Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

XIII Settimana della cultura al Museo Omero

Locandina Spettacolo teatrale

“La cultura è di tutti. Partecipa anche tu!”

Il Museo Tattile Statale Omero partecipa anche quest’anno alla Settimana della Cultura (dal 9 al 17 aprile 2011) promossa dal Ministero peri Beni e le Attività Culturali. Giunto alla XIII edizione, l’appuntamento si propone di trasmettere l’amore per l’arte e favorire nuove esperienze culturali attraverso la conoscenza dell’immenso patrimonio italiano, per una partecipazione estesa e capillare su tutto il territorio, soprattutto da parte delle giovani generazioni.

Il nostro Museo propone tre appuntamenti di rilievo durante la settimana:

13 aprile 2011: Visita tattile alla mostra “Derive” alla Mole Vanvitelliana di Ancona

La mostra, curata da Nicoletta Frapiccini, propone l’opera di tre giovani artisti anconetani, Kane Caddoo, Gabriele Cesaretti e Marco Montenovi, che si fanno interpreti del tema della deriva, nel linguaggio che a ciascuno è più consono e nella valenza per ognuno più pregnante. Il Museo Omero per l’occasione realizzerà i supporti tiflodidattici (didascalie e pannelli in Braille, traduzione a rilievo di alcune opere); inoltre il 13 aprile Andrea Socrati interverrà la mattina al Convegno “Educazione Museale e Arte contemporanea. Metodi, strategie, criticità” (Ridotto del Teatro delle Muse)e Massimiliano Trubbiani coordinerà nel pomeriggio alle ore 15.30 la visita tattile alla mostra “Derive” alla presenza degli artisti. La visita è gratuita. Prenotazione obbligatoria (tel. 071 28 11 935 – info@museoomero.it).

14 e 15 aprile 2011: Corso Nazionale L’accessibilità al patrimonio museale e l’educazione artistica ed estetica delle persone con minorazione visiva.

Il corso, giunto alla ottava edizione è dedicato alla formazione di operatori del settore e docenti. Tutte le informazioni nel link alla fine della pagina.

17 aprile 2011, Spettacolo teatrale “Lavoro? (Ma se) non vedo l’ora…”: pomeridiana ore 17.00 serale ore 21.00.

Di e con il Gruppo Teatrale dell’Unione Italiana Ciechi sezione di Ancona. Regia di Antonio Lovascio. Protagoniste Giulia Pagoni, Stefania Terrè, Barbara Roefaro.Dopo il successo ottenuto al debutto, lo scorso marzo, la rappresentazione teatrale viene riproposta in una doppia replica, pomeridiana alle ore 17 e serale alle 21, nello spazio unico del Museo Omero. Lo spettacolo, senza pietismo ma con autoironia, mette in scena tre percorsi diversi nel buio della cecità, tre donne che trovano la forza necessaria per andare avanti nonostante le difficoltà, le paure e l’indifferenza generale. Tre donne e un obiettivo comune: vincere il pregiudizio e vivere la loro vita fino in fondo. Tre storie che attraverso la fantasia, i ricordi, il coraggio e la forza ci raccontano: sogni, speranze, bellezza e tante, tante possibilità.

La produzione teatrale è di un Ponte tra Culture società Cooperativa in collaborazione con UIC – sezione di Ancona e il Museo Tattile Statale Omero e rientra nella Rassegna “Memorie del lavoro”, progetto che ha vinto il bando Cohabitat 2010 indetto dalla Provincia di Ancona.

I posti per lo spettacolo sono limitati. L’ingresso allo spettacolo è gratuito. La prenotazione è obbligatoria.

Informazioni

Museo Tattile Statale Omero
Via Tiziano 50 Ancona;
Tel. 071 28 11 935;
Email info@museoomero.it .
Orario di apertura del Museo: dal martedì al sabato: 9 -13; 15 -19; domenica: 16 – 19.30. L’ingresso al Museo è gratuito.

