Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

8 dicembre: Favole al Cioccolato!

Depliant iniziativa

Giovedì 8 dicembre ore 17
Museo Tattile Statale Omero

Laboratorio per famiglie e bambini fino ai 10 anni.

Vi aspettiamo al Museo con tante fiabe da leggere e da toccare e una tazza di cioccolata calda da gustare. Un pomeriggio dedicato ai bambini, ai grandi, dedicato a chi ama leggere, stupirsi e sognare ad occhi aperti. Le sale del Museo saranno allestite come una piccola biblioteca in cui sarà possibile scegliere un libro e leggerlo su comodi tappeti e cuscini assieme ai propri genitori. Sarà servita della cioccolata calda per addolcire l’ambiente!

Alla realizzazione di questa iniziativa collaborano le volontarie del Servizio Civile Nazionale e Alessia Sanges e Thomas Kestelin del Servizio Volontario Europeo realizzato grazie al contributo dell’Unione Europea attraverso il programma “Gioventù in azione”.

Informazioni

Prenotazione obbligatoria. Numero partecipanti: 25 max.
Costo: 6,00 euro con omaggio del Museo Omero.
Gratuito: non vedenti, ipovedenti, diversamente abili e loro accompagnatori, bambini da 0 a 4 anni.
Museo Tattile Statale Omero
Via Tiziano 50 – Ancona
Tel. 071 28 11 93 5
info @museoomero.it – didattica@museoomero.it

1 dicembre, Ancona a mano libera: viaggio di mani tra opere e installazioni multisensoriali

1 – 4 dicembre 2011.
Ancona, Mole Vanvitelliana.
Inaugurazione 1 dicembre ore 17.

In occasione della Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità (3 dicembre) promossa dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, il Museo Tattile Statale Omero propone un’iniziativa all’insegna della multisensorialità della durata di quattro giorni dal 1 al 4 dicembre dalle ore 16 alle ore 19.

Giovedì 1 dicembre alle ore 17 verrà presentato il progetto della prima mappa tattile della città di Ancona presso gli spazi del Museo Omero alla Mole Vanvitelliana (Banchina Da Chio 28). ll progetto, ideato dalle Volontarie del Servizio Civile del Museo Omero, in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Macerata e con il patrocinio del Comune di Ancona, propone un’idea innovativa incentrata sull’integrazione di disabilità, turismo, territorio che rende la città di Ancona all’avanguardia nel campo della fruizione turistica abbinata alla sua piena accessibilità.
Negli spazi espositivi affiancheranno la mappa tattile opere e installazioni multisensoriali realizzate dagli studenti dell’Accademia: un viaggio di mani nell’espressione artistica delle giovani generazioni che si propongono con la loro arte di rendere “visibile” il mondo in cui viviamo senza barriere.

La mappa e alcune istallazioni multisensoriali rimarranno esposte fino al 4 dicembre.

Ingresso: libero.

Elenco artisti in esposizione:

  • Attinia
  • Marta Bontempi
  • Alice Castiglione
  • Edoardo Catalini
  • Gloria Cervigni
  • Marco Cingolani
  • Giada D’addazio
  • Antonio Del Gatto
  • Laura Della Valle
  • Serena Dellisanti
  • Antonio De Marini
  • Matteo Di Luzio
  • Alessandro Gagliardini
  • Monica Gattari
  • Cristina Menci
  • Hisako Mori
  • Federica Simonetti
  • Beniamino Strani
  • Serena Vallese
  • Lorenzo Vinnitti
  • Alessandro Virgulti
  • Massimo Vitangeli

Un ringraziamento speciale per la realizzazione dell’evento a Fabrizio Sibona e Benito Leonori.

Il Museo Omero nella giornata del 3 dicembre è inoltre coinvolto in altre numerose iniziative su tutto il territorio nazionale:

  • Modena: Inaugurazione del percorso tattile “Vietato non toccare” al Museo Civico d’Arte di Modena
    Il nostro Museo ha contributo alla formazione degli operatori.
  • Brescia: Inaugurazione del percorso tattile in Santa Giulia. Il nostro Museo ha contributo alla formazione degli operatori.
  • Bologna: Un giorno all’anno – tutto l’anno Palazzo Dall’Armi Marescalchi. Convegno ed esposizione tattile delle sculture di Felice Tagliaferri. Il nostro Museo è promotore dello scultore e ha concesso il proprio patrocinio.
  • Macerata: “Micro e Macro carrozze” ai Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi. Presentazione di due modellini di carrozza berlina destinati ad un approccio di conoscenza tattile e per le attività educative progettati insieme alla locale Accademia di Belle arti e al nostro Museo.

