Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Grande successo per la Notte dei Musei

Foto di gruppo

Grande successo sabato 19 maggio per la Notte dei Musei. Oltre 100 persone hanno partecipato all’iniziativa ‘‘Chi ha paura del buio?” organizzata dal Museo Omero e gran parte di queste al Laboratorio di scultura al buio con l’artista Felice Tagliaferri, anche se, per questioni di numero, non abbiamo potuto soddisfare tutte le richieste pervenute.

Felice Tagliaferri ha sperimentato con il pubblico la possibilità e le potenzialità del fare scultura al buio. Diretti dalla sua voce e dalle sue mani molti giovani, bambini e adulti si sono cimentati con impegno e divertimento a modellare con la creta il proprio ritratto.

Sorprendente per tutti il risultato finale!

Per i tanti che non hanno potuto partecipare a questo laboratorio si avvisa che Felice Tagliaferri tornerà al Museo questa estate a proporre di nuovo altre esperienze simili.

Diverse anche le persone che hanno partecipato, nell’ambito della settimana della cultura, alle visite e ai laboratori con la carta a cura di Patrizia Calderone, imparando a costruire in due ore libricini e agende con carte speciali.

Fiera Internazionale del Libro di Torino: un’esperienza positiva

il banchetto espositivo del museo omero alla fiera

La tavola tattile del Museo, realizzata su ispirazioni dell’originale Sudan-Parigi di Marinetti, è tornata nel nostro laboratorio, pronta per altri ”Viaggi di mani”, dopo la gratificante esperienza della Fiera Internazionale del Libro di Torino, giovedì 10 maggio.

In un giorno intensissimo, ben 4 classi, un gruppo di diversamente abili e il gruppo dell’unione italiana ciechi di Torino ha avuto modo di percorrerla, sfiorarla e tradurla in sensazioni sotto la guida del Prof. Andrea Socrati e Massimiliano Trubbiani.

Bambini e adulti si sono cimentati con colla e materiali vari per andare oltre i confini della comune percezione sensoriale e comporre i propri viaggi tattili creando ardite analogie e sottintesi tra il proprio vissuto e il senso del tatto.

In serata il Prof. Aldo Grassini, componente del Comitato Direttivo del Museo e Responsabile per i progetti educativi, ha parlato di ‘‘Sensazioni multiple. (L’arte) oltre i confini della minorazione visiva” con Francesco Fratta, Consigliere Unione Italiana Ciechi Sezione Provinciale di Torino, Anna Pironti, Responsabile Capo Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Brunella Manzardo, Ricercatrice Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea.

La delegazione del Museo invitata a Torino dal Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea il giorno seguente ne ha approfittato per una visita al prestigioso Castello.

Sabato 19 maggio, Notte dei Musei

manifesto dell'iniziativa

Anche quest’anno il Museo Tattile Statale Omero partecipa alla Notte dei Musei promossa dal Ministero della Cultura e della Comunicazione Francese che lo scorso anno ha coinvolto ben 960 musei europei e 934 musei francesi.

Il Museo Omero sarà aperto dunque di notte, dalle 19.30 alle 1.00, con un’iniziativa speciale intitolata “Chi ha paura del buio?” che oltre a prevedere un allestimento particolare con storie e racconti per esorcizzare la paura del buio, permetterà al visitatore un’esperienza unica: il Laboratorio di scultura al buio con l’artista Felice Tagliaferri.

Felice Tagliaferri scultore non vedente e Direttore della “Chiesa dell’Arte” la prima scuola di arte plastica condotta da un artista cieco, sarà al Museo Omero per sperimentare con il pubblico la possibilità e le potenzialità del fare scultura al buio. Diretti dalla sua voce e dalle sue mani ciascuno potrà modellare con la creta il proprio ritratto.

Assunto per le sue abilità artistiche a notorietà nazionale, Felice, affetto da cecità dall’età di 14 anni, ha intrapreso un percorso artistico molto personale e particolare che ha riassunto nello slogan “Dare forma ai sogni”.

Le sue creazioni sono infatti sculture non viste, che prima nascono nella sua mente e poi prendono forma attraverso l’uso sapiente delle mani, guidate da incredibili capacità tattili. Felice si destreggia abilmente fra i più diversi materiali: per la sua arte utilizza creta, marmo, legno o pietra. Ogni materiale viene trattato e plasmato con tecniche diverse, dalla forza impressa per scolpire il marmo alla gentilezza della plasticità espressa nel modellare la creta. Oltre a lavorare alla realizzazione delle forme dei suoi sogni artistici, Felice Tagliaferri riesce ad essere anche un ottimo maestro, soprattutto quando la formazione è rivolta ai bambini o ai ragazzi.

L’ingresso al museo e il laboratorio sono gratuiti.

Sono previsti due orari per partecipare al laboratorio: il primo alle 19.30 e il secondo alle 22.00.

I posti sono limitati.

Si consiglia di prenotare chiamando il Museo Tattile Statale Omero al numero telefonico 071.2811935 o inviando una e-mail a info@museoomero.it .

Il Museo sarà comunque aperto e si potrà visitare attraverso un percorso speciale per familiarizzare con il buio, non mancheranno bende, racconti e bevande.

Link esterno

12-20 maggio 2007, Settimana della cultura

Logo settimana della cultura

In collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Il Museo Tattile Statale Omero partecipa alla Settimana della cultura 12- 20 maggio 2007 ‘C’è l’arte per te” organizzata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con un programma ricco e articolato rivolto a tutti, adulti e bambini.

