Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

12 settembre: Presentazione del libro L’arte contemporanea e la scoperta dei valori della tattilità con Marco Dallari

copertina libro

12 settembre 2018 ore 16,30
Scuola Secondaria 1° grado Marconi, Ancona

Mercoledì 12 settembre alle ore 16,30 il prof. Marco Dallari, pedagogista, parlerà del “Valore dell’arte in campo educativo” nell’ambito della presentazione del libro “L’arte contemporanea e la scoperta dei valori della tattilità” di Aldo Grassini, Andrea Socrati, Annalisa Trasatti.

La presentazione del libro è aperta a tutti e si svolgerà presso l’aula Magna della Scuola Secondaria di 1° grado Marconi, Via Verga 2 Ancona.

L’esperienza del Museo Omero consegna alla riflessione estetica un contributo innovativo nelle scoperta dei valori della tattilità. Il volume propone una nuova lettura dell’arte contemporanea fondata su una modalità plurisensoriale di approccio all’opera, tattile in particolare.

Per i docenti e gli operatori già iscritti il 13 e 14 settembre è previsto il workshop “Forme al buio” a cura di Andrea Socrati. Iscrizioni chiuse.
Finalità del workshop: Acquisire informazioni sulla percezione visiva, la percezione tattile e la percezione aptica. Mettere in gioco le nostre capacità tattili senza l’ausilio della vista. Incorporare la forma: usare il tatto, il gesto ed il corpo per far risuonare dentro di noi l’opera d’arte. Cimentarsi con il linguaggio delle forme. Acquisire consapevolezza sulle modalità di approccio all’arte delle persone con disabilità visiva e sugli strumenti per il disegno a rilievo.

4 settembre: in visita al Museo Omero i giovani calciatori croati in città per un Torneo internazionale

locandina

Noi in gioco per la Macroregione Adriatico Ionica
Sport, Dialogo, Cultura, Valori
Trofeo Internazionale di Calcio Giovanile – Anno 2018

Tema della VI edizione “Lo sport: ponte tra i mari, ponte tra le generazioni”

Sulla scia delle edizioni precedenti anche quest’anno il Comitato promotore – composto da Associazione Sportiva Giovane Ancona Calcio (ente promotore), Regione Marche, Arcidiocesi di Ancona-Osimo, Segretariato per l’Iniziativa Adriatico Ionica, CONI – Marche, Comuni di Ancona, Split, Arcevia e Ostra, Unione dei Comuni delle Terre della Marca Senone (Senigallia, Arcevia, Barbara, Ostra, Ostra Vetere) Fora delle Camere di Commercio e delle Città dell’Adriatico e dello Ionio, dall’Ufficio Scolastico per le Marche – III ambito di Ancona, ANCI delle Marche, Autorità di Sistema Portuale del Medio Adriatico, Museo Statale Tattile Omero, Camera di Commercio di Ancona; Garante dei Diritti dei bambini e degli adulti delle Marche – ha organizzato il progetto sportivo, culturale e turistico “Noi in gioco per la Macroregione Adriatico Ionica” rivolto a giovani giocatori di calcio croati e italiani nati nel 2005 e 2006, iscritti ad associazioni o Club sportivi che militano nei tornei di calcio dei rispettivi paesi.

L’iniziativa è in continuità con gli Youth Games of the Adriatic and Ionian Region che si sono svolti ad anni alterni ad Ancona e si propone di sensibilizzare ulteriormente i giovani sul tema della Macroregione.

Il progetto si propone di contribuire a:

  • diffondere la pratica e i valori dello Sport,
  • favorire il Dialogo Culturale, a partire dal recupero della memoria storica e dalla valorizzazione delle radici comuni delle comunità adriatiche;
  • incrementare il Turismo Giovanile e sportivo;
  • trasmettere Stili di Vita Sostenibili come la corretta alimentazione legata al territorio all’uso di prodotti biologici e allo sviluppo sostenibile;
  • educare alla cittadinanza europea e il senso di appartenenza alla Macroregione Adriatico Ionica.

– Squadre italiane: Provincia di Ancona: Giovane Ancona Calcio, Provincia di Ascoli Piceno: Ascoli Picchio; Provincia di Pesaro e Urbino: Alma Juventus Fano; e infine Atalanta Bergamasca;
– Squadre croate: HNK Hajduk e Adriatic Split, alcune classi della scuola “Poijsan” di Spalato.