Informazioni:

Museo Tattile Statale Omero
Tel. 071 28 11 935
Fax 071 28 18 358
info@museoomero.it

Link esterni:

2 dicembre: Premio Zamenhof

La suna pano - Il pane del sole, opera di Walter Valentini pesanta appositamente per il premio Zamnhof

Venerdì 2 dicembre 2011 ore 21
Ancona, Teatro sperimentale L. Arena

Venerdì 2 dicembre si terrà ad Ancona, alle ore 21.00, presso il teatro sperimentale “Lirio Arena” la cerimonia di premiazione dei premi “Zamenhof – Le voci della pace” e “Umberto Stoppoloni – Le integrazioni impossibili”. La manifestazione,  organizzata dalla Federazione Esperantista Italiana, ideata e coordinata da Aldo Grassini, in collaborazione con “Economia & Cultura – Gabriella Papini” e con Università della Pace, è promossa dalla Provincia di Ancona con il patrocinio della Regione Marche, del Comune di Ancona e del Museo Omero.

Il Premio Zamenhof, giunto alla decima edizione, è nato nel 2002 con l’intento di dare risalto a iniziative e modelli di vita di persone impegnate in campo umanitario e, in secondo luogo, di offrire una più profonda conoscenza del Movimento Esperantista attraverso i suoi valori fondanti: la pace, la solidarietà tra i popoli, il rispetto per tutte le lingue e tutte le culture.

I vincitori del premio sono l’attrice e regista Simona Marchini per il suo impegno quale Ambasciatrice dell’UNICEF, Nello Ferrieri ed Elisabetta Antognoni, promotori della Fondazione CINEMOVEL che porta il cinema nei più sperduti villaggi dell’Africa e Violetta De Filippo, esperantista non vedente, che da alcuni anni insegna gratuitamente ai ciechi in Etiopia.
Verrà loro consegnata l’opera “Il pane del sole – La suna pano” dell’artista Walter Valentini: piccolo pane dorato, scolpito in una particolare fusione in bronzo lucidato, da stringere in una mano a significare l’universalità del messaggio che l’artista marchigiano ha inteso trasmettere.

Il Premio “Stoppoloni” – gemello del “Zamenhof” – è ispirato alla figura dell’omonimo celebre esperantista e, allo stesso modo, si propone di far conoscere ed aiutare operatori sociali e culturali meno conosciuti ma capaci di incidere profondamente in alcune realtà sociali. Il vincitore di quest’anno è l’Associazione “Pezzi di ricambio”, un’associazione che attraverso la pratica della musicoterapia in un’orchestra aiuta a risolvere situazioni di disagio per persone in difficoltà.

Roberto e Marinella Antognini, proprietari del Motor Camping di Ancona, riceveranno la targa “La voce dell’amore illumina il silenzio”, realizzata da Alessia Sanges e Thomas Kestelin, volontari presso il Museo Omero tramite il programma Servizio Volontario Europeo, finanziato dall’Unione Europea grazie al programma “Gioventù in azione” e ideata da Chiara Ludolini del Servizio Civile Nazionale.

La cerimonia si chiuderà con la presentazione de “La Diritta Via” con Giuliano Turone, che proporrà in forma teatrale una lezione-spettacolo sulla Divina Commedia e sulla Costituzione Italiana.

Il Comitato d’Onore del Premio, che designa i vincitori, è composto da: il Maestro Bruno Bartoletti, Direttore Artistico Emerito del Teatro dell’Opera di Chicago, il Prof. Tullio De Mauro dell’Università “La Sapienza” di Roma, Mons. Antonio Riboldi, Vescovo di Acerra, il Dr. Saverio Tutino, giornalista, il Prof. Antonino Zichichi della Fondazione “Ettore Maiorana”.

