Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Sensi d’estate 2007, sesta edizione

Locandina rassegna sensi d'estate

Ancona, Via Tiziano, tutti i giovedì di luglio e agosto ore 21,30.

Terrazza Palazzo, Leopardi Regione Marche: musica, teatro, danza.
Sale Museo Omero: l’albero delle emozioni.
Cortile Museo Omero: degustazioni tipicità, vini e gelato.

Sensi d’estate 2007, la rassegna culturale estiva del Museo, è giunta ormai alla sesta edizione e conferma, anche per quest’anno, tre spazi affascinanti per coinvolgere il pubblico nei suoi percorsi multisensoriali di arte, musica, letteratura, odori e sapori della natura.
In programma nove appuntamenti di qualità, tutti i giovedì di luglio e agosto con il Museo Omero, dal 5 luglio al 30 agosto, a partire dalle 21.30.

Ogni serata propone spettacoli all’aperto, un percorso multisensoriale lungo le sale del Museo e degustazioni nel cortile del Museo.
Gli spettacoli: hanno inizio alle 21,30 sulla panoramica terrazza del Palazzo Leopardi sede della Regione Marche e includono incontri con l’artista, danza, poesia e concerti di musica classica, moderna, jazz, con ritmi e sonorità da tutto il mondo.

L’albero delle emozioni: al termine dello spettacolo adulti e bambini possono immergersi in un universo emozionale suscitato dall’arte e dalle forme del Museo. Elemento chiave del percorso interattivo allestito lungo le sale del museo è l’albero, simbolo della complessità dei sentimenti umani.

Degustazioni: tutte le serate si concludono nel cortile del Museo con i sapori dei prodotti tipici delle aziende agricole e vitivinicole locali proposte dalla Coldiretti, Campagna Amica e con il gelato di produzione artigianale a cura della Gelateria Artigianale Al Belvedere di Agugliano.

Si inaugura il 5 luglio: la serata è dedicata a Nostalgia e Memoria.
S’inizia alle 21,30 con il maestro Marco Poeta che presenta ”Il Fado, l’anima e la sua musica” con Marco Poeta alla chitarra portoghese, Paolo Galassi alla chitarra classica, Elisa Ridolfi voce. Durante l’intervallo si svolgerà l’incontro lo scultore Valerio Valeri per parlare della sua opera legata a un quartiere storico di Ancona: ”Un segno per il Borghetto …per non dimenticare”. Si prosegue nelle Sale del Museo con un percorso emozionale dedicato alla Nostalgia e Memoria culminante nella sala dell’Architettura di Ancona con il modellino dell’opera di Valeri e pannelli per illustrare la sua idea creativa.

Sensi d’estate 2007 è realizzata con il patrocinio di Regione Marche, con il contributo della Provincia di Ancona e Banca delle Marche, in collaborazione con EffettoLuce di Recanati e l’Associazione ”L’incontro musicale” di Ancona, Direzione artistica Deborah Vico, Rossini Pianoforti di Castelfidardo, Gelateria Artigianale Al Belvedere di Agugliano, Athena snc di Ancona, Coldiretti – Campagna Amica.

Le aziende agricole e vitivinicole coinvolte sono: Ceci Enrico, San Paolo di Jesi, Ceci Maurizio, San Paolo di Jesi, Cherubini Simone, Cupramontana, Peloni Rosita, Rosola, Pianello Vallesina, Arpini Mirco, Serra San Quirico, Sargenti Martino, Fabriano, Fattoria S. Lorenzo di Crognaletti Natalino, Montecarotto, Terra Grata di Massimo Maffeo, Montecarotto.

Ufficio stampa Economia e Cultura Gabriella Papini.Info: 071.200648 -071. 2079603.

