Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

12 agosto: Musica e Poesia al Femminile

Artiste in dialogo

Sensi d’estate 2010
Ancona, Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50

Nove appuntamenti di qualità fra degustazioni, concerti, spettacoli e mostre. La nona edizione nasce con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia e del Comune di Ancona e con il sostegno della Banca delle Marche.

Ore 20: Laboratorio del Gusto (Slow Food) dedicato al gelato

Degustazione guidata alla presenza di produttori e di esperti per parlare, assaporare, toccare e valutare il cibo con un coinvolgente approccio ludico. Il settimo appuntamento organizzato da Slow Food è dedicato al gelato della Gelateria artigianale Al Belvedere di Agugliano. Chi desidera potrà dotarsi di mascherina per provare la degustazione al buio. La prenotazione è obbligatoria (i posti sono limitati).Costo:7,00 euro (Soci Coop Adriatica 5,50).

Ore 21.30: Artiste in dialogo, Terrazza della Regione Marche, adiacente al Museo Omero

Alle 21.30, nell’adiacente terrazza della Regione Marche (Palazzo Leopardi), inizia Artiste in dialogo, Musica e poesia al femminile nella Terra di Marca. Organizzato in collaborazione con l’Associazione ARTEMUSI(C)A-compositrici per le Marche di Recanati, lo spettacolo nasce da un importante progetto per promuovere la conoscenza di alcune delle più significative poetesse marchigiane contemporanee.
Otto compositrici marchigianePaola Ciarlantini di Recanati, Barbara Polacchi di Macerata, Roberta Silvestrini di Montignano di Senigallia, Stefania Spadini di Osimo, Sara Torquati di Martinsicuro, Luciana Tosti Mariotti di Pesaro, Loredana Totò di Santa Vittoria in Matenano, Francesca Virgili di Grottammare – hanno letto musicalmente, attraverso loro brani inediti, alcune poesie di quattro note poetesse marchigiane: Norma Stramucci di Recanati; Liliana Battaglia, di Senigallia; Maria Grazia Maiorino, di Ancona; Renata Morresi, nata a Recanati e residente a Macerata. Ciascuna poetessa ha ispirato due compositrici, che hanno scritto un brano sulle liriche prescelte, interpretandole musicalmente secondo il loro stile e la loro sensibilità. Durante la serata le poesie saranno recitate dal vivo dall’attore Mauro Pierfederici, e accompagnate da un video; mentre le musiche saranno eseguite dai due noti concertisti Elena Stamera (pianoforte) e Luca Mengoni (violino).

Ore 23.30: Degustazioni nel cortile del Museo Omero

Al termine del concerto si accede al cortile del Museo per le degustazioni di bevande e sorbetti offerti dalla ditta Cecconi Mario di Osimo, e il gelato prodotto dalla gelateria artigianale “Al Belvedere” di Agugliano. Prosegue per il secondo anno la collaborazione con la scuola secondaria di primo grado Donatello per concludere il murale Cielo e Terra che abbellisce il comune cortile all’aperto, realizzato grazie al lavoro dei ragazzi e al contributo della ditta Rumori di Ancona.

Mostra di Gabriele Bartoletti

Sempre aperta durante tutta la serata e per tutta l’estate la mostra di dipinti di Gabriele Bartoletti, artista ipovedente che “fa arrivare forme, colori e bellezza sulle mani di chi vive nel buio della notte” come afferma Tonino Guerra. Bartoletti è un pittore con una straordinaria storia personale e d’artista. Reso quasi cieco da una malattia, ha ideato una sua speciale tecnica per continuare a dipingere le proprie emozioni e immagini, rendendole comprensibili anche a chi non vede.

Informazioni

L’ingresso alle iniziative è libero.
Ogni serata il pubblico potrà sostenere con una donazione le attività dell’Associazione per il Museo Tattile Statale Omero Onlus. I posti a sedere per i concerti sono limitati. Per i concerti si accettano solo prenotazioni per persone con disabilità.

Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50, Ancona.
Email: info@museoomero.it – Telefono 071 28 11 93 5.
Orario estivo del Museo: luglio e agosto, dal martedì al venerdì: 9 – 13; 16 – 20; sabato e domenica: 16 – 20. Chiusura: lunedì, 15 agosto.

Allegati

5 agosto: Búsqueda in concerto, Un viaggio nella musica della tradizione

Busqueda

Sensi d’estate 2010
Ancona, Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50

Nove appuntamenti di qualità fra degustazioni, concerti, spettacoli e mostre. La nona edizione nasce con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia e del Comune di Ancona e con il sostegno della Banca delle Marche.