Andrea Carloni con la sua professionalità e tutta la sua affettuosa attenzione presenterà l’intera serata.

Ingresso: gratuito.

Link esterno:

19 novembre: presentazione del testo Ad occhi chiusi. Arte e Arte terapia

Sabato 19 novembre 2011 ore 10
Centro H, Via Mamiani 70 – Ancona

Presentazione del testo “Ad occhi chiusi. Arte e Arte terapia” di Tiziana Luciani, psicologa-psicoterapeuta, arte-terapeuta, formatrice.
Il testo è pubblicato su www.libritattili.prociechi.it nella sezione “letture consigliate”.

Presenta:
Prof. Aldo Grassini – Comitato di Direzione del Museo Tattile Statale Omero e suo fondatore

Intervengono:
Prof. Andrea Socrati – Responsabile per le attività didattiche e i progetti speciali del Museo Tattile Statale Omero
Paolo De Cecco – tecnico ausili della Lega del Filo d’oro.

Parteciperà una delegazione di studenti degli istituti superiori di Ancona, interessati al tema. Sarà presente l’autrice.

Informazioni:

Centro H
tel. 071.54206 fax 071.54206
info@centroh.com – www.centroh.com

15 novembre: il Museo Omero in onda su Uno Mattina

Questa mattina verso le 9.00 è andato in onda su Rai Uno, durante la trasmissione Uno Mattina, un servizio interamente dedicato al nostro museo con interviste, riprese delle sale, visita alla mostra del Louvre, lettura tattile dello opere con esperienza diretta dai giornalisti e incontro con il pubblico. Un servizio televisivo all’insegna dell’arte e della cultura con la regia di Giuseppe Iannicelli, testi di Romano Ciriaci e dialoghi di Chiara del Gaudio con approfondimenti sull’attività socio-educativa e di formazione del Museo Omero: Daniela Bottegoni e Aldo Grassini hanno guidato alla scoperta tattile delle sculture, Annalisa Trasatti ha aiutato Stefania Terré alla ricognizione delle più attraenti opere del Louvre.

Prosegue l’azione di comunicazione nazionale che il Museo Omero svolge da anni ed in questi mesi particolarmente positiva, dopo la pubblicazione del reportage in esclusiva sul numero di novembre della rivista QUI TOURING curato da Elena Parasiliti. Particolarmente dinamico ed attuale l’inserto regala anche informazioni turistiche sulla città di Ancona.

Il Museo Omero partner nel progetto Ancona Città universitaria

Venerdì 11 novembre 2011
Conferenza stampa, Ancona

Il Museo Tattile Statale Omero è partner del progetto Ancona città universitaria, un’idea strategica perseguita da cinque anni nelle Politiche Giovanili e mirata a definire un sistema stabile per favorire opportunità d’incontro, di espressione creativa e di impegno sociale per i giovani che risiedono, lavorano o studiano ad Ancona, incrementando gli spazi adibiti all’informazione e all’aggregazione.

Il progetto proposto dal Comune di Ancona, sotto la responsabilità dott. Marco Brutti, è stato finanziato per 200mila euro cui si aggiungono 179mila euro di co-finanziamento locale, per un totale di 379mila euro.

Il progetto, con la collaborazione di diversi partner quali l’università degli studi di Ancona, il Consiglio Studentesco, le associazioni universitarie, Conerobus, l’Ersu e il Museo Omero stesso si rifà a contributi ministeriali e punta a raggiungere diversi obiettivi tra i quali il miglioramento delle condizioni di vita nella città degli studenti, un aiuto all’integrazione degli studenti nella vita cittadina.

Il Museo Tattile Statale Omero collabora e coordina la scelta e l’acquisto (o il noleggio) delle strumentazioni necessarie alla traduzione dei testi in Braille, collabora alla realizzazione di specifiche iniziative di divulgazione culturale presso la propria sede indirizzate agli studenti non vedenti.

Libri tattili, storie da costruire e da toccare alla scuola in ospedale del Salesi

9 e 21 novembre 2011
Scuola in Ospedale e scuola media Pascoli di Ancona

Il Museo Tattile Statale Omero partecipa al Progetto europeo Comenius – Open the box (biennio scolastico 2010/2011 e 2011/2012) che coinvolge le scuole in ospedale di Belgio, Svezia e l’Italia con l’Ospedale Salesi di Ancona.

