Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

1.. 2.. 3… ArT!!!

Logo dell'iniziativa

1.. 2.. 3… ArT&!!!

Attività creative pomeridiane al Museo Tattile Statale Omero con il patrocinio del Comune e della Provincia di Ancona

Il Museo Omero offre quotidianamente agli studenti di tutte le età e alle persone non vedenti e ipo-vedenti specifici Servizi Educativi attraverso distinti percorsi didattici e formativi. I Laboratori Didattici di Archeologia, Arte, Poesie e Racconti, totalmente accessibili anche agli alunni non vedenti e ipovedenti, hanno lo scopo di creare significative occasioni di conoscenza sulle tematiche dell’arte, dell’archeologia e della scrittura poetica favorendo un approccio plurisensoriale. Quest’anno l’iniziativa si amplia con la nascita di 1.. 2.. 3… ArT&! .

Cos’è 1.. 2.. 3… ArT&! ?

È un servizio organizzato dal Museo con il patrocinio del Comune e della Provincia di Ancona con l’obiettivo di creare un momento di approfondimento e creatività e di sostenere le famiglie nello sviluppo dei figli. Possono frequentarlo i bambini della scuola primaria dai 6 agli 11 anni.

Quando c’è?

Durante l’anno scolastico 2008 – 2009, vacanze escluse, il martedì e il giovedì dalle ore 15.00 alle ore 18.00. Le iscrizioni a 1.. 2.. 3… ArT&! sono sempre aperte.

Cosa si fa?

Attività creative di lavoro manuale con manipolazione di creta, cernit, plastilina, pasta di sale, etc, disegno e pittura, giochi guidati e spontanei e laboratori multisensoriali e didattici come occasione di approfondimento scolastico.
All’interno dell’orario è previsto uno spazio dove i bambini possono svolgere i propri compiti autonomamente.

Dove?

1.. 2.. 3… ArT&!!! si svolge nell’aula della didattica e nelle sale del Museo Omero, nell’attuale sede in Via Tiziano 50 (vicino Palazzo Leopardi, sede della Regione).

Quanto costa?

Retta giornaliera € 9.00.
10 ingressi + 1 ingresso omaggio € 90.00.
Nel caso di partenze dal doposcuola prima dell’orario di chiusura non sono concesse riduzioni.
E’ previsto al momento dell’iscrizione il pagamento di una piccola quota assicurativa che coprirà tutto il periodo da ottobre a giugno.
Dal pagamento della retta sono esclusi i bambini diversamente abili.
Per bambini stranieri è prevista una quota differenziata.

Per info e costi chiamare il Museo Tattile Statale Omero al numero 071 28 11 93 5 e chiedere di Valentina e Gabriella.

L’esposizione del Museo Omero a Černá Hora, in Moravia anticipa la grande mostra di Praga

Progetto “Umano Divino”
Ambasciata d’Italia a Praga, Museo Omero, Istituto Italiano di Cultura.
Černá Hora, Biblioteca Comunale: 27 settembre – 26 ottobre 2008.

Nella Moravia più antica e ricca di tradizioni e di storia si inaugura sabato 27 settembre, presso la Biblioteca Comunale di Černá Hora, la rassegna d’arte “Umano Divino”, che anticipa e precede la mostra di Praga. Si tratta di un’esposizione ideata e organizzata dall’Ambasciata d’Italia a Praga, guidata da Fabio Pigliapoco, dall’Istituto Italiano di Cultura di Praga, dal Museo Tattile Statale Omero di Ancona, presieduto da Roberto Farroni.

Černá Hora è un’accogliente e caratteristica città di montagna, sede della Birreria storica artigianale più antica della Repubblica Ceca “Pivovar Černá Hora” che risale al 1298 e ed è diretta dall’Ing. Jiří Fusek. Qui il passato si coniuga con un presente dinamico e ricco fermenti.
L’ing. Fusek, che riveste anche la carica di presidente del Circuito di Birrerie artigianali di tutta Europa ed è promotore di numerosi eventi culturali in ambito cinematografico nel suo Paese, visitò il Museo Tattile Statale Omero la scorsa estate, apprezzandone l’unicità e la filosofia riassunta nello slogan “Toccar l’arte con noi si può”. Da quel primo incontro con il presidente Farroni nacque l’idea di esportare l’esperienza del Museo Omero anche a Černá Hora, all’interno di un tipico Festival culturale che ogni anno, nell’ultimo week-end di settembre, viene organizzato in questa località.


