Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Opera: Meditazione

Scultura originale

Meditazione

Originale

Autore
Jesper Neergaard
Data
2009
Periodo
Contemporaneo
Dimensioni
17 cm in altezza, 40 cm in larghezza, 12 cm in profondità
Tecnica
scultura, lucidatura
Materiale
marmo
Spazio
Deposito

Foto: Maurizio Bolognini. Proprietà: Archivio Museo Tattile Statale Omero.

Descrizione

“Rendere la realtà delle idee comprensibile” Jesper Neergaard.

“Meditazione” è una scultura in marmo, realizzata dallo scultore danese Jesper Neergaard nel 2009 e donata al Museo Omero dall’artista.
L’opera è alta 14 centimetri e larga 40 e presenta una forma a trapezio isoscele rovesciato, con la base più corta in basso e la più lunga in alto.

Lo scultore, come accade spesso nel suo lavoro, ha scolpito il marmo in modo che il materiale appaia solcato da profonde fessure circolari dai bordi smussati, che circondano l’opera, facendo sì che essa sembri composta da lastre di marmo sovrapposte e accostate le une alle altre.
La base superiore della scultura presenta sul lato destro una piccola lastra di forma ovale, sulla quale, osservando attentamente, si possono riconoscere i tratti stilizzati di un viso: gli occhi non sono altro che due leggeri affossamenti orizzontali, che si congiungono in una protuberanza centrale che forma il naso, e anche la bocca è appena accennata. Scorrendo la scultura verso il basso e seguendo le scanalature ci rendiamo conto che esse trovano proprio in questo piccolo viso il proprio epicentro.

L’opera è molto gradevole al tatto, le dita possono scorrere senza ostacoli sulle superfici bianche e lisce delle lastre, per poi tentare di insinuarsi nelle fessure. La scoperta del viso sulla sommità della scultura è quasi sorpresa sia per gli occhi che per le mani.
La divisione dei blocchi di marmo in lastre è una costante nelle opere di Neergaard, sia quelle monumentali che quelle di piccolo formato. Questo tipo di lavorazione rende le forme rigide e solide del marmo più morbide, dinamiche e vitali. Nella sua poetica ricorre spesso la contrapposizione tra spiritualità e materia, corpo e mente e “Meditazione” non fa eccezione; l’arte per Neergaard non è che un modo per dar forma a icone, immagini tangibili di pensieri e sentimenti.