Ore 19 – 20: Laboratorio d’Arte per adulti e Laboratorio del Gusto dedicato ai formaggi

Alle ore 19 laboratorio d’arte con l’artista Gabriele Bartoletti, in mostra al Museo con le sue opere “Immagini dal Buio”: per scoprire insieme una nuova tecnica per dipingere usando graffi, impasti e colori!
Alle ore 20 degustazione guidata alla presenza di produttori e di esperti per parlare, assaporare, toccare e valutare il cibo con un coinvolgente approccio ludico. Il sesto appuntamento organizzato da Slow Food è dedicato ai formaggi con l’azienda Honorati Trionfi. Per accompagnare le degustazioni verranno offerte gustose bruschette preparate con l’Olio “Omero” della Fattoria Petrini di Monte San Vito. Chi desidera potrà dotarsi di mascherina per provare la degustazione al buio. La prenotazione è obbligatoria (i posti sono limitati). Costi: Laboratorio d’Arte + Laboratorio del Gusto: 10,00 euro; solo Laboratorio d’Arte: 5,00 euro (Soci Coop Adriatica 4,00); solo Laboratorio del Gusto 7,00 (Soci Coop Adriatica 5,50).

Ore 21.30: Búsqueda in concerto, Terrazza della Regione Marche, adiacente al Museo Omero

Alle 21.30, nell’adiacente terrazza della Regione Marche (Palazzo Leopardi), inizia Un viaggio nella musica della tradizione con il concerto del Búsqueda, parola argentina che significa “Ricerca”:  uno dei fattori caratterizzanti il gruppo è proprio la passione nel ricercare brani musicali quanto più sconosciuti e antichi possibile. Il concerto, intitolato Di briganti, eroi, guerre ed amori, rielabora melodie originali di vari paesi, rivestendole di un sound personale e vicino alla sensibilità moderna. I componenti del gruppo sono: Romualdo Cappelleti, basso; Alice Fabretti, voce; Andrea Lambertucci, chitarra; Francesco Savoretti, percussioni; Danilo Vecchi, fisarmonica.

Ore 23.30: Degustazioni nel cortile del Museo Omero

Al termine del concerto si accede al cortile del Museo per le degustazioni di bevande e sorbetti offerti dalla ditta Cecconi Mario di Osimo, e il gelato prodotto dalla gelateria artigianale “Al Belvedere” di Agugliano. Prosegue per il secondo anno la collaborazione con la scuola secondaria di primo grado Donatello per concludere il murale Cielo e Terra che abbellisce il comune cortile all’aperto, realizzato grazie al lavoro dei ragazzi e al contributo della ditta Rumori di Ancona.

Mostra di Gabriele Bartoletti con laboratorio d’arte per adulti

Sempre aperta durante tutta la serata e per tutta l’estate la mostra di dipinti di Gabriele Bartoletti, artista ipovedente che “fa arrivare forme, colori e bellezza sulle mani di chi vive nel buio della notte” come afferma Tonino Guerra. Bartoletti è un pittore con una straordinaria storia personale e d’artista. Reso quasi cieco da una malattia, ha ideato una sua speciale tecnica per continuare a dipingere le proprie emozioni e immagini, rendendole comprensibili anche a chi non vede.

Informazioni

L’ingresso alle iniziative è libero.
Ogni serata il pubblico potrà sostenere con una donazione le attività dell’Associazione per il Museo Tattile Statale Omero Onlus. I posti a sedere per i concerti sono limitati. Per i concerti si accettano solo prenotazioni per persone con disabilità.

Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50, Ancona.
Email: info@museoomero.it – Telefono 071 28 11 93 5.
Orario estivo del Museo: luglio e agosto, dal martedì al venerdì: 9 – 13; 16 – 20; sabato e domenica: 16 – 20. Chiusura: lunedì, 15 agosto.

Allegati

Slow food, fast friendship

Pubblichiamo con piacere le impressioni sulla serata del 29 luglio, limitatamente al laboratorio del gusto e alla conoscenza del museo del signor Marcello Pesarini

Noo, non è straniero, il metodo sarebbe più consono all’Italia. Ma che Italia, quella di ieri e dell’altro ieri. Quando il cibo era poco, pochissimo, per chi andava in campagna c’era un po’ di pane e d’uva, il cacio era una festa e una sferzata di energie, la carne e il pesce solo sulle mense dei signori, e neanche tutti i giorni.
Per mangiare bene dovevi essere un guerriero, perché eri speso, senza tanta sicurezza di tornare, nella difesa o nella conquista delle terre del signore. Come avranno fatto a tenersi in forza i lavoratori, quelli che hanno tracciato le strade, elevato edifici, non lo so. Poi sono cresciute le ricchezze, abbiamo governato gli elementi, ma il cibo a disposizione fino a pochi decenni fa non è stato mai tanto. Dal che il mangiare lentamente torna utile anche per far sembrare più lungo il pranzo, e sostanzioso altrettanto.

Il cibo lento, è una riconquista dell’oggi stravolto dai fast food, dal mangiare di corsa per raggiungere l’appuntamento seguente in breve tempo, non importa se lo confondiamo con quello precedente. Le cose sono tante, se ne gustano poche, si cuociono male, magari si ripassano al forno a microonde, che sostituisce la sana sfrigolatina sulla padella che dava mamma ai maccheroni avanzati da pranzo, che prendevano quel sano bruciaticcio che tanto mi manca. Prosciutto di plastica, mangiato a morsi, anche la confezione, formaggio avanzato, giù nel sacchetto dell’organico, facciamo bella figura, noci snocciolate, olive olivate, acqua gassata sennò non fai il ruttino che veniva tanto bene quando eri pieno, strapieno di lasagne.

