Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

3 marzo: Inaugurazione mostra IL MONDO CI CHIAMA Carlo Urbani e la sua missione

manifesto con foto in primo piano di Carlo Urbani

3 marzo – 2 aprile 2018
Museo Tattile Statale Omero, Ancona
Inaugurazione 3 marzo 2018 ore 17

Il Museo Tattile Statale Omero e l’Aicu, Associazione Italiana Carlo Urbani Onlus vi invitano all’inaugurazione della mostra Il mondo ci chiama Carlo Urbani e la sua missione

Intervengono:

Saluti delle autorità

Aldo Grassini, Presidente Museo Tattile Statale Omero
Francesco Vintrici, Associazione Italiana Carlo Urbani
Sauro Longhi, Rettore Università Politecnica delle Marche
Gianni Genga, direttore generale Inrca
Riccardo Grifoni, collega di Carlo Urbani in Medici senza frontiere

Mostra fotografica e documentaria a cura dell’Associazione Italiana Carlo Urbani Onlus dedicata al medico di Castelplanio in occasione del 15° anniversario della sua morte (29 marzo 2003).

Un itinerario visivo e tattile tra istantanee scattate dallo stesso Urbani e oggetti di famiglia che ricostruiscono l’avventura umana e scientifica di una straordinaria figura di scienziato e di filantropo, che nel 1999, come presidente di Medici Senza Frontiere, ritirò a Oslo il Premio Nobel per la pace.

Credo che il nostro lavoro di medici e infermieri, sia unico e stupendo per questa opportunità di toccare che offre, di entrare nelle persone da vicino“: sempre attento ai più poveri e bisognosi e alle persone sofferenti, sia come medico che come uomo di fede, Carlo Urbani, dopo la specializzazione in malattie infettive e dieci anni all’ospedale di Macerata, sceglie di entrare a far parte di Medici senza Frontiere (1996) e si trasferisce con la moglie Giuliana e i figli in Cambogia, quindi in Laos e Vietnam. Nelle ultime settimane di vita si dedica con coraggio alla cura e alle ricerche sulla SARS, contribuendo a debellare la terribile malattia respiratoria che lo porterà alla morte.

Ho fatto dei miei sogni la mia vita e il mio lavoro“: questi e altri pensieri di Carlo Urbani solo il filo conduttore di una mostra nata per raccontare l’impegno di un uomo eccezionale attraverso i suoi scritti, le sue foto, gli oggetti personali, come la motocicletta e le sue agende, e i ricordi dei suoi viaggi, come le campane del Tibet e le maschere africane. Un mostra dove ogni elemento potrà anche esse esplorato tattilmente come nelle finalità del Museo Omero.

Numerosi gli eventi previsti in mostra:

8 marzo ore 17: un’esperienza di teatro sensoriale “Le giornate sono tutte uguali da quando sei partito” a cura di Laura De Carlo
10 marzo ore 17: la presentazione dell’audiolibro “Il medico della SARS” di Vincenzo Varagona
16 marzo ore 17: l’incontro con Padre Maggi “Carlo Urbani e le Beatitudini”
17 marzo ore 10.30: la Tappa della Corsa internazionale Peace Run a cura dell’Università per la pace
20 marzo ore 17: la presentazione del libro “Il silenzio del mare” di Asmae Dachan
22 marzo alle ore 17.30: “La prevenzione delle malattie infettive: stato dell’arte”
con il Prof. Giorgio Scalise, già Professore Ordinario Malattie Infettive, docente-guida di Carlo Urbani, Dott. Davide Drenaggi, dirigente medico Clinica Malattie Infettive, collega e amico di Carlo Urbani, Dott. Marcello D’Errico, Preside Facoltà Medicina e Chirurgia Università Politecnica delle Marche, prof. Ordinario di Igiene.

Visite guidate su prenotazione. Le Visite a cura dei figli di Carlo Urbani sono il 9, 10 (Luca) e il 21, 22, 25 marzo (Tommaso, Presidente AICU) alle ore 17.

Con il patrocinio di: Regione Marche, Consiglio Regionale – Assemblea legislativa delle Marche, Comune Ancona, Comune Castelplanio.

In collaborazione con: Università per la pace, Università Politecnica delle Marche, Mobitaly Cucine, Associazione per il Museo Tattile Statale Omero ONLUS, La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Servizio Civile Nazionale.

Info

Orario: dal martedì al sabato ore 16-19; domenica e festivi 10-13 e 16-19.
Aperture straordinarie per gruppi e scuole.
Ingresso libero.
Visite guidate su prenotazione: didattica@museoomero.it
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana

Banchina Giovanni da Chio 28, Ancona
telefono 071 28 11 93 5
#museoomero su Facebook, Twitter, Instagram, Google+, Youtube

24 febbraio 2018: Presentazione del libro Sirene un incantevole inganno

locandina

24 febbraio 2018 ore 17,30
Museo Tattile Statale Omero, Ancona

Presentazione del libro “Sirene un incantevole inganno” di Anna Pia Giansanti, Ventura edizioni, 2017.

Interviene l’autrice
Presenta Catia Ventura

Il libro

Tanti sono i libri sulle Sirene, questo è però, fra tutti, uno dei più completi e originali.
L’autrice parte dal racconto di un’esperienza personale e intrigante che la portò a chiedersi: “Ma le sirene sono esistite davvero?”. Da questa domanda si snoda un lungo racconto che narra di una serie di avvistamenti, documentati fin dall’antichità, di miti e di relazioni tra queste straordinarie creature di terra e di acqua e le divinità della Grecia antica.

L’autrice descrive poi i luoghi dove si narrava che le sirene vivessero e dove sarebbero giunti i loro corpi dopo che si suicidarono. Riporta un gran numero di raffigurazioni, dalle più antiche donne uccello alle successive donne pesce, seducenti e sensuali, fino alle iconografie che le vedono accanto a santi cristiani. Una sorta di viaggio attraverso l’Italia alla ricerca di Sirene scolpite e dipinte e a raccogliere storie colte, popolari e leggende ancora vive.

Un percorso che dimostra come, nella musica, nelle arti figurative e nella letteratura, la Sirena sia stata in tutte le epoche e nei luoghi più distanti, fonte inesauribile di ispirazione.

Anna Pia Giansanti

E’ storica dell’arte. Vive a Senigallia e svolge attività di docente e conferenziera in tutta Italia, presso Università, Istituti e Associazioni culturali sia pubbliche che private.

Ha pubblicato numerosi saggi e articoli in materia di Arte e Archeologia e i libri: La Maddalena di Senigallia, cronaca di un viaggio da leggenda a realtà, Mediateca delle Marche 2011; Angelica Catalani, la cantatrice dei re, Le Affinità elettive 2014; Facciamo la Santa Monica? Storia e Storie di un rito predittivo tra devozione, arte e magia, Ventura Edizioni 2016.

21 – 25 febbraio 2018: I LOVE Braille!

locandina

21 – 25 febbraio 2018 ore 16 -19
Museo Tattile Statale Omero, Ancona

Il 21 febbraio è la Giornata Nazionale del Braille, il geniale codice ideato dal francese Louis Braille nella prima metà dell’800, che ha consentito alle persone non vedenti di apprendere e comunicare in maniera autonoma, contribuendo a farli uscire dall’isolamento.

Il Museo festeggia la ricorrenza con un’attività gratuita per famiglie dal 21 al 25 febbraio, tutti i pomeriggi dalle 16 alle 19.
Lungo le sale del Museo segreti messaggi in Braille tutti da decifrare aspettano i bambini curiosi!

Ingresso libero.

Info

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28, Ancona
tel. 0712811935
info@museoomero.it
#museoomero 

20-22 febbraio: il Museo Omero a Genova con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

Dal 20 al 22 febbraio presso il Palazzo della Borsa di Genova apre la mostra-esposizione organizzata da U.I.C.I. dal titolo: “Facciamoci Vedere: dall’intuizione all’inclusione. In mostra un viaggio lungo quasi un secolo”.

L’evento, in concomitanza con l’XI Giornata Nazionale del Braille e in occasione dei 150 anni dalla fondazione dell’Istituto David Chiossone di Genova, offrirà un percorso tra 27 stand espositivi con l’obiettivo di far conoscere ai cittadini e agli addetti ai lavori, l’evoluzione delle tecnologie, le nuove soluzioni e i servizi per la disabilità visiva, sviluppate dalle strutture territoriali del sodalizio. Un percorso di integrazione iniziato nel 1920 quando Aurelio Nicolodi – fondatore dell’Unione – diede vita a un sogno rivoluzionario: ‘Emancipare tutti i ciechi d’Italia’, arrivando fino ai giorni nostri attraverso un quotidiano cammino di inclusione. 

Nei tre giorni di apertura della mostra – dal 20 al 22 febbraio – sarà possibile scoprire le ultime innovazioni tecnologiche che supportano la vita delle persone cieche e ipovedenti, e il loro impatto sociale, nonché i servizi e le soluzioni oggi disponibili in Italia.

