro 15.00 al raggiungimento di 30 persone.

La quota base di partecipazione comprende:

  • Passaggi in traghetto in cabina quadrupla interna con servizi incl.tasse
  • Cena e colazione a bordo andata e ritorno
  • 3 pernottamenti in hotels 4 stelle a Kalambaka e ad Atene
  • Trattamento di pensione completa in Grecia eccetto il pranzo del 3/5.
  • Bevande incluse solo per la cena tipica alla Plaka (1/2 minerale e ¼ di vino pp)
  • Servizio di guida professionale in lingua italiana per tutte le visite come da programma sopra indicato, con incontro ad Igoumenitsa e congedo a Patrasso
  • Servizio bus gran turismo per tutta la durata del tour in Grecia
  • Ingressi ai siti e Musei statali per tutti i non vedenti e 1 loro accompagnatore
  • Polizza sanitaria bagaglio e annullamento Optimas di Unipol Assicurazioni

La quota non comprende:

  • i pasti non indicati
  • le bevande ai pasti se non dove indicato
  • tutto quanto non espressamente indicato

Supplementi:

  • camera singola durante il tour euro 125.00
  • cabina singola interna a bordo euro 135.00 ar
  • cabina singola esterna a bordo euro 150.00 ar
  • cabina tripla interna a bordo euro 40.00 ar
  • cabina tripla esterna a bordo euro 55.00 ar
  • cabina doppia interna a bordo euro 50.00 ar
  • cabina doppia esterna a bordo euro 60.00 ar

NOTA BENE

Per i partecipanti non vedenti e ipovedenti è indispensabile avere un proprio accompagnatore. E’ possibile un accompagnatore per un singolo partecipante o un accompagnatore per coppia.

Le iscrizioni andranno perfezionate entro il giorno 8 marzo tramite pagamento di acconto pari a 250 euro pro capite anche tramite bonifico sulle coordinate a seguire con cortese specifica dei nomi completi di riferimento dei partecipanti. Il saldo andrà eseguito un mese prima della partenza.

Nostre coordinate bancarie: CC INTESTATO A
CONERO VIAGGI E TURISMO SRL
CORSO STAMIRA N. 31 60122 ANCONA
BANCA POPOLARE ANCONA
IBAN IT48I0530802684000000018091
Contatto Conero Tour Sig.ra Silvia Rocchetti tel 071/57892
Mail silvia.rocchetti@robintur.it

Qualora non si raggiunga la quota minima, gli anticipi verranno restituiti come da contratto che sarà inviato a ciascun partecipante. La copia del bonifico del pagamento va inviata al Museo Tattile Statale Omero via email segreteria@museoomero.it o via fax al numero 071 28 18 358 all’attenzione di Daniela Bottegoni.
Per ogni info (combinazioni in camera/cabina, esigenze specifiche o personali,etc.) e per facilitare l’organizzazione del viaggio si prega di contattare Daniela Bottegoni cell 339 800 7222.

21 febbraio 2013: Sfida all’ultimo Braille!

Locandina Braille

Giovedì 21 febbraio 2013 – ore 18.
Mole Vanvitelliana – Banchina G. da Chio, Ancona.

Giovedì 21 febbraio il Museo Tattile Statale Omero, in occasione della Giornata Nazionale del Braille, propone un pomeriggio speciale dedicato alle famiglie, una vera e propria Sfida all’ultimo Braille!

Una gara tra famiglie per conoscere l’alfabeto dei non vedenti e scoprire la Mostra “In Limine. Sulla soglia del nuovo Museo Omero”. Scopo del gioco è familiarizzare con l’alfabeto tattile dei non vedenti e provare a praticarlo nel contesto di una sfida all’insegna del divertimento che coinvolga tutta la famiglia, con tanto di premio finale!
Appuntamento il 21 febbraio alle ore 18 presso la Mole Vanvitelliana, alla Mostra “In Limine. Sulla soglia del nuovo Museo Omero”. La prenotazione è obbligatoria, il costo 3 euro a persona.

L’iniziativa si svolge con la collaborazione delle ragazze del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario Europeo.

Informazioni

Mostra “In Limine. Sulla soglia del nuovo Museo Omero”.

Ancona, Mole Vanvitelliana, Banchina da Chio, 28
Costo: 3 euro a persona; gratuito per disabili e accompagnatori.
Per prenotare chiamare dalle 16 alle 20 al numero 331.7537468 o scrivere a didattica@museoomero.it.

17 febbraio: Laboratorio Un Giallo in Mostra

Locandina Un giallo in mostra

Domenica 17 febbraio ore 17
Mostra “Trubbiani – De rerum fabula”
Laboratorio per famiglie e bambini dai 5 ai 12 anni.

