Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

10 Giugno: presentazione del libro La pietra salvata di Maria Grazia Maiorino

copertina del libro

Sabato 10 giugno ore 17:30
Sala conferenze, Museo Tattile Statale Omero, Ancona
con Antonio Luccarini e padre Pier Paolo Ruffinengo

Il nuovo libro di Maria Grazia Maiorino, “La pietra salvata”, è la sua quinta raccolta di versi, pubblicata da Il Lavoro editoriale, con la cura di Anna De Simone, che nella prefazione ripercorre le varie tappe del cammino esistenziale e poetico dell’autrice bellunese-anconetana, ben inserita tra le voci femminili più interessanti e libere delle Marche, anche per la sua vena narrativa, che si è espressa nei racconti e nel romanzo “L’Azzurro dei giorni scuri”. La voglia di narrare emerge anche ne “La pietra salvata”, dove lo slancio lirico si coniuga con l’attenzione alla concretezza, alla fragilità delle piccole cose, all’incontro con le persone e i luoghi: nell’intento di dare voce a chi non ce l’ha, comprese le presenze invisibili, dentro e fuori ogni essere umano. Il tema del viaggio è essenziale nella ricerca poetica della Maiorino: viaggio come possibilità di scoperta, di avventura, di cambiamento, soprattutto nell’itinerario disegnato in quest’ultimo libro, punto d’arrivo e di svolta che prelude a un cammino ulteriore di ricerca spirituale.

Maria Grazia Maiorino

Nata a Belluno da madre veneta e padre lucano, dopo aver trascorso parte dell’infanzia e dell’adolescenza al sud, è approdata ad Ancona, sua città di adozione e di formazione. Si è laureata in Lettere a Urbino e ha insegnato nelle scuole medie fino al 1993; si è poi dedicata all’attività letteraria organizzando laboratori e rassegne di scrittura poetica e narrativa. Scrive poesie, racconti, saggi di critica letteraria; i suoi testi sono apparsi in riviste, antologie e collettanee. Ha esordito con la raccolta di versi “E ho trovato la rosa gialla”, prefazione di Guido Garufi (Forum, 1994) Per la poesia ha pubblicato inoltre: la silloge “Sentieri al confine”, nell’antologia “7 poeti del premio Montale” (Scheiwiller, 1997); “Viaggio in Carso” (Edizioni del Leone, 2000); “Dare la mano a un albero”, fotografia e haiku, in collaborazione con Giovanni Francescon e con una nota critica di Paolo Ruffilli (Rocciaviva, 2003); “Di marmo e d’aria” (Manni, 2005); “I giardini del mare”, con i disegni di Raimondo Rossi e la prefazione di Gastone Mosci (peQuod, 2011). Nel 2006 è uscito per i tipi delle edizioni peQuod di Ancona il suo primo romanzo, intitolato “L’Azzurro dei giorni scuri”. Nel 2013 e nel 2015 ha pubblicato due raccolte di racconti, “L’America dei fari” e “Angeli a Sarajevo”, con la casa editrice Gwynplaine. Due antologie, pubblicate recentemente da Vydia editore e curate da Cristina Babino, la vedono inserita tra le voci femminili e poetiche che si sono distinte nelle Marche negli ultimi decenni: “Femminile plurale – Le donne scrivono le Marche” (2014) e “S’agli occhi credi – Le Marche dell’arte nello sguardo dei poeti” (2015). 

Ingresso libero.

Info: Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28 Tel. 071 2811935 sito www.museoomero.it email: info@museoomero.it
#museoomero

Link esterno

In visita al Museo Omero una delegazione polacca del progetto euroopeo EDU DESIGN di COOS marche

la delegazione con aldo grassini

Accompagnati dall’educatrice Romina Boraso (COOS Marche) 4 educatori di Bielsko-Biala soci di FAIE (Foundation of Alternative Educational Initiatives), una cooperativa operante nel settore dell’educazione e del sociale, hanno incontrato oggi Aldo Grassini, Presidente del Museo Tattile Statale Omero, che ha raccontato loro la storia del Museo dalle sue origini e la cultura dell’accessibilità sui cui è fondato nonché ha mostrato e illustrato i supporti tiflodidattici utili, prodotti anche internamente come disegni a rilievo e riproduzioni tattili. A seguire la delegazione ha visitato la collezione del Museo Omero.

Link

4 Giugno: Visita guidata Trekking urbano 2017

locandina

Da Piazza del Plebiscito alla Cattedrale, tra arte antica e contemporanea
Domenica 4 giugno 2017

Posti limitati. Partecipazione gratuita con prenotazione.