La rassegna di Černá Hora
, curata dall’architetto Massimo Di Matteo, racchiude un’ampia selezione di opere (riproduzioni e originali) del Museo Omero: dal “Poseidone di Capo Artemisio” al modellino del Partenone, dalle rinascimentali Pietà di “San Pietro” e “Rondanini” di Michelangelo alla scultura contemporanea di Vittorio Morelli “Della Santa natura il Santo”. Opere che sono affiancante da un rilevante e corposo nucleo del lavoro creativo di Felice Tagliaferri, scultore non vedente che il Museo Omero promuove in ambito nazionale e internazionale. Dalle sue mani, guidate da un’incredibile capacità tattile, prendono forma, nella creta come nel marmo, personaggi indimenticabili come “La nonna del sud” o “La donna nel vento”.
La mostra è realizzata in collaborazione con iGuzzini Illuminazione e la SONS (Associazione nazionale corrispondente dell’Unione Italiana dei Ciechi ed Ipovedenti), con l’apporto di Unipol e Lucesole Trasporti. Tutte le opere saranno aperte all’esplorazione tattile e supportate da ausili didattici audio e Braille.

All’inaugurazione di sabato 27 settembre saranno presenti: l’ambasciatore d’Italia a Praga Fabio Pigliapoco, il presidente Roberto Farroni con una delegazione del Museo (Aldo Grassini, Daniela Bottegoni, Annalisa Trasatti), il curatore dell’allestimento Massimo Di Matteo, l’artista Felice Tagliaferri, l’Ing. Jiří Fusek della Birreria Cerna Hora, Umberto Rinaldi, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Praga.
Un’operazione culturale che vede il contributo e il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale delle Marche, e il patrocino della Provincia di Ancona e del Comune di Ancona.
“Umano Divino” è un progetto che avrà il suo apice a Praga in un grande evento a partire dal mese di novembre.

Link esterni

La ceramica come strumento didattico

17 – 18 ottobre 2008.
Durata: 12 ore.
Venerdì 15-19; Sabato 9-13 e 14.30-18.30.
Scadenza iscrizioni: 10 ottobre 2008.

Il Museo Omero organizza la quinta edizione del corso di ceramica, quest’anno con una formula più agile concentrata in un fine settimana.

A chi è destinato

  • Docenti curricolari e di sostegno delle scuole di ogni ordine e grado;
  • Operatori dei Servizi educativi dei Musei;
  • Operatori ed educatori dei servizi sociali e del settore dell’handicap.

Finalità

La finalità del corso è quella di offrire, ad insegnanti ed educatori, validi strumenti didattici per favorire la creatività, l’espressività e l’apprendimento degli alunni, anche con abilità diverse.

Obiettivi

  • Conoscere l’argilla e il processo ceramico;
  • Conoscere la produzione in argilla, dalla preistoria ad oggi;
  • Conoscere e sperimentare le possibilità di impiego didattico dell’argilla per attività inclusive, favorendo l’apprendimento, la creatività e l’espressività di tutti gli alunni, con particolare attenzione agli alunni con disabilità visiva;
  • Ideare laboratori e unità didattiche basate sull’uso dell’argilla.

Argomenti trattati

  • Proprietà e caratteristiche dell’argilla;
  • Introduzione teorica alla produzione ceramica dalla preistoria all’epoca storica;
  • La ceramica nella storia dell’arte;
  • Modellazione di forme elementari, forme base, in bassorilievo, in una piastra di creta;
  • Animazione della superficie con tracce, rilievi, punzonature;
  • Tecnica del colombino per la realizzazione di vasi e ciotole;
  • Tecnica della lastra e trasformazione tridimensionale;
  • Tecnica della scatola per la realizzazione di vasi e ciotole;
  • Tecnica delle textures a pressione;
  • Tecnica dell’intarsio con terre colorate;
  • Decorazione a fresco dei manufatti in argilla;
  • L’impiego didattico dell’argilla per favorire l’apprendimento, l’espressività e la creatività di tutti gli alunni, con particolare attenzione agli alunni con disabilità visiva.

