Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

13 Luglio: LA POLITICA INSEGNATA A MIO NIPOTE – Spettacolo itinerante

un momento dello spettacolo

Capitolo I – Il Mattino ha l’oro in bocca
13 Luglio 2016 ore 18 e ore 21
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, Ancona

M.A:L.T.E.
in collaborazione con Museo Tattile Statale Omero
con il patrocinio del Consiglio Regionale Marche e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Ancona

presenta 
ROMANZO DI FORMAZIONE EUROPA
ovvero
LA POLITICA INSEGNATA A MIO NIPOTE
CAPITOLO I – IL MATTINO HA L’ORO IN BOCCA

Testo, regia, scene e costumi di Sonia Antinori
con Desiree Domenici, Giacomo Lilliu, Giulia Salvarani e con Loredana Barbanera e Franco Frezzotti
Light Design Angelo Cioci
Sound Design Slate
Progettazione Grafica Francesca Pavoni
Organizzazione Michela Cavaterra
Assistente alla regia Bianca Ottaviani

Si ringraziano gli attori del WISE Project Roberta Biagiarelli, Andrea Caimmi e Fausto Caroli, Lilli Gallo e Ubaldo Mengani, Piero Renson, Mauro Maggini, Eugenio Pacchioli i trainer del laboratorio Teresa Cavaterra e Laura Pontoni, i testimoni WISE di Italia, Germania, Polonia e Regno Unito, Compagnia Brand Berlino, NUR Foundation di Łodź, Cardiff University, Babelia & C. e tutti gli enti collaboratori tra cui: A.M.A.T., Regione Marche, Teatro Menotti di Milano, Corte Ospitale di Rubiera (RE), Festival 48 Stunden Neukolln, British Council e Goethe Institut.

Franco era comunista, Linda antifascista, Piero democristiano, Giancarlo era missino. In principio era la Politica.
Poi la radicalizzazione ha disintegrato le speranze, le distopie hanno sostituito le utopie, la storiografia ha celebrato la fine della Storia, la Democrazia è stata contraddetta, il concetto di Politica saltato.
W.I.S.E. (SAGGIO) è un progetto europeo finanziato dal Programma LLP Grundtvig e nato da un confronto europeo su questi temi. Oltre sessanta testimoni delle generazioni centrali del Novecento in Italia, Germania, Gran Bretagna e Polonia sono stati coinvolti in una riflessione sulla loro biografia politica. I testi dei dodici capitoli de La Politica insegnata a mio nipote sono basati sui materiali raccolti. Le storie dei testimoni sottolineano il percorso della Democrazia in scala europea. La prospettiva dei protagonisti trascende le apparenze della Storia ufficiale, per indagare gli effetti che le scelte dei singoli inevitabilmente comportano. Il primo dei dodici capitoli, “Il mattino ha l’oro in bocca”, è dedicato all’Italia e racconta la generazione dei bambini di guerra, nati all’ombra dell’Impero e cresciuti nell’idea di un’Europa come garanzia di una nuova epoca di pace. Ma le personali tensioni di miglioramento di questi ultimi protagonisti del Novecento sono balbettate da un gruppo di ragazzi di oggi in crisi di fronte alla generale disgregazione. 
Un nuovo allestimento studiato appositamente per il Museo Omero, il cui fondatore è stato tra i testimoni del progetto con la sua personale storia di resistenza e impegno civile.

Info

Spettacolo itinerante
Mercoledì 13 Luglio ore 18.00 e ore 21.00
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28 – Ancona
Ingresso gratuito
Posti limitati. Prenotazione obbligatoria
tel. 071.2811935 – didattica@museoomero.it
#museoomero

Link esterni

FESTA DEI MUSEI: visite guidate gratuite alla mostra VISIONI ANIMALI e apertura straordinaria

Visitatori in mostra

Il Museo Tattile Statale Omero partecipa alla prima edizione della Festa dei Musei 2016 promossa dal Mibact in coincidenza con la XXIV Conferenza generale dell’ICOM a Milano con l’apertura straordinaria della mostra VISIONI ANIMALI. Sculture d’Arte Contemporanea alla Mole Vanvitelliana di Ancona.

Sabato 2 luglio la mostra ad ingresso libero sarà aperta fino alle 23 con visite guidate gratuite il pomeriggio alle ore 17 e la sera alle ore 21.
Domenica 3 luglio si replica la visita guidata gratuita la mattina alle ore 11.