Le prenotazioni possono essere effettuate entro le ore 18 del 3 giugno telefonando al numero 3889267303 negli orari 10-12 e 15-19 e indicando il gruppo preferito:

I gruppo – ore 10.45 – ritrovo a Piazza del Plebiscito
II gruppo – ore 11.15 – ritrovo a Piazza del Plebiscito
III gruppo – ore 16.00 – ritrovo nel piazzale della Cattedrale.

Il percorso intende favorire una particolare esperienza culturale attraverso un’immersione tra arte del passato e arte contemporanea. Una passeggiata nel cuore della città storica, ammirando e conoscendo la storia di alcuni straordinari edifici religiosi come la Chiesa di San Francesco, la Chiesa del Gesù, la Chiesa degli Scalzi e la Cattedrale, così come di alcuni importanti edifici civili come il Palazzo degli Anziani, il Palazzo Ferretti, il Palazzo del Senato, Palazzo Bosdari. Si riscoprirà così l’opera straordinaria di artisti come Luigi Vanvitelli, Giorgio da Sebenico, Pellegrino Tibaldi, Andrea Lilli, Lorenzo Lotto, Gioacchino Varlè, ed altri. Nel contempo, all’interno della Pinacoteca civica, si potrà visitare una mostra di arte contemporanea che vede protagonisti sia importanti artisti marchigiani già affermati sia giovani artisti di sicuro talento. Continuando il percorso, si potrà conoscere la ricerca artistica più attuale attraverso le opere degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Urbino, in dialogo con i tesori del Museo Diocesano nonché le opere degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Macerata ospitate negli spazi del Museo Archeologico Nazionale delle Marche; infine, si potrà, infine, apprezzare la progettualità e la potenzialità comunicativa dei prodotti artistici e di design realizzati dagli studenti nei percorsi didattici dei Licei Artistici delle Marche ed ospitati presso l’Atelier dell’Arco Amoroso.

L’iniziativa è promossa dal Liceo Artistico “E. Mannucci”, in collaborazione con il Comune di Ancona, il Museo Omero e la Coop. Sociale Opera Onlus, nell’ambito della VII edizione della Biennale Arteinsieme.

Liceo Artistico “E. Mannucci”
Tel. 071 2805003/4
info@liceoartisticomannucci.it

2 e 3 Giugno: PICCIAFUOCO (micro) Festival di Burattini

locandina

2 e 3 giugno 2017
Corte della Mole Vanvitelliana

Un (micro) Festival di burattini con spettacoli il 2 e 3 giugno 2017 alle ore 17 e alle ore 18.30 con i burattinai Paolo Sette, Irene Vecchia e Vincenzo Di Maio presso il cortile della Mole Vanvitelliana e una sala espositiva con “I burattini pittori” e “il Caffè di Pulcinella” di Simona Gollini presso il Museo Omero Ancona.

Organizzazione Nie Wiem e Teatrino Pellidò, con il sostegno di Museo Omero e gli assessorati alla partecipazione e alla pubblica istruzione del Comune di Ancona.

Ingresso Gratuito. In caso di pioggia sala coperta.

Programma

Picciafuoco (micro)Festival di Burattini. Cortile Mole Vanvitelliana – Ancona.

Venerdì 2/6/2017:
Ore 16-19: Apertura sala espositiva: I Burattini pittori e il Caffè di pulcinella di Simona Gollini. Sala secondo piano Museo Omero.

Ore 17: Spettacolo di Burattini “Geppone e il vento tramontano” di Vincenzo Di Maio-Teatrino Pellidò, Ancona.
Ore 18.30: Spettacolo di burattini “La repubblica dei burattini” di Paolo Sette, Milano.

Sabato 3/6:
Ore 16-19: Apertura sala espositiva: I Burattini pittori e il Caffè di pulcinella di Simona Gollini. Sala secondo piano Museo Omero.

Ore 16.00: Conferenza spettacolo pulcinella e la guarattella della tradizione napoletana con la burattinaia Irene Vecchia.
Ore 17.00: Spettacolo di burattini “L’anatra e la morte”  di Paolo Sette, Milano.
Ore 18.30: Spettacolo di Burattini “Le guarattelle di Pulcinella” di Irene Vecchia, Napoli.

