Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

9 Segni d’arte – laboratorio Da cuore a cuore: il silenzio che fa rumore

locandina

Da cuore a cuore: il silenzio che fa rumore
laboratorio multisensoriale a cura di Felice Tagliaferri e Consuelo Agnesi
16 aprile ore 14.30 – 17.30, Museo Tattile Statale Omero, Ancona

Iniziativa gratuita. Prenotazione obbligatoria: tel. 0712811935 email: didattica@museoomero.it

L’iniziativa fa parte di 9 SEGNI D’ARTE, il calendario di incontri dedicati all’arte e all’accessibilità, promosso da Mason Perkins Deafness Fund onlus e organizzato con Oppi, CounseLis e Museo Tattile Statale Omero.

Il programma, pensato per la comunità sorda italiana, prevede per i mesi di aprile e maggio l’alternarsi di seminari sulla didattica, la critica d’arte, le esperienze di accessibilità museale e di visite guidate in Lingua dei Segni italiana e italiano, per offrire alle persone sorde l’occasione di scoprire luoghi dell’arte e dell’architettura contemporanea di rilevanza nazionale: dalle Gallerie d’Italia di Milano, al Museo Tattile Statale Omero sino alla città di Colle Val d’Elsa, sede privilegiata dell’architettura contemporanea grazie al coinvolgimento dell’architetto Jean Nouvel nella rivitalizzazione urbana del centro toscano.

Gli incontri, infatti, avranno luogo a partire dall’8 aprile in quattro città diverse – Siena, Milano, Ancona, Napoli – e si concluderanno con due appuntamenti speciali: la performance del poeta sordo Giuseppe Giuranna presso la sede di MPDF onlus a Siena e in giugno una visita guidata dall’architetto sordo Consuelo Agnesi con laboratorio alla Biennale Architettura 2016.

9 Segni d’Arte mette in campo le professionalità e l’esperienza di associazioni attive nel settore in diverse parti d’Italia: MPDF onlus, associazione onlus con sede a Siena che dal 1985 lavora con e per la comunità sorda; Oppi, ente senza scopo di lucro che opera a Milano nella formazione di professionisti e persone sorde dal 1965; Museo Tattile Statale Omero, nato nel 1993 ad Ancona con lo scopo di promuovere la crescita e l’integrazione culturale dei ciechi e dei sordociechi; CounseLis, scuola di insegnamento e aggiornamento sulla Lingua dei Segni e l’interpretariato con sede a Napoli, attiva nel sociale e nella formazione di sordi e udenti dal 2013.
Nord, Centro, Sud lavorano insieme per offrire un evento di carattere nazionale e dare il via alla creazione di una rete aperta e implementabile di musei, associazioni, istituzioni su tutto il territorio italiano e coordinate da MPDFonlus, impegnate nell’organizzazione di eventi per l’accessibilità e la fruizione dei luoghi dell’arte, ma anche per la formazione e la didattica dell’arte.

L’evento ha il patrocinio di Provincia di Siena, Comune di Siena, Comune di Colle Val d’Elsa, Fondazione Musei Senesi e la sponsorizzazione per gli appuntamenti milanesi del Pio Istituto per Sordi.

Link esterni

24-29 marzo: Vacanze di Pasqua al Museo Omero

locandina

Il Museo Tattile Statale Omero di Ancona organizza nuove attività per le vacanze di Pasqua.

TROVA I PARTICOLARI: attività gratuita per tutti

Dal 24 al 29 marzo 2016 ore 16 -19
Per tutte le età

Abbiamo fotografato dei particolari nascosti nelle sculture, ora tocca a voi ritrovarli! Grandi e bambini sono invitati a questa speciale caccia al particolare, ma ci sono tanti altri modi per stare in allegria al nostro museo: con una caccia agli animali per i più piccini, una caccia agli oggetti per i più grandini, con’un esperienza bendata per tutti!

ContemporaneaMENTE DI-segno: laboratorio per famiglie a pagamento

Nelle mattine di Pasqua e Pasquetta (I° turno ore 10 – II° turno 11.30)
Attività per famiglie (bambini 5- 12 anni)

Il Museo vi propone un’esperienza unica a contatto con l’arte contemporanea. Tutta la famiglia sarà bendata e con l’aiuto di una fune seguirà un percorso alla scoperta di sculture da toccare e disegnare al buio. 
Costo: 4 euro a partecipante; gratuito: 0-4 anni; disabili e accompagnatori; sconto 20% con Finestre sull’arte card. Prenotazione obbligatoria: tel. 0712811935 – didattica@museoomero.it.