Invece slow food, degustazione offerta pagando poco al Museo Omero, che è per antonomasia piazzaforte dell’inatteso. Museo dedicato ai non vedenti, con caratteri braille nelle diciture, ma anche prodotti inusuali, tattile per eccellenza nelle statue e nei calchi di gesso, ricostruzioni di monumenti anconetani e di fuori Ancona, luoghi di fantasia come Atene antica o l’affusto di cannone a ricordare la Palombella che non c’è più, travolta dalla frana, effetto naturale quanto stravolgente.

A tavola, mentre piove e rinfresca, un signore si dice esponente DOC di Slow Food, celebra il lavoro di chi fa vino e olio, e di chi per farli non viene retribuito, o per credere di starci con le spese ci mette dentro porcherie, o non paga i lavoratori. Ritorno alla giustizia, anche nelle parole di chi il vino lo fa, e lo “fava” anche il padre, poi lo mesce, lo accompagna con la “bruschetta” che non è bruscata, il che vuol dire recuperare il pane vecchio, ma è oliata a dovere. Che sapore, che odori di vino leggero, poi quello pesante, un nome indicibile, Decebalo, sapore di castagne, legno, torba, profumo di whisky.

Pian piano partono i racconti, le persone si avvicinano, commentano, scoprono gelaterie, cioccolate calde, desiderano l’inverno, desiderano i colori, apprezzano il tempo e non ne hanno paura.

Ancona, 29 luglio 2010: è avvenuto nello stesso palazzo dove tutti i giorni, al lavoro, mi sento male e circondato da tanta, tanta paura. Dedicato a chi si vuol bene.

Il Cristo velato reinterpretato da Felice Tagliaferri

Sabato 31 Luglio 2010

Chiesa dell’Arte, Sala Bolgonese

Giuseppe Terranova, Presidente del Centro Helen Keller, e alcuni rappresentanti nazionali dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti saranno presenti alla Chiesa dell’Arte, in Via Gramsci 315 a Sala Bolognese, per dare il loro contributo simbolico alla reinterpretazione del “Cristo Velato” esposto nella cappella Sansevero di Napoli.

L’idea è nata nella primavera del 2008, durante una visita a Napoli, quando all’artista non vedente non è stato consentito di vedere a suo modo, cioè con le mani, la celebre scultura.
Felice Tagliaferri, che da anni porta avanti il messaggio che l’arte è patrimonio universale e come tale deve essere accessibile a tutti secondo le possibilità di ciascuno, ha perciò pensato di creare una sua versione dell’opera che sia disponibile alla fruizione tattile.

Durante i mesi della lavorazione scuole, associazioni e artisti in formazione stanno dando il loro contributo all’iniziativa con alcune martellate simboliche, per far sì che più persone si sentano partecipi della realizzazione dell’opera.

L’iniziativa consente a chi lo voglia di approcciarsi alla scultura anche in maniera tattile, dimostrando che un blocco di pietra non può rovinarsi a causa dello sfioramento di dita esperte.

Per la sua valenza socio-culturale l’iniziativa ha già ottenuto il patrocinio dei Comuni di Sala Bolognese e Calderara di Reno, della Provincia di Bologna, della Lega del Filo d’Oro, dell’Unione Italiana Ciechi, del Museo Tattile Statale Omero e del Centro Regionale Helen Keller.

Per informazioni 331 693 241 0 oppure chiesadellarte@alice.it

29 luglio: Vincanto in concerto con O rondinella che passi lo mare

Gruppo Folk Vincanto

Sensi d’estate 2010
Ancona, Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50

Nove appuntamenti di qualità fra degustazioni, concerti, spettacoli e mostre. La nona edizione nasce con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia e del Comune di Ancona e con il sostegno della Banca delle Marche.

Ore 20: Laboratorio del Gusto dedicato al vino

Degustazione guidata alla presenza di produttori e di esperti per parlare, assaporare, toccare e valutare il cibo con un coinvolgente approccio ludico. Il quinto appuntamento è dedicato al vino con l’azienda Strologo di Camerano. Per accompagnare le degustazioni verranno offerte gustose bruschette preparate con l’Olio “Omero” della Fattoria Petrini di Monte San Vito. Chi desidera potrà dotarsi di mascherina per provare la degustazione al buio. La prenotazione è obbligatoria (i posti sono limitati), l’appuntamento è alle 20.00, il costo è di 7 euro; 5,50 per Soci Coop Adriatica.

