Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

16 Agosto: Un soldino per il Jukebox, Le calde estati degli anni ’60

locandina

16 Agosto ore 21,30 – Corte della Mole, Ancona
Sensi d’Estate 2018 – Ingresso libero

Un soldino per il Jukebox, Le calde estati degli anni ’60

di Piero Cesanelli
Ensemble musicale la Compagnia
In collaborazione con MUSICULTURA

Un panoramico e non nostalgico viaggio attraverso la canzone negli anni ’60, una benefica immersione in fatti e personaggi diventati miti, sulle note di brani, diffuse da una magica macchina chiamata Juke box, che sono stati la colonna sonora delle indimenticabili estati di quegli anni.
Piero Cesanelli ci racconta come una certa musica fino ad allora indirizzata ad una platea spesso composta da persone attempate, diventa con il rock and roll prepotentemente un fenomeno da teenager. Prima con l’immagine dell’urlatore, poi con quella del cantautore, la canzone cambia vestito e si trasforma insieme ad altri rinnovati soggetti, motore propulsivo della società soprattutto giovanile. “Un soldino per il jukebox” propone indifferentemente le cover che subirono alcune volte un miglioramento nella versione italiana e quelle vere e proprie perle che, con queste nuove versioni, arrangiate dallo stesso Cesanelli, riacquistano la loro primitiva lucentezza.

“LA COMPAGNIA”
Andrea Casta, voce chitarra armonica; Chopas, voce chitarra; Nicola Camilletti, basso; Riccardo Andrenacci, batteria; Alessandra Tamburrini, tastiere keyboard; Tony Felicioli, sax e flauto; voci: Alessandra Rogante, Valentina Guardabassi, Francesco Caprari; Giulia Poeta e Maurizio Marchegiani, narratori.

I BRANI, le più suggestive note delle estati degli anni ’60 fra cui:
Un soldino per il juke box, Oh Carol, Tintarella di luna, Baby, When a man loves a woman, Baby, Bang Bang, Estate senza te, Ragazzo di strada, Guarda che luna, St. Tropez Twist, A che serve volare, Pepito, La terza luna, Esagerata, My Prayer, Cuore, La Compagnia, Cin Cin.

Arte

Aperte e visitabili dalle ore 21 alle 24 le sale del Museo Omero e la Mostra FORME SENSIBILI Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale, Valerio Valeri. Cinque artisti marchigiani a significare, nell’originalità delle loro poetiche, gli orientamenti della scultura contemporanea.
Quasi quaranta le opere – tra sculture, disegni e bozzetti frutto delle ricerche più recenti – fatte di diversi materiali cui si riconosce una sorta di “vocazione formale”, un’anima sensibile.  L’argilla dipinta, il legno, il travertino, i metalli, lavorati o assemblati, ma anche carte, stoffe, spaghi di un’inedita qualità tattile, offrono, tra figurazione e astrazione, sviluppi espressivi inattesi e forma e materia si modulano vicendevolmente, raggiungendo una mirabile sintesi.

Info

Lo spettacolo si svolge all’aperto, nella corte della Mole Vanvitelliana: i posti a sedere sono limitati (si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità). In caso di pioggia gli spettacoli saranno al Teatro Sperimentale L. Arena, via Redipuglia 59, Ancona.

Come gli anni scorsi il nostro pubblico potrà sostenere l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus”: le donazioni raccolte durante questa serata saranno devolute all’AIDO Associazione Italiana per la Donazione di Organi tessuti e cellule – sezione provinciale Ancona.

La rassegna Sensi d’estate 2018 è realizzata dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con il Comune di Ancona – La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero” ONLUS e con il supporto dei volontari del Servizio Civile Nazionale.

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio, 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
#museoomero #sensidestate2018

Link interno

9 Agosto: Viva la Vida!

Stefania Terrè nelle vesti di Frida

9 Agosto ore 21,30 – Corte della Mole, Ancona
Sensi d’Estate 2018 – Ingresso libero

Viva la Vida!