Programma

  • Lunedi’ 3 settembre, un nuovo concerto della Fisarmonica Citta’ di Castlefidardo
  • Giovedì 23 agosto, Poesie di Nazim Hikmet, orrore e bellezza verso l’interno, gelato
  • Giovedi’ 30 agosto, concerto Fisorchestra citta’ di Castelfidardo, energia psichica, birra e gelato
  • Giovedi’ 16 agosto, Viaggio attraverso il Mediterraneo, odio e amore
  • Giovedì 9 agosto, The sponges in concerto, paura e coraggio di esprimersi
  • Giovedi’ 2 agosto, Bossa Nova e Incontro con lo scultore Tagliaferri, Stupore e Meraviglia
  • Giovedi’ 26 luglio, Armando Battiston in concerto, emozioni Gioia e Tristezza
  • Giovedì 19 luglio, Le emozioni di un movimento, Piacere e Dolore
  • Giovedì 12 luglio, Pienezza e vuoto, Tributo a Edith Piaf, incontro con lo scultore Loreno Sguanci
  • Giovedì 5 luglio, Nostaglia e Memoria, Il Fado di Marco Poeta, l’incontro con lo scultore Valerio Valeri

Una delegazione cinese al Museo, visita promossa dal Ministero degli Affari Esteri

Sabato 23 giugno 2007 alle ore 11.30 una delegazione cinese sarà in visita al Museo Tattile Statale Omero, accolta dal Presidente Roberto Farroni e dal prof. Aldo Grassini. La visita rientra nell’ambito di un progetto di collaborazione legislativa, tra Governo Cinese e Governo italiano, sull’ammodernamento della legislazione Cinese in materia di disabilità.

La compagnia cinese, a Roma da domenica 17 giugno, ha dato avvio ad impegnativi e proficui contatti tecnici e scientifici. Composta da 16 fra dirigenti e funzionari pubblici, la delegazione, guidata dal Deputy Director General Ma Yu’er è venuta in Italia per confrontarsi sulle tematiche più urgenti e sui settori dove è maggiormente necessario un intervento aggiornato e rispondente alle sempre nuove esigenze del settore.

In particolare i settori in cui si sono confrontate le attività dei due Paesi sono: la legge quadro, l’istruzione, il lavoro, l’eliminazione delle barriere architettoniche sensoriali informatiche e la strutturazione di una legge su patenti di guida per i disabili, la riabilitazione.

Il Dott. Urbano Stenta, esperto del Ministero degli Affari Esteri e per i progetti di cooperazione con i paesi in via di sviluppo sulle politiche della disabilità e responsabile scientifico del progetto, ha voluto includere in questo viaggio formativo anche la visita al Museo Tattile Statale Omero, modello internazionale di superamento delle barriere sensoriali nell’ambito culturale. Anch’egli presente alla visita presso il museo.

Allegati

Il Museo Oggi, un volume accurato e innovativo sull’Universo Museo

Venerdì 15 giugno alle ore 17 il Museo Tattile Statale Omero ospita la presentazione del libro ”Il Museo oggi. Linee guida per una una museologia contemporanea” di Lucia Cataldo e Marta Paraventi, edito da Ulrico Hoepli di Milano, un vero e proprio manuale che indaga il complesso universo Museo nei suoi molteplici aspetti.

Il volume offre una visione globale sul museo contemporaneo, illustrando tutte le componenti della sua attualità (comunicazione e rapporto con il pubblico, aspetti giuridici, strategie di sviluppo, standard di qualità, problematiche della conservazione e del degrado), senza tralasciare i riferimenti alla sua genesi ed evoluzione storica, all’educazione museale (anche con riferimenti agli studi di tradizione anglosassone), i new media nella comunicazione museale, la museografia, il rapporto percettivo fra lo spettatore e l’ambientazione delle opere, la psicologia ambientale e ai temi legati all’apprendimento che, all’interno del museo, assume connotazioni specifiche.

Il Museo Tattile Statale Omero ospita la presentazione del libro proprio in quanto esempio di eccellenza nel territorio nazionale per la vocazione educativa e per essere uno spazio aperto di formazione e di progettazione capace di evolversi insieme al suo pubblico, un luogo di incontro e socializzazione senza barriere, pur nella salvaguardia della sua storia e dei suoi contenuti.

All’incontro interverrà Maria Xanthoudaki Direttore Servizi Educativi e Rapporti Internazionali del Museo Internazionale della Scienza e della Tecnologia ‘Leonardo Da Vinci’ di Milano.