Visite Guidate Speciali, ore 18;
Martedì 15, La scultura: tecniche, strumenti e materiali. A cura di Francesca Graziani;
Mercoledì 16, Il tatto: come funziona in noi e negli animali. A cura di Oriana Siviello;
Giovedì 17, L’evoluzione della danza nei secoli. A cura di Valentina Paciello;
Venerdì 18, Nel mondo di chi non vede: storie di vita e arte. A cura di Tania Martini.

Laboratori creativi con la carta

Sabato 12, domenica 13 e 20 maggio, ore 17.00.
Patrizia Calderone guiderà adulti e bambini nella creazione di origami, agende, album fotografici, cartelline e libri realizzati con diversi tipi di carta particolare al tatto: batik, carta riso, carta luna, etc. per realizzare scrigni dove raccogliere le nostre emozioni più nascoste.

Laboratorio di scultura al buio con l’artista Felice Tagliaferri

Sabato 19 maggio, 19.30 – 1.00
Lo scultore Felice Tagliaferri sarà al Museo Omero per sperimentare con il pubblico la possibilità e le potenzialità del fare scultura al buio. Diretti dalla sua voce e dalle sue mani ciascuno potrà modellare con la creta il proprio ritratto.

Assunto per le sue abilità artistiche a notorietà nazionale, Felice, affetto da cecità dall’età di 14 anni, ha intrapreso un percorso artistico molto personale e particolare che ha riassunto nello slogan “Dare forma ai sogni”.

L’iniziativa rientra anche nell’ambito della Notte dei Musei organizzata dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese.

Il Museo sarà aperto dalle 19.30 alle 1.00 con due orari per il laboratorio di scultura al buio con Felice Tagliaferri: il primo alle 19.30 e il secondo alle 22.00.

L’ingresso al museo e i laboratori sono gratuiti.

I posti sono limitati.
Si consiglia di prenotare chiamando il Museo Tattile Statale Omero al numero telefonico 071.2811935 o inviando una e-mail a info@museoomero.it .

Giovedì 10 maggio, il Museo Omero alla Fiera del Libro di Torino

Giovedì 10 maggio, il Museo Tattile Statale Omero di Ancona porta la propria esperienza alla Fiera Internazionale del Libro di Torino.

Il nostro Museo è stato invitato dal Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’ Arte Contemporanea all’ edizione 2007 della Fiera Internazionale del Libro Venti, senza confini, all’ interno dello speciale programma Collaborations, a cura di Anna Pironti: nell’ambito del Bookstock Villane.

Insieme la Museo Omero sono stati chiamati a festeggiare i vent’ anni della manifestazione dal Dipartimento Educazione, da sempre presente alla Fiera, il Centre Pompidou di Parigi, il Museo dei Ragazzi di Palazzo Vecchio a Firenze, e Corraini Editore Mantova.

Ciascuna istituzione declinerà il tema del confine, inteso in senso fisico, geografico, temporale, percettivo, attraverso attività di laboratorio, e riflessioni nello Spazio Incontri. In parallelo, ispirandosi al tema dell’ anno, il Dipartimento Educazione proporrà i laboratori Sconfina(ta)mente, dove la parola si farà forma e segno, dilatandosi invaderà lo spazio ed uscirà dai confini per inediti racconti colletti.

Il confine percettivo

Considerata la notevole esperienza nel settore dell’accessibilità dei beni culturali alle persone con minorazioni visive, il Museo Tattile Statale Omero è stato individuato da Anna Pironti, Responsabile Capo del Dipartimento Educazione, quale partner per realizzare alla Fiera Internazionale del Libro una serie di laboratori sul tema dell’educazione tattile, rivolti a giovani e adulti, nella giornata di giovedì 10 maggio.

Il Dipartimento Educazione è molto attento a questo tema: in tal senso è stata, infatti, avviata una ricerca innovativa per lo sviluppo di un percorso dedicato a non vedenti e ipovedenti. Grazie alla peculiarità dell’arte contemporanea, che richiede l’attivazione di tutti i sensi del fruitore, chi non vede vi si può accostare grazie ad un approccio multisensoriale e narrativo. Quattro gli appuntamenti previsti nell’ambito della Collaboration fra il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea e il Museo Tattile Statale Omero:

Giovedì 10 maggio alle ore 13.30 e 15 (riservato alle scuole)
e 19.30 (aperto a tutti, giovani e adulti).
Laboratorio Viaggio di mani.

a cura di Andrea Socrati, Responsabile dei Servizi Didattici del Museo Tattile Statale Omero e Massimiliano Trubbiani, operatore didattico del Museo Tattile Statale Omero. In relazione al tema del confine, Viaggio di mani propone un’attività destinata ai non vedenti e non solo, nell’esperienza di avvicinamento all’arte tattile e sinestetica.

Giovedì 10 maggio alle ore 20.30.
Spazio Incontri Book.
Sensazioni multiple. (L’arte) oltre i confini della minorazione visiva.

Conversazione con Aldo Grassini, Ideatore Museo Tattile Statale Omero,
Francesco Fratta, Consigliere Unione Italiana Ciechi Sezione Provinciale di Torino,
Anna Pironti, Responsabile Capo Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea
Brunella Manzardo, Ricercatrice Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea.