Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

5 giugno: Arte e bellezza come esperieza di pace – Il Museo Omero: un museo di accoglienza …senza barriere

Logo iniziativa

5 giugno 2014 ore 17.00 – 19.00
Museo Tattile Statale Omero

Nell’ambito della manifestazione “Se vuoi la pace prepara la pace”, promossa dell’Associazione Università per la pace, giovedì 5 giugno dalle 17 alle 19 è in programma una visita al Museo Omero con presentazione dei fondatori, Aldo Grassini e Daniela Bottegoni, dal titolo “Arte e Bellezza come esperienza di pace. Il Museo Omero: un museo di accoglienza… senza barriere”.

L’iniziativa, giunta alla seconda edizione, si svolge con la collaborazione del Consiglio Regionale Marche e della Giunta Regionale Marche e si caratterizza per un inteso calendario di eventi volti alla promozione della cultura della pace (28 Maggio – 8 Giugno 2014) su tutto il territorio marchigiano.

Alcuni incontri e spettacoli teatrali avranno lo scopo di far conoscere i meccanismi perversi che generano violenza e sofferenza, altri momenti individueranno percorsi di cittadinanza ed integrazione, poi percorsi di arte e bellezza come esperienza di pace.

“Dal rifiuto di ogni forma di violenza e dalla forte volontà di rinnovamento delle persone, ne siamo sicuri, uniti alla riscoperta delle perle nascoste nella nostra ed altrui millenaria cultura, si genereranno soluzioni inedite ai mali vecchi e nuovi, nelle Marche e nel mondo.” Il Presidente dell’Università per la Pace, Dr. Mario Busti.

Università per la Pace
Sede Legale: Palazzo dei Capitani – Piazza del Popolo, Ascoli Piceno
Sede Operativa: Piazza Cavour 23, Ancona – Tel. 071/2298428
E-mail: info.universitapace@assemblea.marche.it

3 giugno: si parla del Museo Omero in una giornata di studi organizzata dalla Sorbonne di Parigi

La mediazione nei Musei: prospettive internazionali
Giornata di Studio

3 giugno 2014, Parigi, INHA, Galerie Colbert, Salle Démargne
Responsabile scientifico: Andréa Delaplace, dottorante in Storia dell’Arte, Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne.

Il Museo Omero viene citato come esempio di buone prassi durante la Giornata di studio sia da Alessandra Frontini, studentessa in Museologia alla Université de Liège e tirocinante presso il nostro Museo la scorsa estate, nel suo inervento Prière de Toucher (Preghiera di toccare), che da Eleonora Di Iulio, collaboratrice dei progetti culturali dell’Associazione Culturale Dioniso di Milano nella sua relazione Il museo per tutti: l’accessibilità dei pubblici sordi e maludenti in Italia.

1 giugno: Lo yoga itinerante ospitato al Museo Omero

volantino

Domenica 1 giugno 2014 dalle 10.30 alle 18.30
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana

Il Museo Tattile Statale Omero ospita nelle proprie sale l’iniziativa “Lo yoga itinerante” promossa e organizzata da Yoga Nomade.

Si tratta di una giornata all’insegna dello yoga, aperta a chiunque voglia scoprire questa pratica di armonia e benessere. Le Lezioni di yoga saranno nei diversi stili con diversi insegnanti: conferenze, area olistica, meditazioni, canti e musiche dall’oriente, nella spledida cornice della Mole Vanvitelliana.

La partecipazione è libera negli orari e l’ingresso è a libera offerta.

Info: 338 4020816.

In collaboraione con il Museo Tattile Statale Omero. Con il patrocinio del Comune di Ancona. Partner: Re Yoga e Natura Sì – Ancona.

27 maggio – SCR: Mettiti in gioco con il Servizio Civile!

HAI TRA I 18 E I 28 ANNI?
METTITI IN GIOCO CON IL SERVIZIO CIVILE!!!

Il Ciof di Ancona in collaborazione con la Struttura Regionale per il Servizio Civile organizza un INCONTRO INFORMATIVO SUL BANDO DI SELEZIONE DI 288 VOLONTARI

Quando: Il 27 maggio 2014 dalle 10 alle 12.
Dove: Ciof Ancona, Via Ruggeri n.3 (sala riunioni).

30 maggio: Il Museo Omero partecipa al Convegno Segno e Senso all’Università degli Studi dell’Aquila

Locandina

30 maggio 2014 ore 10 – 13
Università dell’Aquila

Venerdì 30 maggio il Museo Omero interverrà al Convegno “Segno e Senso, creatività artistica e scientifica per una percezione estesa” organizzato da Progetto Arte Contemporanea presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Umane dell’Università dell’Aquila con un intervento dal titolo “Il Museo Tattile Statale Omero: un museo per tutti” a cura di Annalisa Trasatti e Monica Bernacchia.

Il Convegno è dedicato alla riflessione e alla ricerca di una nuova creatività artistica e scientifica che faciliti una percezione estesa anche ad un pubblico diversamente abile.

Finalità del Convegno è porre l’attenzione su una nuova realtà artistica, scientifica e tecnologica che ha dato vita ad opere complesse, in grado di interagire con il pubblico e di modificarsi in relazione all’ambiente.

Il Convegno mette in evidenza la capacità di queste opere di coinvolgere in modo attivo anche fruitori con disabilità sensoriali.

Siamo assolutamente convinti che le nuove tecnologie ed i nuovi strumenti comunicativi debbano sempre più essere utilizzati per rendere l’arte facilmente “accessibile” attraverso la stimolazione di tutti i sensi. L’accessibilità, nei diversi modi in cui la si può intendere, costituisce uno degli elementi di discriminazione del nostro tempo; un fattore di resistenza che i normodotati affrontano con le loro “integrità”, ma che i disabili devono affrontare quotidianamente con le loro limitazioni.

In occasione del Convegno sarà presentata una pubblicazione, “Interazioni” edita da Nuova Argos, dedicata a progetti e opere di arte interattive e adattive che integrano diversi aspetti della percezione.

Il Convegno è rivolto al mondo universitario, nello specifico agli allievi e docenti delle Facoltà di Informatica, di Ingegneria elettronica, del Centro di Eccellenza DEWS e dell’Accademia di Belle Arti e si terrà il giorno 30 maggio presso l’Aula Magna dell’Università di Scienze della Formazione dell’Aquila.

Presentano la pubblicazione “INTERAZIONI” il Prof. Franco Speroni e la Dott.ssa Paola Marulli.

Allegato

Mostra “I Sensi nel drappeggio – Strutture sculturali”

17 maggio – Prorogata al 29 giugno
Museo Tattile Statale Omero, Ancona
Ingresso libero.

Il Museo Tattile Statale Omero ha inaugurato sabato 17 maggio, in occasione della Notte dei Musei 2014, la mostra “I sensi nel drappeggio – strutture sculturali”. La mostra, prorogata al 29 giugno, è frutto del lavoro grafico e manuale degli studenti del primo e secondo anno dell’Accademia di Belle Arti di Macerata (A.A. 2012 – 2013). I lavori, 27 disegni e 32 drappeggi e manufatti, sono allestiti presso il Museo Tattile Statale Omero, all’interno della Mole Vanvitelliana, nella sala che ospita “L’Italia riciclata” di Michelangelo Pistoletto.

Gli allievi dell’Accademia che hanno prodotto le opere sono stati guidati dalla Prof.ssa Teresa Marasca, docente di Disegno e Morfologia e dinamiche della forma, la quale ha voluto intraprendere nuove sperimentazioni di manipolazione delle forme legate al segno. Partendo dalla riproduzione segnica, dapprima oggettiva e successivamente personale, di panneggi e drappeggi, e avendo a modello l’esempio di alcuni grandi artisti rinascimentali, quali Lorenzo Lotto e i fratelli Crivelli, si è posta particolare attenzione sulla resa volumetrica e sull’intreccio delle linee sinuose e morbide.

