Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

In punta di dita

X Settimana della Cultura, dal 25 al 31 marzo visite guidate tattili e laboratori creativi

Anche quest’anno il Museo Tattile Statale Omero partecipa alla Settimana della Cultura, giunta alla X edizione e voluta dal Ministero per i Beni e le Attività culturali. Il Museo Tattile Statale Omero, in collaborazione il Museo Archeologico Nazionale delle Marche, propone “In punta di dita” ovvero visite guidate tattili e laboratori creativi aperti a tutti e gratuiti.

“In punta di dita” si articola secondo il seguente calendario:

dal 26 al 30 Marzo, ore 17.30
Museo Tattile Statale Omero
Visita tattile alla scultura romana “Augusto capite velato”

Il ritratto originale del primo imperatore di Roma, scolpito nel candore del marmo, con il capo coperto da un velo, potrà essere apprezzato non soltanto con gli occhi, ma anche con le mani, dai non vedenti e da tutto il pubblico.
Una scultura eccezionale per l’abilità tecnica e la raffinatezza stilistica, che potrà essere esplorata per ”assaporare” la memoria del tempo, il linguaggio della materia e la perfezione della forma. Il percorso di scoperta del volto umano prosegue attraverso gli altri ritratti esposti al Museo. I sentimenti e le emozioni fissate su questi ritratti in segni indelebili saranno lo spunto per partecipare al laboratorio creativo dove ciascuno potrà esprimere le proprie emozioni tattili.

Domenica 30 marzo, ore 17.30

La visita alla mostra “Augusto capite velato” e il seguente laboratorio saranno condotti da una guida specializzata nella Lingua Italiana dei Segni (LIS).

Martedì 25 e Lunedì 31 marzo, ore 18
Museo Archeologico Nazionale delle Marche di Ancona
Visita tattile al sarcofago romano che racconta il mito di Medea

Con la guida della Dott.ssa Nicoletta Frapiccini sarà possibile apprezzare anche con le mani il sarcofago romano del II secolo dopo Cristo con scene del mito di Medea.

Per informazioni e prenotazioni:

Tutte le iniziative sono gratuite. Si consiglia la prenotazione.
Museo Tattile Statale Omero via Tiziano 50, 60125 Ancona,
Telefono: 071.28 11 93 5,
Fax: 071. 28 18 35 8,
Numero verde sito web vocale 800 20 22 20,
info@museoomero.it

Per prenotazioni Visita con Guida LIS (Lingua Italiana dei Segni):

ENS Ente Nazionale Sordi Marche,
Via Fornaci Comunali snc, Ancona,
emailancona@ens.it,
tel. 071.55 74 2,
dts 071.20 73 16 0.

Mostra “Toccare l’arte Vedere con le mani”

Dal 14 al 21 marzo, Chiostro di Santa Chiara, Napoli, Sala del Crocifisso e Sala Maria Cristina.

Il Museo Tattile Statale Omero, in collaborazione con l’UNIVOC di Napoli e il Centro Servizi per il Volontariato di Napoli, organizza la mostra Toccare l’arte “Vedere con le mani” nelle emozionanti sale del Chiostro di Santa Chiara, nel pieno centro storico di Napoli, dal 14 al 21 marzo 2008.

La mostra porta per la prima volta in terra partenopea le creazioni dello scultore Felice Tagliaferri e alcune delle più rilevanti opere del Museo Omero, unico museo tattile statale in Italia ed un modello d’eccellenza nello scenario internazionale delle opportunità culturali per i non vedenti.

Una mostra dedicata a tutti, nata per toccare volti, corpi, gesti, espressioni, scoprire volumi e prospettive attraverso le proprie mani e comprendere i capolavori dell’arte attraverso il canale della percezione tattile.

Fra le opere del Museo che approderanno il 14 marzo nella spettacolare Sala del Crocifisso di Santa Chiara ci sarà il prestigioso modello architettonico della Basilica di San Pietro e il calco della Pietà di Michelangelo conservata all’interno, disposta in dialogo con la più tormentata Pietà Rondanini. Sarà inoltre possibile ammirare con le mani altri celebri corpi e una serie di famosi volti per comprenderne le emozioni attraverso l’esplorazione tattile delle mimica: dalla Testa del David al Busto del Laocoonte.