È, per esempio, il caso di MyEye, un innovativo occhiale composto da una smart camera che aiuta le persone con disabilità visiva a riconoscere gli oggetti, consentendo così di fare la spesa o di ordinare al ristorante in modo autonomo, e il sistema di riconoscimento facciale di cui sono dotati consente loro di identificare e memorizzare i volti.
Non solo tecnologia futuribile ma anche servizi per avvicinare l’arte ai non vedenti e ipovedenti: tra gli espositori il Museo Tattile Statale Omero presenterà tre opere parte della celebre Sezione Itinerante “Bello e accessibile” il cui obiettivo è esportare l’esperienza e la filosofia del Museo veicolando l’idea di una cultura senza barriere.

Anche il tema del lavoro, fondamentale in un reale percorso di inclusione e realizzazione sociale per i lavoratori con disabilità visiva o plurima, viene affrontato, nel giorno dell’apertura della mostra-esposizione con un workshop dedicato (ore 17.30); un momento di confronto sulle nuove professioni che possono essere intraprese da persone cieche o ipovedenti con o senza minorazioni aggiuntive. Si racconterà anche di percorsi sperimentali e di progetti speciali che l’U.I.C.I. sta sviluppando o ha già avviato, per offrire nuove opportunità professionali in settori sin d’ora poco praticati, uscendo quindi dalle logiche che considerano le persone cieche e ipovedenti connesse a specifici lavori (i.e. centralinista, fisioterapista, etc.).

“L’iniziativa della mostra-esposizione nasce dalla volontà di condividere le buone prassi e le eccellenze della nostra Associazione attuate dai singoli territori, fornendo così al pubblico una panoramica delle esperienze progettuali che potrebbero diventare bene comune ed essere replicate in tutto il nostro Paese”, afferma Mario Barbuto, Presidente U.I.C.I. 

U.I.C.I. ha scelto Genova per la manifestazione “Facciamoci Vedere” per rendere omaggio a 150 anni dell’Istituto David Chiossone: un’eccellenza nel settore, il quale ha scelto, all’inizio degli anni ’90, di specializzarsi nella riabilitazione dei disabili visivi in convenzione con il servizio sanitario nazionale”, dichiara Claudio Cassinelli, Presidente dell’Istituto David Chiossone. 

14 febbraio – L’amore ai tempi del Museo

locandina

Il 14 febbraio, venite al Museo Tattile Statale Omero a riscoprire i colori, le superfici e i ritmi del sentimento per eccellenza: l’Amore.
Le opere del Museo vi coinvolgeranno in un percorso passionale e materno, moderno e antico, vissuto e platonico, alla riscoperta dei vostri sensi, non escluso il gusto. L’esperienza sarà arricchita da un calice di vino gentilmente offerto dall’azienda agricola “I Tre Monti” di Matelica.

Orario: 18.00
Durata: 45 minuti
Ingresso libero
Evento ideato dalle volontarie del Servizio Civile Nazionale 2017 – 2018

Info

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28, Ancona
tel. 0712811935
info@museoomero.it
#museoomero

15 febbraio: Presentazione del libro Appunti di Geofantastica con l’autore Gianluca Caporaso

locandina

15 febbraio ore 17
Museo Tattile Statale Omero, Ancona

Presentazione del libro “Appunti di Geofantastica” con l’autore Gianluca Caporaso.

Un volume che raccoglie le storie più intime e segrete delle città attraversate da un misterioso quanto straordinario viaggiatore. E’ qui che troviamo le vere storie di Ischia, Casalbordino, Tarralba, Corleone, Mataponto, Cosenza, Corsano…

Un omaggio all’arte folle e necessaria di inventare storie e inseguire stupori.

16 febbraio: Annalisa Trasatti ad Aperta – Visioni sull’accessibilità dei luoghi della cultura e del divertimento in Italia

locandina

16 febbraio 2018
MUST – Museo storico della città di Lecce

Aperta – Visioni sull’accessibilità dei luoghi della cultura e del divertimento in Italia è l’evento finale della campagna di sensibilizzazione Accessibility is cool, di Movidabilia, sostenuta dalla Fondazione CON IL SUD tramite il bando Comunicare e Bene e si terrà a Lecce il 16 febbraio 2018 presso il MUST – Museo storico della città di Lecce a partire dalle ore 9.00.
Attraverso talk motivazionali sull’accessibilità di cultura, arte, architettura e vari aspetti della società e una serie di video divertenti ideati dagli youtuber più celebri del momento appositamente per la campagna, Aperta farà il punto della situazione sull’accessibilità architettonica e culturale in Italia e sulle buone pratiche da imitare. Aperta vedrà la partecipazione straordinaria di Alessio Giannone, in arte Pinuccio che, a suo modo e con la consueta irriverenza, contribuirà alla discussione sull’accessibilità.

L’evento, che si svolge in partenariato con il Comune di Lecce, si concluderà con un gala finale con aperitivo e performance musicale del gruppo Yaràka. Ci sarà tanto da dire in questo evento che sarà ricco di ispirazione e anche di divertimento.