Le autrici, Lucia Cataldo e Marta Paraventi, entrambe esperte di discipline museali e attive nelle Marche, sono riuscite a dare forma ad esperienze maturate sul campo dell’insegnamento e del confronto operativo con le strutture museai, anche regionali.

Il volume è uno strumento di base utile ai diversi indirizzi di studio e alle varie professionalità che gravitano intorno alle realtà museali, si rivolge infatti agli studenti dei corsi di Museologia e Museografia nelle Università e nelle Accademie di Belle Arti, nonché dei corsi di formazione e di aggiornamento e riqualificazione professionale presso gli Enti locali e le Soprintendenze e delle Scuole di specializzazione per l’insegnamento secondario (SISS).

Tutti i premiati del Concorso Rosso come il cielo

foto dei lavori realizzati dai partecipanti

Grande affluenza di bambini e ragazzi al Museo Omero giovedì 31 maggio alle 11,00 per la premiazione del Concorso Rosso come il cielo.
Gli alunni delle scuole elementari, medie inferiori e medie superiori della provincia di Ancona sono stati premiati per gli elaborati sviluppati dopo la visione del film Rosso come il cielo.

La Commissione Giudicatrice del Concorso, composta da rappresentati del Museo Tattile Statale Omero, dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti, dell’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche e dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione della provincia di Ancona e del Comune di Ancona, ha giudicato ben 60 lavori fra saggi, disegni, audiocassette, dvd e altri elaborati multisensoriali e interdisciplinari.

Importanti i premi in palio per ogni grado di istruzione. Nell’ordine: un Apple iPod da 30gb, una macchina fotografica digitale, un lettore DVD, penne USB. Per tutte le classi vincitrici inoltre libri e un laboratorio didattico gratuito il prossimo anno al Museo Tattile Statale Omero.

I vincitori

Scuole elementari.

Primo premio.
A Mattia Astolfi e Giorgia Ferrucci della classe V A
Scuola Primaria Ungaretti, Istituto Comprensivo Pinocchio Montesicuro Candia
Per il disegno tattile ”Estate”.
Per la capacità di trasmettere, attraverso l’utilizzo di diversi materiali tattili, il tema scelto, l’estate, rappresentata da un grande fiore, simbolo della vivacità dell’infanzia e anche stagione del ritorno e del ritrovamento da parte del protagonista del film, Mirco, alla sua casa e ai suoi amici.

Secondo premio.
Alla classe V B della Scuola Primaria di Ripe.
Per la recensione ”Il cielo dei cinque sensi”.
Per la creatività e per la capacità di utilizzare tutte le modalità di comunicazione sensoriale: olfattiva, uditiva, gustativa, tattile, visiva. Una recensione al film ricca e articolata che unisce capacità tecniche, originalità e sensibilità alla tematica dell’accessibilità.

Terzo premio.
Alla classe IV A e IV B.
Scuola Primaria Conero, Istituto Comprensivo Augusto Scocchera.
Per il Libro ”Rosso come il cielo”.
Per aver dimostrato un ampio coinvolgimento da parte di tutta la classe che è confluito in un lavoro di respiro collegiale. Un libro in cui è evidente lo spirito di ricerca dei bambini che, partendo dal commento e dall’illustrazione del film, hanno approfondito il mondo quotidiano dei non vedenti.

Quarto e quinto premio ex equo.
Alla classe VA della Scuola Primaria di Ripe.
Per il DVD ”Odisseo e le Sirene”.
Per aver dimostrato la grande capacità di far propria la modalità sonora del raccontare utilizzata dai bambini non vedenti nel film. Utilizzando voci, suoni e rumori della natura e delle cose gli alunni hanno saputo riproporre una storia, quella di ?Odisseo e le Sirene? con indubbia creatività e capacità tecniche.