Ore 21.30: O rondinella che passi lo mare, Terrazza della Regione Marche, adiacente al Museo Omero

Alle 21.30, nell’adiacente terrazza della Regione Marche (Palazzo Leopardi), inizia il concerto “O rondinella che passi lo mare” Melodie evocative della tradizione orale del Gruppo Folk Vincanto: Simone Bompadre, voce, chitarra classica, organetti; Mauro Fabbri, voce, flauti, clarinetto e percussioni; Roberto Raponi, voce; Riccardo Rocchetti, voce, chitarra, percussioni; Francesco Savoretti, percussioni; Carlo Celsi, violino, voce.

Ore 23.30: Degustazioni nel cortile del Museo Omero

Al termine del concerto si accede al cortile del Museo per le degustazioni di bevande e sorbetti offerti dalla ditta Cecconi Mario di Osimo, e il gelato prodotto dalla gelateria artigianale “Al Belvedere” di Agugliano. Prosegue per il secondo anno la collaborazione con la scuola secondaria di primo grado Donatello per concludere il murale Cielo e Terra che abbellisce il comune cortile all’aperto, realizzato grazie al lavoro dei ragazzi e al contributo della ditta Rumori di Ancona.

Mostra di Gabriele Bartoletti

Sempre aperta durante tutta la serata e per tutta l’estate la mostra di dipinti di Gabriele Bartoletti, artista ipovedente che “fa arrivare forme, colori e bellezza sulle mani di chi vive nel buio della notte” come afferma Tonino Guerra. Bartoletti è un pittore con una straordinaria storia personale e d’artista. Reso quasi cieco da una malattia, ha ideato una sua speciale tecnica per continuare a dipingere le proprie emozioni e immagini, rendendole comprensibili anche a chi non vede.

Informazioni

L’ingresso alle iniziative è libero.
Ogni serata il pubblico potrà sostenere con una donazione le attività dell’Associazione per il Museo Tattile Statale Omero Onlus. I posti a sedere per i concerti sono limitati. Per i concerti si accettano solo prenotazioni per persone con disabilità.

Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50, Ancona.
Email: info@museoomero.it – Telefono 071 28 11 93 5.
Orario estivo del Museo: luglio e agosto, dal martedì al venerdì: 9 – 13; 16 – 20; sabato e domenica: 16 – 20. Chiusura: lunedì, 15 agosto.

Allegat0

22 luglio: Concerto Note di Marca, Marco Vergini al pianoforte

Marco Vergìni

Sensi d’estate 2010
Ancona, Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50

Nove appuntamenti di qualità fra degustazioni, concerti, spettacoli e mostre. La nona edizione nasce con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia e del Comune di Ancona e con il sostegno della Banca delle Marche.

Ore 20: Laboratorio del Gusto per adulti e Laboratorio d’Arte per bambini (6-11 anni)

Mentre adulti e gentitori partecipano al Laboratorio del Gusto – Slow Food Ancona, dedicato all’Olio “Omero” della Fattoria Petrini di Monte San Vito, con specilità culinarie della zona, i bambini potranno svolgere unlaboratorio d’arte all’aperto con gli operatori e l’artista Gabriele Bartoletti, in mostra al Museo con le sue opere “Immagini dal Buio”: per scoprire insieme una nuova tecnica per dipingere usando graffi, impasti e colori! La prenotazione è obbligatoria (i posti sono limitati), l’appuntamento è alle 20.00. Prezzo promozionale per famiglia: 2 adulti e 2 bambini 20 euro; 2 adulti e 1 bambino: 15 euro. Costo Laboratorio del Gusto: 7 euro; 5,50 per Soci Coop Adriatica.

Ore 21.30: Note di Marca, Terrazza della Regione Marche, adiacente al Museo Omero

Alle 21.30, nell’adiacente terrazza della Regione Marche (Palazzo Leopardi), inizia il concerto “Note di Marca, Musica classica nelle Marche da Rossini al ‘900” con Marco Vergini al pianoforte. Definito “astro nascente del concertismo italiano” da Radio 3 e da Marcello Abbado “raffinato ed elegante pianista che quando suona riesce a creare momenti magici ed emozionanti”, Marco Vergini si esibirà in un concerto di assoluta eccellenza proponendo musiche di compositori marchigiani affiancati da brani di Chopin e Schumann, dei quali ricorre il duecentenario dalla nascita. Dal suo debutto con il concerto di Mendelssohn per pianoforte e orchestra a undici anni, il Maestro, sul podio di concorsi internazionali tra cui il prestigioso “A. Casagrande” di Terni, si esibisce oggi in tutto il mondo ricevendo sempre ampi consensi di pubblico.

Ore 23.30: Degustazioni nel cortile del Museo Omero

Al termine del concerto si accede al cortile del Museo per le degustazioni di bevande e sorbetti offerti dalla ditta Cecconi Mario di Osimo, e il gelato prodotto dalla gelateria artigianale “Al Belvedere” di Agugliano. Prosegue per il secondo anno la collaborazione con la scuola secondaria di primo grado Donatello per concludere il murale Cielo e Terra che abbellisce il comune cortile all’aperto, realizzato grazie al lavoro dei ragazzi e al contributo della ditta Rumori di Ancona.