Il progetto è articolato in attività che hanno per tema i cinque sensi: il Museo Tattile Statale Omero di Ancona è stato chiamato ad intervenire nella fase dedicata al Tatto. Lo staff dei Servizi Educativi del Museo, in collaborazione con la Prof. Stefania Bevilacqua, ha ideato e progettato un’attività laboratoriale focalizzata nella costruzione di un libro tattiIe, ovvero un libro che ha immagini che possono essere toccate perché realizzate con materiali diversi.

Mercoledì 9 novembre 2011 il laboratorio è stato proposto alla scuola in Ospedale del Salesi coinvolgendo 10 ragazzi tra i 6 e i 12 anni. Una valida occasione per lavorare contemporaneamente alla classe terza E della Scuola Media “Pascoli” di Ancona grazie ad un collegamento in videoconferenza: gli alunni hanno avuto l’opportunità di vedersi, presentarsi e confrontarsi sui lavori realizzati. Hanno esplorato alcuni libri tattili realizzati dal Museo, hanno avuto un primo approccio con il Braille e successivamente hanno costruito il loro primo libro tattile trasformando materiali vari – carte, plastica, sughero, etc. – in protagonisti di originali storie e poesie, incollandoli e rilegandoli su supporti di cartone.

Martedì 22 novembre 2011 Manuela Alessandrini del Museo Tattile Statale Omero parteciperà ad una tavola rotonda organizzata presso la Scuola Media “Pascoli” di Ancona, presentando la relazione “Il libro tattile come strumento didattico” ad alcuni rappresentanti e operatori del Belgio (Paese coordinatore del progetto) e della Svezia che lunedì 21 novembre 2011 visiteranno il Museo, modello internazionale di accessibilità all’arte.

L’entusiasmante risposta dei bambini e dei ragazzi coinvolti ha spinto le referenti del progetto a voler continuare anche in futuro la collaborazione con il Museo Omero per prossime attività didattiche.

5 novembre: Incontro con l’artista Paolo Annibali

Immagine Annibali

Sabato 5 novembre ore 17
Ancona, Mole Vanvitelliana

All’interno delle iniziative proposte alla Mostra Padiglione Italia Piccole Biennali Marche allestita alla Mole Vanvitelliana, il Museo Tattile Statale Omero, in collaborazione con Artidude, propone “ILLUMInazioni ILLUMInate” Rendez-vous con l’artista Paolo Annibali.

Nell”incontro con l’artista, aperto a tutti, sarà possibile esplorare tattilmente le sue opere, per comprenderne, in modo originale, stile e poetica: Annibali porterà con sé altre sculture, oltre a quelle già esposte, che potranno essere toccate.

Nato a San Benedetto del Tronto nel 1958 dove vive, Annibali lavora a Grottammare, in provincia di Ascoli Piceno: si dedica alla realizzazione di opere d’arte sacra e a destinazione pubblica in contesti architettonici. “I personaggi che Annibali mette al mondo non affermano con arroganza il proprio diritto allo spazio … chiedono, e trovano, qualcosa da esprimere, meglio, qualcosa che valga la pena di esprimere. E’ questo, per l’artista, il momento decisivo e dubitante del fare: movendo da una concezione non affermativa, non assertiva dell’immagine, egli non se ne fa demiurgo sicuro. Man mano che l’individuo plastico prende forma, l’artista instaura con esso una sorta di dialogo muto e serrato, fatto di interrogazioni ansiose, d’un continuo andirivieni tra un poter essere e un voler essere. Per questo le sue figure non hanno l’enfasi di chi convoca a sé lo spazio e lo sguardo. Per questo, dichiarano con orgoglio dimesso il tormento del loro nascere.”

Informazioni

Quando: Sabato 5 novembre 17.00 – 18.30.
Ingresso: 5 euro. Gratuito non vedenti, ipovedenti, disabili e accompagnatori.
Dove: Mole Vanvitelliana, Banchina da Chio 28, Ancona.