Testo di Pino Cacucci e regia di Antonio Lovascio.
L’attrice Stefania Terrè porterà in scena la passione e la follia di Frida Kahlo, la sua immane sofferenza e il suo smisurato amore per la vita.

Nota del regista:

Quando ho letto il testo teatrale “Viva la Vida” di Pino Cacucci, sulla vita di Frida Kahlo, ho pensato subito ad una sola persona: Stefania Terré.
Lei dice di non essere un’attrice, per il semplice fatto che nella sua vita non svolge questo mestiere. Ma io trovo in lei qualcosa che va oltre la capacità di pronunciare bene le parole, con una dizione chiara e corretta, trovo in lei una forza interiore e una capacità introspettiva che supera qualunque convenzione legata al mestiere. Le ho detto: “Stefania, tu devi interpretare Frida, perché tu puoi dare a questo testo qualcosa che nessun’altra attrice può dare” lei mi ha risposto: “Non lo so, è un testo difficile ma accetto la sfida, perché Frida non si sarebbe mai tirata indietro” e così è cominciata la nostra piccola scommessa. In verità, io e Stefania, collaboriamo già da tempo. Qualche anno fa ho condotto un laboratorio teatrale presso l’Unione ciechi e ipovedenti di Ancona, Stefania era tra i partecipanti e la sua innata passione per il Teatro mi ha convinto a lanciarle diverse sfide nel corso degli anni. Ma forse è vero, tra tutte, questa è la sfida più ardua. Il 9 Agosto saremo alla Mole di Ancona per il Festival Sensi d’Estate, è un onore per noi essere riconfermati a questo importante Festival del Museo Omero. Porteremo in scena la passione e la follia di Frida, la sua immane sofferenza e il suo smisurato amore per la vita. Stefania e Frida, Frida e Stefania, due vite che presentano forti punti di contatto, forti emozioni, tutto quanto c’è di bello e di brutto nella vita, un grido di rabbia, di ribellione, un grido solo: VIVA LA VIDA!

Si ringraziano: Eugenia Morosanu per la consulenza alla danza; Sabrina Caniglia per i costumi; Parrucchiere Ettore per l’acconciatura.

Arte

Aperte e visitabili dalle ore 21 alle 24 le sale del Museo Omero e la Mostra FORME SENSIBILI Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale, Valerio Valeri. Cinque artisti marchigiani a significare, nell’originalità delle loro poetiche, gli orientamenti della scultura contemporanea.
Quasi quaranta le opere – tra sculture, disegni e bozzetti frutto delle ricerche più recenti – fatte di diversi materiali cui si riconosce una sorta di “vocazione formale”, un’anima sensibile.  L’argilla dipinta, il legno, il travertino, i metalli, lavorati o assemblati, ma anche carte, stoffe, spaghi di un’inedita qualità tattile, offrono, tra figurazione e astrazione, sviluppi espressivi inattesi e forma e materia si modulano vicendevolmente, raggiungendo una mirabile sintesi.

Info

Lo spettacolo si svolge all’aperto, nella corte della Mole Vanvitelliana: i posti a sedere sono limitati (si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità). In caso di pioggia gli spettacoli saranno al Teatro Sperimentale L. Arena, via Redipuglia 59, Ancona.

Come gli anni scorsi il nostro pubblico potrà sostenere l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus”.

La rassegna Sensi d’estate 2018 è realizzata dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con il Comune di Ancona – La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero” ONLUS e con il supporto dei volontari del Servizio Civile Nazionale.

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio, 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
#museoomero #sensidestate2018

Link interno

2 Agosto: Lirica e dintorni

2 Agosto ore 21,30 – Corte della Mole, Ancona
Sensi d’Estate 2018 – Ingresso libero

In collaborazione con gli Amici della Lirica “Franco Corelli” di Ancona, il consueto concerto prevede un cast d’eccezione per una serata all’insegna delle più celebri arie d’opera e romanze.

Soprano Marta Torbidoni
Tenore Matteo Mezzaro
Al pianoforte Silvia Ercolani

Arte

Aperte e visitabili dalle ore 21 alle 24 le sale del Museo Omero e la Mostra FORME SENSIBILI Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale, Valerio Valeri. Cinque artisti marchigiani a significare, nell’originalità delle loro poetiche, gli orientamenti della scultura contemporanea.
Quasi quaranta le opere – tra sculture, disegni e bozzetti frutto delle ricerche più recenti – fatte di diversi materiali cui si riconosce una sorta di “vocazione formale”, un’anima sensibile.  L’argilla dipinta, il legno, il travertino, i metalli, lavorati o assemblati, ma anche carte, stoffe, spaghi di un’inedita qualità tattile, offrono, tra figurazione e astrazione, sviluppi espressivi inattesi e forma e materia si modulano vicendevolmente, raggiungendo una mirabile sintesi.

Info

Lo spettacolo si svolge all’aperto, nella corte della Mole Vanvitelliana: i posti a sedere sono limitati (si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità). In caso di pioggia gli spettacoli saranno al Teatro Sperimentale L. Arena, via Redipuglia 59, Ancona.

Come gli anni scorsi il nostro pubblico potrà sostenere l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus”.

La rassegna Sensi d’estate 2018 è realizzata dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con il Comune di Ancona – La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero” ONLUS e con il supporto dei volontari del Servizio Civile Nazionale.

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio, 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
#museoomero #sensidestate2018

Link interno

Link esterno

26 Luglio: Concerto Spettacolo della Giacomo Medici Tango Orchestra

l'orchestra

26 Luglio ore 21,30 – Corte della Mole, Ancona
Sensi d’Estate 2018 – Ingresso libero

“Passione e Canto”: sono queste le due anime della Giacomo Medici Tango Orchestra, formazione composta da musicisti attivi da anni nel mondo del tango e della musica classica. Baritono conosciuto sulla scena internazionale, anche in Argentina, come “L’italiano che canta il tango”, Giacomo Medici e la sua orchestra propongono un percorso musicale e tematico che parte dal tango della prima metà del ‘900 per toccare, successivamente, quei compositori, molti dei quali di origine italiana, che hanno segnato la storia di questo genere. Ospite dell’orchestra il bandoneonista Gianni Iorio.

I brani proposti saranno impreziositi dagli interventi di alcun ballerini di tango, che proporranno coreografie originali create per tale occasione: Paolo Persi e Flamina Candelori, Alessandro Esposto e Sara Porfiri.

Tra le collaborazioni più importanti dell’orchestra ricordiamo quelle con i premi Oscar Woody Allen, Dante Ferretti, Santo Loquasto, Gabriella Pascucci, i direttori d’orchestra Bruno Bartoletti, James Conlon, Bruno Campanella, Renato Palumbo e Donato Renzetti, i bandoneonisti Gianni Iorio e Daniele Di Bonaventura, il sassofonista Javier Girotto, nonché alcuni tra i ballerini più noti nel panorama del tango. I musicisti dell’ensemble, italiani ed argentini, sono Pablo Corradini (bandoneon), Mauro Gubbiotti (pianoforte), Giannina Guazzaroni (violino), Aloisa Aisenberg (violino), Aurelio Venanzi (viola), Roberto Gazzani (contrabbasso), Ludovico Carmenati (contrabbasso).

Per la sua attività musicale, Medici è stato inserito dalla rivista Cosmopolitan e dalla critica tra le realtà più interessanti della nuova scena artistica italiana.

Arte

Aperte e visitabili dalle ore 21 alle 24 le sale del Museo Omero e la Mostra FORME SENSIBILI Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale, Valerio Valeri. Cinque artisti marchigiani a significare, nell’originalità delle loro poetiche, gli orientamenti della scultura contemporanea.
Quasi quaranta le opere – tra sculture, disegni e bozzetti frutto delle ricerche più recenti – fatte di diversi materiali cui si riconosce una sorta di “vocazione formale”, un’anima sensibile.  L’argilla dipinta, il legno, il travertino, i metalli, lavorati o assemblati, ma anche carte, stoffe, spaghi di un’inedita qualità tattile, offrono, tra figurazione e astrazione, sviluppi espressivi inattesi e forma e materia si modulano vicendevolmente, raggiungendo una mirabile sintesi.