Sede

Museo Tattile Statale Omero e Istituto Statale d’Arte “E. Mannucci”, Ancona.

Quota di iscrizione

Euro 90,00 (la quota è comprensiva del costo dei materiali; i manufatti realizzati dal corsista rimarranno di sua proprietà).

Organizzazione corso

Numero minimo: 8 persone.
Numero massimo: 12 persone.
Attestato di partecipazione: almeno 10 ore di frequenza.

Modalità di iscrizione

Per l’iscrizione al corso è necessario far pervenire alla Segreteria Servizi Educativi del Museo la scheda di iscrizione (in allegato in fondo alla pagina) debitamente sottoscritta e compilata in tutte le sue parti entro e non oltre il 10 ottobre.
La spedizione potrà essere effettuata tramite:

  • e-mail: didattica@museoomero.it
  • fax: 071 28 18 35 8
  • lettera al seguente indirizzo:Museo Tattile Statale Omero, Segreteria Servizi Educativi, Via Tiziano, 50- 60125 Ancona.

Farà fede la data del timbro postale, del fax e o dell’invio della e-mail.

Modalità di pagamento

Il pagamento dovrà essere effettuato solo dopo la conferma dell’avvio del corso da parte della Segreteria del Museo, che contatterà direttamente gli iscritti a partire dal 10 ottobre. Il primo giorno di corso la fotocopia della ricevuta del versamento (di Euro 90,00) va consegnata alla Segreteria del Museo. In caso di fattura intestata ad Ente pubblico, il costo sarà di Euro 75,00 in quanto esente IVA (art.10 p.20 DPR 33/72).

Si può pagare tramite:

  • versamento nel conto corrente postale n.13275607; oppure
  • bonifico postale IBAN IT 07 B 07601 02600 0000 13275607 oppure
  • bonifico bancario: Banca delle Marche spa filiale 275 agenzia n° 2 di Ancona via menicucci 4/6 60121 Ancona coordinate nazionali iban it 88 d 06055 02600 000000003786.

Intestazione: Tesoreria Comune di Ancona
Causale (obbligatoria): “Iscrizione Corso formazione Ceramica – Museo Omero”.

Note

Il corso sarà attivato con un numero minimo di 8 corsisti fino ad un massimo di 12. Nel caso in cui le adesioni dovessero superare il numero previsto si adotterà un criterio di ammissione riferito all’ordine cronologico delle domande di iscrizione.
I corsi di formazione sono realizzati in collaborazione con l’Ufficio Regionale per le Marche e l’Ufficio Scolastico Provinciale di Ancona e costituiranno crediti formativi, riconoscibili ai sensi delle disposizioni vigenti.

Praga da toccare e… non solo: dal 18 al 23 novembre.

Panorama Praga

Fascino di terre antiche ed emozioni multisensoriali.

Sono rimasti ancora pochi posti. Affrettati!
Prendiamo ancora prenotazioni!

Il Museo Omero organizza per i non vedenti, i loro amici e per tutti un viaggio speciale a Praga, in Repubblica Ceca, terra in cui il Museo sarà presente con due importanti mostre.

La data di pre-iscrizione è stata prorogata al 17 settembre: chiunque voglia approfittare di questa occasione unica deve contattarci al più presto.

Ecco la proposta:

Praga da toccare e… non solo.
Cultura, emozioni e multisensorialità dal 18 al 23 novembre.
Viaggio in aereo da Roma.

Chiese, palazzi, torri, il Ponte Carlo ed il Castello, la Piazza dell’Orologio, la Cattedrale e il Vicolo dell’Oro: cose che puoi vedere solo a Praga, la città d’oro.
Sarà possibile scoprire le bellezze di questa città piena di fascino, un vero e proprio museo a cielo aperto, con visite guidate e libere. E’ previsto un concerto in una chiesa storica e cene in alcuni dei locali più tipici. E poi, soprattutto, per chi è amico del Museo Omero, ci sarà l’inaugurazione della nostra mostra “Umano e Divino” all’Istituto Italiano di Cultura, presso l’ex Chiesetta palatina, ed il ricevimento offerto dall’Ambasciatore. Un evento esclusivo e un’occasione unica per poter dire: “Io c’ero”!