Guide esperte condurranno i visitatori nella magia e nel fascino di un grande zoo organizzato da Antonello Rubini: 57 animali di ogni specie, appartenenti ai regni della terra, delle acque e del cielo realizzati da scultori italiani dal 1938 ad oggi: da Bodini a de Chirico, Cucchi, Fazzini, Martini, Trubbiani, Ceccobelli fino a Nanni Valentini e Giosetta Fioroni.

Una “galleria onirica” come scrive Simone Dubrovic, autore di un testo in catalogo, dove “gli animali riconducono l’uomo a se stesso“.

Una mostra straordinaria anche per ulteriore valore aggiunto: la possibilità di toccare le sculture e l’occasione unica di sperimentare la “ricca varietà dei materiali, ciascuno dei quali parla con una voce che soltanto le mani sono in grado di ascoltare”, come scrive Aldo Grassini, Presidente del Museo Omero.

Info

tel. 071 2811935 – info@museoomero.it
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitellina
Banchina Giovanni da Chio 28 – Ancona
#museoomero #visionianimali

Mostra “E tu che ritmo sei?”

Inaugurazione venerdì 19 giugno 2016 ore 10
aperta fino al 10 luglio 2016
Museo Tattile Statale Omero, Ancona

Venerdì 19 giugno alle ore 10,00 presso il Museo Tattile Statale Omero verrà presentato il lavoro conclusivo di un progetto che il Museo ha portato avanti nell’anno 2014/15 in collaborazione con il Settore Politiche sociali ed educative del Comune di Ancona.

Il progetto dal titolo E tu che ritmo sei? ha visto impegnati in un ciclo di incontri 36 utenti di 6 centri diurni e residenziali del Comune di Ancona che nei laboratori del Museo Omero hanno ascoltato e raccontato se stessi nei quadri tattili dedicati a quattro sentimenti.

Dal racconto di una possibile esegesi “sentimentale” di un brano musicale, attraverso un ascolto partecipato si è intrapreso un viaggio nella personale memoria emotiva. Scandagliato il proprio passato si è scelto un ricordo guidato da quattro tonalità emotive: l’amore, la paura, la tristezza e la gioia. E sempre guidati dalla musica, mediante la sperimentazione dell’ascolto vibrotattile in un’ottica completamente accessibile, si è impresso il proprio ricordo in quadri tattili d’argilla.
L’invito è quello di avvicinarsi alla musica provando a riscoprire un personale ricordo emotivo.

Progetto educativo curato da:
Giulia Cester, Responsabile dei Servizi Musicali del Museo Tattile Statale Omero
Manuela Alessandrini, Andrea Socrati, Responsabili Servizi Educativi e Progetti speciali del Museo Tattile Statale Omero. Hanno partecipato alla realizzazione del progetto: Roberta Bellonci (tirocinante), Lucìa Diaz (servizio volontario europeo).
Mostra 19 giugno – 10 luglio 2015.

Con orari di apertura del Museo: martedì – venerdì 18 – 22, sabato e domenica 10 – 13 e 18 – 22.

Mostra “Orizzonti”

18 – 22 giugno 2016
Inaugurazione sabato 18 giugno ore 16,30
Sala Podesti, Mole Vanvitelliana, Ancona

Il Museo Omero celebra con l’arte la Giornata Mondiale del Rifugiato

Dal 18 al 22 giugno presso la Sala Podesti della Mole Vanvitelliana di Ancona è possibile visitare la mostra “ORIZZONTI”a cura di Andrea Socrati con opere dell’artista Valerio Valeri e video audio installazione “GO DOT” con video Marco di Battista, audio Enrico Tiberi e Manuel Coccia, curata dal GUS Gruppo Umana Solidarietà di Ancona, Progetto Melting Pot Europa e #overthefortress. Lunedì 20 giugno ore 18 incontro con l’artista e gli autori dell’installazione.

Nell’anno 2000 le Nazioni Unite hanno decretato il 20 giugno come Giornata Mondiale del Rifugiato. I rifugiati sono persone scappate dal loro Paese a causa della guerra o per sfuggire alle discriminazioni, alle persecuzioni e alla morte per motivi razziali, religiosi, politici. Il sestante, strumento per la navigazione e l’orientamento che si basa sull’orizzonte e sugli astri, reinterpretato dall’artista marchigiano Valerio Valeri, è stato assunto a simbolo del diritto dei rifugiati ad un approdo sicuro da cui ripartire con speranza e coraggio verso nuovi orizzonti di vita. Una suggestiva installazione, con immagini e suoni da Idomeni, trasporta sensorialmente ed emotivamente lo spettatore tra i drammi e le speranze dei profughi.