Info

Lo spettacolo si svolge all’aperto, nella corte della Mole Vanvitelliana: i posti a sedere sono limitati (si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità). In caso di pioggia gli spettacoli saranno al Teatro Sperimentale L. Arena, via Redipuglia 59, Ancona.

Come gli anni scorsi il nostro pubblico potrà sostenere l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus”.

La rassegna Sensi d’estate 2018 è realizzata dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con il Comune di Ancona – La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero” ONLUS e con il supporto dei volontari del Servizio Civile Nazionale.

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio, 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
#museoomero #sensidestate2018

Link interno

Link esterno

19 Luglio: Nella giungla delle città L’irruzione del reale / 3 La porta

copertina

19 Luglio ore 21,30 – Corte della Mole, Ancona
Sensi d’Estate 2018 – Ingresso libero

Malte presenta

Nella giungla delle città. L’irruzione del reale / 3 La porta

testo e regia di Sonia Antinori
Progetto Vincitore MigrArti Spettacolo 2018

con i partecipanti del Laboratorio Jungle People Ancona
gli attori della Compagnia Malte
e la partecipazione straordinaria di Carla Manzon
coreografie e movimenti scenici Stefania Zepponi
luci e spazio scenico Francesco Dell’Elba
musica e suono Slate
costumi Stefania Cempini
video Matteo Lorenzini
mediazione interculturale e linguistica Stefania Scuppa
ufficio stampa Irene Pezzella
organizzazione Michela Cavaterra
progetto grafico Helene Lageder
fotografo Lorenzo Pavani

con il sostegno del Mibact

in partenariato con ACADS (Associazione Culturale Arancia Donna Subsahariana), Casa delle Culture di Ancona, Free Woman Onlus, La Gemma Onlus, IRS l’Aurora Cooperativa Sociale, Vivere Verde Onlus

con la collaborazione di Regione Marche, Assemblea Legislativa delle Marche, Comune di Ancona, Comune di Jesi, Comune di Senigallia, CPIA Ancona, ANPI Comitato Provinciale Ancona, Museo Tattile Statale Omero, Ambasciata dei Diritti delle Marche, Istituto Comprensivo “Federico II” di Jesi, Odòs Società Cooperativa Sociale, Ya Basta Marche, Spazio Comune Autogestito TNT, Comunità Bengalese di Jesi.

Le nostre città stanno cambiando. Sono cambiate. Ma è difficile che Amehd incontri Pietro e Raissa Maria. Ci si guarda da lontano, con sospetto. Qualche volta ci si scontra apertamente. Ma chi è quello che incrocio sulla piazza davanti al supermercato? Chi è quella col velo che cammina di fronte a casa mia? Brecht negli anni Venti ha scritto un testo sulla boxe, su uomini che diventano nemici perché cercano nemici, senza una ragione, forse solo per capire chi sono. Dove finisce l’altro, lì ci sono io. Un po’ così. Ma allora è la giungla, la giungla delle città. L’irruzione della realtà nel nostro mondo. Come quando a 12 o 13 anni si lasciano i giochi e si prende a guardarsi attorno, si guarda fuori, perché il corpo chiama, la vita chiama. E se questa che stiamo vivendo fosse proprio l’adolescenza della nostra società? Se fosse un principio invece che una fine?

Un progetto utopico, racchiuso simbolicamente nella cornice della Mole di Ancona: un luogo sospeso tra mare e terra, tra la dimensione sconosciuta dell’altro e la nostra casa. Un progetto con Junior, Mohamed, Sonia, Mehedi e altri ancora, per riflettere su di loro, ma anche e soprattutto per riflettere su di noi. Concepito nell’ambito del Bando MigrArti 2018, indetto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per la valorizzazione delle culture immigrate e lo sviluppo del dialogo interculturale, il lavoro è stato sviluppato dalla Compagnia Malte con immigrati di diverse provenienze geografiche, tra cui Bangladesh, Pakistan, Sierra Leone, Liberia, Costa d’Avorio, Guinea, Nigeria, Camerun, Mali, Senegal.

