Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

L’esperienza del Museo Omero a Cinema senza barriere

Milano, 18 febbraio 2006

“Se un non vedente improvvisamente riacquistasse la vista, sarebbe in grado di riconoscere un oggetto, in precedenza conosciuto solo attraverso il tatto?”.

Aldo Grassini, membro del Comitato di Direzione del Museo Tattile Statale Omero di Ancona e Presidente del Consiglio Regionale Marche dell’Unione Italiana Ciechi, ha partecipato sabato 18 febbraio alla manifestazione CINEMA SENZA BARRIERE organizzata dalla provincia di Milano, con il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Lombardia. Il fine della manifestazione è quello di intraprendere un percorso di formazione e informazione sulla fruizione di servizi, arte e spettacoli da parte delle persone con difficoltà di movimento o sensoriali.

L’evento, che propone una rassegna di film auodiocommentati e sottotitolati, ha incluso anche il seminario internazionale IL QUINTO SENSO: PERCEZIONI SENSORIALI TRA ARTE E VISIONI dove il Prof. Aldo Grassini è intervenuto in merito a “I valori estetici dell’immagine tattile”.

Fra gli studiosi che si sono confrontati sullo stato della ricerca volta a migliorare la fruizione e la produzione dell’arte da parte di persone con diversamente abili, figurano anche Nina Levent, dell’Accademia dell’Arte di New York, e Fabio Levi, Presidente di Tactilevision e docente presso l’Università di Torino, entrambi già presenti al convegno internazionale “L’Arte a portata di mano” organizzato dal Museo Omero nell’ottobre del 2004.

INFO

Cinema senza barriere.
Milano, Spazio Oberdan.
Viale Vittorio Veneto 2.
Tel. 02 76115394.
Web: www.provincia.milano.it; www.mostrainvideo.com;
Emial: info@mostrainvideo.com