Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Opera: Senza titolo (numero 4)

Scultura originale

Composizione numero 4

Originale

Autore
Roberto Papini
Data
1990-2011
Periodo
Novecento
Dimensioni
100 cm in altezza, 50 cm in larghezza
Tecnica
assemblaggio, pittura
Materiale
legno, cartone, specchio, plastica, metallo
Spazio
'900 e Contemporaneo

Descrizione

“Nelle opere di Roberto Papini nulla è lasciato al caso, tutto è prescritto nella memoria dell’uomo. Basta cercarlo. E Papini lo cerca con la massima vibrazione sensoriale e raffinatezza razionale”, Roberto Farroni, in occasione della mostra “Ancon’aria – Roberto Papini” dicembre 2007.

Negli anni ’80, Roberto Papini realizza una serie di opere senza titolo. Questa conservata al Museo Omero è la numero 4. Si tratta di una tavola alta un metro e larga 50 centimetri, realizzata utilizzando la tecnica della pittura e dell’assemblaggio. Papini, artista anconetano scomparso nel 2019, ha realizzato questo quadro tattile servendosi di un supporto e di una cornice di legno, dipinti di nero. La tavola è realizzata con cartone, specchi, plastica e metallo. È suddivisa in diciannove linee orizzontali dove il cartone si alterna a sfere di plastica color blu, fili di metallo lavorati a formare dei disegni romboidali sostenuti da chiodi e piccoli quadrati di cartone dove sono incollati vetrini poco più piccoli.

Come altre composizioni da lui realizzate, anche questa segue l’alternanza di vari materiali messi in maniera armonica e decorativa, che conferiscono ritmo e musicalità all’opera. Toccando il quadro le dita percepiscono tutti i dettagli e si perdono in un gioco perfetto di pieni e vuoti. Papini dona nuova vita a piccoli oggetti e materiali che altrimenti sarebbero andati perduti.

Foto: Maurizio Bolognini. Proprietà: Archivio Museo Tattile Statale Omero.