Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

6 gennaio: Felice Zappalorto, cuntadì

burattini e teatrino

Spettacolo di burattini RIMANDATO
6 gennaio 2017 ore 17
Museo Tattile Statale Omero, Ancona

Teatrino Pellidò del burattinaio Vincenzo Di Maio

Felice è proprio felice di fare il suo lavoro. Lui lavora in campagna, coltiva un bellissimo orto e le sue verdure sono così buone che quando le porta al mercato tutti vogliono comprarle.

Sarà che felice ha visto sin da piccolo coltivare l’orto, sarà per merito della cura e delle parole carine che rivolge alle piante, sarà che Felice è bravo a fare il contadino ed ama la terra ed il suo lavoro. Felice coltiva anche un campo più grande, dove cresce il grano, che porta al mulino, e che diventa farina.
Felice sa fare il pane, i grissini e i biscotti ma lui dice che non è merito suo ma del sole e della Natura!

Info

Per famiglie con bambini da 4 a 10 anni. Prenotazione obbligatoria entro il 05/01/17.
Costo: 4,00 euro a persona; gratuito: bambini 0 – 4 anni, disabili e rispettivi accompagnatori
Telefono 071 28 11 93 5 e-mail didattica@museoomero.it

26 dicembre: I semini di Natale

teatrino

Spettacolo di Burattini e Pupazzi
26 dicembre ore 17
Museo Tattile Statale Omero, Ancona

Teatrino Pellidò del burattinaio Vincenzo Di Maio

E’ quasi Natale e il piccolo Rumilio non sa quale regalo chiedere a Babbo Natale… Nella sua letterina scrive di voler ricevere una sorpresa. Babbo Natale ci pensa un po’, è molto indaffarato a caricare la slitta con tutti i regali, poi gli viene l’idea, il dono per Rumilio sarà un sacchetto di semini raccolti nel bosco.

La mattina di Natale Rumilio si sveglia, corre a cercare il suo regalo/sorpresa e quando trova il sacchetto di semini, beh… Diciamo che lì per lì non apprezza il regalo e scaraventa il sacchetto in un angolo della stanza! Per fortuna arriva il nonno e ha un’idea speciale… Del resto si sa i regali più belli sono quelli che apprezzi un po’ alla volta, per tanto tempo.

Storia scritta da Agostino Gamba e Vincenzo Di Maio.

Finito lo spettacolo i bambini potranno partecipare al concorso itinerante “Storie da musei, archivi e biblioteche” promosso da MAB – Marche componendo un pensierino e un disegno sul “prendersi cura”, tema del concorso. In premio la pubblicazione in un’antologia Ebook attraverso la piattaforma StreetLib Selfpublish e molto altro. Appuntamento per tutti i bambini (consigliato da 4 a 10 anni) alle ore 17 al Museo Omero. Prenotazione obbligatoria (telefono 071 28 11 93 5 e-mail didattica@museoomero.it). Costo: 4,00 euro a persona; gratuito: bambini 0 – 4 anni, disabili e rispettivi accompagnatori. L’iscrizione al concorso è gratuita e avverrà al momento dell’arrivo al Museo Tattile Statale Omero.

Info

Per famiglie con bambini da 4 a 10 anni. Prenotazione obbligatoria entro il 23/12/16.
Costo: 4,00 euro a persona; gratuito: bambini 0 – 4 anni, disabili e rispettivi accompagnatori.
Prenotazioni Telefono 071 28 11 93 5 e-mail didattica@museoomero.it

26 dicembre: Concorso Storie da Musei, Archivi e Biblioteche

locandina

Lunedì 26 dicembre farà tappa al Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana il concorso itinerante Storie da musei, archivi e biblioteche promosso da MAB – Marche. Scoprire il cuore delle istituzioni culturali della nostra Regione attraverso i racconti narrativi e fotografici è l’intento del concorso che premierà i migliori elaborati con la pubblicazione in un’antologia Ebook attraverso la piattaforma StreetLib Selfpublish.

