Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Mostra del Louvre alla Mole di Ancona

Visita ad Ancona di Geneviève Bresc-Bautier per l’evento atteso alla Mole da febbraio 2005. Il conservatore generale del dipartimento di scultura del Museo del Louvre, Geneviève Bresc-Bautier, ha visitato stamattina 29 dicembre 2004, alle ore 9.45, il Museo Omero accolta dal presidente Roberto Farroni, per meglio conoscere la struttura, soffermandosi nelle varie sale, osservando anche la vasta collezione di arte contemporanea, la strumentazione e gli apparati didattici.

Dopo gli incontri già avvenuti a Parigi, si consolida ora un rapporto di collaborazione e di scambio che, come prima ed evidente manifestazione, porterà alla realizzazione di una mostra alla Mole Vanvitelliana, prevista per la fine di febbraio 2005 e che si protrarrà fino all’estate. Era questo ultimo infatti l’obiettivo più ravvicinato della visita della Bresc-Buatier, obiettivo che è stato raggiunto dopo un incontro al quale hanno partecipato anche il Sovrintendente Giuliano de Marinis, la dottoressa Mara Silvestrini e l’architetto Massino Di Matteo.

La mostra della Mole prende avvio da quella che per circa due anni è stata allestita al Louvre, con la cura scientifica di G. Bresc-Bautier e Cyrille Gouyette, soprintendente generale responsabile del dipartimento scultura, mostra della quale raccoglierà filosofia e significato: come nei secoli l’arte e gli artisti abbiano reinterpretato, ripetuto, riprodotto, o solo preso ispirazione dall’antico. “D’après l’Antique”, questo il titolo della rassegna, comprenderà anche opere e manufatti del Museo Omero e del Museo Archeologico Nazionale di Ancona, ma si allargherà anche ad altri due ambiti: uno dedicato a Vittorio Morelli, fino ad aprile; l’altro a Loreno Sguanci, da aprile a luglio.

Si tratterà comunque di un unico grande evento, che intende rimarcare la continuità dell’arte e l’evolversi della scultura anche con la rappresentazione di opere originali di due artisti marchigiani contemporanei quali Morelli e Sguanci, particolarmente legati al territorio. Dopo un’intera mattinata di intenso lavoro si è giunti anche ad esaminare tutti quei dettagli operativi ed organizzativi che consentiranno la realizzazione nei tempi stabiliti.

Speciale albero di Natale al Museo

Albero

60 bambini per l’albero tattile che resterà al Museo fino a metà gennaio 2005.

Fino a metà gennaio, è possibile ammirare l’albero di Natale con addobbi tattili realizzati con perline, bottoni, stoffe, spago multicolori presi dall’uso comune, illuminato dalla base dal basso verso l’alto con le luci natalizie. Inoltre ha un’anima in metallo costruita dagli studenti dell’Istituto D’Arte “Edgardo Mannucci”, Sezione Metalli di Ancona.

Gli addobbi sono frutto del laboratorio di Beba Restelli, con i 60 bambini dell’Istituto Comprensivo Grazie Tavernelle di Ancona e delle maestre Daniela Battaglia e Marisa Melonaro, responsabili del Laboratorio “Fare dal Nulla”.

Il 25 e 26 dicembre, Natale e seconda festa, il Museo Omero resterà chiuso. Chiuso anche sabato 1 gennaio e domenica 2 gennaio; resta fissa la consueta chiusura del lunedì, quale consueto riposo settimanale di tutti i Musei. Aperto invece la Befana, il 6 gennaio, dalle ore 16 alle 19.30.

Diego Della Valle ad Ancona, al Museo Omero

Venerdì 24 dicembre 2004, ore 12
Incontro Della Valle, Sturani, Farroni.

Non solo saluti ed auguri, ma un incontro progettuale e decisionale. Diego Della Valle sarà ad Ancona, venerdì 24 dicembre, alle ore 12, prima al Museo Omero, accolto dal presidente Roberto Farroni e poi alla Mole Vanvitelliana. Con loro anche il Sindaco Fabio Sturani.

Come noto Della Valle segue da tempo e con interesse l’attività del Museo Omero e da circa un anno, ne è testimonial, nella convinzione che sia importante valorizzare ma anche amplificare questa realtà unica.
Dopo alcuni incontri ufficiali nella sede del Museo, ed altri più informali e confidenziali, venerdì si porranno le basi per ulteriori passi finalizzati alla promozione del Museo e al sostegno di future iniziative.

L’imprenditore, che nella sua ultima visita aveva dichiarato di voler dare il suo contributo ad un’idea diventata realtà solida, che va conosciuta anche fuori dell’Italia, andrà anche alla Mole Vanvitelliana per una visita alla struttura espositiva.

Presentazione nuovo portale del museo

Invito conferenza stampa
Venerdì 17 dicembre 2004, ore 11
Museo Tattile Statale Omero, Ancona

Il portale internet che verrà presentato, è una novità assoluta nel campo della comunicazione, in quanto è il primo sito ad avere come obiettivo primario la piena accessibilità da parte di tutta l’utenza, con particolare attenzione per utenti con handicap visivo. Oltre alla versione standard, costruita secondo i necessari accorgimenti tecnici per essere leggibile da sintesi vocali e barra braille, il sito potrà essere personalizzato dall’utenza ipovedente attraverso la scelta di contrasti di colore fra sfondo e testo. Inoltre, chi non è dotato di collegamento internet, potrà navigare localmente via telefono, utilizzando la voce o la tastiera del telefono per muoversi all’interno dei medesimi contenuti.

INTERVENGONO:

Roberto Farroni, Presidente del Museo Tattile Statale Omero.
Fabio Sturani , Sindaco di Ancona.
Giuliano de Marinis, Soprintendente per i beni archeologici delle Marche e membro del Comitato di Direzione del Museo.

Saranno presenti rappresentanti della Giunta Comunale e delle Istituzioni culturali della città.

Giocare con tatto

Depliant dell'iniziativa

Il Museo Tattile Statale Omero sta organizzando per sabato 11 e lunedì 13 dicembre 2004 un’iniziativa con l’esperta di laboratori tattili Beba Restelli. Collaboratrice storica del maestro Bruno Munari, la Restelli sarà al Museo per presentare il suo volume “Giocare con tatto” attraverso diversi laboratori tattili pensati per adulti e bambini.

Programma

Sabato 11 ore 17.
“Azione-gioco” aperta a tutti: laboratorio sulla creazione di cartoline e messaggi tattili, per scoprire che si può comunicare attraverso le qualità dei materiali.
Seguirà la presentazione del volume di Beba Restelli “Giocare con tatto”.

Lunedì 13 alle ore 9,30: incontro con gli studenti presso l’Istituto Statale d’Arte “E. Mannucci” con realizzazione di messaggi e addobbi tattili per l’albero natalizio che verrà collocato all’ingresso del Museo Omero. All’incontro parteciperanno anche 60 bambini dell’Istituto Comprensivo Grazie- Tavernelle con le maestre Daniela Battaglia e Marisa Melonaro responsabili del laboratorio “Fare dal Nulla”.

L’iniziativa è in collaborazione con l’Istituto Statale d’arte “E. Mannucci” di Ancona, La bottega di Merlino (libreria per ragazzi e Laboratori creativi) e il laboratorio “Fare dal Nulla” (Istituto Comprensivo “Garzie -Tavernelle”).

È gradita la prenotazione ai servizi didattici tel. 071 28 11 93 5 o didattica@museoomero.it