Articolazione del progetto

Fase A – Ancona (Italia): si svolge in due giornate (4/5 settembre) nelle quali, oltre alle competizioni sportive, saranno organizzate una visita culturale – turistica alla città storica di Ancona e una visita presso il Museo Tattile Statale Omero. Sarà inoltre proposto un evento d’intrattenimento e riflessione sui temi specifici del progetto, con musica e saggio di danza a cura degli studenti di una scuola. Seguirà, infine, un incontro con le istituzioni e le autorità locali. Durante l’incontro verrà consegnato ai capitani delle squadre “Il pallone della Pace”.  Verrà dato spazio anche alla presentazione e degustazione di prodotti
biologici del territorio (il cibo come benessere e salute).
Fase B – Spalato (Croazia): il torneo si svolge in una unica giornata (11 settembre). La delegazione italiana (normalmente due squadre) dedica la mattinata alla visita guidata della città storica e all’incontro con i ragazzi della scuola Poijsan, dove si affrontano insieme i temi specifici della manifestazione. Segue una partita di calcetto e il pranzo presso la struttura scolastica. Nel pomeriggio si svolgono le partite del torneo di calcio e le premiazioni. Parallelamente, viene organizzata una “food demonstration” con i prodotti del nostro territorio presso la Camera di Commercio croata, con la partecipazione di imprenditori locali.

31 Agosto: Se le statue potessero parlare

Gli attori

Venerdì 31 agosto
3 turni ore 21,00 – 21,30 – 22,00
Museo Tattile Statale Omero, Ancona

Il Museo Tattile Statale Omero ripropone la singolare performance itinerante della Notte dei Musei: saranno le statue a raccontare i loro ricordi, sogni ed emozioni tra vanità e ironia.

Una speciale serata in cui i visitatori potranno ascoltare quanto può essere civettuola la Venere di Milo, vanitosa la cupola di Santa Maria del Fiore, scocciato il David di Michelangelo, in crisi d’identità l’imperatore Augusto e molto altro.

A dar voce alle statue saranno gli attori dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – sezione Ancona: Daniela Bottegoni, Luciano Carnevali, Daniele Casarola, Maurizio Mazzieri, Samuele Mazzieri, Barbara Roefaro, Stefania Terré, Lucrezia Violante; con la partecipazione di Francesca Santi, operatrice del Museo Omero.

Lo spettacolo avrà una durata di circa 20 minuti; al termine la Cantina Castrum Morisci di Moresco offrirà una degustazione dei propri vini. L’evento è organizzato dalle volontarie del Servizio Civile Nazionale 2017 – 18.

Info

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria al numero 071.2811935 o all’indirizzo didattica@museoomero.it; massimo 30 persone per ciascuno dei tre turni previsti (ore 21, 21.30, 22); età minima 8 anni. Il Museo sarà aperto solo per gli spettatori della performance.

30 e 31 Agosto: Formazione agli operatori dell’Associazione Italia Langobardorum

30 e 31 Agosto 2018
Museo Tattile Statale Omero

Dodici operatori dei Musei aderenti all’Associazione Italia Langobardorum oggi e domani sono al Museo Tattile Statale Omero per formarsi sul tema dell’accessibilità ai beni culturali: progetto “Toccar con mano i Longobardi”  in previsione dei percorsi accessibili che andranno a progettare.

Linee guida per la redazione del Piano di eliminazione delle barriere architettoniche

Luglio 2018

Con l’intento di promuovere la più ampia fruizione a musei, complessi monumentali, aree e parchi archeologici, la Direzione generale Musei ha istituito un Gruppo di lavoro, di cui il nostro Presidente Aldo Grassini ha fatto parte, per la formulazione di provvedimenti inerenti il superamento delle barriere culturali, cognitive e psicosensoriali nei luoghi della cultura di competenza del Ministero per i beni e le attività culturali (Decreto dirigenziale del 27 giugno 2017).

A conclusione dei lavori, il 6 luglio 2018 sono state pubblicate con circolare interna le Linee guida per la redazione del Piano di eliminazione delle barriere architettoniche (P.E.B.A) nei musei, complessi museali, aree e parchi archeologici.

Nella stesura del documento, Il Gruppo di lavoro ha tenuto conto delle finalità della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità (Legge 18/2009), intendendo inoltre integrare gli obiettivi perseguiti con le Linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale (Decreto Ministeriale 28 marzo 2008).

Link esterno