Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

In gita a Istanbul con il Museo Omero!

Le pre-iscrizioni scadono venerdì 23 marzo.
Minimo 20 partecipanti, massimo 25 posti.

Programma di viaggio.
1° giorno giovedì 31 maggio
Arrivo a Istanbul trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere riservate.
Cena e pernottamento in hotel.

2° giorno venerdì 1 giugno
Intera giornata dedicata alla visita della città. I resti del grandioso Ippodromo voluto da Settimio Severo, la grandiosa Hagia Sophia, la chiesa simbolo della cristianità d’Oriente e modello per tutte le moschee turche. La Moschea Blu con le raffinate ceramiche di Iznik, l’affascinante e visita della Cisterna-Basilica, voluta da Giustiniano e sorretta da decine di imponenti colonne che si specchiano nell’acqua. Pranzo in corso d’escursione. Nel pomeriggio visita del Gran Bazar, il più vasto d’Oriente, edificato nel 1453 e ricco di botteghe di ogni genere, dai gioielli all’artigianato ai tappeti.
Al termine delle visite, rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno sabato 2 giugno
Continuazione della scoperta della città con la visita del palazzo Topkapi ( Palazzo e Tesoro). Per 400 anni dimora dei sultani ottomani e delle loro mogli e favorite.
Pranzo in corso d’escursione. Nel pomeriggio, visita della Moschea Nuova detta Yeni Cami. (Possibilità di ampliare il programma con Mercato delle spezie).
Al termine, rientro in hotel, cena e pernottamento

4° giorno domenica 3 giugno
Giornata a disposizione. Pranzo libero, cena in hotel.

5° giorno lunedì 4 giugno
Trasferimento in tempo utile all’aeroporto e partenza per l’Italia

Il programma potrà subire modifiche nella sequenza delle visite in base alle esigenze del gruppo, il contenuto rimane invariato.

Operativo Voli :

31.05.12 TK1326Bologna 18:45 Istanbul IST 22:15

04.06.12 TK1321 Istanbul IST 09:00 Bologna 10:40

Dettaglio dei costi

Quota individuale minimo 20 partecipanti € 645
Supplemento Singola intero periodo € 80
Tasse aeroportuali (stimate oggi / soggette a possibili variazioni ) € 105

La quota comprende :
– Voli a/r Turkish Airlines con partenza da Bologna

– 4 pernottamenti presso Hotel Prestige Zona Antica. Sistemazione in camere doppie con servizi privati.

– Trattamento di MEZZA PENSIONE (Colaz. e cena) bevande escluse

– Trasferimenti di arrivo / rientro

– N. 2 ESCURSIONI di intera giornata con bus e guida parlante in italiano, ingressi inclusi per le visite in programma, n. 2 pranzi in corso di escursione

– Assicurazione medico/bagaglio

La quota non comprende :
– Extras personali
– bevande ai pasti
– tasse aeroportuali ( sopra indicate nel dettaglio, ma variabili sino al momento dell’emissione della biglietteria)
– tutto quanto non menzionato nella voce “la quota comprende”

Abbuono della Quota assicurativa c/annullamento viaggio per l’intero totale del gruppo

I dettagli relativi al versamento dell’acconto saranno forniti successivamente all’adesione e concordati con l’agenzia.

Proposta realizzata da Conero Tour Filiale in collaborazione con Turkish Airlines ed Incentive T.o. sulla base di disponibilità reali con opzione Voli+ hotel valida sino al 23/03./2012.

Referente Agenzia: Carmen Di Napoli tel. 0712072017

Informazioni

Le iscrizioni sono aperte da oggi 20 marzo 2012. 
La referente per il Gruppo è la Sig.ra Bottegoni Daniela
Tel. 3398007222

Museo Tattile Statale Omero,
Via Tiziano 50, 60125 Ancona
telefono 071 28 11 93 5
fax 071 28 18 35 8
email info@museoomero.it
www.museoomero.it

Appunti di viaggio Turchia

Capitale: ANKARA
Popolazione:73.772.988
Superficie: 779.452 km²
Fuso orario: + 1 rispetto all’Italia durante tutto l’anno
Lingue: turco
Religioni: la religione prevalente è quella musulmana. È inoltre presente un limitatissimo numero di cittadini di religione cristiano ortodossa, cattolica, protestante ed ebraica.
Moneta: Lira Turca
Prefisso per l’Italia: 0039
Prefisso dall’Italia: 0090
Telefonia: la rete GSM copre quasi tutto il Paese. La rete GSM 1800 funziona nei dintorni di Istanbul, nella regione costiera del Mar Nero, nonché lungo la costa sud, nei dintorni di Antalya.

Venerdi 23 marzo 2012: il Museo Omero presente a due convegni nazionali.

Nella mattina di oggi 23 marzo il Presidente Aldo Grassini interverrà al Convegno Internazionale di Studi Gypsa, organizzato da Maria Elisa Micheli e Anna Santucci del Dipartimento di Scienze del Testo e del Patrimonio Culturale dell’Univ. di Studi di Urbino “Carlo Bo”, con una relazione dal titolo: “La copia nell’arte: trappola per gli sciocchi o specchio della verità?”.
Nel pomeriggio Daniela Bottegoni, fondatrice e membro del comitato direttivo del Museo, interverrà al Meeting Europeo “Il Turismo Accessibile” presso Gitando alla Fiera di Vicenza alla presenza di: Roberto Ditri – Presidente di Fiera di Vicenza Antonio Tajani – Commissario Europeo al Turismo Marino Finozzi – Assessore Regionale al Turismo
Matteo Marzotto – Presidente Enit Lilian Muller – European Network for Accessible
Tourism.

Il Museo Omero a Gitando.All

Il Museo Tattile Statale Omero sarà presente a Vicenza per Gitando.All, la prima fiera internazionale dedicata al turismo per tutti, che giunge alla sua quarta edizione.
Tutti i giorni dal 22 al 25 marzo, dalle ore 9.00 alle ore 21.00 presso il Padiglione F sarà possibile conoscere da vicino il Museo ed esplorare tattilmente alcune opere della collezione presenti per tutta la durata della fiera.
Un grande spazio che ospiterà la nuovissima Sezione itinerante del Museo Omero, alla sua prima uscita, che è stata realizzata con il sostegno ricevuto per il progetto dalla Società Arcus, Società per lo sviluppo dell’arte della cultura e dello spettacolo di Roma.
Gitando.All è il primo salone in Italia dedicato al turismo e allo sport accessibile ovvero per tutte le persone con esigenze speciali psicofisiche, di mobilità, alimentari o di altro genere e per le loro famiglie. All’esperienza del turismo per tutti, Gitando.All diventa un’occasione per sperimentare la qualità dell’offerta accessibile, ma anche una possibilità di divertimento per tutti.

Alcune immagini dello spazio espositivo del Museo

un laboratorio del museo in fiera
lo spazio espositivo del museo omero
il presidente dell' ENIT Italia con Daniela Bottegoni
Il Presidente dell' ENIT Italia con Daniela Bottegoni

Informazioni:

Museo Tattile Statale Omero
Telefono 071 28 11 93 5.
E-mail: info@museoomero.it

21 marzo: Giornata Mondiale della Poesia

Mercoledì 21 marzo ore 17.00
Museo Tattile Statale Omero, Ancona.

Poeti marchigiani al Museo Omero per ascoltare la Poesia e accogliere insieme la Primavera!Mercoledì 21 marzo 2012, in occasione della Giornata Mondiale della Poesia, istituita dall’UNESCO, i poeti Anna Maria Abbruzzetti, Marina Baldoni, Roberto Pagetta, Cinzia Ricci, Pina Violet, commenteranno insieme al pubblico propri componimenti, che saranno letti da Maria Grazia Conti.
Un pomeriggio dedicato agli appassionati della lettura, un modo unico per festeggiare la Poesia e la Primavera!

Informazioni

Ingresso gratuito.
Gradita la prenotazione.
Telefono 071 2811935.
Email: info@museoomero.it

Venerdì 16 marzo: due appuntamenti da non perdere!

Locandina

Ore 15.30 Mole Vanvitelliana, Ancona: visita alla mostra “Vertigine del reale”.
Ore 17.00 Sala del Rettorato, piazza Roma, Ancona: incontro “L’ARMONIA DEI SENSI. Immagini – parole – suoni – profumi”

Due appuntamenti da non perdere il prossimo venerdì 16 marzo.
Alle ore 15.30 il Museo Omero organizza una visita guidata alla mostra “Vertigine del reale” di Cristiano Berti, condotta dall’artista stesso. Pensata specificatamente per le persone con disabilità visiva, la visita è gratuita e aperta a tutti.
Vertigine del Reale, che ha riscosso un notevole successo di pubblico nelle prime tre settimane, è stata prorogata fino al 1 aprile.
La mostra è visitabile con ingresso gratuito dal giovedì alla domenica dalle 15:30 alle 19:30.

Alle ore 17.00 appuntamento alla Sala del Rettorato per l’incontro “L’ARMONIA DEI SENSI. immagini – parole – suoni – profumi”, organizzato dalla F.I.D.A.P.A. BPW – Italy Ancona – Riviera del Conero in collaborazione con il Museo Tattile Statale Omero.
Si tratta di un momento dedicato alla multisensorialità, che inizierà con la proiezione di “Mojito”, cortometraggio di Stefano Bruno, il primo progetto cinematografico multisensoriale pensato per un pubblico non vedente, in cui non ci sono commenti audio che descrivono ciò che accade, ma i dialoghi, le musiche e i profumi emanati descrivono e portano lo spettatore dentro la scena.

A seguire le interviste al regista Stefano Bruno e al ‘naso’ di Make up profumerie, Maurizio, a cura di Lucilla Niccolini.
Il film, che fa parte del progetto “L′altra luce del cinema” è finanziato dal Ministero per i Beni e le attività culturali ed è prodotto dalla 360 Degrees film Snc, in collaborazione con Hovofaber Film e Cbm Italia, un′associazione onlus per la prevenzione della cecità.