La tappa al Museo Omero sarà dedicata in particolare ai più piccoli e pensata in relazione allo spettacolo di burattini del Teatrino Pellidò “I Semini di Natale” che racconta la storia del piccolo Rumilio, a cui Babbo Natale ha portato “solo” dei semini da piantare. I bambini dopo aver assistito allo spettacolo potranno comporre un pensierino e un disegno sul “prendersi cura”, tema del concorso.

Giunto alla V edizione Storie da musei, archivi e biblioteche nasce in collaborazione con la Regione Marche – Assessorato alla Cultura e Servizio Politiche Sociali, l’Ombudsman delle Marche, l’Associazione culturale RaccontidiCittà e con StreetLib.

Tra premi anche eReader offerti da MAB Marche e buoni offerti da StreetLib da spendere nella piattaforma StreetLib Edit.
L’iscrizione al concorso è gratuita e avverrà al momento dell’arrivo al Museo Tattile Statale Omero, tramite modulo di adesione MAB. Lo spettacolo per bambini da 4 a 10 anni è a pagamento con prenotazione obbligatoria 071 28 11 93 5 didattica@museoomero.it

Link esterni

16 dicembre: presentazione del libro Ok, aprite le gabbie, di Silvia Donati

Silvia Donati

Venerdì 16 dicembre 2016 ore 18.30
Museo Omero di Ancona, Mole Vanvitelliana

Presentazione del volume “Ok, aprite le gabbie”, di Silvia Donati, edizione Guasco
Introducono Elena Casaccia e Carlo Pesco.

Un catalogo di battute, stralci di interrogazioni, estratti di lezioni che diventano, tratteggiati dalla penna tagliente di un’ironica professoressa, immagine della sconnessione del terzo millennio.
L’autrice, oltre a insegnare storia dell’arte nei licei, a danzare presso la Luna Dance Center e a scrivere libri, è stata reclamata con una singolare e gettonatissima petizione di studenti e genitori diretta al Ministro dell’istruzione: Non portateci via la nostra professoressa! che ha raccolto più di mille firme in tutta Italia.

L’autrice

Silvia Donati, classe ’83, padre romagnolo e madre abruzzese, consuma la sua esistenza oscillando tra la testardaggine e l’autoironia. Nasce e cresce (poco) nelle Marche, dove si dedicherà allo studio e in seguito all’insegnamento della danza, unica passione che la salverà più volte dai disastri scolastici. Il suo percorso scolastico non è da liceale modello: ammessa all’esame di maturità scientifica con 4 di matematica e 5 di fisica, nonostante un tragicomico esame di maturità concluso con il lancio dei libri in aria e la corsa urlante nel corridoio, non demorde e decide di frequentare l’Accademia di Belle Arti di Macerata abilitandosi nella nobilissima arte dell’insegnamento.
Contro ogni pronostico diventa una professoressa di disegno e storia dell’arte e, peregrinando in vari licei, si trova a raccogliere tutte le “perle” di alunni, colleghi e collaboratori e, su consiglio del resto del mondo, a metterle insieme per realizzarne un libro.
Proprio lei, alla quale la prof di italiano, durante l’ultima interrogazione di letteratura su Montale, Saba, Ungaretti, case libri auto viaggi fogli di giornale… disse: “Donati, facciamo finta che non abbiamo neanche iniziato…”. Lei però non ci è cascata.

11 dicembre: Ciccio Ninetto che andò per mare

il teatrino

Spettacolo di burattini sull’avventura, l’amicizia e il viaggio
11 dicembre 2016 ore 17
Museo Tattile Statale Omero, Ancona

Ciccio Ninetto vive in un paesino sul mare, ha sette anni e va a scuola, dalla finestra della sua classe si vede il mare: il mare è sempre bello, pensa Ciccio Ninetto, anche quando piove e le nuvole grigie colorano di scuro le onde.

Ciccio Ninetto finiti i compiti va sul suo scoglio a pescare e guardare lontano, aspetta che appaia all’orizzonte una barca, la stessa che ha portato via la sua amichetta Ciccia Ninetta, partita con i suoi genitori e andata dall’altra parte del mare.