Attori e pubblico si confronteranno su convivenza civile, accoglienza e diritti in uno spettacolo in cui i conflitti vengono messi a nudo e le conclusioni sommarie superate da una contronarrazione sulla mutazione sociale in atto dalla viva voce dei testimoni. Il lavoro presentato a Sensi d’estate è la tappa conclusiva di un percorso articolato su tre città del territorio: primi appuntamento a Senigallia (10 luglio) e Jesi (14 luglio) con altrettanti capitoli di questo appassionante viaggio teatrale.

Arte

Aperte e visitabili dalle ore 21 alle 24 le sale del Museo Omero e la Mostra FORME SENSIBILI Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale, Valerio Valeri. Cinque artisti marchigiani a significare, nell’originalità delle loro poetiche, gli orientamenti della scultura contemporanea.
Quasi quaranta le opere – tra sculture, disegni e bozzetti frutto delle ricerche più recenti – fatte di diversi materiali cui si riconosce una sorta di “vocazione formale”, un’anima sensibile.  L’argilla dipinta, il legno, il travertino, i metalli, lavorati o assemblati, ma anche carte, stoffe, spaghi di un’inedita qualità tattile, offrono, tra figurazione e astrazione, sviluppi espressivi inattesi e forma e materia si modulano vicendevolmente, raggiungendo una mirabile sintesi.

La prevenzione non va in vacanza

Un banchetto informativo promosso dall’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – sezione di Ancona fornirà materiale sulla prevenzione delle più diffuse patologie dell’occhio che possono insorgere d’estate. Sarà presente anche un esperto.

Info

Lo spettacolo si svolge all’aperto, nella corte della Mole Vanvitelliana: i posti a sedere sono limitati (si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità). In caso di pioggia gli spettacoli saranno al Teatro Sperimentale L. Arena, via Redipuglia 59, Ancona.

Come gli anni scorsi il nostro pubblico potrà sostenere l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus”.

La rassegna Sensi d’estate 2018 è realizzata dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con il Comune di Ancona – La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero” ONLUS e con il supporto dei volontari del Servizio Civile Nazionale.

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio, 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
#museoomero #sensidestate2018

Link interno

Link esterno

12 Luglio: Tutto questo è Fado

Marco Poeta

12 Luglio ore 21,30 – Corte della Mole, Ancona
Sensi d’Estate 2018 – Ingresso libero

Marco Poeta presenta

Tutto questo è Fado

con
Marco Poeta guitarra portuguesa
Paolo Galassi basso acustico
Maria Mazzotta voce
special guest JORGE FERNANDO voce e chitarra

In collaborazione con FIDAPA BPW Italy.

Il concerto celebra l’antica tradizione del fado di Lisbona, con brani della grande Amalia Rodrigues, Lucilia do Carmo, Beatriz de Conceçao, Argentina Santos e la chitarra di Carlos Paredes.
E’ senza meno un “lusso” avere nella nostra regione una figura storica del fado internanzionale, Jorge Fernando, poeta, scrittore, musicista e produttore. Chitarrista storico di Amalia Rodrigues, Jorge è produttore e arrangiatore di (ormai star) Mariza, Ana Moura, Misia nonché amico e collaboratore del “nostro” Marco Poeta, marchigiano doc di Recanati, colui che ha portato il fado in Italia.
Poeta ha collaborato con Argentina Santos, Ana Moura, Ricardo Ribeiro, Raquel Tavares, Maria Josè Nobrega, Antonio Chainho. In Italia iniziò la divulgazione del fado con Eugenio Finardi e Francesco di Giacomo (Banco) in seguito con Peppe Servillo e gli Avion Travel, Enzo Gragnaniello, con Lucio Dalla anche a Lisbona, Silvia Mezzanotte…

Ad Ancona una “prima” veramente internazionale e come è solito dire Jorge Fernando “le Marche è la regione del Fado…!”