Orario apertura Museo: dal martedì al sabato 16 – 19; Pasqua e Pasquetta: 10 -13 e 16 -19. Ingresso libero.

14-16 aprile: Corso di formazione sull’accessibilità ai beni culturali 2016

Tredicesima edizione, Anno 2016
14 e 15 aprile – I modulo: L’accessibilità al patrimonio museale e l’educazione artistica ed estetica delle persone con minorazione visiva.
16 aprile – II modulo: Beni culturali e turismo: come renderli accessibili alle persone sorde.
Iscrizioni chiuse.

Orari:
Giovedì 14 aprile ore 11.00 – 13.30 e 14.30 – 19.00
Venerdì 15 aprile ore 9.00 – 13.00 e 14.00 – 18.00
Sabato 16 aprile ore 9.00 – 13.00

Sede: Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Banchina Giovanni da Chio 28, Ancona.

Lo storico “Corso di formazione sull’accessibilità ai beni culturali” organizzato dal Museo Tattile Statale Omero di Ancona, giunto alla tredicesima edizione, si svolge quest’anno dal 14 al 16 aprile ed è diviso in due moduli.

Il corso propone a docenti, operatori museali, educatori e guide turistiche autorizzate, un momento formativo di alto livello per conoscere le tecnologie, gli strumenti, i metodi e le esperienze nazionali e internazionali nell’ambito dell’accessibilità al patrimonio culturale, dell’educazione dell’arte alle persone non vedenti, ipovedenti e sorde e del turismo accessibile.

Tra i relatori saranno presenti per il MiBACT Gabriella Cetorelli, Lucia Baracco (Lettura Agevolata Onlus), Loretta Secchi (Museo Tattile di Pittura antica e moderna Anteros dell’Istituto dei ciechi “F. Cavazza”) e Nicoletta Grassi del Centro tiflodidattico di Pesaro.
NOVITA’ il primo modulo si arricchisce includendo la trattazione delle persone sordocieche con un esperto relatore della Lega del Filo d’Oro.
Ospite di questa edizione con un intervento dal titolo “Uffizi da toccare”, Fabrizio Paolucci, funzionario archeologo responsabile del Dipartimento di antichità classica delle Gallerie degli Uffizi.

Nella giornata di sabato, i relatori saranno: Consuelo Agnesi (Membro dell’osservatorio sull’Accessibilità dell’Ente Nazionale Sordi, OSA), con un intervento sulla “Progettazione inclusiva dei musei e degli spazi culturali per le persone sorde, linee guida per la fruizione museale e per l’interazione con le persone sorde – norme comportamentali”; Valentina Bani Esperienze pratiche: la realizzazione delle visite guidate e delle iniziative culturale inclusive per le persone sorde; Stefania Fadda – Direttrice CABBS Onlus, Introduzione alla persona sorda, approcci e metodologie di comunicazione ed educazione, esperienze di laboratori didattici per bambini sordi e sordociechi.

Per il modulo di sabato 16 aprile è garantito il servizio di traduzione in e da Lingua dei Segni Italiana. Chi avesse ulteriori e specifiche esigenze è invitato a segnalarlo nella scheda di iscrizione.

Iscrizione e pagamento

I modulo

Durata complessiva: 15 ore.
Attestato di partecipazione: con almeno 12 ore di frequenza.
Numero minimo di partecipanti: 30.
Numero massimo di partecipanti: 60.
Costo: euro 81,97 + IVA 22% = 100,00 euro. Disabili gratuito.

II modulo

Durata complessiva: 4 ore.
Attestato di partecipazione: con 4 ore di frequenza.
Numero minimo di partecipanti: 30.
Numero massimo di partecipanti: 60.
Costo: euro 24,59 + IVA 22% = 30,00 euro. Disabili gratuito.

E’ possibile iscriversi separatamente e ricevere relativi attestati.

Sconti soci ICOM e ANISA del 20 % .

Modalità di pagamento

Versamento sul c/c postale intestato a Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Banchina Giovanni da Chio, 28 60121 Ancona – c/c n° 01020425599
Bonifico Poste Italiane SpA – IBAN: IT50W0760102600001020425599; dall’estero Codice: BIC/SWIFT BPPIITRRXXX W0760102600001020425599
Bonifico BANCA CARIGE Corso Garibaldi ANCONA intestato a Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Banchina Giovanni da Chio, 28 60121 Ancona – IBAN: IT15B0343102601000000671680

Causale del pagamento: “Iscrizione Corso Accessibilità 2016 + specificare il modulo”

La scheda d’iscrizione e la ricevuta del versamento dovrà pervenire entro il 31 marzo 2016 tramite email: info@museoomero.it

Il corso si configura come formazione di base sulle tematiche trattate. I corsisti che lo desiderano, potranno accedere ai corsi di approfondimento che verranno successivamente attivati. L’iniziativa si svolge in collaborazione con i volontari del Servizio Civile Nazionale, del Servizio Civile Regionale Garanzia Giovani e i soci dell’Associazione Per il Museo Tattile Statale ONLUS.

