Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

5 novembre: IL MUSEO DI TUTTI PER TUTTI – Riflessioni per rendere i musei marchigiani accessibili e accoglienti

Mercoledì 5 novembre 2014 ore 15
Ancona, Palazzo Raffaello, Sala Raffaello, via Gentile da Fabriano n. 9

Il prossimo 5 novembre avrà luogo un incontro dedicato alla tematica dell’accessibilità nei luoghi della cultura con particolare riferimento ai musei.

L’incontro si rivolge a tutti coloro che si occupano di beni culturali, didattica, accessibilità e turismo (amministratori, responsabili di strutture museali e operatori museali, specialisti nel settore dell’accessibilità, docenti, studenti e quanti a vario titolo possano essere interessati alla tematica), con l’intento di riflettere sulle funzioni educative del museo, rivolte al più ampio ventaglio di pubblici e nel pieno rispetto delle loro diverse esigenze.

L’obiettivo è quello di rendere il museo uno spazio aperto, accessibile in senso lato, un luogo di incontro, di formazione, di divertimento per tutti.

Si tratta inoltre di un’occasione per riflettere sullo stato dei musei marchigiani in merito a questa ampia tematica e proporre soluzioni valide anche grazie al contributo di quanti hanno messo in atto buone prassi e sperimentazioni innovative in materia di disabilità motoria, sensoriale, psichica e di fruizione museale.

Programma

14.45 – 15.00 – Accoglienza dei partecipanti

Moderatore Laura Capozucca – Regione Marche Settore cultura

15.00 – 15.15

Pietro Marcolini – Assessore alla Cultura della Regione Marche
L’accesso ai luoghi dell’arte. Un obiettivo a “portata di mano”

15.15 – 15.45
Aldo Grassini – Presidente del Museo Tattile Statale Omero di Ancona
L’accessibilità ai beni culturali per le persone con disabilità visiva: lo stato dell’arte in Italia e all’estero

15.45 – 16.15
Sara Mancini (Galleria Borghese, Roma), La Galleria Borghese come Esperienza per il pubblico con minoranza visiva

16.15 – 16.30
Marina Massa – Regione Marche Settore Musei
I musei delle Marche e l’accessibilità: interventi e riflessioni

16.30 – 16.45
Bianca Maria Giombetti – Regione Marche Settore Musei
Claudia Lattanzi – Rete Museale della Provincia di Fermo “Musei Comuni”
Report sullo stato dell’accessibilità ai musei delle Marche

16.45 – 17.00
Andrea Socrati – Responsabile Progetti Speciali presso Museo Tattile Statale Omero di Ancona
Scheda di rilevazione e interventi per l’accessibilità nei musei e nei luoghi della cultura

17.00 – 17.10
Diego Pieroni – Presidente Ente Nazionale Sordi – Provincia Ancona
Il segno…dell’Arte

17.10 – 17.20
Armando Giampieri – Presidente regionale Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti
Un Museo accessibile in un territorio accessibile

17.20 – 17.30
Patrizia Ceccarani – Lega Del Filo d’oro Direttore Centro Osimo
Arte e cultura come strumento di integrazione

17.30 – 18.00
Dibattito e conclusioni

Nel corso dell’incontro sarà assicurato un servizio d’interpretariato nella lingua dei segni LIS.

Per informazioni: 071.2811935 – info.museodiffuso@regione.marche.it; info@museoomero.it
www.musei.marche.it; www.museoomero.it

Staff del settore Musei – REGIONE MARCHE
Servizio Attività produttive, Turismo, Lavoro, Cultura e Internazionalizzazione
Via Gentile da Fabriano, 9 60125 Ancona
PF Cultura

Per informazioni: tel 071 2811935, info.museodiffuso@regione.marche.it; info@museoomero.it

Link esterno

1 e 2 novembre: apertura straordinaria del Museo Omero in occasione del trekking urbano

In occasione del trekking nazionale su “Ancona e la grande guerra”, sabato 1 e domenica 2 novembre, il Museo Tattile Statale Omero rimarrà aperto con orario continuato dalle ore 10 alle 19. Puoi venire a conoscere le nostre sculture in modo classico, ad occhi aperti, in modo più inusuale, ad occhi chiusi usando il tatto, o ancor meglio usando entrambi i sensi. Se lo vorrai, ti forniremo alcuni consigli sulla lettura tattile di un’opera e ti spiegheremo come è nato questo Museo, la sua filosofia e il suo ruolo nel panorama internazionale.

“Ricordare e ripercorrere la nostra storia a 100 anni dalla Grande guerra”. Questo il titolo del Trekking urbano nazionale che ad Ancona si svolgerà sabato 1 e domenica 2 novembre, con partenza la mattina alle 9 dal Monumento ai caduti del Passetto e conclusione alla Mole vanvitelliana. Il viaggio nella memoria di quell’immane conflitto prevede varie tappe, inclusi la visita all’ex chiesa di Sant’Agostino, la mostra organizzata con il comando della Guardia di finanza alla Mole e una sorpresa finale…

Fino a giovedì 30 ottobre cliccando sulla homepage www.comune.ancona.it ci si può prenotare per il trekking. Il programma delle due giornate è identico quindi si è liberi di scegliere se partecipare il sabato oppure la domenica. Altrimenti ci si può prenotare tutti i giorni dalle 13 alle 20 recandosi all’Infopoint del Comune in via della Loggia n. 50 (davanti alla chiesa di Sant Maria della piazza).