Info e contatti: Vincenzo Di Maio tel. 3289327246
Facebook: Picciafuoco micro Festival di burattini – teatrinopellidò – niewiem – museoomero 

Mostra “Mimmo Paladino e i giovani artisti”

Inaugurazione sabato 27 maggio ore 11,30
27 maggio – 9 luglio 2017
Sala Boxe, Mole Vanvitelliana, Ancona

Arti figurative
Musica
Libri Speciali

Testimonial della Biennale
Mimmo Paladino – Salvatore Accardo

In mostra i “Testimoni” di Mimmo Paladino, quattro imponenti opere in bronzo, figure ieratiche e misteriose, capaci di esprimere l’essenza magica dell’umanità, evocando un passato mitico che attraversa culture e identità diverse. Accanto alle opere del maestro della Transavanguardia i lavori dei finalisti dei tre Concorsi della Biennale Arteinsieme Arti figurative – Musica – Libri speciali.

Arti figurative

lavori di sedici studenti dei Licei Artistici e delle Accademie di Belle Arti ispirati alla poetica del maestro Paladino e caratterizzati dalla molteplicità e varietà di materiali nonché volte ad esaltare la plasticità e la tattilità delle forme.

Musica

Cinque postazioni audio dove leggere gli spartiti e ascoltare le registrazioni di brani realizzati dagli studenti di Conservatori e Licei musicali. Composizioni originali per violino e organico eterogeneo ispirate al repertorio classico per violino, strumento del Maestro Accardo.

Libri speciali – novità della VII edizione della Biennale

Dodici libri multisensoriali realizzati dalle scuole primarie e secondarie di I grado,  otto ispirati all’opera di Paladino e quattro ispirati al violino. Gli alunni hanno inventato le storie, tradotte anche in Braille, e le hanno illustrate con immagini tattili.

Sabato 27 maggio, durante la festa di inaugurazione con oltre 200 ragazzi provenienti da tutta Italia, sono stati consegnati agli studenti finalisti gli attestati di partecipazione ed è stato premiato con una borsa di studio il vincitore per ogni sezione del Concorso Arteinsieme: per le Arti figurative Emanuele Cillaroto dell’IIS “Vincenzo Ragusa – Kiyohara – Parlatore” di Palermo con la scultura “Dentro la montagna di sale”; per la Musica Salvatore Passantino del Conservatorio Statale di Musica “V. Bellini” di Palermo con Fire Symphony; per i Libri speciali “La sinfonia dell’amicizia” della Direzione Didattica Primo Circolo Cava de’ Tirreni, plesso “Don Bosco” (classi I A, I C, II E, III A, V B, V D ) e “Questo è il mio sole” della classe II media sezioni ABCD della Scuola Italiana Cristoforo Colombo di Buenos Aires. Menzione speciale per integrazione e accessibilità a “Il cavallo con gli stivali” di Valeria Mazzoleni, classe III, e Mohamed Gueye, classe V dell’Istituto Comprensivo “Ponte San Pietro”, Bergamo.

Promotori e organizzatori mostra: Museo Tattile Statale Omero e TACTUS Centro per le Arti Contemporanee, la Multisensorialità e l’Interculturalità
In collaborazione con: Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo tramite la Direzione Generale Educazione e Ricerca – Servizio I, Ufficio Studi – Centro per i Servizi Educativi del Museo e del Territorio (Sed) e la Direzione Generale arte e architettura contemporanee e periferie urbane e la Direzione Generale Musei – Servizio II – Gestione e Valorizzazione dei Musei e dei Luoghi della Cultura
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Liceo Artistico “Edgardo Mannucci” di Ancona
Comune di Ancona
Società Cooperativa Opera
Servizio Civile Nazionale
Associazione Per il Museo Tattile Statale Omero ONLUS

Info

Ingresso libero
Orario
: dal martedì al sabato 16 – 19; domenica e festivi 10 – 13 e 16 – 19.
Email: arteinsieme@museoomero.it Tel. 0712811935
FB Biennale Arteinsieme

Nuovo bando di Servizio Civile Nazionale al Museo Omero

Il Museo Tattile Statale Omero accoglierà presso la propria sede 6 volontari in Servizio Civile Nazionale con il progetto “Narrare il museo. Nuovi linguaggi per l’inclusività”.

I giovani interessati a dedicare 12 mesi della propria vita a se stessi e agli altri, formandosi, acquisendo conoscenze ed esperienze e maturando una propria coscienza civica attraverso l’agire concreto all’interno di un progetto di Educazione e Promozione culturale (area d’intervento: Attività artistiche), che siano in possesso dei requisiti richiesti dal bando (in allegato in questa pagina), possono presentare domanda direttamente al Museo Omero. La domanda di ammissione, la scheda di dichiarazione (allegati 2, 3 e scheda CV in questa pagina), e una copia del documento di identità in corso di validità dovranno pervenire entro le ore 14.00 del 26 giugno 2017.

