Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Parole e musica in chiesetta – Sensi d’estate a Portonovo

Il Comune di Ancona e il Museo Tattile Statale Omero promuovono una piccola rassegna composta da quattro concerti, momenti musicali che offrono alcune possibilità più o meno note della caleidoscopica musica classica.

Quattro appuntamenti che spaziano dalla freschezza ed entusiasmo del giovane "Gershwin quintet", quartetto di sax e pianoforte tutto al femminile, alla raffinatezza ed estrema comunicatività del pianoforte di Marco Vergini, per passare alle possibilità timbriche della giovane marimba suonata dal talentuoso Federico Occhiodoro, e per approdare infine all'esibizione di Robert Tiso, che eseguirà un concerto per cristallofono, più conosciuto come "armonica a bicchieri", uno dei pochi interpreti al mondo di questo strumento antichissimo.

Incontri eterogenei, che vedono il susseguirsi di artisti conosciuti a livello internazionale ed emergenti, i quali proporranno una musica dialogata, un approccio informale e divertito alla musica.

Venerdì 15 luglio, ore 21,15
GERSHWIN QUINTET

Quattro saxofoniste e una pianista si incontrano in un progetto unico nel suo genere che rende omaggio al compositore George Gershwin, proponendo un programma accattivante arricchito da un tocco di eleganza, freschezza e femminilità. Le molteplici possibilità timbriche, dinamiche ed espressive dell'ensemble permettono inoltre un'originale lettura della musica classica del Novecento, di repertori al confine con il jazz, delle calde sonorità del tango argentino e della musica europea d’ispirazione popolare.

Mercoledì 20 luglio, ore 21,15
La musica a programma. Recital pianistico
MARCO VERGINI, pianoforte

Definito "astro nascente del concertismo italiano" da Radio 3 e da Abbado "raffinato ed elegante pianista che quando suona riesce a creare momenti magici ed emozionanti", Marco Vergini proporrà celebri brani della letteratura pianistica nati da suggestioni extramusicali (tre Sonetti del Petrarca, Divina Commedia, Gaspard de la nuit di Bertrand), rivivendo, in dialogo con il pubblico, le tracce della parola tra i righi del pentagramma. Dal suo debutto con il concerto di Mendelssohn per pianoforte e orchestra a undici anni, sul podio di concorsi internazionali tra cui il prestigioso "A. Casagrande" di Terni, si esibisce oggi in tutto il mondo ricevendo sempre ampi consensi di pubblico.

Programma

F. Liszt, Tre Sonetti del Petrarca
M. Ravel, Gaspard de la nuit
Ondine
Le gibet
Scarbo
F. Liszt, Après une lecture du Dante

Mercoledì 27 luglio, ore 21,15
CRISTALLOFONIA
Recital per arpa a bicchieri, glassarmonica
ROBERT TISO

Il cristallofono, meglio conosciuto col nome di "bicchieri musicali", è uno strumento formato da un insieme di calici di cristallo; ognuno di questi viene accordato regolando il livello dell’acqua che contiene e produce la sua nota entrando in risonanza grazie allo sfregamento dei polpastrelli lungo il bordo. Il suono dei bicchieri di cristallo è unico nel campo musicale, oltre ad essere molto suggestivo ed etereo, ricorda vagamente il violino o il flauto ed è stato descritto in modo pittoresco come "la voce degli angeli" o "musica delle sfere".
Con queste sonorità Robert Tiso propone un ricco repertorio che spazia dai classici di Bach, Tchaikovsky, Beethoven, a composizioni più moderne di Morricone, Pink Floyd... tutti scelti ed arrangiati per esprimere al meglio le potenziali possibilità del cristallofono.
Robert Tiso si esibisce in un concerto piacevole e sorprendente che conduce l'ascoltatore in un'atmosfera rarefatta, "CRISTALLOFONIA", offrendo anche l'opportunità di ammirare l'antica arte di suonare i bicchieri, cominciata 3 secoli fa e ormai quasi dimenticata dai tempi moderni.

Giovedì 4 agosto, ore 21, 15
La magia del legno
Recital per solo marimba
FEDERICO OCCHIODORO, percussioni

La marimba è uno strumento al tempo stesso antico e moderno, popolare e colto. Sicuramente poco noto al grande pubblico, è dotata di una gamma di colori timbrici, di sonorità e di effetti, davvero imprevedibile, vista la sua apparente semplicità.
Il repertorio comprende le suggestive immagini e il puro virtuosismo dei brani di Keiko Abe (Giappone), le profonde emozioni delle corali di Evelyn Glennie (Scozia), le atmosfere dolci ed avvolgenti delle pagine di Emmanuel Sejournè (Francia), le orecchiabili melodie di David Friedman (USA) e Eric Sammut (Francia), e molto altro ancora.
Il recital si pone dunque come un viaggio attraverso un repertorio eterogeneo, ma sempre dotato di un'energia che scaturisce dalle forze primordiali della terra, dell'acqua, del fuoco e dell'aria, legate tra loro dalla magia che scaturisce dalle tavolette lignee della marimba.
Per consentire al pubblico un ascolto più attento e consapevole, i brani ed i relativi compositori vengono prima "raccontati" e poi eseguiti.

Programma

E. Glennie, A little prayer
E. Sammut, Rotation IV
D. Friedman, Marshmellow
E. Séjourné, Nancy
K. Abe, Wind in the bamboo grove
K. Abe, Frogs
M. Schmitt, Ghanaia
G. Stout, Astral Dance