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria dal lunedì al venerdì ore 9-13 e martedì e giovedì anche ore 15-17. Telefono 071 2811935 email info@museoomero.it

Allegati

Link esterno

18 marzo: Cena al buio contadina

Lo staff del Cardeto all’AGRITURISMO ACCIPICCHIA (In via Campana 146, Colline di Portonovo) presenta 

CENA AL BUIO CONTADINA
Quelli di una volta…
Un tuffo nel passato…
Dove si esalteranno i sapori e i modi di un tempo che fu…

VENERDÌ 18 MARZO 2016 ORE 20,30
In collaborazione con il TEAM DELL’UICI
Sezione provinciale di Ancona

MENÙ A 35 EURO
Posti limitati, prenotazione obbligatoria al Tel:071/2139069 Cell. 320.7088529
Per intolleranze si prega di comunicarlo al momento della prenotazione. 

17-19 marzo, Parigi: incontro internazionale Toccare per apprendere, toccare per comunicare

locandina

17-19 marzo 2016 – Parigi
Sensorialità e handicap, incontro alla Città delle Scienze e dell’industria

Canada, Bulgaria, Norvegia, Finlandia, Francia,Inghilterra, Svizzera
Per l’Italia Fabio Levi e Rocco Rolli – Aldo Grassini del Museo Omero

La Città delle Scienze e dell’Industria di Parigi, dal 16 al 19 marzo 2016, è sede dell’incontro internazionale su sensorialità ed handicap, che raccoglie e mette confronto esperienze scientifiche sullo specifico tema TOCCARE PER APPRENDERE, TOCCARE PER COMUNICARE. Università, Centri Studi ed esperti provenienti da tutto il mondo valutano i risultati della ricerca e degli studi sulla tattilità, quale linguaggio indispensabile in situazioni di handicap visivo nelle due fasi: dall’apprendimento alla comunicazione.

Una tre giorni, di intensi lavori (relazioni,approfondimenti, tavole rotonde, sperimentazioni), con il sabato finale aperto al pubblico.
Il calendario prende avvio con una prima conferenza, Il tatto: fondamenti di fisica e effetti sulla percezione, del prof. Vincent Hayward (Università Pierre e Marie Curie, Parigi, /CNRS), che interviene subito dopo i saluti delle due istituzioni che promuovono e organizzano: l’INS HEA (Istituto Nazionale Superiore Formazione Ricerca) con il direttore José Puig e l’Universcience, con il presidente Bruno Marquat. Il coordinamento generale è affidato a Nathalie Lewi-Dumont.
La conoscenza della potenzialità del tatto non esclude l’individuazione di altri elementi percettivi quali sostituzioni sensoriali delle deficienze visive; ciò per individuare tempi e modalità del passaggio dal tatto alle immagini. Vengono illustrate pratiche scientifiche già adottate nelle scuole come dispositivi visuo-tattili, le manipolazioni e le letture interattive destinati ad alunni normali e in situazioni di handicap cognitivo. L’obiettivo è quello di arrivare ad un approccio sensibile dell’immagine nella classe. Partendo dalla frase SE TI TOCCO TI INFLUENZO, è importante comprendere rapidamente e percepire non solo la richiesta, ma anche gli effetti del toccare. Il tema trattato da Mylène Hardy (Science Po Paris) è il dialogo mamma-bambino attraverso il tatto. In tutti i casi e anche in questo ultimo, dovrà trattarsi sempre di un processo empatico. Il disegno in rilievo come mezzo di comunicazione essenziale per i non vedenti è la tematica illustrata da Fabio Levi e Rocco Rolli (Università di Torino, Italia); Aldo Grassini, presidente del Museo Tattile Statale Omero di Ancona, riafferma come l’estetica tattile sia un linguaggio che consente a tutti la fruizione delle opere d’arte. A conferma delle tesi di Grassini Marie-Pierre Warnault per la conoscenza dell’architettura e Laura Solaro del Museo del Louvre che riporta la pratica innovativa della Galleria tattile di quel Museo. Infine Delphine Dumont con la danza, come sogno raggiungibile per tutti.

Link esterni