Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Accessibilità e inclusione, il progetto Aives: un metodo multisensoriale

Seminario online
2 settembre ore 16:00

Il seminario organizzato dalla TEA di Catanzaro, presenta AIVES (Arte e Innovazione Visioni Emozioni Sensazioni) ovvero un sistema innovativo per la fruizione multisensoriale di opere d’arte, rivolto anche ai soggetti disabili, che è stato testato anche presso il Museo Omero lo scorso ottobre.

Con AIVES si è sperimentato un nuovo modo di fruire le opere d’arte, in particolare pitture, affreschi, mosaici, attraverso un approccio che coinvolge quanti più sensi possibili e che rende l’esperienza interessante ed accessibile al pubblico più ampio, compresi i non vedenti.

Il sistema è costituito da quadri tattili multimaterici, video animati e con effetti 4D che, grazie a suoni, profumi, vibrazioni, accompagnano l’utente in un viaggio all’interno e oltre l’opera.

A raccontare AIVES, oltre ad una rappresentanza del team di ricerca composta da Elena Console, Stefania Mancuso e Luciana Loprete saranno presenti altri relatori d’eccezione.
Oltre a Lucilla Boschi, coordinatore della Commissione tematica Accessibilità museale dell’ICOM, interverranno Aldo Grassini, presidente del Museo Tattile Statale Omero di Ancona, Paolo Giulierini, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Fabio Fornasari, direttore del Museo Tolomeo di Bologna.

Il seminario avrà luogo giovedì 2 settembre alle ore 16:00 sulla piattaforma Zoom, sarà inoltre registrato e reso successivamente disponibile.

Link Zoom: https://zoom.us/j/94094633832?pwd=VzlXcElBM1NNeTBCT2NyUjY2VGEzUT09
ID riunione: 940 9463 3832
Passcode: 111427