Il Cristo Rivelato di Felice Tagliaferri approda a Messina

dal 25 marzo al 30 aprile 2011
Messina, Ex chiesa Santa Maria Alemanna

Venerdì 25 marzo alle ore 11,30 a Messina, nella ex chiesa di Santa Maria Alemanna, nel corso di una conferenza stampa, sarà presentata l’opera marmorea a grandezza naturale “Il Cristo Rivelato” realizzata dallo scultore  Felice Tagliaferri. L’opera sarà illustrata, alla presenza dell’autore, con interventi del presidente del Centro Helen Keller, Giuseppe Terranova, del sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, e del presidente provinciale dell’UIC, Fabrizio Zingale.
L’iniziativa è organizzata dal Centro Regionale Helen Keller dell’UIC (Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti), dal Comune di Messina e dalla sezione provinciale dell’UIC.

L’opera è stata realizzata su idea del celebre “Cristo Velato” di Giuseppe Sanmartino, esposto nella cappella di Sansevero a Napoli, dove il maestro Tagliaferri nel 2008 si era recato in visita. Al divieto di poterla toccare l’artista ha deciso di proporre una sua versione dell’opera disponibile alla fruizione tattile. La scultura è stata realizzata a partire da un blocco di marmo di 4 tonnellate sbozzato da artigiani con la supervisione di Felice Tagliaferri, che l’ha portata a compimento tra il 2009 e la fine del 2010 curandone in modo particolare l’aspetto tattile, ed è stata portata a compimento in due anni, raggiungendo il peso di 18 quintali. Il nome dell’opera ha il doppio significato di “velato per la seconda volta” e “svelato ai non vedenti”.

La scultura è stata inaugurata a Sala Bolognese (BO), Comune che ospita la Chiesa dell’Arte, e porta avanti il motto dell’autore, secondo cui l’arte è patrimonio universale e come tale deve essere accessibile a tutti secondo le proprie possibilità. Dunque nel caso delle persone con difficoltà visive deve poter essere fruita tattilmente. Per questa valenza socio-culturale Tagliaferri ha pensato di farne un’opera itinerante. è già stata esposta a Napoli al Museo Archeologico Nazionale, ad agosto sarà presentata al meeting di Rimini ed a settembre sarà ad Ancona presso il Museo Tattile Statale Omero in concomitanza con la visita del papa Benedetto XVI.

Il Centro Helen Keller e l’UIC, che da circa dieci anni collaborano con Tagliaferri, si sono uniti a lui per dare ulteriore forza al messaggio e hanno così voluto invitare il maestro ad esporre “Il Cristo Rivelato” a Messina.

Sono previste visite guidate su prenotazione e un denso programma di attività collaterali.

Informazioni

UIC di Messina 090 2936084
Centro Regionale Helen Keller.
Via Salita Tremonti – Fondo Cardia – 98152 Messina.
Tel. 09 036 898 57 – Fax 09 048 618.
email: scuolacaniguida@centrohelenkeller.it

Allegato

La foto dell’inaugurazione

I protagonisti dell'inaugurazione

Parigi, Hong Kong, Ancona: 18 opere dal Louvre al Museo Omero

Il soldato che tende l'Arco

Sono arrivate al Museo Tattile Omero direttamente da Hong Kong 18 opere facenti parte della mostra itinerante “Le mouvement sculpté – Il Movimento scolpito” del Museo del Louvre di Parigi.

Le opere, copie e rilievi in gesso e resina, di celebri sculture che spaziano dal II a. C. al XIX d. C., riflettono il mutamento estetico della civiltà europea nei secoli e sono divise in cinque categorie che mostrano cinque movimenti diversi del corpo: lo sforzo, la corsa, il ballo, il riposo e la caduta.
Tra le più celebri: Il Milone di Crotone, Il soldato che tende l’Arco, Il Mercurio che allaccia i sandali, Lo schiavo ribelle.