L’evento ha il contribuito  della FIDAPA BPW sezione di Ancona-Riviera del Conero che ha  riconosciuto nel fado una forma poetica e musicale che trasmette l’anima di un popolo, dei suoi uomini e in particolare delle sue donne, come la grande Amalia Rodriguez. FIDAPA BPW Italy è un’associazione composta, in Italia, da circa 11.000 socie e ha lo scopo di promuovere le iniziative delle donne che operano nel campo delle Arti, delle Professioni e degli Affari.

Arte

Aperte e visitabili dalle ore 21 alle 24 le sale del Museo Omero e la Mostra FORME SENSIBILI Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale, Valerio Valeri. Cinque artisti marchigiani a significare, nell’originalità delle loro poetiche, gli orientamenti della scultura contemporanea.
Quasi quaranta le opere – tra sculture, disegni e bozzetti frutto delle ricerche più recenti – fatte di diversi materiali cui si riconosce una sorta di “vocazione formale”, un’anima sensibile. L’argilla dipinta, il legno, il travertino, i metalli, lavorati o assemblati, ma anche carte, stoffe, spaghi di un’inedita qualità tattile, offrono, tra figurazione e astrazione, sviluppi espressivi inattesi e forma e materia si modulano vicendevolmente, raggiungendo una mirabile sintesi.

La prevenzione non va in vacanza

Un banchetto informativo promosso dall’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – sezione di Ancona fornirà materiale sulla prevenzione delle più diffuse patologie dell’occhio che possono insorgere d’estate.

Info

Lo spettacolo si svolge all’aperto, nella corte della Mole Vanvitelliana: i posti a sedere sono limitati (si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità). In caso di pioggia gli spettacoli saranno al Teatro Sperimentale L. Arena, via Redipuglia 59, Ancona.

Come gli anni scorsi il nostro pubblico potrà sostenere l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus”.

La rassegna Sensi d’estate 2018 è realizzata dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con il Comune di Ancona – La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero” ONLUS e con il supporto dei volontari del Servizio Civile Nazionale.

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio, 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
#museoomero #sensidestate2018

Link interno

Link esterni

Sensi d’Estate 2018

XVII edizione – Percorsi multisensoriali di Arte Teatro Musica Odori e Sapori
Tutti i Giovedì dal 12 Luglio al 16 Agosto 2018
Spettacoli ore 21,30 nella Corte della Mole, ANCONA
Ingresso libero

Torna Sensi d’estate, la rassegna culturale estiva organizzata dal Museo Tattile Statale Omero, quest’anno giunta alla XVII edizione.

Spettacoli

Mostra

FORME SENSIBILI
Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale, Valerio Valeri

A cura di Nunzio Giustozzi

7 luglio – 16 settembre 2018
Museo Tattile Statale Omero, Mole Vanvitelliana, Ancona

Ingresso libero

Cinque artisti marchigiani a significare, nell’originalità delle loro poetiche, gli orientamenti della scultura contemporanea.
Quasi quaranta le opere – tra sculture, disegni e bozzetti frutto delle ricerche più recenti – fatte di diversi materiali cui si riconosce una sorta di “vocazione formale”, un’anima sensibile.
L’argilla dipinta, il legno, il travertino, i metalli, lavorati o assemblati, ma anche carte, stoffe, spaghi di un’inedita qualità tattile, offrono, tra figurazione e astrazione, sviluppi espressivi inattesi e forma e materia si modulano vicendevolmente, raggiungendo una mirabile sintesi.

Orario
luglio-agosto: dal mercoledì al sabato 17-20, domenica e 15 agosto 10-13 e 17-20; visitabile tutti i giovedì i Sensi d’estate ore 21-24.
settembre: dal mercoledì al sabato 16-19, domenica e festivi 10-13 e 16-19.
La mattina aperto su prenotazione per gruppi. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Info

Gli spettacoli si svolgono all’aperto, nella corte della Mole Vanvitelliana: i posti a sedere sono limitati (si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità). In caso di pioggia gli spettacoli saranno al Teatro Sperimentale L. Arena, via Redipuglia 59, Ancona.

