Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

6 novembre – 8 dicembre: Un percorso culturale pensato a mano

locadina

6 Novembre 2015 ore 17,30
Museo Archeologico Nazionale delle Marche ad Ancona
Fino all'8 dicembre visitabile la mostra " La camicia nell'arte e nel linguaggio.

Venerdì 6 Novembre alle ore 17,30 inaugura al  Museo Archeologico Nazionale delle Marche di Ancona il progetto "Un percorso culturale pensato a mano" organizzato dalla CNA Ancona.

Si tratta di un progetto elaborato per illustrare e riproporre le connessioni territoriali tra il fare artigiano e i percorsi della cultura partendo da epoche lontane per arrivare, attraverso un'indagine sull'attuale realtà, ai bisogni odierni delle iniziative, non solo d'impresa, di cultura creativa. Dalla storia al turismo, sulla strada del fare artigiano e delle sue connessioni con la realtà delle imprese culturali e creative marchigiane.

Parteciperanno le autorità comunali e regionali, mentre il Magnifico Rettore dell’Università di Macerata Luigi Lacché illustrerà il patrimonio marchigiano di imprese artigiane creative e innovative.

Si terrà poi una tavola rotonda coordinata da Lello Naso del Sole24Ore dal titolo "Innovazione di conoscenza", che vedrà la partecipazione straordinaria di Neri Marcorè.

Infine verrà aperta la mostra "La camicia nell'arte e nel linguaggio", visitabile fino all'8 dicembre: un percorso attraverso il quale si intende rendere sempre più attivo il rapporto tra la bottega artigiana e la rete museale, fornendo al pubblico anche strumenti di conoscenza che avvicinano alla fruizione più consapevole dell'opera d'arte. La mostra si terrà nelle principali sedi museali di Ancona (Museo Omero, Biblioteca Benincasa, Pinacoteca Comunale, Museo Archeologico delle Marche, Museo Diocesano e La Polveriera del parco del Cardeto), dove è stata rintracciata almeno una camicia che avesse la propria storia da raccontare, e nei due laboratori artigiani di via Orefici e di via San Pietro. Al Museo Omero la camicia coinvolta nel progetto è quella del di Costanza Bonarelli del Bernini!

Evento organizzato in collaborazione con: Studio Arti Tessili La Congrega e Legatoria Librare.