Alle alunne Sofia Giuliani, Federica Pizzichini, Elisa Santilli della classe V A.
Scuola primaria Ungaretti Istituto Comprensivo Pinocchio Montesicuro.
Per il disegno tattile ”Profondo come il mare”.
Per la capacità di rappresentare un mondo, quello marino, attraverso l’utilizzo di diversi materiali assemblati con particolare sensibilità tattile e grande capacità inventiva.

Alle alunne Manuali Alessia e Nicolini Giorgia della classe V A.
Scuola primaria Ungaretti Istituto Comprensivo Pinocchio Montesicuro.
Per il disegno tattile ”Primavera in tutti i sensi”.
Per la capacità di evocare la stagione primaverile attraverso un disegno tattile composto con materiali di diversa natura.

Scuole medie.

Primo premio.
Agli alunni Caldaroni Noemi e Daloiso Manuel della classe II B.
Scuola Media Donatello, Istituto comprensivo Cittadella Ancona Nord.
Per il disegno tattile ”Laceriamo il buio!!!”.
Per aver saputo cogliere l’idea centrale del film e per averla rappresentare con grande intuizione ed espressività nel lavoro dal titolo emblematico. Una composizione che dal punto di vista stilistico, compositivo e concettuale sintetizza artisticamente lo spirito di ”Rosso come il cielo”.

Secondo premio.
Alle classi I D e I C.
Scuola Media Conero, Istituto Comprensivo Augusto Scocchera.
Per i Commenti al film.
Per aver dimostrato nei diversi saggi un impegno complessivo degli alunni che hanno saputo evidenziare di volta in volta emozioni individuali e problematiche sociali presenti nel film.

Terzo premio.
Claudia Natale, Elisa Caldaroni, Samantha Sisani della classe II A.
Scuola Media Donatello, Istituto Comprensivo Cittadella Ancona Nord.
Per il lavoro ”Lacrime di un sorriso”.
Per la fantasia creativa, l’abilità manuale e la sensibilità poetica che le alunne coinvolte in questo lavoro interdisciplinare hanno saputo dimostrare.

Quarto e quinto premio ex equo.
All’alunno Aviano Zara Maria della classe II A.
Scuola Media Donatello, Istituto Comprensivo Cittadella Ancona Nord.
Per il lavoro ”Immaginazione di un non vedente”.
Per la qualità artistica e sensibilità tattile.

All’alunna Elisa Scataglini della classe I B.
Scuola Media Volta, Istituto Comprensivo Ancona Nord.
Per l’elaborato scritto ”Rosso come il cielo”.
Per la sensibilità dimostrata nel rielaborare i temi centrali del film e la capacità di rapportarli alla realtà contemporanea.

All’alunna Dafne Giuliani, classe III B.
Scuola Media Volta, Istituto Comprensivo Ancona Nord.
Per l’elaborato scritto ”Rosso come il cielo”.
Per la matura capacità di espressione e per la sensibilità ai temi inerenti l’integrazione sociale.

Scuole Superiori.

Primo Premio.
All’alunna Ilaria Bacchiocchi della classe II B.
Istituto Scientifico E. Medi Senigallia.
Per il saggio ”Chi vede davvero”.
Per la aver saputo argomentare il tema dell’integrazione sociale con forza e convinzione e per la sincera difesa di un mondo senza barriere materiali e culturali.

Secondo Premio.
Alle alunne Federica Bellini, Francesca Romagnoli della classe II B.
Istituto Scientifico E. Medi Senigallia.
Per il CD ”Buone verità”.
Per aver analizzato attraverso un lavoro multimediale, dimostrando creatività e abilità tecniche, la realtà quotidiana dei compagni coetanei diversamente abili senza negare ”impreparazione”. e ”imbarazzo” ed evidenziando l’importanza dell’amore ricevuto.

Terzo Premio.
All’alunno Marco Rossetti della classe I D.
Istituto Scientifico E. Medi Senigallia.
Per il saggio ”L’handicap”.
Per aver saputo sviluppare il tema dell’handicap muovendo dalle emozioni e dai comportamenti dei protagonisti del film per arrivare al confronto con la propria esperienza personale, sottolineando che ”la prima cosa che serve ad un uomo non è il cibo ma un’educazione”.