Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Le iniziative di ARTEINSIEME 2008

Spettacolo Blu: Le cose cambiano

Teatro sperimentale Ancona
Mercoledì 14 maggio ore 21

Regia di Stefano Bianchi. Interpretato dai ragazzi dei centri diurni: Alica di Loreto, Arcobaleno di Castelfidardo, Fontemagna di Osimo, San Germano di Camerano. Ingresso libero.

Convegno “Disabilità: integrazione scolastica, sociale e lavorativa. La realtà delle Marche”

Aula magna Liceo Scientifico “G. Galilei” di Ancona.
Venerdì 23 maggio

  • Ore 8.00 Registrazione dei partecipanti. Coordina Nicola Quirico Presidente FADIS. Saluti delle Autorità.
  • Ore 9.00 Apertura dei lavori. Marco Amagliani. Assessore Regionale Servizi Sociali.
  • Ore 9.20 Michele De Gregorio. Direttore generale USR Marche.
  • Ore 9.40 Provincia di Ancona. Carla Virili. Assessore Politiche Sociali.
  • Ore 10.00 Provincia di Ascoli Piceno. Licia Canicola. Assessore Politiche Sociali.
  • Ore 10.20 Provincia di Macerata. Clara Maccari. Assessore Pubblica Istruzione.
  • Ore 10.40 Pausa caffè.
  • Ore 11.10 Provincia di Pesaro-Urbino. Renzo Savelli. Assessore Pubblica Istruzione.
  • Ore 11.30 Ugo Ascoli.Assessore Regionale. Istruzione, Formazione, Lavoro.
  • Ore 12.00 Dibattito.
  • Ore 13.00 Pausa pranzo.

Sessione pomeridiana. Sull’onda dell’Arte senza barriere.
Coordina Andrea Socrati Museo Tattile Statale Omero. Eros Stampatori Presidente ARISM.

  • Ore 15.00 Apertura dei lavori.
  • Ore 15.15 “Psiche ed Arte”. Gilberto Vaiolatesi. Psicologo.
  • Ore 15.45 Bruno Munari e la polisensorialità. Beba Resteelli. Educatrice e formatrice, Fondatrice del 1° Laboratorio. Privato Metodo Bruno Munari Milano
  • Ore 16.15 MusicArtTerapia nella Globalità dei Linguaggi. Gino Stefani.
  • Coordinatore del master in MusicArtTerapia nella Globalità dei Linguaggi
  • Università Roma Tor Vergata.
  • Ore 16.45 Pausa lavori
  • Ore 17.15 “Emozioni che danzano”. Laura Banfi. Docente di Danceability, Contact Improvisation, Metodo Feldenkrais, performer, regista.
  • Ore 17.45 L’arte come risorsa per il limite. Il limite come risorsa per l’Arte.
  • Chiara Federici. Associazione “Handicap & Arte”.
  • Ore 18.45 Dibattito.
  • Ore 19.00 Conclusione dei lavori.

Workshop “Libri per tutti Sensi” – Beba Restelli


Sabato 24 maggio ore 9-13

Laboratorio metodo Bruno Munari® per avvicinare i bambini all’oggetto libro, per imparare a conoscerlo ed amarlo, non un libro di parole o di figure, ma di tanti materiali, pieno di sorprese.

Danceability – Laura Banfi

Percorso di orientamento artistico e di integrazione nel campo della danza e del teatro per persone con differenti abilità.
L’accento è posto sulla Espressione artistica, sulla comunicazione, sulla relazionee sulla ricerca di una consapevolezza di se stessi facendo confluire lo studio della tecnica, il percorso emotivo e sensoriale allo scopo di dare voce alla propria espressione poetica sviluppando un processo di scambio e sostegno al’interno del gruppo.

La Danceability è una tecnica di danza-teatro e di improvvisazione che permette a persone con differenti provenienze e abilità di incontrarsi per creare, danzare ed improvvisare insieme.
Così si possono fare nuove e diverse esperienze delle proprie abilità (e dis-abilità) nel muoversi con un’altra persona e andare oltre i limiti a cui si è abituati.
Essa utilizza i principi di base della Contact Improvisation.
Danza Contact Improvisation: si basa sulla ricerca di una comunicazione spontanea attraverso il contatto, l’ascolto, la fluidità ed il trasferimento del peso, usando la forza di gravità e il pavimento come due partners.

Workshop – La stanza delle mirabili diversità. Laboratorio pratico di espressività, relazione e ascolto.

Sabato 24 maggio ore 15-19

‘I miei appoggi’ con Chiara Federici
‘L’extraquotidianità del corpo’ con Noemi Rinolfi
‘L’ascolto dei silenzi’ con Donatella Tonini
Alla ricerca di un nuovo linguaggio espressivo per una forma d’arte che trova nel limite una grande risorsa.