locandina

Oggi 18 maggio è la Giornata Internazionale dei Musei 2020 organizzata da ICOM - International Council of Museums - e intitolata quest'anno "Musei per l'eguaglianza: diversità e inclusione". Un tema che vuole sottolineare il rapporto che unisce i musei ai pubblici, in virtù del loro ruolo di luoghi di incontro e di crescita culturale e non solo in quanto prestigiosi ‘contenitori’ destinati alla conservazione del patrimonio.

Dalle 17.30 alle 20.00 sulla pagina Facebook della Commissione per l'Accessibilità museale - Commissione Tematica di ICOM Italia si svolgerà un incontro per parlare di Accessibilità, inclusione ed equità nei tempi del Covid-19 a cui partecipa anche il Museo Omero.

Dal 18 e fino al 24 maggio al via anche la dodicesima edizione del Grand Tour Marche "virtuale" a cui aderiamo, a cura di Fondazione Marche Cultura e Regione Marche: una ricca rassegna di video interventi ed eventi multimediali fruibili sui canali web di ogni Istituto, proposti al pubblico attraverso un calendario unitario promosso sui siti e i canali social degli enti promotori e attraverso l’hashtag #grandtourmuseimarche2020.

Sono quasi 200 i video consultabili, 110 gli eventi multimediali e 55 i comuni (numeri in costante aggiornamento) per sottolineare il fondamentale ruolo svolto dalle tecnologie a servizio della conoscenza del patrimonio culturale marchigiano. 

Il Museo Omero parteicpa con la Biennale Arteinsieme, l'appuntamento "Toccare l'arte alla Radio" di giovedì 21 maggio ore 15.20 su Slash radio web dal titolo Legno materia viva - incontro con Aron Demetz e due video per famiglie che raccontano la nascita del Museo.

Conference Call venerdì 22 maggio alle ore 16.00, su piattaforma Zoom della Fondazione Marche Cultura, dal titolo ‘Prospettive digitali per l’uguaglianza e l’inclusione nei musei’, con la partecipazione di relatori a livello nazionale per sollecitare l’attenzione delle comunità museali, degli operatori del settore e del pubblico sulle prospettive, che anche a seguito del momento difficile che stiamo vivendo, si aprono ai musei per continuare a svolgere le attività e i servizi di sempre e per individuare nuovi percorsi e nuove modalità di coinvolgimento del pubblico, a partire dalle nuove frontiere aperte dai mezzi digitali. 

Link esterni: