Che cosa è Bright Ubuntu?

"Bright Ubuntu" è un sistema operativo open-source, libero, gratuito e senza barriere per persone con disabilità visiva e non solo, realizzato personalizzando il sistema libero e gratuito "Ubuntu" già esistente, al fine di renderlo "Bright" ovvero luminoso e funzionale per i non vedenti e gli ipovedenti dotandolo di tutti i software e gli strumenti necessari.

Ubuntu prende il nome da un'antica parola africana che significa umanità agli altri, oppure io sono ciò che sono per merito di ciò che siamo tutti. Il sistema operativo “Ubuntu” porta lo spirito di Ubuntu nel mondo del software.

ll progetto, nato da un'idea di Mirko Montecchiani, che con il sostegno di Maurizio Mazzieri e del Rotary Club di Ancona ha coinvolto il team del DIIGA dell'Università di Ingegneria e il Museo Tattile Statale Omero, è stato finanziato dalla provincia di Ancona - progetto Cohabitat 2008 (Asse Human Bit).

Il Museo Omero, che promuove una cultura di superamento del Digital Divide, mette a disposizione del pubblico nelle proprie sale una postazione multimediale accessibile e partecipa alla diffussione di Bright Ubuntu.

Tutti i visitatori del Museo potranno usare in maniera semplice e gratuita il computer compresi i non vedenti e gli ipovedenti grazie alla barra Braille, sintesi vocale e lente d'ingrandimento.

Come installare Bright Ubuntu:

Una prima cosa da chiarire è che Brightubuntu è un sistema operativo alternativo a Windows e completamente gratuito. Quindi Windows e Brightubuntu non possono funzionare simultaneamente, ma posso essere installati entrambi sulla stessa macchina.
Se si decide di installare Brightubuntu, bisogna inserire il CD rom nel lettore e riavviare il computer stando attenti al fatto che il computer riparta da CD-rom, ovvero non rincominci la sequenza di avvio di windows, ma quella di BrightUbuntu.
Se così non è bisogna modificare il menù del computer in cui sono indicati i dispositivi di avvio, mettendo il CD-rom al primo posto. Questo menù è raggiungibile nei primi secondi di riavvio del computer, solitamente premendo il tasto DEL, ma su altri computer è F8 o F2. Questi tasti possono variare a seconda delle marche di computer, ma quelli indicati sono i più comuni.

La voce sotto cui si trova la selezione di avvio da CD-rom è indicata come: BOOT. A questo punto basta riavviare il computer e verificare che parta da CD-rom.
Una volta iniziato il caricamento del sistema operativo Brightubuntu, comparirà una schermata che ci farà scegliere se utilizzarlo in modalità LIVE, cioè senza installare niente sul computer, oppure se installarlo.

La cosa migliore è avviare la modalità live: una volta che il sistema è stato caricato dobbiamo andare sul menù in alto, cliccare su "sistema" e nella tendina che si apre, cliccare sulla voce "amministra": in queso ulteriore menù a tendina dovremo cliccare sulla parola "installa".
L'installazione automatica guidata da una voce ci indicherà come sta procedendo l’installazione e chiederà di compiere delle azioni se necessario.
 
Puoi richiedere il CD di istallazione anche al Museo Omero: redazione@museoomero.it.

Link interno: