Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Opera: Costruzione Plastica

Scultura originale

Costruzione Plastica

Originale

Autore
Fulvio Ligi
Data
1988
Periodo
Novecento
Dimensioni
25 cm in altezza
Tecnica
fusione, patinatura
Materiale
bronzo
Spazio
'900 e Contemporaneo

Descrizione

“Ligi non perdeva tempo, lavorava sodo, in piena coscienza artistica creava sculture lontane dalle mode tecnologiche, artigianalmente di grande fattura” Enrico Gallian

Costruzione plastica è una piccola scultura alta 25 centimetri realizzata in bronzo e legno dallo scultore Fulvio Ligi nel 1988 e da lui donata al Museo Omero.

Toccando l’opera dal basso si percepisce una base rettangolare in legno, sulla quale poggia un basso poligono irregolare in bronzo, da cui si alzano altri due parallelepipedi verticali, a base rettangolare, intersecati da un altro parallelepipedo orizzontale nella parte posteriore. I tre blocchi di bronzo sono uniti fra loro al centro. Tutti i solidi geometrici che compongono la scultura non sono perfettamente regolari e presentano linee non rette, ma leggermente curve.

La base in legno è levigata e liscia al tatto, con venature circolari di colore più scuro. La parte in bronzo, al contrario, è ruvida, non levigata, di colore bruno.

L’artista ha giocato con gli incastri dei vari elementi che animano l’opera, accostando spigoli netti con linee più dolci e curve. Le ridotte dimensioni della scultura permettono un’agile esplorazione tattile.

Il percorso artistico del marchigiano Ligi parte dalla sua terra di origine, il Montefeltro, nell’urbinate.
Costruzioni geometriche astratte, realizzate con materiali come l’alluminio e l’acciaio, hanno caratterizzato a lungo le sue opere, sia monumentali che di piccolo formato. Ora la sua scultura sembra orientata alla ricerca di una forma geometrica dai contorni smussati, dalle linee arcuate, che dia vita ad uno spazio sfaccettato, ma pieno.