Gli allievi, stimolati inoltre all’osservazione e alla riproduzione di numerose tavole dell’artista e biologo tedesco Ernst Haeckel (1834-1919), hanno introdotto nei loro lavori alcuni particolari naturalistici, estrapolati dalla copiosa produzione dell’eclettico artista, tanto da concepire nuove ed originali forme fitomorfe e zoomorfe. La bidimensionalità del segno ha pertanto lasciato il posto alla tridimensionalità dei volumi ottenuti.

Come rendere materico il risultato ottenuto? La manipolazione di carta velina, rete metallica e colla vinilica ha avuto come risultato la creazione di immaginarie masse ed originali manufatti. Forme marine, animali, umane o di fantasia hanno preso vita dalla rielaborazione di questi nuovi materiali, rendendo visibile e tangibile il passaggio alla terza dimensione. La sinuosità e l’eleganza di una conchiglia, accuratamente impreziosita di particolari decorativi, non sono molto distanti dalla delicatezza e dalla levità di un ventaglio. Aria, acqua e terra nuovamente combinate tra loro danno così vita ad uno spazio originale, in cui elementi fantastici e reali interagiscono tra loro e con l’ambiente. All’interno della mostra è presente inoltre la riproduzione tridimensionale dell’opera vincitrice del concorso “Il ventaglio del Presidente”. Il tradizionale omaggio del ventaglio ai presidenti della Repubblica, della Camera e del Senato ha infatti visto come vincitrice dell’edizione 2013, l’opera dell’allieva Iuliia Baziaeva, la quale ha presentato un progetto ispirato ad un fiore, il papavero, che ha saputo reinterpretare con perizia grafica, adattando le forme ai volumi. La resa tridimensionale del ventaglio evidenzia lo studio del drappeggio applicato a forme fitomorfe, in modo da ri-creare un oggetto antico e dare nuova vita ai petali di un fiore.
Ingresso libero.

L’iniziativa si svolge con l’ausilio dei Volontari del Servizio Civile Nazionale, del Servizio Volontario Europeo, dell’Associazione per il Museo Tattile Statale Omero ONLUS e dei tirocinanti.

ALLIEVI CHE HANNO ESEGUITO LE OPERE IN MOSTRA:

Corso di Morfologia dell’Accademia di Belle Arti di Macerata A.A. 2012-2013

Studenti del I anno: Luca Olivieri, Morris Castorio, Roberto Tsarukian, Giulia Betti, Selene Pierini, Teresa Annibali, Eleonora Polverini, Elisabetta Silvestri, Noemi Tiofilo, Leonardo Gironacci, Somshun Khan, Alice Barigelli.
Studenti del II anno: Angela Pozzuto, Jacopo Pinelli, Giulia Castagna, Alessandra Morosetti, Giulia Maponi, Francesca Verdini, Bridjet Lohell, Daria Carpineti, Iuliia Baziaeva, Laura Bagalini, Nicola Tittarelli, Valeria Cicconi, Noemi Demeter, Desiree Belardinelli, Fatemeh Soleimani, Gloria Massei, Benedetta Del Mastro, Federica Castagni, Emy Pagano, Sahide Fetai, Pan Tiannan, Erika Feliziani, Eleonora Maurizi, Edoardo Catalini.