Ciccio Ninetto, conosce un pesce magico che parla e gli dice di farsi coraggio, prendere una barchetta e andare a cercare la sua amica ma di stare attento perché nel mare c’è un terribile mostro-pesce con la schiena a forma d’isola, governato da una perfida sirena che attira e cattura tutti i naviganti.

Ciccio Ninetto sfida i pericoli del mare e disubbidisce al nonno che gli aveva detto di non prendere la sua barchetta ma alla fine tornerà sano e salvo sulla spiaggia, e la piccola Ciccia Ninetta? Beh non posso raccontarvi proprio tutto.

Spettacolo inedito scritto e interpretato da Teatrino Pellidò.

Info

Per famiglie con bambini da 4 a 10 anni. Prenotazione obbligatoria
Costo: 4,00 euro a persona; gratuito: bambini 0 – 4 anni, disabili e rispettivi accompagnatori.
Prenotazioni Telefono 071 28 11 93 5 e-mail didattica@museoomero.it

7 dicembre: Aldo Grassini e Andrea Socrati partecipano al Comvegno Cultural Heritage

7 dicembre 2016
Sala Giovanni Spadolini del Collegio Romano

In occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità 2016, la Direzione generale Musei e la Direzione generale Turismo del MiBACT presentano il convegno “Cultural Heritage. Fruizione e formazione: progetti per l’accessibilità al patrimonio culturale e alle strutture turistiche”, in collaborazione con la Coop. Sociale integrata Tandem.

Il convegno, in programma il 7 dicembre 2016 dalle ore 9.00 alle ore 14.00 presso la Sala Giovanni Spadolini del Collegio Romano (via del Collegio Romano 27, Roma), è dedicato al tema della “cultura per tutti” in ambito italiano ed europeo.

Il Presidente del Museo Omero Aldo Grassini presenterà il progetto “Biennale Arteinsieme” curato da Ancrea Socrati e Giulia Cester. Saranno inoltre proposte altre iniziative per la fruizione dei luoghi del patrimonio culturale realizzate dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, e il progetto europeo “App tour you”, finanziato dal programma Erasmus plus e coordinato dalla Cooperativa Tandem. Il progetto sperimenta nuovi modelli di formazione sul turismo accessibile e informazioni mirate per accrescere la competitività di piccole e medie imprese e per gli operatori del settore turistico.

Intervengono il Sottosegretario di Stato On. Ilaria Borletti Buitoni, il Direttore generale Musei Ugo Soragni, il Direttore generale Turismo Francesco Palumbo ed esperti nel settore della cultura dell’accoglienza.

La partecipazione è gratuita. È richiesta la registrazione inviando una email ai seguenti indirizzi: maurizio.panzironi@sociale.it, annagrazia.laura@sociale.it

La Sala Giovanni Spadolini è accessibile per persone su sedia a ruote ed è previsto il servizio di interpretariato LIS.

Link esterni

10 dicembre: Bianco come il buio in scena al Museo Omero

locandina

Sabato 10 Dicembre ore 17 e ore 21.15
Museo Tattile Statale Omero Ancona

Sabato 10 dicembre sarà di scena al Museo Tattile Statale Omero lo spettacolo teatrale “Bianco come il Buio”, in due repliche alle ore 17 e alle ore 21.15.
Ispirato al capolavoro “Cecità” del premio Nobel José Saramago, lo spettacolo, scritto da Stefania Terrè e diretto da Antonio Lovascio, nasce dal progetto “Vediamoci A Teatro”, un’iniziativa dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e dell’IRIFOR sezione provinciale di Ancona.

Sebbene il romanzo sia di circa vent’anni fa, il suo messaggio è ancora oggi universale, poiché racconta di come l’essere umano, posto di fronte a situazioni estreme, in pericolo di vita, sia capace di commettere le peggiori atrocità. La vicenda, ambientata ad Ancona e più precisamente all’interno dell’UICI, è affidata ad un gruppo di attori, componenti della sezione non vedenti del capoluogo affiancati dai ragazzi del servizio civile nazionale: Francesco Celsi, Claudio Dubini, Francesca Gasparoni, Maurizio Mazzieri, Barbara Roefaro, Giulia Sabatini, Stefania Terrè Lucrezia Violante.

