Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

30 agosto: al Museo 20 giovani calciatori del Trofeo Noi in gioco per la Macroregione Adriatico Ionica

Locandina

Anche quest'anno il Museo Tattile Statale Omero aderisce all'evento "Noi in gioco per la Macroregione Adriatico Ionica" Sport, Dialogo - Cultura, Valori - rivolto a giovani giocatori di calcio croati e italiani.

Giunto alla quarta edizione il Trofeo Internazionale di calcio Giovanile prevede due tornei di calcio, disputati rispettivamente nelle città di Ancona, il 30 e 31 agosto, e a Spalato il 21 settembre, con una formula che integra i momenti di gioco con l'incontro e l'approfondimento di alcune tematiche connesse a quanto accennato e al processo di coesione territoriale fra le comunità rivierasche ed inoltre - in quest'anno - al dialogo e alle modalità di comunicazione tra i giovani.

Tra le iniziativa una visita bendata nelle sale del Museo Omero per fare scoprire ai ragazzi un'eccellenza di Ancona e farli lavorare sulla fiducia reciproca e sulla mutlisensorialità.

Parteciperanno al torneo di Ancona i giovani calciatori nati nel 2003, di Ancona, Ascoli Piceno, Recanati, Fano, Spalato.

Lo sport che unisce

La manifestazione sarà l'occasione per lanciare ufficialmente lo "Statuto del giovane atleta della Macroregione Adriatico Ionica", una sorta di Manifesto che declina l’identità e i valori che sottendono lo spirito sportivo dei giochi nel contesto delle comunità rivierasche, sempre più coinvolte nel processo d’integrazione economica e di coesione sociale. Lealtà, impegno, stili di vita, condivisione delle regole, fair play, rispetto dell’avversario. Voglia di divertirsi.
Occorre partire dai giovani per riaffermare il progetto della Macroregione, nato grazie ad un patrimonio storico culturale straordinario. Creare occasioni di conoscenza reciproca, educare alla cultura dell'accoglienza, del dialogo, della cooperazione. Usando il linguaggio dello sport, del gioco, dell'amicizia, per costruire legami tra i giovani, che si trasformano in ponti tra i due mari. Lo sport che abbatte le barriere e unisce. Sono i valori per i quali vale la pena "mettersi in gioco".

Il tema della IV° Edizione - anno 2016

Il tema specifico scelto quest'anno riguarda in particolare le modalità di comunicazione tra i giovani e soprattutto "i giovani e internet". La manifestazione, durante la fase svolta in Italia (30-31 agosto) sarà ospitata all'interno del Festival Adriatico Mediterraneo come evento collaterale e affronterà le diverse prospettive del dialogo tra Culture, tra genti, spiritualità e le opportunità offerte da internet per la socializzazione dei giovani nell'ambito dei paesi della Macroregione A.I. Con la scelta di tale tema s'intende evidenziare le potenzialità che i social, il web, offrono ai giovani di tutto il mondo, ma anche i rischi che il web presenta. Sarà trattato comunque anche il tema del Dialogo tra le Culture come strumento di integrazione/inclusione sociale ed economica. Un tema sempre più attuale, reso ancora più urgente dal forte processo immigratorio originato dalla fuga di migliaia di profughi e richiedenti asilo, provenienti - attraverso il mare - dalle zone martoriate dalla guerra e dalla povertà. Un inarrestabile processo di globalizzazione che sgretola i confini degli stati e universalizza le risorse ma anche le criticità. In questo contesto, il dialogo nella società multietnica e multiculturale interreligiosa, diventa la condizione essenziale della convivenza civile, che allontana la diffidenza e la paura verso l’altro e rilancia il rispetto e la valorizzazione reciproca. Sarà trattato infine il tema della salvaguardia dei nostri mari e del suolo con attenzione sensibilizzando i giovani e gli adulti al recupero delle materie prime e al riuso oltre che alla corretta alimentazione e alla promozione dei prodotti biologici marchigiani.

Programma

La 1° fase del Torneo si svolgerà ad Ancona, il 30 e 31 agosto, con momenti dedicati all'attività sportiva e occasioni turistiche, di conoscenza della città storica, del Porto Antico, del Museo Omero e di altre eccellenze. La sera del 30 agosto al Porto Antico (ore 21), nell'area verde tra l'arco Clementino e l'arco di Traiano, è previsto un momento di riflessione sulla pace e sui mari che uniscono i popoli; sarà cantata qualche canzone sul tema e saranno lanciate verso il cielo alcune lanterne cinesi.
A seguire una esibizione di danza degli studenti dell'Istituto Tecnico Economico Corinaldesi di Senigallia. Un evento aperto alla città nel quale i giovani calciatori e gli atleti di altre discipline, si incontreranno nel segno dell'amicizia e del dialogo, dove ogni espressione di cultura, religione, lingua differente può ritrovare piena cittadinanza.
Il mattino del 31 agosto alle ore 11 è in programma un incontro a Palazzo del Popolo presso la ex sede del Consiglio Comunale di Ancona, dove i ragazzi incontreranno alcuni rappresentanti delle istituzioni e dei promotori del progetto e durante il quale saranno consegnati i palloni della pace firmati da S.E. Cardinale e Arcivescovo di Ancona e Osimo, Edoardo Menichelli. All’incontro seguirà una dimostrazione di prodotti enogastronomici locali per i rappresentanti delle istituzioni.

Le gare sono in programma al campo sportivo dell'Aspio alle ore 15 del 30 agosto e alle 16.00 al Dorico. Il torneo si concluderà nel pomeriggio del 31 agosto, al campo sportivo "Dorico" con le premiazioni previste per le ore 18.

Durante lo svolgimento del torneo verrà realizzata una pagina Facebook dedicata all'evento, dove i ragazzi potranno caricare immagini e commenti, conoscersi e stringere nuove amicizie.

Comitato promotore

L'Associazione Sportiva Giovane Ancona Calcio, la Regione Marche, l'Arcidiocesi di Ancona Osimo, il Segretariato per l'Iniziativa Adriatico Ionica, il CONI delle Marche, i Comuni di Ancona, Split, Arcevia e Ostra, i Fora delle Camere di Commercio e delle Città dell'Adriatico e dello Ionio, l'Ufficio III Ambito di Ancona dell’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche – l'ANCI delle Marche, l'Autorità Portuale di Ancona, il Museo Statale Tattile Omero la camera di Commercio di Ancona - organizza il progetto sportivo, culturale e turistico “Noi in gioco per la Macroregione Adriatico Ionica” rivolto a giovani giocatori di calcio croati e italiani.
L'iniziativa è in continuità con gli Youth Games of the Adriatic and Ionian Region che si sono svolti ad Ancona nel giugno scorso e si propone di sensibilizzare ulteriormente i giovani sul tema della Macroregione.

Sponsor

Olio Poldo, Gruppo Schiavoni, Galassi SNC, CNA, Camilletti srl, ADV creativi, fattoria Olio Poldo, La cooperativa la Terra e il Cielo, la SNAV.