Mostra di Gabriele Bartoletti e laboratorio per bambini alle ore 20.00

Sempre aperta durante tutta la serata e per tutta l’estate la mostra di dipinti di Gabriele Bartoletti, artista ipovedente che “fa arrivare forme, colori e bellezza sulle mani di chi vive nel buio della notte” come afferma Tonino Guerra. Bartoletti è un pittore con una straordinaria storia personale e d’artista. Reso quasi cieco da una malattia, ha ideato una sua speciale tecnica per continuare a dipingere le proprie emozioni e immagini, rendendole comprensibili anche a chi non vede.

In questa serata sarà presenta l’artista che guiderà il laboratorio didattico rivolto ai bambini (6 -11 anni): per scoprire insieme una nuova tecnica per dipingere usando graffi, impasti e colori!  Prenotazione obbligatoria, ore 20.

Informazioni

L’ingresso alle iniziative è libero.
Ogni serata il pubblico potrà sostenere con una donazione le attività dell’Associazione per il Museo Tattile Statale Omero Onlus. I posti a sedere per i concerti sono limitati. Per i concerti si accettano solo prenotazioni per persone con disabilità.

Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50, Ancona.
Email: info@museoomero.it – Telefono 071 28 11 93 5.
Orario estivo del Museo: luglio e agosto, dal martedì al venerdì: 9 – 13; 16 – 20; sabato e domenica: 16 – 20. Chiusura: lunedì, 15 agosto.

Allegati

15 luglio: Concerto Ciao Umbertì! l’ultimo re di Ancona

Domenica Vernassa

Sensi d’estate 2010
Ancona, Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50

Nove appuntamenti di qualità fra degustazioni, concerti, spettacoli e mostre. La nona edizione nasce con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia e del Comune di Ancona e con il sostegno della Banca delle Marche.

Ore 20: Laboratorio del Gusto dedicato ai salumi

Degustazione guidata alla presenza di produttori e di esperti per parlare, assaporare, toccare e valutare il cibo con un coinvolgente approccio ludico. Il terzo appuntamento è con i Salumi Moroni. Per accompagnare le degustazioni verranno offerte gustose bruschette preparate con l’Olio “Omero” della Fattoria Petrini di Monte San Vito. Chi desidera potrà dotarsi di mascherina per provare la degustazione al buio. La prenotazione è obbligatoria (i posti sono limitati), l’appuntamento è alle 20.00, il costo è di 7 euro; 5,50 per Soci Coop Adriatica.

Ore 21.30: Ciao Umbertì! l’ultimo re di Ancona, Terrazza della Regione Marche, adiacente al Museo Omero

Alle 21.30, nell’adiacente terrazza della Regione Marche (Palazzo Leopardi), inizia il concerto “Ciao Umbertì! l’ultimo re di Ancona”, 2000-2010 Tra il faro e la lanterna: un concerto dedicato al celebre clochard di Ancona, a dieci anni dalla sua scomparsa. Canta Domenica Vernassa accompagnata alla chitarra  da Paolo Avoni. Lo spettacolo racconta di un viaggio dal mar ligure al mare adriatico, dal faro di Ancona alla lanterna di Genova fra tradizioni, culture, lingue diverse ma legate da uno stesso comun denominatore: il mare con la sua luce, i suoi colori, i porti che richiamano e guidano gli uomini. Intervento poetico di Corrado Medori e Assunta Panariello “Raccontando uno spaccato d’Ancona”. Il CD “Ciao Umbertì! l’ultimo re di Ancona”, ristampato per l’occasione, sarà disponibile presso il Museo Omero.

Ore 23.30: Degustazioni nel cortile del Museo Omero

Al termine del concerto si accede al cortile del Museo per le degustazioni di bevande e sorbetti offerti dalla ditta Cecconi Mario di Osimo, e il gelato prodotto dalla gelateria artigianale “Al Belvedere” di Agugliano. Prosegue per il secondo anno la collaborazione con la scuola secondaria di primo grado Donatello per concludere il murale Cielo e Terra che abbellisce il comune cortile all’aperto, realizzato grazie al lavoro dei ragazzi e al contributo della ditta Rumori di Ancona.

Mostra di Gabriele Bartoletti

Sempre aperta durante tutta la serata e per tutta l’estate la mostra di dipinti di Gabriele Bartoletti, artista ipovedente che “fa arrivare forme, colori e bellezza sulle mani di chi vive nel buio della notte” come afferma Tonino Guerra. Bartoletti è un pittore con una straordinaria storia personale e d’artista. Reso quasi cieco da una malattia, ha ideato una sua speciale tecnica per continuare a dipingere le proprie emozioni e immagini, rendendole comprensibili anche a chi non vede.

Informazioni

L’ingresso alle iniziative è libero.
Ogni serata il pubblico potrà sostenere con una donazione le attività dell’Associazione per il Museo Tattile Statale Omero Onlus. I posti a sedere per i concerti sono limitati. Per i concerti si accettano solo prenotazioni per persone con disabilità.

Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50, Ancona.
Email: info@museoomero.it – Telefono 071 28 11 93 5.
Orario estivo del Museo: luglio e agosto, dal martedì al venerdì: 9 – 13; 16 – 20; sabato e domenica: 16 – 20. Chiusura: lunedì, 15 agosto.

Allegati

8 luglio: Concerto Le Marche al cinema…in prima fila del Nino Rota Quartet

Nino Rota Quartet

Sensi d’estate 2010
Ancona, Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50

Nove appuntamenti di qualità fra degustazioni, concerti, spettacoli e mostre. La nona edizione nasce con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia e del Comune di Ancona e con il sostegno della Banca delle Marche.

Ore 20: Laboratorio del Gusto dedicato alla pasta

Degustazione guidata alla presenza di produttori e di esperti per parlare, assaporare, toccare e valutare il cibo con un coinvolgente approccio ludico. Il secondo appuntamento è con la cooperativa Terra e Cielo, che ci farà conoscere il mondo della pasta. Per accompagnare le degustazioni verranno offerte gustose bruschette preparate con l’Olio “Omero” della Fattoria Petrini di Monte San Vito. Chi desidera potrà dotatorsi di mascherina per provare la degustazione al buio. La prenotazione è obbligatoria (i posti sono limitati), l’appuntamento è alle 20.00, il costo è di 7 euro; 5,50 per Soci Coop Adriatica.

Ore 21.30: Le Marche al cinema, Terrazza della Regione Marche, adiacente al Museo Omero

Alle 21.30, nell’adiacente terrazza della Regione Marche (Palazzo Leopardi), inizia il concerto “Le Marche al cinema … in prima fila”, le migliori colonne sonore dei film interpretate dal Nino Rota Quartet: Tiziana Santarelli, soprano, Federica Torbidoni, flauto, Giannina Guazzaroni, violino, Deborah Vico, pianoforte. Un gruppo composto da musiciste unite dalla stessa passione per la musica e per il cinema, che presentano un repertorio particolare, eseguendo le più celebri composizioni di alcuni grandi maestri italiani e stranieri, quali Nino Rota, Ennio Morricone, Stelvio Cipriani, Riz Ortolani, Nicola Piovani, George Gershwin, Leonard Bernstein, Max Steiner ed altri, in arrangiamenti originali, adattando questo interessante repertorio all’Ensemble.

Ore 23.30: Degustazioni nel cortile del Museo Omero

Al termine del concerto si accede al cortile del Museo per le degustazioni di bevande e sorbetti offerti dalla ditta Cecconi Mario di Osimo, e il gelato prodotto dalla gelateria artigianale “Al Belvedere” di Agugliano. Prosegue per il secondo anno la collaborazione con la scuola secondaria di primo grado Donatello per concludere il murale Cielo e Terra che abbellisce il comune cortile all’aperto, realizzato grazie al lavoro dei ragazzi e al contributo della ditta Rumori di Ancona.

Mostra di Gabriele Bartoletti

Sempre aperta durante tutta la serata e per tutta l’estate la mostra di dipinti di Gabriele Bartoletti, artista ipovedente che “fa arrivare forme, colori e bellezza sulle mani di chi vive nel buio della notte” come afferma Tonino Guerra. Bartoletti è un pittore con una straordinaria storia personale e d’artista. Reso quasi cieco da una malattia, ha ideato una sua speciale tecnica per continuare a dipingere le proprie emozioni e immagini, rendendole comprensibili anche a chi non vede.

Informazioni

L’ingresso alle iniziative è libero.
Ogni serata il pubblico potrà sostenere con una donazione le attività dell’Associazione per il Museo Tattile Statale Omero Onlus. I posti a sedere per i concerti sono limitati. Per i concerti si accettano solo prenotazioni per persone con disabilità.

Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50, Ancona.
Email: info@museoomero.it – Telefono 071 28 11 93 5.
Orario estivo del Museo: luglio e agosto, dal martedì al venerdì: 9 – 13; 16 – 20; sabato e domenica: 16 – 20. Chiusura: lunedì, 15 agosto.

Allegati

Immagini dal buio: percorso di pittura per ipovedenti e non vedenti

Dal 1 luglio al 31 agosto 2010
Museo Tattile Statale Omero, Ancona

In occasione della IX Edizione di Sensi d’Estate 2010 percorsi multisensoriali di arte, musica, odori e sapori che il Museo Omero organizza in collaborazione con la Regione Marche, la Provincia ed il Comune di Ancona, è stata allestita una mostra con le tele di Gabriele Bartoletti.