Che cosa avverrà il 16 febbraio nel corso di “Aperta – Visioni sull’accessibilità dei luoghi della cultura e del divertimento in Italia”

Professionisti, associazioni e cittadini che hanno a che fare con il mondo dell’accessibilità e della disabilità ispireranno, attraverso dei talk motivazionali, tutti (pubblico e istituzioni presenti) ad avere una nuova visione dell’accessibilità, vivendola non come un problema cui adattarsi ma come una risorsa per tutti.
Oltre ai talk, i video di youtuber e l’intervento di Pinuccio daranno il giusto tocco di irriverenza e ironia al tutto, come da prassi nella campagna Accessibility is cool che si chiude con questo evento.

Verrà infine svelato lo stato dell’arte della mappa dell’accessibilità dei luoghi di cultura in Italia creata dal basso, cioè dai follower di Movidabilia che hanno mappato con i loro selfie, i locali di cultura e divertimento accessibili in Italia. Quale è stata la regione più virtuosa? Quanti sono i locali e i teatri accessibili in Italia? Questo ed altro, lo scopriremo insieme il 16 febbraio.

Programma

Evento segnato in LIS – Interprete Maria Anna Flumero
Mattina (9.00 – 13.00):

Saluti istituzionali:

Assessore Industria Turistica e Culturale, Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali della Regione Puglia Loredana Capone*
Sindaco del Comune di Lecce Carlo Salvemini
Vice Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici Alessandro Delli Noci
Maria Piccarreta* – Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brindisi, Lecce e Taranto
Raffaele Dell’Anna – Presidente Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecce
Gino Ratano – Presidente Collegio Geometri Lecce
Prof.ssa Patrizia Guida – Assessore all’Europa e Cooperazione internazionale del Comune di Lecce – Anteprima Progetto “CROSS THE GAP – ACCESSIBILITY FOR SOCIAL AND CULTURAL INCLUSION” co-finanziato dal programma INTERREG V- A Grecia-Italia 2014-2020
Primo video campagna – Gianluca Gazzoli e le barriere architettoniche a Milano (come in un videogioco)
Lucia Baracco – Presidente Lettura Agevolata Onlus – Venezia
Giacomo Potì – Presidente Associazione Archistart – Accessibility in architettura is cool – Lecce
Contributo video di Consuelo Agnesi- Progetto Macerata Opera Festival– Macerata
Cristina Amenta – Associazione C-Fara e coordinatrice progetto Materamare – Matera
Carlo Borgomeo – Presidente FONDAZIONE CON IL SUD
Performance live di Alessio Giannone, alias Pinuccio, che darà la sua personale opinione, in chiave satirica, sul problema delle barriere architettoniche.

Pomeriggio (14.00 – 19.00):

Secondo video campagna – The Pozzolis Family affrontano le quotidiane problematiche di una famiglia, con figli piccoli (e genitori anziani), causate dalle barriere architettoniche.
Francesca Bulletti – Progetto Architutti – Livorno
Contributo video di Altro Spazio, locale unico in Italia per accessibilità a tutti i tipi di disabilità – Bologna
Antonella Celano –Presidente Associazione APMAR, Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare
Contributo video di Roberta Speziale – Anffas Nazionale – Accessibilità culturale per le persone con disabilità psichica e/o relazionale
Fabrizio Minnella – Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne – Fondazione CON IL SUD
Fabio Fabrizio – L’accessibilità del Locomotive Jazz Festival – Lecce
Terzo video campagna – i The Show e il rapper Cris Brave elencano (e dimostrano concretamente) i 5 motivi per cui essere disabile “conviene”
Annalisa Trasatti – Coordinatrice Servizi Museo Tattile Statale Omero per Coop. Opera – Ancona
Valentina Giusto – Associazione Città tra le mani e l’accessibilità sensoriale – Saranno esposte riproduzioni tattili di diversi monumenti leccesi – Lecce
Contributo video di Roberta Blasi, Direttrice Teatro Ghione e Barbara Marsala, Cooperativa Isiviù – Roma
Elisa Monsellato – Progetto Swapmuseum e l’accessibilità culturale – Lecce
Roberto Covolo – Progetto X Food, piccola storia semplice di un ristorante – San Vito dei Normanni (Br)
Contributo video – Festival Internazionale del Cinema Sordo – Associazione Cinedeaf – Roma
Marco Carani – Progetto Mare senza Barriere – Ostuni (Br)
Contributo video di Danilo Ragona e Luca Paiardi – progetto Viaggio Italia

Sera (19.30 – 21.30)
Sarà servito un aperitivo con l’accompagnamento musicale del gruppo Yaràka

Link esterni