27 maggio: Happening per la diversità e la pace

Sabato 27 maggio 2017
Corso Carlo Alberto, Ancona

Organizzato dal Museo Tattile Statale Omero, Liceo Artistico “Edgardo Mannucci” di Ancona e Comune di Ancona, l’Happening per la diversità e la pace (“Biennale Arteinsieme – cultura e culture senza barriere” – VII edizione), annullato causa pioggia è stato rimandato a sabato 27 maggio 2017 tra le 9.30 e le 11.30 in Corso Carlo Alberto, Ancona.

Una mattina di festa con bambini e ragazzi delle scuole di Ancona, associazioni culturali, musicali e con il coinvolgimento dell’Associazione commercianti del Piano e dei salesiani.

Programma

Il programma prevede alle ore 9.45, alla presenza del Sindaco avv. Valeria Mancinelli, l’inaugurazione della scultura e delle maioliche realizzate dal Liceo Artistico per i giardini di piazza Ugo Bassi con l’esibizione dell’ensemble dell’Accademia Musicale di Ancona.

Dalle ore 9.45 sarà possibile partecipare alla realizzazione dell’installazione dedicata a Mimmo Paladino, curata dallo staff del Museo Tattile Statale Omero.

Si prosegue alle ore 10.15 nella piazzetta del centro commerciale dove viene allestita una mostra “artisti siriani per la pace e la libertà” curata dal Liceo Artistico e ci sarà l’esibizione di un gruppo dell’Accademia Musicale di Ancona.

In prossimità della Chiesa dei Salesiani si potranno apprezzare alcuni importanti aspetti dell’arte islamica grazie alla scuola della Moschea della fratellanza di Ancona.

Invece dalle ore 10.45 presso il Sagrato della chiesa dei Salesiani inizia il concerto dell’Accademia Musicale, e a seguire più momenti a cura dell’I.I.S. “Vanvitelli-Stracca-Angelini” di Ancona: una mostra nata dal progetto “Tutti a scuola: incontro tra culture e partecipazione attiva“. Il progetto ha avuto lo scopo di creare un contesto favorevole all’incontro con le altre culture e con le “storie” di ogni studente, al fine di facilitare la permanenza dei ragazzi stranieri nel sistema scolastico e di promuovere l’inclusione sociale delle minoranze.

Contemporaneamente ci sarà una sfilata di moda dal titolo “Ethno-Fashion”, contaminazioni etniche e ispirazioni folk nella collezione ideata e realizzata dalle allieve dell’I.I.S. “Vannvitelli-Stracca-Angelini” indirizzo Sistema Mod. Linee. Volumi e tessuti prendono spunto da terre lontane; stampe e colori dei costumi tradizionali si trasformano e “vestono” abiti metropolitani: i capi si trasformano, le forme si semplificano. Le lavorazioni, il “‘fatto a mano” si unisce a finiture contemporanee e a dettagli classici, come i ricami e le passamanerie.

A seguire il coro “CULTURE IN-CANTO”, direttrice: Alessandra Molinelli. Un laboratorio musicale innovativo, pensato in progress, aperto a tutte le persone che nella scuola lavorano e vogliono imparare a collaborare abbattendo le barriere dei ruoli.

Punti espositivi con oggetti di design realizzati dagli studenti del Liceo Artistico e dai richiedenti asilo del G.U.S. di Ancona saranno esposti presso i negozi “Oggetti e desideri”, “Ottica Mancini” e “LAR illuminazione”.

Per info: referenti Giulia Cester, Andrea Socrati email: arteinsieme@museoomero.it tel. 071 2811935.

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

26 maggio: Aldo Grassini al convegno Making sense – Sensi e Parole per comprendere l’arte

Giovedì 25 e venerdì 26 maggio 2017
Teatro Gobetti, via Rossini, 12 Torino

Convegno organizzato con il sostegno dell’UICI di Torino e nazionale e dedicato a insegnanti, operatori museali, grafici, operatori del settore della disabilità, studenti dell’Accademia di Belle Arti, di Architettura, di Didattica dell’arte, di Educazione museale.

Aldo Grassini, Presidente del Museo Tattile Statale Omero di Ancona, interviene il 26 maggio con una relazione dal titolo “L’approccio estetico come esperienza globale. Il ruolo della parola tra oggettività ed empatia”.

