Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

18 ottobre: alla Chiesa dell’Arte studenti da tutto il mondo

Oggi, martedì 18 ottobre 2016, Daniela Bottegoni, del Comitato di Direzione del Museo Omero, sarà alla Chiesa dell'Arte di Sala Bolognese insieme al maestro Felice Tagliaferri, scultore cieco "che lotta perché chiunque possa toccare le opere d'arte". Accoglieranno una trentina di ragazzi da tutto il mondo, studiosi della storia dell'arte. La visita fa parte dello stage di un mese che la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia (con la quale Tagliaferri collabora) mette a disposizione di decine di giovani ogni anno. "Per me è una grande soddisfazione - commenta lo scultore- sarà l'occasione per approcciarli all'arte tattile. Farò loro toccare le mie sculture, ci si potranno sedere sopra: normalmente nei musei vige il divieto della fruizione tattile, ma qui le cose funzionano in maniera diversa".

"Introdurrò quegli studenti nel mio mondo, così diverso a quello a cui sono abituati, farò loro toccare le mie opere. La loro visita sarà anche l'occasione per festeggiare i 10 anni della Chiesa dell'Arte". Era il 26 settembre del 2006, infatti, quando la chiesa sconsacrata collocata all'interno della splendida cornice di Villa Terracini (a Sala Bolognese) riaprì come Chiesa dell'Arte, luogo che da allora accoglie le sculture dell'artista e vera e propria scuola di arti plastiche.

In base alla convezione tra il Museo Omero e il comune di sala Bolognese in vigore dal 2009 il Museo Omero sostiene le attività della Scuola stabile di scultura "Chiesa dell'arte" nella realizzazione di laboratori che sviluppano la capacità tattile sia come particolare forma espressiva che come possibilità di creazione artistica.