Ingresso libero
Orario: sabato 16.30-22; domenica 10-13 e 16-19; lunedì 17-19; martedì e mercoledì 16-19.

18-22 giugno: L’arte per celebrare la Giornata del rifugiato

locandina

Il Museo Tattile Statale Omero, in collaborazione con Tactus, l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Ancona e l’Associazione GUS (Gruppo Umana Solidarietà) di Ancona, celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato indetta dall’ONU per il 20 giugno, attraverso diverse iniziative.

Mostra Orizzonti

Inaugurazione sabato 18 giugno ore 16,30
Sala Podesti, Mole Vanvitelliana, Ancona

A cura di Andrea Socrati con opere dell’artista Valerio Valeri e video audio installazione “GO DOT” con video Marco di Battista, audio Enrico Tiberi e Manuel Coccia, curata dal GUS Gruppo Umana Solidarietà di Ancona, Progetto Melting Pot Europa e #overthefortress.
Lunedì 20 giugno ore 18 incontro con l’artista e gli autori dell’installazione.
Aperta fino al 22 giugno con orario: sabato 16.30-22; domenica 10-13 e 16-19; lunedì 17-19; martedì e mercoledì 16-19.
Ingresso libero.

Conviviamo – Arte in piazza

sabato 18 giugno ore 17,30
Piazza Roma, Ancona

Lo staff del Museo Omero sarà presente con attività creative e un’installazione artistica con la partecipazione dei migranti accolti nelle strutture gestite dal GUS – Gruppo Umana Solidarietà e nello SPRAR -Sistema di Protezione per richiedenti asilo e rifugiati del Comune di Ancona gestito dalll’ANOLF.

Progetto Musei senza frontiere

Il Museo Omero dal mese di maggio ha coinvolto alcuni giovani rifugiati residenti nel Comune di Ancona in una serie di incontri e di attività laboratoriali.

Visita guidate alla collezione hanno consentito di spiegare e far conoscere ai rifugiati provenienti da paesi dell’Africa e dell’Asia, le origini dell’arte occidentale, iniziando dal periodo greco per giungere al contemporaneo attraverso l’arte romana e quella rinascimentale. Per la maggior parte di loro, nomi come Michelangelo, Raffaello, Canova, risultavano totalmente sconosciuti e opere come la Pietà di San Pietro o il David, sono state l’occasione per un confronto tra religioni diverse.

In laboratorio, i giovani rifugiati si sono dedicati con entusiasmo alla modellazione della creta, realizzando dei manufatti in terracotta, alcuni di pregevole fattura e quasi tutti ispirati ai ricordi dei paesi di provenienza. Alcuni di tali lavori saranno esposti in occasione dell’inaugurazione della mostra Orizzonti e degli eventi celebrativi della Giornata Mondiale del Rifugiato nel centro della città di Ancona.

Link interno

Link esterni

una scena del video GO DOT
Il gruppo che ha partecipato al laboratorio senza frontiere
laboratorio senza frontiere
Valerio Valeri al lavoro

Mostra “Visioni animali” Sculture d’Arte Contemporanea

11 giugno – 4 settembre 2016
Museo Tattile Statale Omero

L’esposizione, curata da Antonello Rubini, è promossa e organizzata dal Museo Tattile Statale Omero. Le opere in mostra, circa sessanta, permettono al visitatore un viaggio attraverso la raffigurazione animale nella scultura contemporanea, affrontata da artisti significativi che coprono quasi ottant’anni di produzione italiana (l’opera più “antica” è l’Aquila di Martini, del 1938).

Gli artisti presenti sono: Floriano Bodini, Federico Bonaldi, Giuseppe Capitano, Nino Caruso, Pietro Cascella, Alik Cavaliere, Bruno Ceccobelli, Enzo Cucchi, Giorgio de Chirico, Agenore Fabbri, Pericle Fazzini, Novello Finotti, Giosetta Fioroni, Piero Gilardi, Giuliano Giuliani, Paolo Grassino, Luigi Mainolfi, Marino Marini, Gino Marotta, Arturo Martini, Alberto Mingotti, Luciano Minguzzi, Nero/Alessandro Neretti, Beatrice Pasquali, Augusto Perez, Francesco Petrone, Luigi Puxeddu, Sergio Ragalzi, Giorgio Russi, Francesco Somaini, Tito, Valeriano Trubbiani, Nanni Valentini, Cordelia von den Steinen.

