Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Seguendo il filo della Memoria. Speciale Famiglia alla mostra Manzù

Sabato 1 ottobre ore 16,30.
Ancona, Mole Vanvitelliana.
Iniziative speciali in mostra.

Ha inizio sabato 1 ottobre alle ore 16,30, con un invito rivolto a tutte le famiglie, il calendario di iniziative speciali organizzate dal Museo Tattile Statale Omero per la mostra “Manzù: l’avventura di Ulisse”, allestita alla Mole Vanvitelliana di Ancona fino al 6 novembre.

Il programma delle Iniziative speciali in mostra prevede, ogni venerdì di ottobre alle ore 21.15, visite serali a tema (“Giacomo Manzù: i suoi maestri, i suoi amici…”; “Manzù è Ulisse! Memorie di un viaggio e viaggi di Memorie”; “Porto in salvo dal freddo le parole. . .Viaggio tra scultura e poesia”; “Con le mani avvolte nei tuoi capelli. . . Mia Penelope d’amore”) seguite da degustazione di vini tipici marchigiani e due pomeriggi dedicati alla famiglia, sabato 1 ottobre e sabato 5 novembre alle ore 16,30, con visite animate per i bambini e merenda finale.

S’intitola dunque il primo Speciale Famiglia dedicato a genitori e figli che desiderano trascorrere insieme il prossimo sabato pomeriggio Divagando tra le sculture di Manzù… circa 50 opere e alcuni dipinti che raccontano il mito di Ulisse e documentano compiutamente il percorso artistico di Giacomo Manzù dal 1935 fino del 1990.

La visita animata si articolerà come un viaggio nella vita del grande scultore ricostruita attraverso oggetti, foto e indizi tattili pronti ad emergere da un antico baule. Con l’aiuto di lungo filo, cui rimanere tutti attaccati, si percorrerà la mostra tentando di srotolare, di stanza in stanza, la memoria di questo straordinario artista, un Ulisse contemporaneo, carico di storia ed esperienza. Al termine di questo metaforico viaggio adulti e bambini saranno chiamati a scuotere e solleticare la propria memoria, a risalire le scale della propria “soffitta-labirinto”, aprirne la porta ed entrare alla ricerca dei ricordi più piacevoli.

Grazie alla collaborazione con la Coldiertti, il pomeriggio si concluderà con una merenda per tutti i più piccoli a base delle gustose marmellate prodotte dall’azienda agricola “Terra Grata” di Maffeo Massimo di Montecarotto.
La visita è riservata ad un numero limitato di persone. Si consiglia, quindi, la prenotazione. Il costo complessivo dell’iniziativa è di 10 euro per tutta la famiglia.

A questo primo appuntamento faranno seguito le altre iniziative in programma per la mostra “Manzù: l’avventura di Ulisse”: visite serali a tema tutti i venerdì di ottobre al costo complessivo di 5 euro e la replica dello Speciale Famiglia sabato 5 novembre. Grazie alla ormai consolidata collaborazione fra il Museo Tattile Statale Omero e la Coldiretti di Ancona tutti gli eventi termineranno con degustazioni di vini tipici marchigiani per i più grandi e merende per i più piccoli.

Dove: Ancona, Mole Vanvitelliana, Banchina da Chio (zona porto).

INFO

Sabato 1 ottobre, ore 16,30.
Prenotazioni: Tel. 071.52569 (in orario mostra: da martedì a giovedì 16-20; da venerdì a domenica 10-13 e 16-23). E-mail: didattica@museomero.it

Notte bianca: Museo Omero e Mostra Manzù aperti fino alle 24

In occasione della Notte Bianca organizzata dal Comune di Ancona per sabato 17 settembre, il Museo Omero prolungherà l’apertura della mostra “Manzù: l’avventura di Ulisse” allestita alla Mole Vanvitelliana fino alle ore 24. Inoltre dalle ore 20 alle 24 la visita guidata in mostra sarà al prezzo speciale di 2 euro con ingresso gratuito. Sono previsti due turni di visita primo turno alle 21.30; secondo turno alle 22.30.