La mostra, inaugurata a Parigi nel 2008, dal 2009 ha girato il continente asiatico ospitata in diversi musei di Taiwan e della Cina, per approdare in Italia, nella città di Ancona, grazie alla salda collaborazione che lega il Museo Omero e il Museo del Louvre. Già in passato infatti i due musei hanno collaborato per varie iniziative come la Mostra D’après l’Antique (ospitata nel 2005 alla Mole Vanivtelliana), il progetto de “Il Satiro Danzante” di Mazara del Vallo (ospitato nel 2007 al Museo del Louvre di Parigi in occasione della mostra dedicata a Prassitele).

Fatto eccezionale è che queste opere rimarranno, come da convezione, per 5 anni al Museo, ma il periodo potrà essere prolungato e la speranza è che restino per sempre al Museo Omero.

Allegato

Il Museo Omero su Sereno Variabile

Sabato 9 aprile 2011 alle ore 17 il Museo Omero sarà uno dei protagonisti della puntata tutta marchigiana di Sereno Variabile, la fortunata trasmissione di viaggi e tursimo ideata e condotta da Osvaldo Bevilacqua. La trasmissione in onda su Rai Due è in giro per l’Italia e nel mondo per parlare di vacanze, avventure, arte, cultura e natura.

Giovedì 17 marzo una truope ha visitato il Museo Omero e nello stesso giorno e quello successivo Ancona e gli angoli più celebri della città: la Mole Vanvitelliana, l’Arco di Traiano, il Duomo, il Parco del Cardeto, piazza del Plebiscito, Marina Dorica, Varano, Portonovo e alcuni mercatini caratteristici del centro storico.

Per il nostro Museo e per la città di tratta di un ritorno delle telecamere di Sereno Variabile dopo quattro anni.

Non perdetevi questo appuntamento!

Progetto Mobilità Garantita Gratuitamente

16 marzo: presentato in conferenza stampa l’accordo tra MGG e Museo Tattile Statale Omero

Il Museo Tattile Statale Omero ha aderito al progetto Mobilità Garantita Gratuitamente (MGG). Il progetto, che MGG Italia Spa propone da anni ad amministrazioni pubbliche, enti e associazioni, prevede la possibilità di dotarsi di autoveicoli idonei alle esigenze dei cittadini più disagiati, mediante il reperimento di pubblicità da parte di azienda locali.

In base al contratto che viene stipulato fra Roberto Farroni, Presidente del Museo Tattile Statale Omero, e Raffaele Di Pancrazio, Procuratore della MGG Italia Spa, il Museo avrà in comodato d’uso gratuito per quattro anni un pulmino Volkswagen Caravelle Confort Line 2.0 BITDI PL (passo lungo) attrezzato per il trasporto di persone svantaggiate: anziani, disabili in carrozzina, non vedenti e ipovedenti e in genere per tutti coloro che hanno difficoltà motorie per ragioni fisiche psichiche sociali e familiari. Il pulmino è idoneo al trasporto di 5 passeggeri (autista escluso) e attrezzato con elevatore omologato a norma di legge per il trasporto di 1 sedia a rotelle.

La MGG Italia Spa provvederà all’acquisto dell’autoveicolo finanziandolo con la raccolta di inserzioni pubblicitarie delle aziende del territorio che saranno collocate sulla carrozzeria del mezzo e si farà carico degli oneri relativi alle spese di circolazione.

Il Museo Omero si impegna, sin da oggi e per i prossimi nove mesi, a dare ampio risalto all’iniziativa affinché gli operatori economici del territorio possano conoscere lo spirito che anima il progetto e aderire all’acquisto di uno spazio pubblicitario da collocare sul mezzo (per coprire la misura complessiva pari al 60% della superficie dell’autoveicolo), con un approccio di responsabilità solidale d’impresa.

La decisione di attivare l’accordo è stata adottata tenendo conto delle ampie referenze fornite dalla MGG Italia che vanta analoghe collaborazioni sul territorio nazionale, con oltre 2000 mezzi forniti e oltre 50.000 aziende che hanno contribuito al progetto.

Allegato

Lavoro? … (ma) se non vedo l’ora

 locandina Spettacolo Uic

20 marzo 2011 ore 21.15
Teatro Studio La Mole di Ancona

di e con il Gruppo Teatrale dell’Unione Italiana Ciechi, sezione di Ancona.
Regia di Antonio Lovascio.
Con il contributo del Museo Tattile Statale Omero.