La prevenzione non va in vacanza
Il 12 e il 19 luglio alle ore 21 sono previsti incontro con esperti per parlare di vista e prevenzione delle più comuni patologie oculari che possono insorgere anche durante il periodo estivo, in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti sezione provinciale di Ancona. Sarà disponibile del materiale informativo.

Come gli anni scorsi il nostro pubblico potrà sostenere l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus”. Le donazioni raccolte durante la serata del 16 agosto saranno devolute all’AIDO Associazione Italiana per la Donazione di Organi tessuti e cellule – sezione provinciale Ancona.

La rassegna Sensi d’estate 2018 è realizzata dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con il Comune di Ancona – La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero” ONLUS e con il supporto dei volontari del Servizio Civile Nazionale.

MUSEO TATTILE STATALE OMERO
Sempre visitabile tutti i giovedì di “Sensi d’estate” dalle ore 21 alle 24.
Orario luglio e agosto: martedì, mercoledì, giovedì, sabato 17 – 20; venerdì, domenica e 15 agosto 10 – 13 e 17 – 20.
La mattina aperto su prenotazione per gruppi.
Ingresso libero. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.
Visite guidate: 4,00 euro a persona; gruppi (minimo 10 persone) 3,70 euro a persona.
Gratuito: bambini 0 – 4 anni, disabili e rispettivi accompagnatori.

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio, 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
#museoomero #sensidestate2018

10 giugno: presentazione del progetto Arteinsieme “La Chiesa di Santa Maria di Portonovo”, un’esperienza multisensoriale

Domenica 10 giugno 2018 ore 16
Chiesa Santa Maria di Portonovo, Ancona

Domenica 10 giugno alle ore 16 viene inaugurato il Totem sensoriale all’interno della Chiesa di Santa Maria di Portonovo, conclusione del progetto “Arteinsieme. La Chiesa di Santa Maria di Portonovo, un’esperienza multisensoriale” avviato a settembre 2017 dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche nell’ambito della VII edizione della Biennale Arteinsieme promossa dal Museo Tattile Statale Omero e finalizzata all’integrazione sociale e culturale delle persone con disabilità. 

L’iniziativa, coordinata dal Servizio Educativo con l’intento di promuovere la conoscenza e la fruizione del patrimonio culturale del territorio favorendo una pedagogia delle arti inclusiva, è stata sposata con entusiasmo dall’Istituto Comprensivo Pinocchio Montesicuro di Ancona, che ha sviluppato un percorso didattico ad hoc. Fondamentale l’apporto dei Dipartimenti DICEA e DIISM dell’Università Politecnica delle Marche, con competenze all’avanguardia in materia di stampa additiva e digitalizzazione del patrimonio storico-artistico.

Il bene culturale individuato è la Chiesa di Santa Maria di Portonovo di Ancona, un autentico gioiello di architettura romanica, posto in uno scenario naturale di suggestiva bellezza a stretto contatto con il mare.
Il progetto, rivolto a tutti con particolare attenzione alle persone con disabilità, ha previsto la produzione di strumenti utili a descrivere e favorire la conoscenza della chiesa, consentendo un’esperienza tattile che potrà in futuro arricchirsi di ulteriori ausili multisensoriali adeguati ad una pluralità di esigenze.