Alla mostra Trubbiani è scomparsa un’opera, aiutaci a ritrovarla!

I partecipanti trasformati in detective dovranno risolvere un vero e proprio giallo, investigando tra le opere d’arte e le sale della Mole, interrogando i sospetti, ricostruendo identikit, superando prove e tranelli, per recuperare indizi e risolvere l’enigma.

Il colpevole si nasconde tra le mura della mostra e solamente i detective più astuti e attenti riusciranno a svelare il mistero!

L’iniziativa si svolge con la collaborazione delle ragazze del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario Europeo.

Informazioni

Dove: Mole Vanvitelliana, Banchina G. da Chio 28, Ancona.
Costo: 4 euro a bambino; ingresso adulti ridotto; gratuito per disabili e accompagnatori.
Prenotazione obbligatoria.
Per prenotare chiamare dalle 16 alle 20 al numero 071.2225031 o scrivere a didattica@museoomero.it

Il Museo Omero esporta la propria esperienza museale anche in Russia

Unione museale espositiva Manezh di Mosca

Il Museo Tattile Statale Omero di Ancona esporta la propria esperienza nel campo dell’accessibilità e dei servizi educativi fino a Mosca, nel secondo seminario italiano rivolto gli operatori museali in servizio presso i musei russi dal titolo “Il Museo e il suo rapporto con il pubblico” che si svolgerà nei giorni 20 e 21 febbraio 2013, presso la sala conferenze dell’unione museale espositiva Manezh di Mosca.

L’Istituto Italiano di Cultura a Mosca, che organizza il seminario in collaborazione con il Governo della città di Mosca ed il Comitato Russo ICOM, ha invitato i rappresentanti di alcuni tra i maggiori musei italiani: insieme al Museo Statale Tattile di Omero, saranno presenti il Polo Museale di Napoli, la Galleria Borghese di Roma, il MART di Trento e Rovereto e il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

I temi del seminario riguarderanno aspetti tecnico-organizzativi della gestione museale (sistemi interattivi, programmi per i disabili, attività didattiche ecc.); in particolare, Aldo Grassini, Presidente del Museo Omero, parlerà de “I ciechi e l’arte: un diritto negato” e Annalisa Trasatti, Coordinatrice del Museo Omero, interverrà su “Laboratori accessibili. Laboratori per tutti”. Oltre alle relazioni avranno luogo veri e propri workshop  sull’allestimento di un book-shop, sui percorsi museali per i disabili e sulle attività museali per i bambini.

Tutti gli interventi saranno tradotti in lingua russa con un servizio di traduzione simultanea.

Un’altra tappa internazionale di rilievo per il nostro Museo dopo il ciclo di conferenze in Giappone – National Children’s Castle (Shibuya, Tokyo), Yokosuka Museum of Art (Yokosuka, Kanagawa), Setagaya Art Museum (Setagaya, Tokyo) , la mostra “Umano Divino” in Repubblica Ceca, le collaborazioni con il Louvre e il  British Museum e la mostra La bellezza del tatto con annesso ciclo di conferenze in Polonia (Museo della Slesia, Katowice).

Il programma

20 febbraio

  • 9.30-9.40 Saluto della dott.ssa Ekaterina Selezneva (Unione museale espositiva «Manezh»)
  • 9.40-9.50 Saluto del Prof. Adriano Dell’Asta (Istituto Italiano di Cultura di Mosca)
  • 9.50-10.00 Saluto del dott. Vladimir Tolstoj (ICOM Russia)
  • 10.00-11.00 Soprintendente Fabrizio Vona (Polo Museale Napoli): “I musei del Polo museale di Napoli nella loro interazione con il pubblico”
  • 11.00-12.00 Dott. Aldo Grassini (Museo Tattile Statale Omero di Ancona): “I ciechi e l’arte: un diritto negato”
  • 12.00-12.30 coffee break
  • 12.30-13.45 Dott.ssa Annalisa Trasatti (Museo Tattile Statale Omero di Ancona): “Laboratori accessibili. Laboratori per tutti”.
  • 13.45-14.15 Dott.ssa Annalisa Casagranda (MART di Trento e Rovereto): “Dentro il museo: il MART e i suoi pubblici”
  • 14.15-15.00 Dott.ssa Ornella Dossi (MART di Trento e Rovereto): “Esperienze al museo: arte e diversibilità”.

