Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Opera: Italia riciclata

Scultura originale

Italia riciclata

Originale

Autore
Michelangelo Pistoletto
Data
2013
Periodo
Contemporaneo
Dimensioni
circa 8 metri in lunghezza
Materiale
sagoma in legno e materiali di riciclo
Spazio
'900 e Contemporaneo

Descrizione

“Penso che il futuro nostro sia riprendere tutto ciò che abbiamo abbandonato, scartato nel passato, riconsiderarlo, riportarlo al presente e da questo presente creare il futuro”. Michelangelo Pistoletto

L’Italia riciclata è un’opera di Michelangelo Pistoletto, donata al Museo Omero nel 2013 e temporaneamente esposta presso il Palazzo del Duca del Comune di Senigallia.

L’artista ha presentato l’installazione per la prima volta alla Biennale Internazionale di Architettura di Venezia del 2012. Essa consiste in una sagoma in legno dell’Italia lunga circa 8 metri. Durante la Biennale si trovava collocata raso terra, ora la sorreggono dei sostegni a forma di parallelepipedo, rappresentanti le città italiane. La sagoma è coperta di oggetti, come frammenti di lamiera, ferri arrugginiti, mattoni, pezzi di plastica, parti di telai in metallo, rifiuti industriali, vari materiali di scarto che l’artista ha raccolto durante l’allestimento della Biennale.

A Venezia i fondatori del Museo Omero ebbero modo di toccare l’opera e conoscere Pistoletto che fu chiamato dal museo come Testimonial della Biennale Arteinsieme 2013. In quell’occasione l’artista ricreò l’installazione alla Mole Vanvitelliana, con due varianti: la rialzò per una migliore esplorazione tattile e ricoperse gli oggetti adagiati sulla sagoma con una grande rete da pesca proveniente dal vicino mercato ittico, in un omaggio alla città di Ancona.

Camminando attorno alla sagoma le nostre mani possono apprezzare la diversità dei materiali utilizzati, dalla rete, alla plastica, al ferro, al legno.

Pistoletto, protagonista dell’Arte Povera, con “L’Italia riciclata” ci invita al rispetto della natura e di noi stessi. La sua operazione artistica, attraverso la pratica del riciclo, ci mostra come donare nuova vita e nuovo significato allo “scarto”, al rifiuto, ad oggetti usati da buttare che parrebbero non avere più valore.

L’opera, in mostra temporanea presso lo Spazio Visionaria (ex-ostello di Palazzo del Duca) di Senigallia, è visitabile gratuitamente dal giovedì alla domenica dalle ore 16 alle 19.

Link

 

foto: archivio Museo Tattile Statale Omero