Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Opera: Donna nel vento

Scultura originale

Donna nel vento

Originale

Autore
Felice Tagliaferri
Data
2007
Periodo
Contemporaneo
Dimensioni
32 cm in altezza, 18,5 cm in larghezza, 33 cm in profondità
Tecnica
scultura, lucidatura
Materiale
marmo
Spazio
'900 e Contemporaneo

Foto: Maurizio Bolognini. Proprietà: Archivio Museo Tattile Statale Omero.

Descrizione

“Personalmente, prediligo il marmo, in assoluto. È un materiale che significa impegno, fatica, sudore. Devi metterti lì, con tutto il corpo e lavorare”, Felice Tagliaferri.

“Donna nel vento” è una scultura in marmo di circa 32 centimetri, che rappresenta il viso ed il collo di una giovane donna coi capelli sospinti all’indietro da una folata di vento. È stata realizzata nel 2005 da Felice Tagliaferri, scultore non vedente.

La giovane ha un viso dai lineamenti sottili, minuto e regolare, seppur il naso tende leggermente verso destra. Gli occhi senza iride e pupille, ma con percettibili palpebre, sono aperti e anch’essi rivolti verso destra; mentre le labbra, serrate, appaiono lievemente inarcate in un impercettibile sorriso. Una folta chioma circonda il viso, alta sulla fronte e voluminosa intorno alle guance: i capelli si allungano all’indietro in orizzontale facendoci percepire la presenza di un forte colpo di vento diretto contro il viso della giovane. Solchi più o meno larghi nel materiale ci indicano le ciocche di questa lunga e liscia chioma, sospinta all’indietro.
Non si conosce l’identità della donna, ma la scultura rientra in un filone di figure nel vento su cui l’artista è tornato più volte nel corso della sua carriera.

Accarezzando il marmo si incontrano superfici più ruvide nella parte dedicata ai capelli, più levigate sulla pelle, lasciato volutamente grezzo nell’area del collo.

Tagliaferri, diventato cieco all’età di 14 anni, si è avvicinato alla scultura grazie ad un laboratorio di Nicola Zamboni. La sua scultura è principalmente di carattere figurativo e la sua creatività e manualità si esprime attraverso diversi materiali che spaziano dall’argilla al marmo. Sua è la scuola di arti plastiche “La chiesa dell’Arte”, dove Tagliaferri tiene corsi e laboratori di scultura a vedenti e non vedenti.

Ascolta l’audio: Felice Tagliaferri a dialogo con Aldo Grassini (Puntata “Toccare l’arte alla radio” dell’11 marzo 2021)