Viaggio in aereo da Roma. Posti limitati. Trattamento di mezza pensione.
Prezzi: camera doppia: 790 euro; camera singola: 940 euro.
Iscrizioni entro il 20 ottobre.
In seguito il programma dettagliato.
Per ora tenete liberi i giorni (18 – 23 novembre) e prenotatevi al più presto: “Omero” non ha posto per tutti!

Tutte le informazioni aggiornate e gli eventuali cambiamenti saranno comunicati tempestivamente agli interessati.

Informazioni: Manuela Alessandrini, Daniela Bottegoni, Museo Omero, tel. 071 28 11 93 5, dalle 9 alle 13; dalle 17 alle 22.
Email: didattica@museoomero.it .

Il Museo Omero partecipa alla Giornata di studi Fatti d’Argilla

Venerdì 5 settembre 2008, Faenza
Museo Internazionale delle Ceramiche

Andrea Socrati, Responsabile dei progetti speciali e Cristiana Carlini, operatrice dei Servizi Educativi, sono stati invitati a partecipare venerdì 5 settembre alla Giornata di studio “Fatti d’argilla”. I laboratori “giocare con l’Arte e il loro rapporto con il territorio” all’interno della manifestazione fieristica internazionale “Argillà” organizzata dalla Fondazione MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza.

Le relazioni (alcuni titoli sono provvisori) saranno tenute da:

  • Antonio Pujia per l’Associazione ALEPH ARTE di Lamezia Terme (CZ):
    MANIPOLí, MANIPOLÁ – IDEE, PROGETTI, FANTASIE INVENZIONI;
  • Giulio De Mitri e Giovanna Tagliaferro per la Fondazione Rocco Spani di Taranto:
    1988-2008: VENT’ANNI DI DIDATTICA ATTIVA PER E CON I BAMBINI E RAGAZZI DE “L’ISOLA DELLA FANTASIA” DI TARANTO;
  • Tina Festa per l’Associazione GENIUS LOCI di Matera:
    DA MUNARI AL CUORE E VICEVERSA;
  • Marco Ceroli da Ravensburg, Germania:
    ARTISTI E BAMBINI: COMPLESSITÁ DEI LABORATORI SULL’ARTE CONTEMPORANEA;
  • Maria Grazia Isoardi e Paola Gaeta per il MUNLAB Ecomuseo dell’Argilla di Cambiano (TO):
    GIOCARE CON L’ARGILLA PER RACCONTARE UN TERRITORIO. ESPERIENZE DI EDUCAZIONE AMBIENTALE DI UN ECOMUSEO E ALCUNE SCUOLE PIEMONTESI;
  • Carlo Corbetta e Silvia Dallavalle per l’Associazione FENICE BLU di Vimercate (MI):
    ANDANDO PER TERRE. TRE ITINERARI;
  • Barbara Franco per l’Associazione DIALOGART di Mondovì (CN):
    IL LABORATORIO IN VALIGIA E LA VALORIZZAZIONE DEI SAPERI LOCALI;
  • Andrea Socrati e Cristiana Carlini per il Museo Tattile Statale OMERO di Ancona:
    IL MUSEO TATTILE STATALE OMERO: LA CERAMICA PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA;
  • Maurizio Labagnara per l’Associazione L’ARGINE di Ravarino (MO):
    CUCINAR L’ARGILLA

Il Museo Omero, che da anni organizza corsi di aggiornamento per l’utilizzo dell’argilla come strumento didattico e che annovera fra i suoi laboratori di riscoperta della tattilità numerosi laboratori di manipolazione dell’argilla, porta a questo ulteriore tavolo di confronto la propria esperienza, dopo quella appena conclusa a Feltre.

Informazioni:

Dario Valli e Maria Grazia Gordini telefono 0546 69 73 09 giocareconlarte@micfaenza.org; segreteria@argilla-italia.it (Cinzia)