Domenica prossima sarà in scena per la prima volta lo spettacolo che vede come protagoniste Giulia Pagoni, Stefania Terrè, Barbara Roefaro dell’Unione Italina Ciechi – Sezione di Ancona. Lo spettacolo, con la regia di Antonio Lovascio, racconta tre storie, tre percorsi diversi nel buio della cecità, tre donne diverse che trovano la forza necessaria per andare avanti nonostante le difficoltà, nonostante le paure, nonostante l’indifferenza generale. Tre donne e un obiettivo comune: vincere il pregiudizio e vivere la loro vita fino in fondo. Tre storie che attraverso la fantasia, i ricordi, il coraggio e la forza ci raccontano: sogni, speranze, bellezza e tante, tante possibilità.

Il Museo Tattile Statale Omero, in qualità di partner, ha contribuito alla realizzazione e messa in scena del progetto teatrale. Lo spettacolo avrà inoltre come palcoscenico il Museo stesso dove, domenica 17 aprile alle ore 21, nell’ambito della Settimana della Cultura, verrà replicato adattandolo agli spazi espositivi. Seguiranno anche altre repliche estive.

La rappresentazione teatrale rientra nella Rassegna Memorie del lavoro progetto con cui Ponte tra Culture ha vinto il bando Cohabitat 2010, indetto dalla Provincia di Ancona per sostenere le attività culturali più valide per la valorizzazione del territorio. Memorie del Lavoro è un progetto che si sviluppa in 5 diversi Comuni coinvolgendo, oltre agli Enti Comunali, anche Istituzioni locali, operatori, specialisti e gruppi di persone della società civile che agiscono in ambito storico e storiografico, culturale, artistico e teatrale.

Italia SottoSopra: laboratorio per adulti e bambini

Locandina evento

16 e 17 marzo – dalle 17.00 alle 18.30
Ancona, Museo Tattile Statale Omero

Il Museo Tattile Statale Omero partecipa ai festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia con un’anteprima dedicata alle famiglie.

Nel pomeriggio di mercoledì 16 marzo dalle 17 alle 18.30 in apertura alla Notte Bianca dell’Unità d’Italia, indetta dall’ANCI e organizzata dal Comune di Ancona, bambini e genitori sono invitati a partecipare ad un laboratorio per impastare e reinventare insieme un’Italia insolita, che rimarrà in esposizione nella giornata di giovedì 17 marzo (orario festivo: 16.00 -19.30).

Costo: 6 euro. Gratuito: diversamente abili e loro accompagnatori. Prenotazione obbligatoria. Posti limitati.

Info

Museo Tattile Statale Omero
via Tiziano 50, Ancona
Telefono 071 28 11 93 5
e-mail: info@museoomero.it

11 marzo: ragazzi dell’associazione europea Views International in visita al Museo Omero

Venerdì 11 marzo 2011

Circa 50 giovani fra i quali non vedenti, ipovedenti e accompagnatori, provenienti da 18 paesi dell’Unione Europea sono stati in visita questa mattina al Museo Omero.

I giovani appartengono all’associazione VIEWS International che ha sede a Liegi (Belgio). In questi giorni (dal 9 al 13 marzo) si sono incontrati grazie al progetto “Let’s Exchange! Incontro internazionale per giovani con disabilità visiva” presso la struttura Oasi di Pollenza (Provincia di Macerata) per lavorare intensamente alla pianificazione e alla programmazione delle attività dell’associazione per gli anni 2011 e 2012. Il progetto è stato supportato dal programma Gioventù in Azione della Commissione Europea. L’evento è stato reso possibile grazie alle sezioni di Firenze e Macerata dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, a Mirko Montecchiani (presidente UIC Macerata e coordinatore del progetto) e all’associazione Cavallo a Dondolo di Pollenza.

Lettura tattile opere
Lettura tattile
Lettura tattile