La mostra porta con sé anche cinque creazioni originali dell’artista Felice Tagliaferri, scultore non vedente che usa abilmente i più diversi materiali: creta, marmo, legno o pietra e produce opere che prima nascono nella sua mente e poi prendono forma attraverso l’uso sapiente delle mani, guidate da un’incredibile capacità tattile.

Nella sala Maria Cristina verrà, inoltre, proiettato il DVD La Grande Luce che racconta il Museo, la sua collezione, la sua missione, la sua unicità nella versione commentata e descritta anche per i non vedenti.
Saranno disponibili visite della durata di circa un’ora con una guida esperta del Museo Omero che illustrerà le opere ai visitatori bendati i quali, al termine del viaggio, potranno mettere a confronto tatto e vista: due modi diversi di percepire l’arte.
Un’esperienza unica che prima incuriosisce, poi stupisce e affascina.

Curatore della Mostra: Arch. Massimo Di Matteo.
Ingresso: libero.
Periodo: dal 14 al 21 marzo 2008.
Orario di apertura: 9.00 -13.00 e 15.00 -17.00.
Dove: Monastero di Santa Chiara. Via Benedetto Croce, 16, Napoli.
Visite guidate: ogni ora dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 16.00.
E’ gradita la prenotazione
.
Infoline: 347.84 54 58 1.
I visitatori possono ritirare un buono sconto per ristoranti e pizzerie convenzionati della zona.
Iniziativa realizzata nell’ambito delle attività di promozione del CSV di Napoli.

Sponsor

  • iGuzzini:impianto illuminazione per l’allestimento della mostra;
  • Lucesole: trasporto opere d’arte.

Allegato

8 marzo, Trame di fili e…trame di fiabe

The Spinner dipinto (1873) William-Adolphe Bouguereau

Sabato 8 marzo ore 17.30
Festa della donna 2008

In occasione della Festa della Donna il Museo Tattile Statale Omero di Ancona organizza un pomeriggio ricco di attività per tutti, mamme, papà e bambini, nonne, nonni e nipotini, single, amiche e amici, e in definitiva, per tutti coloro che sono curiosi di toccare e ascoltare trame di fili e trame di fiabe.

Alle 17.30 i più grandi potranno partecipare all’incontro dal titolo “La donna, il telaio e l’attività tessile nell’economia domestica marchigiana tra ‘800 e ‘900″.
Un excursus nell’antica arte della tessitura a mano, fondamentale attività femminile che ha segnato la storia dell’umanità dal Neolitico fino al ‘900, raccontata nei vasi, nella pietra, ma anche nelle parole di grandi poeti, da Omero fino a Leopardi.

Un viaggio che parte da lontano per approdare e soffermarsi nelle Marche dell’800 e ‘900, un viaggio per conoscere, attraverso le parole della dott.ssa Gabriella Gaddoni, come si è sviluppata la tessituranei borghi e nelle campagne del nostro territorio: la struttura dei telai, l’abilità manuale delle contadine, la modalità di confezionare un corredo, le tradizioni, i colori, i fili…

Grazie alla collaborazione della Bottega “La Congrega” e del laboratorio di “Tessitura a mano” della signora Spada di Ancona, nonché di privati, sarà inoltre possibile toccare diversi tipi di filati, tessuti e manufatti d’epoca.

I più piccoli, sempre a partire dalle 17.30, potranno invece abbandonarsi alle incantevoli e magiche trame di una fiaba animata raccontata dalle operatrici del Museo.

Seguirà laboratorio creativo finale, per i grandi e per più i piccoli, ciascuno alle prese con le proprie trame.

L’iniziativa è gratuita.

Si consiglia di prenotare chiamando il Museo Tattile Statale Omero al numero telefonico 071.2811935 o inviando una e-mail a info@museoomero.it .