Due gli strumenti conoscitivi realizzati nell’ambito del progetto con la supervisione del Museo Omero: un modello offerto dai dipartimenti universitari di Ancona ed eseguito dagli stessi mediante tecniche di fabbricazione additiva (stampa 3D) sulla base del rilievo laser scanner del gruppo di ricerca Distori Heritage, e un libro tattile, con tavole a rilievo e testi descrittivi in nero ein Braille, prodotto manualmente con materiali di riciclo dalla classe III D della scuola secondaria di primo grado “Pinocchio-Montesicuro”.
Quanto realizzato verrà messo a disposizione di tutti i fruitori nel corso di un evento inaugurale, il prossimo 10 giugno alle ore 16.00 presso la Chiesa di Santa Maria di Portonovo, costituendo poi un lascito permanente in favore di quanti vorranno avvalersene. L’evento, gratuito, verrà realizzato nell’ambito delle aperture della chiesa gestite da Italia Nostra e includerà una piccola degustazione di prodotti locali offerta dall’Azienda Moroder di Montacuto e dall’Hotel La Fonte di Portonovo.

Progetto: “ARTEINSIEME. La Chiesa di Santa Maria di Portonovo, un’esperienza multisensoriale”.
Promosso da: Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle Marche, Servizi Educativi.
Partner: Dipartimenti DICEA e DIISM dell’Università Politecnica delle Marche, Museo Omero di Ancona, I.C. “Pinocchio Montesicuro” di Ancona.
Coordinamento del progetto: responsabile arch. Deborah Licastro; dott.ssa Anna Maria Cagnoni, Sabap Marche
Modello 3D realizzato da rilievo laser scanner dal gruppo di ricerca Distori Heritage, responsabile scientifico prof. Paolo Clini.
Prototipo 3D: responsabile dott.ssa Ramona Quattrini, realizzazione dott.ssa Raissa Mammoli.
Modello mediante tecniche di fabbricazione additiva (stampa 3D): responsabile prof. Mohamad El Mehtedi, realizzazione dott. Tommaso Mancia.
Supervisione alla realizzazione del modello tattile: dott. Aldo Grassini, Presidente Museo Omero.
Libro tattile: responsabile prof.ssa Paola Urbani; prof. Massimo Cartaginese; realizzazione classe III D, Scuola Media “Pinocchio-Montesicuro”.
Supervisione alla realizzazione del libro tattile: dott.ssa Manuela Alessandrini, Museo Omero.

7 giugno: Arte e Bellezza come esperienza di pace

locandina

Il 7 giugno 2018 alle ore 17 ritrovo alla Loggia dei Mercanti che conserva l’affresco Allegoria della Pace.

ore 17,30 al Museo Tattile Statale Omero
“L’arte sa trasmettere messaggi di pace?”
Riflessioni a partire dall’Allegoria della Pace nella Loggia dei Mercanti
intervengono:
Mario Busti Presidente Università per la pace
Lorenza Zampa Storica dell’Arte

Iniziativa all’interno del programma “Se vuoi la pace prepara la pace” a cura dell’Università per la pace – Consiglio Regionale Marche per la promozione della cultura della pace nel territorio marchigiano.

5 giugno: Il Comune di Ancona celebra i 150 anni di piazza Cavour con un dono al Museo Omero

il sindaco Valeria Mancinelli con Aldo Cavour alla consegna della statua

Oggi martedì 5 giugno 2018 il sindaco Valeria Mancinelli, accompagnata dagli Assessore Paolo Marasca e Ida Simonelli, ha consegnato in forma ufficiale al Presidente del Museo Tattile Statale Omero, Aldo Grassini, la riproduzione, in scala ridotta, della statua di Camillo Benso Conte di Cavour.

La donazione del Comune di Ancona al Museo Omero celebra i 150 anni dall’inaugurazione della statua, opera di Artistodemo Costoli, e della centrale piazza dorica avvenuta il 7 giugno 1868, come riporta la targa alla base del monumento.

La riproduzione donata al Museo è stata realizzata in resina da Massimo Ippoliti in occasione della risistemazione complessiva della piazza (2016): uno spazio reso accessibile ai non vedenti grazie alla presenza della relativa pianta a rilievo e del modellino in bronzo dello statista piemontese con didascalia in Braille.

Un nuovo prezioso tassello si aggiunge dunque alla collezione tattile al Museo Omero per raccontare concretamente a tutti, in particolare ai non vedenti, la storia civile della nostra città.