21 febbraio

  • 9.30-9.40 Saluto della dott.ssa Ekaterina Selezneva (ICOM)
  • 9.40-9.50 Saluto del Prof. Adriano Dell’Asta (Istituto Italiano di Cultura di Mosca)
  • 9.50-10.45 Dott. Mario Andrea Ettorre (Ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali): “Cultura senza ostacoli”
  • 10.45-11.40 Dott.ssa Anna Coliva (Galleria Borghese, Roma): “La Galleria Borghese, un museo “difficile”: le soluzioni per l’interazione con il pubblico”
  • 11.40-12.10 coffee break
  • 12.10-13.05 Dott.ssa Annalisa Casagranda (MART di Trento e Rovereto): “Lo spazio dei libri: bookshop e BabyMart”
  • 13.05-15.00 Dott. Stefano Piantini e dott.ssa Laura Bassi (Skira Editore): “Teoria e Prassi dei Bookshop Museali (progettazione architettonica e design, editoria, marchandising, gestione)”.

15 febbraio: Trubbiani Filmaker 1968 – 1978

Locandina Trubbiani filmaker

Francesco Galluzzi ed Enrico Crispolti dialogano
con Valeriano Trubbiani e Roberto Andreatini

Venerdì 15 febbraio ore 17,30
Ancona, Salone della Loggia dei Mercanti
Ingresso libero

Proseguono gli appuntamenti collaterali legati alla mostra “Trubbiani – De rerum fabula” in corso alla Mole Vanvitelliana: venerdì 15 febbraio alle 17,30 presso il Salone della Loggia dei Mercanti di Ancona. Francesco Galluzzi, docente di estetica nelle Accademia di Belle Arti di Palermo, ed Enrico Crispolti, curatore della mostra, parleranno di Trubbiani filmaker 1968 e il 1978 dialogando con l’artista e con Roberto Andreatini.

L’incontro prevede la proiezione di 4 degli 8 film realizzati da Trubbiani ciascuno della durata di 15 – 20 minuti: “Buco” 1968, “Aspide” 1968, “Ova” 1969, “Aria di primavera” 1970.

Trubbiani si interessa al mezzo filmico nel periodo in cui molti altri artistici plastici testano le possibilità creative del nuovo media. I film sono tutti in super8 o single8, cioè realizzati con una tecnica molto domestica, senza virtuosismi e offrono un taglio nuovo sull’immaginario dello scultore. “Nel cinema mi diverto ad estrarre l’anima degli argomenti ed i veleni degli stessi e i montaggi e le collusioni paradossali quasi sempre preclusi alla scultura” (Trubbiani, 1977).

Così Franco Scataglini su Trubbiani filmaker: “Sostanzialmente, la macchina da presa è il suo tritatutto: divora cultura, materiale onirico, archeologia, vissuto, storia. Il piglio è dissacratorio: fa pensare a un trafugatore di suppellettili tombali. L’uso del mezzo sembra gioiosamente improprio: bastardo e folgorante come diventa ogni mezzo nelle mani di un bricoleur di talento”.

L’incontro si terrà nel salone della Loggia dei Mercanti su gentile concessione della Camera di commercio, l’ingresso è libero.

14 febbraio: San Valentino – Tango al Museo!

Locandina

Mole Vanvitelliana – Banchina da Chio, Ancona.
Tango è contatto, fiducia…

Giovedì 14 febbraio il Museo Tattile Statale Omero, su iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività culturali, propone un evento speciale per festeggiare San Valentino: una lezione di Tango al Museo, rivolta agli innamorati e a tutti gli adulti, anche non in coppia.
Alejandro Fasanini e Marella Tarini dell’associazione culturale Abrazo di Pesaro guideranno i partecipanti nell’anima del tango, che è un abbraccio per condividere, per volersi bene ed entrare insieme nella musica, attraverso il contatto. Una danza che si esegue ad occhi chiusi per sentire meglio la propria energia e quella dell’altro e che ha la capacità di stimolare la sfera sensoriale ed emotiva, una lezione per prendere consapevolezza del proprio corpo e dell’altro, ma anche un’occasione per incontrarsi e socializzare.
Appuntamento il 14 febbraio alle ore 17 presso la Mole Vanvitelliana, alla Mostra “In Limine. Sulla soglia del nuovo Museo Omero”. La prenotazione è obbligatoria, il costo 6 euro a persona, gratuito per disabili e accompagnatori. Portare tappetino o coperta, calzini antiscivolo.

L’iniziativa si svolge con la collaborazione delle ragazze del Servizio Civile Nazionale e del Servizio Volontario Europeo.

Informazioni

Ancona, Mole Vanvitelliana
Banchina da Chio 28
Per adulti, anche non in coppia.
Costo: 6 euro a persona; sconto soci Coop, Ikea, Selecard; gratuito per disabili e accompagnatori.
Per prenotare chiamare dalle 16 alle 20 al numero 331.7537468 o scrivere a didattica@museoomero.it