Mostra Immagini dal buio

Sensi d’Estate 2010 quest’anno è dedicata al Genius Loci ovvero alla conoscenza della cultura del territorio come luogo delle tradizioni e della memoria collettiva. A sottolineare tale scopo come percorso artistico si è scelto di mettere in mostra i dipinti tattili dell’artista pesarese Gabriele Bartoletti. Pittore che, diventato quasi cieco a seguito di una malattia, ha scoperto molta affinità con la filosofia del museo, tanto che ne è nata una stupenda amicizia.
Il celebre Tonino Guerra afferma che l’arte di Gabriele “fa arrivare forme, colori e bellezza sulle mani di chi vive nel buio della notte”.
La tecnica sperimentata, denominata dall’autore stesso “Scratch” (Graffio), si basa sulla gestualità tattile del segno che letteralmente viene graffiato sulla tela per essere successivamente letto. Tale tecnica è stata ideata con l’intento di consentire a soggetti ipovedenti e non vedenti di avvicinarsi all’arte pittorica.

Partendo da un supporto preparato usando un impasto morbido, una volta asciutto, si procede coprendo le superfici con colori appariscenti (tempere, acrilici ecc). Il fascino sta nella scelta dei colori ma anche nel gesto, le dita diventano strumento. Mani esperte, abituate a toccare, distinguono i colori freddi, più lisci, dai toni caldi caratterizzati da superfici ruvide.
I soggetti dell’artista pesarese hanno radici ben piantate nella memoria delle sue esperienze. I numerosi viaggi in tutto il mondo soprattutto via mare, in particolare a vela, ritornano nelle tele del maestro: la seduzione di un tramonto o della pioggia di stelle cadenti nelle notti estive, il vento che diventa il “suo” vento, forza della natura difficile da afferrare, ritrovare fra le vigorose onde del mare il volo di gabbiani, libere creature in mare, quando tutto questo diventa quadro è come tornare a vedere. Attraverso i suoi dipinti, Bartoletti, cerca di trasmettere indescrivibili e ineffabili stati d’animo, sensazioni, pensieri, sentimenti.

Biografia di Gabriele Bartoletti (Lele).

Nato a Pesaro il 19 luglio del 1951 e ivi residente. Diplomato presso: l’Istituto di Belle Arti di Urbino, il Magistero di Belle Arti di Urbino sezione grafica, l’Accademia di Belle Arti di Urbino – corso di Pittura.
Ha svolto l’attività di Insegnante nell’ambito artistico nell’Istituto d’Arte di Urbino e in varie scuole secondarie della provincia di Pesaro-Urbino.
Ha collaborato con il Maestro Armando De Santi (Balilla) alla costruzione e ideazione di un forno a legna per la cottura di maioliche e ceramiche attuando le procedure dei vecchi forni in uso nel ‘500 aprendo con lo stesso la “Bottega d’arte Le Cesane” occupandosi anche di scultura e fusioni.
Da sempre amante del mare ha lavorato come grafico, illustratore, fotografo e giornalista per la rivista “Pesca in Mare”.
Ha partecipato a Mostre d’Arte in Italia e all’estero.
Negli anni ’70 ha iniziato il suo percorso artistico influenzato dai tanti amici artisti di fama che all’epoca frequentavano la città ducale, dove insegnavano.
Durante il servizio militare è stato assegnato come accompagnatore di un grande invalido di guerra non vedente, che svolgeva in quel tempo, l’attività d’insegnante di musica alle scuole medie. Esperienza questa che lo ha fatto avvicinare al mondo dei non vedenti, grazie anche alla profonda amicizia che si era instaurata.
Ad oggi la pittura ha offerto al Maestro una strada per uscire dal suo disagio.

Elenco opere esposte in mostra

Dipinti:

  • La vergogna;
  • La bagnante;
  • Liselle;
  • Vela latina;
  • Afrodite;
  • L’uomo nella brughiera;
  • Combattimento di galli;
  • Sovrapponendo;
  • La Ninfa del fiume;
  • Marlin de Cuba;
  • Il filo;
  • Ricordando i luoghi dove portavo i miei ragazzi a disegnare;
  • Progetto per la fontana del “Palio della Rana” (Piazza di Fermignano);
  • Le Vestali;
  • Cinque vergini custodivano il sacro fuoco dell’amore;
  • Cadranno dal cielo fili di stelle.

Sculture:

  • Dono del mare;
  • Ippocampo.

Informazioni

Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50, Ancona.
Email: info@museoomero.it – Telefono 071 28 11 93 5.
Orario apertura Mostra e Museo: luglio e agosto, dal martedì al venerdì: 9 – 13; 16 – 20; sabato e domenica: 16 – 20. Giovedì apertura straordinaria fino alle 24 per Sensi d’Estate. Chiusura: lunedì, 15 agosto.

Progetto Museo Omero: architettura e restauro

Modelliano volumetrico Mole Vanvitelliana

1 Luglio 2009 – 31 Maggio 2010

Il Comune di Ancona e il Museo Omero dal 1 luglio 2009 al 31 maggio 2010 hanno realizzato, anche grazie al contributo della Provincia di Ancona erogato con L.75 / 2009, il progetto denominato “Museo Omero: architettura e restauro.”