Informazioni

Periodo apertura mostra: 17 maggio – 29 giugno.
Orario apertura: fino al 14 giugno dal martedì al sabato 16 – 19. Dal 15 giugno: dal martedì al venerdì 18 – 22; sabato e domenica 10 – 13 e 18 – 22.
Ingresso: libero.
Dove: Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Banchina Giovanni da Chio 28 – Ancona
Tel. 071 28 11 935
Email: info@museoomero.it

17 Maggio: Giornata dedicata agli studenti del futuro

Sabato 17 maggio 2014 le sale del Museo Tattile Statale Omero ospitano la GIORNATA DEDICATA AGLI STUDENTI DEL FUTURO I bambini della scuola primaria, nell’ambito del Your Future Festival organizzato dall’Univpm (12 – 17 maggio). I ricercatori dell’Università Politecnica delle Marche presenteranno ai bambini le tematiche di ricerca scientifica con giochi e attività appositamente studiati e creati per loro.

  • 9:00 MicroGenius: la ricerca per i bambini
  • 9:15 Prima sessione di attività
  • 10:00 Merenda
  • 10:30 Seconda sessione di attività
  • 11:30 Ripartenza delle classi

E’ uscito il DVD del film Per altri occhi

Copertina DVD

14 maggio 2014

E’ finalmente uscito il DVD del film Per altri occhi! Avventure quotidiane di un manipolo di ciechi.
Nelle sale del Museo Tattile Statele Omero sono state girate alcune scene che ritraggono Aldo Grassini e Daniela Bottegoni guidare uno dei protagonisti del film, Mario Santoni, non vedente di Agugliano, alla scoperta delle opere esposte.

Nastro D’argento 2014 Miglior documentario.

Feltrinelli Real Cinema, con libro aggiunto e audiocommento per non vedenti.

Lo trovate in libreria!

Il film è accessibile a tutti. Con commento audio al film e al menu DVD. Con sottotitoli italiani per non udenti.

5 Maggio: ecco le volontarie del Servizio civile che staranno con noi per un anno

Dal 5 maggio 2014 e per un anno presteranno Servizio Civile Nazionale al Museo Omero quattro volontarie – Rosetti Nicoletta, Durisotti Ilaria, Sabbatini Giulia, Davide Francesca – con il progetto “Un nuovo spazio per la multisensorialità quale canale d’integrazione (fase II).

Nella foto le ragazze con Giovanna Patarca della Commissione selezionatrice.

18 Maggio Giornata internazionale dei Musei: In viaggio, nel mare, una barca …

locandina

Domenica 18 maggio 2014 ore 17,00
Museo Tattile Statale Omero, Ancona

Laboratorio didattico per famiglie e bambini dai 4 ai 10 anni.

In occasione della Giornata internazionale dei Musei, incentrata sul tema “Museums collections, make connections” (“creare connessioni con le collezioni”) leggeremo insieme libri tattili dedicati al mare e al viaggio – “Gaia e il mare”, “C’era una volta una barca” – e poi in laboratorio costruiremo un libro tattile con l’aiuto di mamma e papà.

Il tema del 2014 Make connections with collections – Creare connessioni con le collezioni ricorda che i musei sono istituzioni vive, che aiutano a creare legami con visitatori, tra generazioni e culture del mondo, e dare una possibile risposta alle questioni contemporanee del mondo.

La manifestazione rientra all’interno del Gran Tour Musei 2014 promosso dalla Regione Marche con il sostegno dei Sistemi Museali delle Province di Ancona e Macerata, ICOM Italia e la collaborazione del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo – Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici delle Marche. Il Grand Tour Musei si svolge nell’ambito del Festival dei Musei delle Marche Happy Museum.

L’iniziativa si svolge con l’ausilio dei Volontari del Servizio Civile Nazionale, del Servizio Volontario Europeo, dell’Associazione per il Museo Tattile Statale Omero ONLUS e dei tirocinanti.

Informazioni

Prenotazione obbligatoria.
Dove: Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Banchina Giovanni da Chio 28, Ancona.
Ingresso: 3 euro a persona, esclusi bambini 0 – 4 anni, disabili e accompagnatori. Sconto socio IKEA FAMILY: 2,50 euro a persona.
Tel. 071 28 11935
Email: didattica@museoomero.it