Lo scopo del progetto, affrontato con spirto goliardico, è sondare le dinamiche umane cercando di capire cosa accadrebbe se una simile situazione dovesse realmente sopraggiungere azzerando ogni diversità, e ogni rapporto costruito secondo le proprie convinzioni e percezione della realtà. Che cosa accadrebbe? La risposta non è affatto scontata, lontano da ogni moralismo, con la più totale onestà siamo approdati all’ipotesi che le differenze non migliorano né peggiorano la nostra condizione, semmai la arricchiscono della varietà tipica dell’essere umano. Un po’ come dire che la diversità, contrariamente a quanto si possa pensare, ci accomuna e ci rende tutti uguali.

Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria. Posti limitati telefono 071 28 11 93 5 info@museoomero.it

Cosa fai a Natale? Vieni a trovarci con tutta la famiglia

locandina

Gli appuntamenti di Natale al Museo Tattile Statale Omero

  • Dall’8 DICEMBRE al 6 GENNAIO
    Alla ricerca delle forme nascoste

    Un percorso gratuito da fare con mamma e papà tra le sale del Museo, dove riconoscere il profilo di alcune delle più belle sculture attraverso sagome di carta e di cartone. Aggiungendo un tocco di magia e un pizzico di fantasia potranno diventare le protagoniste di storie tutte da inventare!
    Per famiglie con bambini da 4 a 10 anni. Ingresso: gratuito. Prenotazione: consigliata.
  • 8 DICEMBRE 2016 ore 10.30 e 16.30
    Aspettando il Natale… Giochi e Gare per tutta la famiglia!

    Il Museo Omero si trasforma in una palestra per misurare le abilità dei vostri 5 sensi, uno spazio insolito che vi permetterà di “fare i muscoli” in famiglia fra arte, cultura, suoni e sapori.
    Per famiglie con bambini da 4 a 10 anni. Prenotazione obbligatoria entro il 07/12/16.
    Costo: 4,00 euro a persona; gratuito: bambini 0 – 4 anni, disabili e rispettivi accompagnatori.
  • 11 DICEMBRE ore 17
    Ciccio Ninetto che andò per mare – TEATRINO PELLIDÒ Spettacolo di burattini

    Ciccio Ninetto che andò per mare…una storia che parla di avventura, amicizia e di un viaggio.
    Per famiglie con bambini da 4 a 10 anni. Prenotazione obbligatoria entro il 09/12/16.
    Costo: 4,00 euro a persona; gratuito: bambini 0 – 4 anni, disabili e rispettivi accompagnatori.
  • 26 DICEMBRE ore 17
    I Semini di Natale – TEATRINO PELLIDÒ Spettacolo di burattini

    I semini di Natale. Una storia che mira a infondere nei bambini e ragazzi l’amore per la natura immersi nell’atmosfera del Natale.
    Per famiglie con bambini da 4 a 10 anni. Prenotazione obbligatoria entro il 23/12/16.
    Costo: 4,00 euro a persona; gratuito: bambini 0 – 4 anni, disabili e rispettivi accompagnatori.
  • 6 GENNAIO ore 17
    Felice Zappalorto, cuntadì! – TEATRINO PELLIDÒ Spettacolo di burattini

    Felice di nome e di fatto, racconta la storia di quanto è bravo a fare il contadino e di quanto ama la terra ed il suo lavoro.
    Per famiglie con bambini da 4 a 10 anni. Prenotazione obbligatoria entro il 05/01/17.
    Costo: 4,00 euro a persona; gratuito: bambini 0 – 4 anni, disabili e rispettivi accompagnatori.

MUSEO TATTILE STATALE OMERO
Mole Vanvitelliana, Banchina Giovanni da Chio 28, 60121 Ancona

Orario di apertura: dal martedì al sabato ore 16 – 19. Domenica e festivi (26 Dicembre e 6 Gennaio) ore 10 – 13 e 16 – 19. 1° Gennaio apertura straordinaria ore 16 – 19.
Chiuso: lunedì, 24, 25, 31 dicembre.

Info e prenotazioni Telefono 071 28 11 93 5 e-mail didattica@museoomero.it

Il burattino e il burattinaio