Visita guidata: Viaggio tra scultura e poesia. . . Per scoprire, di sala in sala, oltre 50 sculture di Manzù legate l’un l’altra dal ritmo segreto della poesia. Un viaggio nell’opera di un grande maestro del ‘900, Ulisse del nostro tempo.

Contemporaneamente il Museo Omero rimarrà aperto dalle 21 alle 24 con ingresso gratuito e l’allestimento di un percorso multisensoriale.

INFO

mostra e visite guidate: Tel. 071.52569.
Museo Omero: 071.2811935.
E-mail: info@museoomero.it.

Festival Filosofia 2005: il Museo Omero fra i protagonisti

Oltre lo sguardo: Percorsi tattili al Museo
Venerdì 16 e Sabato 17 settembre, ore 21,00
Modena – Palazzo dei musei

Vedere, sentire, toccare, gustare, annusare. E, ancora, riflettere sugli stati della percezione e sulle loro trasformazioni, sul rapporto tra mondo sensibile e sovrasensibile, sulla gerarchia e sull’educazione dei sensi nella cultura europea, ma anche in quella asiatica e africana.

Saranno proprio i sensi, principale via di accesso al mondo esterno come a quello interiore, il filo conduttore della quinta edizione di Festival Filosofia, in programma in una trentina di luoghi di Modena, Carpi e Sassuolo da venerdì 16 a domenica 18 settembre per iniziativa dei tre Comuni, della Regione Emilia-Romagna, della Provincia, della Fondazione Collegio San Carlo, che cura il programma, e della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena (informazioni per il pubblico al numero 059 421210 e nel sito internet www.festivalfilosofia.it).

Un appuntamento sui sensi che vede fra i protagonisti anche il Museo Tattile Statale Omero: punto di riferimento nazionale nel campo dell’educazione artistica ed estetica basata su suggestioni plurisensoriali extra visive.

All’interno del ricco programma del Festival, una tre giorni di lezioni magistrali, cene, letture, mostre, giochi e dialoghi in treno, venerdì 16 e sabato 17 settembre a partire dalle ore 21,00 il Museo Omero guiderà infatti l’iniziativa Oltre Lo sguardo: percorsi tattili al Museo.

Gli operatori del museo Omero di Ancona, grazie alla loro ormai decennale esperienza e in collaborazione con i Musei civici Modenesi, hanno messo a punto per l’occasione un percorso tattile attraverso le opere conservate in Palazzo dei Musei. Il pubblico, attraverso esempi di lettura tattile e sotto l’attenta guida degli operatori, potrà toccare opere d’arte e reperti archeologici originali: un’esperienza generalmente preclusa, un approccio inedito per riflettere sui sensi e sulla multisensorialità.

Link esterno

I nuovi laboratori didattici 2005 – 2006

La sezione Didattica del Museo, che si avvale di un’esperienza pluriennale, ha attivato anche per l’anno scolastico 2005 – 2006 numerose attività didattiche rivolte alle scuole di ogni ordine e grado, dalla scuola dell’infanzia alle superiori.

Le attività intendono favorire un approccio interdisciplinare e sinestetico a diverse discipline – arte, archeologia, poesia – e consistono in una visita alla ricca collezione, vera e propria enciclopedia tattile tridimensionale, seguita dalla rielaborazione personale in laboratorio.
Manualità, memoria, mito, plurisensorilità, poesia, corpo, ritratto, identità, materiali, sono alcune parole chiave delle diverse proposte. Le attività, che hanno finalità creativo-espressive e fruitivo-critiche, sono accessibili a tutti gli alunni con diversa abilità.

Per bambini e ragazzi non vedenti e ipovedenti il museo offre inoltre un personalizzato servizio di educazione artistica ed estetica.

Studenti, operatori del settore e docenti possono inoltre usufruire dei corsi di aggiornamento e formazione proposti ogni anno dal Museo, del servizio di consulenza, nonché consultare il fornito Centro di documentazione.