Questo convegno nasce dall’urgenza di un confronto a tutto campo sulla questione dell’accessibilità, ed è promosso da Making Sense, progetto di rete torinese che dalla fine del 2013 conduce una ricerca sui sensi e le parole nella fruizione dell’opera d’arte, ponendosi la domanda cruciale di come si possa comunicare efficacemente un contenuto artistico, in primo luogo ai disabili visivi, a partire dai principi del design for all cercando di evitare eccessive semplificazioni e possibili errori.
Il convegno vuole dunque essere un’occasione di confronto fra una pluralità di soggetti sui temi dell’accessibilità alla cultura, considerando i diversi punti di vista che emergono dalla concretezza delle realtà museali, dagli studi sulla comunicazione, in campo linguistico e dal mondo della disabilità. L’idea fondante è di contribuire a una ricerca accurata, e il più possibile corale, su quali siano le strategie più utili a rendere fruibili i prodotti delle varie arti per le persone con disabilità.
Una tale ricerca rinvia ad alcune questioni fondamentali, quali la natura del linguaggio e il suo rapporto con i sensi, o la capacità della parola di fornire un contributo specifico, unitamente agli altri sensi, alla formazione delle immagini mentali. Necessaria è anche una riflessione sulle qualità e sulle tecniche di realizzazione dei supporti utilizzati, così come sull’uso degli strumenti tecnologici.

Durante il convegno è previsto il servizio di traduzione in LIS.

La partecipazione è gratuita, l’iscrizione è obbligatoria.
La partecipazione all’evento da diritto al riconoscimento di crediti formativi per i quali verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
INFO: 3407208067 – info@making-sense.it

A cura di:
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Dipartimento Educativo
PAV Parco Arte Vivente, Attività Educative e Formative
Politecnico di Torino, Dipartimento di Architettura e Design, Turin Accessibility Lab (TAL)
Città di Torino, Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie, Servizio Disabili
Tactile Vision Onlus
UICI, Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Torino
I.Ri.fo.R Onlus, Istituto Nazionale di Ricerca, Formazione e Riabilitazione per la disabilità visiva, sezione di Torino

Allegato

Link esterno

20 e 21 Maggio: Con / tatto – Azione! + Roccafluvione: protagonisti i bambini

locandina

GRAND TOUR MUSEI 2017 – IX EDIZIONE
Raccontare l’indicibile nei musei: bagagli di rinascita
ANCONA Museo Tattile Statale Omero – INGRESSO LIBERO

NOTTE DEI MUSEI 2017 – 20 Maggio ore 21 – 23,30 Con / tatto – Azione! 

Gli spazi espositivi del Museo Tattile Statale Omero saranno abitati da Tavole Tattili, di varia foggia e misura, che inviteranno il pubblico a compiere delle Contattilazioni, ovvero dei viaggi astratti di mani come declamato da Filippo Tommaso Marinetti nel suo “Manifesto sul Tattilismo”, per una rinascita o un risveglio dei nostri sensi.

Le suggestioni tattili sono completate, come in una complessa operazione sinestesica, da commenti sonori realizzati dal Sound Designer Stefano Sasso del Centro di Produzione Sperimentale della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Macerata, coordinato dal prof. Paolo Marzocchi.

Il pubblico, bendato, potrà dar vita ad un emozionante atto percettivo-estetico ricco di stimoli e suggestioni. Le tavole tattili sono state liberamente ispirate a concetti filosofici classici e moderni, alla poesia e alla storia, realizzate da Massimiliano Trubbiani (Museo Tattile Statale Omero).

21 Maggio ore 10 – 13 e 16 – 19
Roccafluvione: protagonisti i bambini

Quaranta bambini della scuola primaria di Roccafluvione (sezione seconda A) la mattina di domenica 21 maggio verranno in visita al Museo Omero per l’attività ad occhi chiusi “Contemporaneamente disegno”. I bambini porteranno in questo viaggio verso Ancona i loro “Bagagli di rinascita” ovvero una cartella piena di disegni per raccontare a tutti le bellezze di Roccafluvione, paese dell’ascolano colpito dal sisma. I disegni saranno esposti per tutta la giornata in una sala del Museo Omero.

#grandtourmusei2017 #viviamolemarche #FestadeiMusei2017 #FDM2017 #FestadeiMusei #museincontesXt #Culturaèpartecipazione

Info

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28
tel. 071 28 11935
info@museoomero.it

Link esterni