Alla realizzazione di questa iniziativa collaborano anche Alessia Sanges e Thomas Kestelin, volontari del Servizio Volontario Europeo realizzato grazie al contributo dell’Unione Europea attraverso il programma “Gioventù in azione”.

Informazioni

Entrambi gli eventi sono gratuiti.
Prenotazione obbligatoria. Posti limitati.
Museo Tattile Statale Omero
Telefono 071 28 11 93 5.
E-mail: info@museoomero.it

8 marzo: Festa della donna al Museo Omero!

Mani di una scultura in primo piano

Giovedì 8 marzo, dalle 17.00 alle 19.00
Museo Tattile Statale Omero, Ancona

Il Museo Tattile Statale Omero partecipa anche quest’anno alla Festa della Donna promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali per celebrare il binomio Donna e Arte, proponendo un incontro dedicato tutto al femminile, con particolare attenzione alle mani, ai gesti, al loro modo di comunicare.

Mani che parlano, mani che creano

“L’uomo può parlare con le mani. Il gesto acquista significato… le mani affascinano l’artista perché sono il suo strumento di lavoro, perché sono parole, perché danno forma alle idee” (da “La mano Dada” La prima rivista d’arte, n° 18, Artebambini, 2001, Bologna).

Attraverso una visita guidata si prenderanno in esame alcune recenti acquisizioni come La Dama col mazzolino del Verrocchio, La Venere dei Medici, Madonna col Bambino di Felice Tagliaferri, che ritraggono delicate, vissute, aggraziate mani femminili.
In laboratorio le partecipanti saranno invitate a rappresentare la propria mano nel modo in cui preferiscono, avendo a disposizione argilla, carte speciali, lucidi, carboncini, gessi, una fotocopiatrice, una lente d’ingrandimento e altri strumenti che in un primo momento permetteranno loro di osservare nel dettaglio le proprie mani e poi riprodurle libere, oppure mentre afferrano, mentre accarezzano, mentre manipolano o costruiscono, mentre tagliano, grattano, tracciano segni, creano.

Le attività si svolgono con contributo delle volontarie del Servizio Civile Nazionale e di Alessia Sanges e Thomas Kestelin del Servizio Volontario Europeo finanziato tramite il programma gioventù in azione.

Informazioni

La visita guidata e il laboratorio sono ad ingresso gratuito per tutte le donne da 0 a 99 anni!
Gratuito: non vedenti, ipovedenti, diversamente abili e loro accompagnatori.
Prenotazione obbligatoria. Posti limitati.
Telefono 071 28 11 93 5.
E-mail: info@museoomero.it

Il Cristo Rivelato di Felice Tagliaferri nella Pieve di Santa Maria Annunziata e San Biagio di Sala Bolognese

 Dopo un lungo e avvincente percorso espositivo che l’ha visto esposto – al tatto – nei maggiori templi della cultura italiana, il “Cristo Rivelato” di Felice Tagliaferri sarà ospitato nella Pieve di S. Maria Annunziata e San Biagio, a Sala Bolognese, uno dei più insigni monumenti di stile romanico lombardo, ricostruita nel 1096 su una chiesa paleocristiana del quarto secolo edificata, sua volta, sui resti di un tempio pagano.
Ricordiamo che il Cristo Rivelato nasce da uno spiacevole episodio vissuto proprio dallo scultore non vedente che, se vogliamo, testimonia il problema, all’oggi irrisolto, della inaccesibilità ai Beni Culturali. Napoli, 2008, in visita alla Cappella San Severo gli fu impedito (in maniera brusca) di vedere tattilmente il celebre “Cristo Velato” di Giuseppe Sanmartino.

Da questa forte esperienza di divieto nasce una volontà di denuncia, tradotta in seguito in una sua personale versione della scultura tanto desiderata: il Cristo è Rivelato, nel senso di Velato per la seconda volta (in riferimento alla inaccessibilità) e Svelato insieme (riferendosi alla possibilità data ai non vedenti di toccare l’opera).

Finalmente le persone prive della vista potranno rendersi partecipi delle forme dell’opera, della quale, in passato, potevano conoscere solo mere descrizioni verbali. Non basta.
Il Cristo Rivelato, congiuntamente al Museo Tattile Statale Omero, porta in giro per il mondo il messaggio dell’accessibilità e dell’integrazione delle persone non vedenti e di varia disabilità, assumendo così il ruolo di testimonianza e di denuncia, e che invita a riflettere sulla situazione ancora disagiata che alcune persone vivono nei confronti dei Beni Culturali. Sarà possibile, da oggi, vedere e toccare il “Cristo” immerso nella silente e spirituale dimensione contestuale al suo motivo d’essere che è la Pieve di Santa Maria Annunziata e San Biagio.
Per informazioni e visite contattare la Chiesa dell’Arte o il Comune di Sala Bolognese.