Il Museo Tattile Statale Omero un incremento di pubblico pari al 50% nell’ultimo biennio: le 8.000 presenze del 2006-07 sono raddoppiate fino a raggiungere le 15.000 nel 2008-09. Scuole, famiglie, disabili visivi, turisti hanno partecipato sempre più numerosi alle nostre iniziative: visite animate, laboratori didattici, eventi a carattere multisensoriale, mostre tattili itineranti in Italia e all’estero. Tale premessa è funzionale alla doppia finalità del progetto: la restaurazione delle opere usurate, l’arricchimento della Sezione di Architettura.

Restauro e Conservazione

In base al progetto si è effettuato il restauro complessivo delle opere: circa un 40% riportava piccole fratture e screpolature, sia a causa del contatto diretto con le mani del pubblico, sempre più numeroso, sia a causa degli spostamenti per mostre itineranti. Fra le opere restaurate ci sono le copie in gesso e pasta di resina della Scultura classica e Moderna (Mercurio del Giambolgona, Schiavo morente di Michelangelo, Discoforo di Naukides, Lupa capitolina, Formelle del campanile di Giotto di Andrea Pisano, Tondo Taddei di Michelangelo, Monumento alla Libertà di Emendabili, etc.) e i modellini architettonici della Sezione di Architettura (Partenone, Basilica di San Pietro, Basilica San Ciriaco). Inoltre si è svolto un lavoro di patinatura complessivo per la protezione e salvaguardia delle superfici di tutte le sculture (circa 150 fra gli originali della Sezione Contemporanea, le copie al vero in gesso e resina, i modellini) che ne hanno permesso una corretta conservazione e anche una più agevole la lettura tattile. Il lavoro di restauro è stato svolto da agosto 2009 a maggio 2010 dal responsabile della collezione Massimiliano Trubbiani e da altri operatori museali, che hanno usufruito del magazzino per collocare temporaneamente le opere e acquistare il materiale necessario al lavoro di manutenzione e restauro.

Realizzazione delle riproduzioni architettoniche in scala della Cattedrale di Chartres

La Sezione relativa all’Architettura, che attualmente ospita modelli in scala di capolavori assoluti (Partenone, Pantheon, Duomo di Firenze, Basilica di San Pietro) e di monumenti della città di Ancona (San Ciriaco, Mole Vanviatelliana) risente ancora dell’assenza di alcuni esempi di stili architettonici, fra cui il Gotico.
A tal fine la Direzione del Museo ha incaricato uno Studio esterno della progettazione e realizzazione del complesso di cattedrale di Chartres: A. Piccolo modello volumetrico in scala 1:400; dimensioni: cm30x40xh30. B. Modello in scala 1:80 riproducente la volumetria esterna della cattedrale; dimensioni indicative: cm 190x125xh150. C. Modello in scala 1:80 riproducente una porzione della navata centrale e di quelle laterali con la configurazione interna; dimensioni indicative: cm65x25xh75. I modelli sono realizzati con resina epossidica a ritiro zero antiurto e verniciati con smalti sintetici ad effetto opaco antigraffio lavabile
Il livello di schematizzazione degli elementi decorativi è in relazione alle loro dimensioni. La prima parte del lavoro (punto B) è già stata realizzata e liquidata: il contributo del progetto è stato impiegato per la seconda fase (punto C).

Realizzazione dei modellini volumetrici in legno

Il Museo, a seguito dell’esperienza maturata con il progetto “Arte dentro l’Arte” e con l’intento di rendere sempre più completa e accessibile la propria collezione, ha acquistato modellini volumetrici in legno da affiancare ai modelli in scala già presenti nella Sezione di Architettura del Museo. I plastici volumetrici, costruiti secondo criteri scientifici di proporzione e semplicità, aiutano il pubblico non vedente a comprendere i volumi complessivi e le forme dell’edificio, prima che proceda all’esplorazione del modello più grande e dettagliato. I modelli per i quali si è realizzato il corrispettivo volumetrico sono: la Cattedrale di San Ciriaco, la Mole Vanvitelliana, il Partenone. La realizzazione è stata affidata ad uno studio/professionista esterno al Museo.

Comunicazione e ausili tiflodidattici

Lo staff del Museo si è occupato della redazione critica dei testi descrittivi e della realizzazione gli ausili tiflodidattici (testi a caratteri grandi per ipovedenti e in Braille per non vedenti, disegni a rilievo, supporti audio mp3), della comunicazione on-line (sito, newsletter, facebook, youtube) e della comunicazione specifica ai disabili visivi (invio Braille e CD). Un gruppo di valutazione del Museo Omero si è occupato della verifica progressiva del lavoro di costruzione dei modellini per garantirne corretta fruibilità tattile. Materiale promozionale utilizzato per la comunicazione: siti internet, newsletter ed ogni altro canale Web 2.0 (facebook, youtube, etc.); Spedizione Braille e cd ai disabili visivi. L’intero progetto è stato svolto sotto la supervisione del Responsabile dei progetti speciali del Museo Omero Andrea Socrati e del gruppo di valutazione.