Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Al via i Servizi Educativi dell’anno scolastico 2010 – 2011

L'arte a portata di mano

Con l'avvio del nuovo anno scolastico riparte anche l'offerta didattica dei Servizi Educativi del Museo Omero, incentrata sui consueti cardini - accessibilità, inclusione, creatività - ma ancor più orientata a far comprendere la natura e specificità del Museo, uno spazio culturale unico, un vero e proprio manuale tridimensionale di storia dell'arte, interessante e utile a tutti, indispensabile per le persone non vedenti e ipovedenti.

Le proposte per l'anno scolastico 2010 - 2011 rivolte alle scuole di ogni ordine e grado dalle materne alla superiori, includono:

  1. Visite animate e bendate
  2. Laboratori didattici accessibili a tutti di Arte, Archeologia e Poesia
  3. Servizio di educazione artistica ed estetica per non vedenti e ipovedenti

Visite animate e bendate

Percorsi animati e bendati, per conoscerne la storia, la funzione, i servizi e la collezione del museo; itinerari multisensoriali per vivere in maniera nuova e piacevole la visita al Museo e per accostarsi all'arte e all'archeologia in modo divertente e attivo. In accordo con la scuola si possono progettare e personalizzare percorsi artistici specifici e interdisciplinari.

Laboratori didattici accessibili a tutti di Arte, Archeologia e Poesia

I laboratori sono pensati per arricchire il percorso educativo degli studenti, affrontando in maniera innovativa e coinvolgente temi e argomenti di fondamentale importanza:

  • La Diversità: una straordinaria fonte di conoscenza;
    con attività per conoscere il Braille e le modalità di comunicazione alternative, ma anche percorsi interculturali per riconoscere le proprie origini.
  • L'educazione sensoriale: per conoscere il mondo oltre la vista;
    con attività che coinvolgono tutti i nostri i sensi, in particolare il tatto, per conoscere meglio il corpo umano e animale, i materiali di composizione delle opere, le modalità di composizione di un libro tattile, le interazioni possibili fra poesia e arte, fra musica e arte.
  • L'arte contemporanea: i linguaggi impossibili;
    con attività volte a scoprire i viaggi astratti di mani di Marinetti, le avanguardie del 900, e il confronto fra forme di poesie e scultura contemporanea
  • L'archeologia: Per esplorare la storia dell'arte
    con attività legate alla riscoperta delle teniche di lavorazione dell'argilla per costruire vasi e lucerne, ma anche per raccontare i miti greci.

Servizio di educazione artistica ed estetica per non vedenti e ipovedenti

Il servizio, gratuito, ha come scopo quello di promuovere e sostenere una valida educazione del non vedente nel campo dell'arte, con particolare riferimento alla scultura e all'architettura. È rivolto anche alle persone adulte non vedenti al fine di promuovere l'apprendimento in tutto l'arco della vita e di assicurare pari opportunità di crescita culturale e di integrazione sociale.

I Servizi Educativi, proposti e gestiti dagli operatori specializzati del Museo, sono anche:

  • Corsi di formazione e aggiornamento Rivolti a per docenti curricolari e di sostegno delle scuole di ogni ordine e grado; operatori dei Servizi educativi dei Musei; operatori ed educatori dei servizi sociali e del settore dell'handicap. I corsi proposti saranno: Corso Nazionale "L'accessibilità al patrimonio museale e l'educazione artistica ed estetica delle persone con minorazione visiva","La lettura tattile delle opere d'arte: metodi, strumenti e risorse, "Le immagini attraverso il tatto: aspetti pedagogici e metodologici"; "La Ceramica come strumento didattico".
  • Centro di Documentazione e ricerca Legato alle specifiche attività didattiche e formative svolte presso il Museo, il centro è specializzato, in particolare, nei settori relativi alla pedagogia e didattica delle arti e dell'archeologia, all'estetica e all'accessibilità ai beni museali per le persone con minorazione visiva e, più in generale, per le persone diversamente. Dispone di una bibliografia specifica sulle tematiche in questione, con testi in nero e in Braille, video, cassette audio, CD, DVD e cura una propria produzione, Le dispense del Museo Omero, che raccoglie e divulga le linee pedagogiche, le riflessioni e le esperienze più significative maturate e sperimentate nell'ambito delle diverse attività svolte nel corso degli anni.

Novità di quest'anno sono le proposte per le domeniche:

  • Laboratori speciali per famiglie Attività divertenti e multisensoriali rivolte a bambini e ai loro genitori, un momento giocoso e familiare da condividere insieme.