Il raffigurare gli animali è una pratica che nasce con l’uomo. Già nella preistoria egli li disegna, dipinge, scolpisce, svelando le ricche potenzialità della rappresentazione animale, che sono assai molteplici sia sul piano iconografico che iconologico-simbolico. Dalla natura alla cultura, dunque; una trasposizione visiva che passa per un ampio spettro di interessi, oltre a quello istintivo e necessario per la natura tutta, spaziando tra scienza, storia, mito, religione, costume, ecc., e ovviamente dimensione artistica.

Un’esposizione, questa, sugli animali, di sculture in cui essi sono soggetti assoluti o contestualizzati, comunque protagonisti, pure in quei casi di più lontana o parziale evocazione, offrendone visioni, utilizzi e concretizzazioni materiali diversificatissimi, fondata sull’idea di mettere insieme lavori in cui risulta uno spiccato senso di personale interpretazione. Ma allo stesso tempo tale mostra si pone come occasione di possibile riflessione sull’importanza, sulle possibilità, sul percorso e l’evoluzione, sull’attualità, sulla “resistenza” della scultura nella contemporaneità, che pare oggi trovare troppo poco spazio nel lavoro stesso degli artisti delle nuove generazioni.

Le opere esposte sono fruibili da parte di visitatori vedenti e non, come del resto tutte quelle ospitate nella ricca collezione permanente del Museo Tattile Statale Omero. L’osservazione tattile è il principale canale di conoscenza del museo, da annoverare fra i pochi specializzati a livello mondiale e già organizzatore di importanti antologiche.

Il catalogo, edito da De Luca Editori d’Arte, contiene le riproduzioni a colori delle opere, i testi di Aldo Grassini, Antonello Rubini, Simone Dubrovic e le note biografiche degli artisti.
Costo: 18,00 euro. Prezzo speciale in mostra: 12,00 euro. Pagine: 64.

Informazioni

Ingresso: libero.

Orario
Giugno e settembre: dal mercoledì al sabato 16 – 19; domenica 10 – 13 e 16 – 19.
Luglio e agosto: mercoledì, giovedì, sabato 17 – 20; venerdì 10 – 20; domenica 10 -13 e 17 – 20.
Aperture serali ore 21 – 24: mercoledì 20 e 27 luglio; mercoledì 3, 10, 17, 24 agosto (Rassegna “Sensi  d’estate”).
Aperture straordinarie per gruppi su prenotazione.
Chiuso: lunedì e martedì. Lunedì 15 agosto aperto 10 -13 e 17 -20.
Domenica 4 settembre per la chiusura orario continuato dalle 10 alle 19 e appuntamento alle ore 17 con gli scultori Giuliani, Mingotti, Neretti e Petrone.

Mostra organizzata dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con: TACTUS Centro per le Arti Contemporanee, la Multisensorialità e l’Interculturalità del Museo Tattile Statale Omero, Associazione Per il Museo Tattile Statale Omero ONLUS, Comune di Ancona, Cooperativa Sociale Opera ONLUS, Servizio Civile Nazionale 2015 – 2016 e Servizio Civile Regionale – Garanzia Giovani 2016 – 2017.

Servizi educativi

Dov’è la mia mamma? Percorso animato
Per bambini 3-10 anni sempre disponibile in mostra.
Gratuito. Senza prenotazione.

Bestiario immaginario: laboratorio per famiglie
Venerdì: 1 – 8 – 15 luglio e 5 – 12 agosto.
Costo: 4,00 euro a persona; gratuito: bambini 0 – 4 anni, disabili e rispettivi accompagnatori.
Su prenotazione: tel. 071.2811935 – didattica@museoomero.it

Visite guidate tutti i week end
Ogni sabato ore 17 e ogni domenica ore 11.
Costo: 4,00 euro a persona; gruppi (minimo 10 persone) 3,70 euro a persona; gratuito: disabili e rispettivi accompagnatori.
Info: tel. 071.2811935 – info@museoomero.it

N.B. Esibendo il biglietto d’ingresso del Parco Zoo Falconara è possibile usufruire della visita guidata e dei laboratori didattici GRATUITAMENTE nelle date prestabilite previa prenotazione; in caso di gruppi di 10 o più persone il servizio è disponibile anche in ulteriori date da concordare.

Aperture straordinarie e visite guidate su prenotazione.
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28 – 60121 Ancona
Seguici su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+
#museoomero #visionianimali