La partenza è alle mattina alle 9 oppure alle 9,30 (secondo le indicazioni che giungeranno via email), al Monumento ai caduti del Passetto con conclusione alla Mole. Per informazioni: 392.1156471 – 320.0196321 (dalle ore 13), infopoint@comune.ancona.it

Il Museo Omero partecipa al Grand tour cultura 2014

manifesto

Il Museo Tattile Statale Omero partecipa al Grand tour cultura 2014 “Musei – Archivi – Biblioteche Crocevia di culture” promosso dalla Regione Marche (24 ottobre – 14 dicembre 2014) con la mostra multisensoriale “PASSAGGI: le parole dell’umanità attraverso la cultura ebraica”, e relativi laboratori didattici per gruppi, famiglie e scuole (primaria – secondaria di II grado).

La mostra PASSAGGI, le parole dell’umanità attraverso la cultura ebraica

La mostra, aperta fino al 14 dicembre 2014, si propone come luogo d’incontro tra culture e centro attivo nella promozione della circolazione di idee tra Paesi diversi, obiettivo del Grand Tour cultur 2014. Promossa dal Museo Tattile Statale Omero e la Comunità Ebraica di Ancona ha visto la collaborazione della Biennale di Arte Ebraica Contemporanea di Gerusalemme e il sostegno dell’Ambasciata Israeliana di Roma.

Cuore dell’esposizione è un grande patchwork di stoffa, (non una barriera), ci accoglie e vuole essere attraversato, per accompagnarci metaforicamente in quel viaggio interiore necessario per raggiungere una possibile differente dimensione, una quarta dimensione che metta il “mondo sottosopra”, dando spazio al sogno e all’immaginazione. Questo si propone l’installazione ideata e realizzata da Andrea Sòcrati. Una rivisitazione del Muro del pianto, uno dei luoghi più sacri e importanti di Gerusalemme e di Israele, dove gli ebrei si recano per pregare, per esprimere i loro desideri e i loro pensieri più intimi. E’ lì che la parola diviene soglia, luogo di incontro tra fisico e spirituale, tra umano e divino. La forza spirituale e mistica del Muro occidentale viene espressa anche attraverso le sculture di Sòcrati in terracotta e gesso e una serie di termografie a rilievo; mentre una seconda serie di termografie e installazioni rievocano il fantastico e visionario mondo di Marc Chagall. Quattro artisti di Gerusalemme portano in mostra la terra, i suoni, gli umori di Israele, con quattro opere: Chana Cromer, The Distaff Side, dal Libro dei Proverbi, “La donna di carattere”; Ruth Schreiber, “Love letters”, lettere in porcellana con ispirate alle lettere lasciate nelle fenditure del Muro occidentale di Gerusalemme; Andi Arnovitz, “Construct/Destruct” attraverso mattoni serigrafati con e sulle pietre della città vecchia ricorda il Tempio di Salomone; Neta elkayan, artista tra musica e arti figurative, audio dal titolo “Abuhatzeira”.

L’adozione per alcune opere in mostra dalla tecnologia NFC, oltre ad esaltarne la multisensorialità favorirà l’accessibilità alle persone con disabilità, come nello spirito e nella missione del museo Omero.

L’Ebraismo con Chagall: laboratorio interculturale

Il laboratorio si propone come viaggio multisensoriale alla scoperta di una cultura millenaria e straordinaria come quella ebraica, partendo dall’opera di uno dei più importanti artisti ebrei: Marc Chagall. Tutti i sensi entreranno in gioco con profumi, musiche, percorso al buio, per finire con una personale rielaborazione e riflessione in laboratorio, attraverso la costruzione di libri tattili oppure di manufatti in argilla.

Info

Orario apertura mostra: fino al 14 dicembre: dal martedì al sabato 16 – 19; domenica e festivi 10 – 13 e 16 – 19.
Ingresso: libero.
Visite guidate e laboratori didattici a cura dei Servizi educativi del Museo Omero.
Prenotazione obbligatoria. Costo: euro 3,70 per gruppi e scuole (esclusi docenti); euro 4,00 per singoli e famiglie. Gratuito disabili e accompagnatori, bambini 0 – 4 anni. Tel.071 28 11 93 5 (dalle 9.00 alle 14.00), e-mail: didattica@museoomero.it.

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio, 28 – 60121 Ancona
Email: info@museoomero.it
Telefono 071.2811935

Link esterno

Un albero indiano: con Felice Tagliaferri regia Silvio Soldini e Giorgio Garini

Un albero indiano è il nuovo film di Silvio Soldini e Giorgio Garini che esplora in maniera, asciutta e intensa, storie di disabili, dopo il documentario “Per altri occhi”.

Voce narrante di “Un albero indiano” è Felice Tagliaferri, già attore nel precente film, scultore non vedente, ambasciatore di CBM Italia e amico del Museo Omero che da anni sostiene e promuove il suo lavoro e la sua scuola “Chiesa dell’arte” e annovera nella propria collezione suoi lavori come Donna nel vento, Nonna del sud, Busto di Giovane.

Il regista Silvio Soldini racconta, insieme al documentarista Giorgio Garini, il corso di lavorazione della creta portato avanti da Felice Tagliaferri, in una classe di bambini con e senza disabilità della Bethany School, una scuola sostenuta da CBM: un percorso di grande fascino, popolato da persone dotate di straordinaria forza vitale, lontano dai cliché che spesso la nostra società riserva alle persone cieche e disabili.

CBM è la più grande organizzazione umanitaria internazionale impegnata nella prevenzione e cura della cecità e della disabilità nei Paesi del Sud del mondo.

Link esterni