Il Percorso espositivo

Da settembre 2017 l'intera collezione, ad eccezione dell'archeologia, è stata collocata al secondo e terzo piano della Mole Vanvitelliana con doppio ingresso dalla Corte: sia tramite scalone monumetale che tramite ascensore.

L'attuale percorso propone circa 200 opere: al secondo piano sono esposte le copie al vero, in gesso e resina, di famose sculture classiche in dialogo con i modellini architettonici, a partire dall'antica Grecia fino al Rinascimento, con un importante nucleo di lavori di Michelangelo. Al terzo piano sono esposte le sculture originali di arte contemporanea con artisti italiani e internazionali dell'area figurativa e informale tra cui Pietro Consagra, Arturo Martini, Marino Marini, Giorgio de Chirico, Arnaldo Pomodoro, Giuliano VangiValeriano Trubbiani, Girolamo Ciulla, Edgardo Mannucci, Umberto Mastroianni, Sergio Zanni, Pietro Annigoni, Aron Demetz, Francesco Messina, Loreno Sguanci, Floriano Bodini, Felice Tagliaferri. 

La collezione accessibile e fruibile tattilmente offre un excursus sull'arte plastica e scultorea di tutti i tempi. A supporto dei disabili visivi descrizioni in Braille, in nero a caratteri grandi e scale mobili per l’esplorazione.

Il Centro di documentazione

Il Centro di documentazione e ricerca, posto a piano terra, con ingresso indipendente dalla corte interna della Mole Vanvitelliana è specializzato nei settori relativi alla pedagogia e didattica delle arti e dell'archeologia, all'estetica e all'accessibilità ai beni museali per le persone con minorazione visiva e, più in generale, per le persone diversamente abili, offre consultazioni di testi in nero e in Braille, video, DVD, audiocassette, ausili tiflodidattici.

Accoglie studenti delle scuole superiori e dell'università per attività di tirocinio ed offre, solo su appuntamento, consulenza e supporto a docenti, responsabili e operatori dei Musei e delle Soprintendenze, operatori del settore dell'handicap, studenti e laureandi. Aperto su prenotazione.

I laboratori

Due sono gli ambienti destinati ai laboratori didattici e solo collocati al secondo piano del Museo, accessibili grazie alla presenza dell'ascensore. Sono arredati con forniture funzionali per ogni tipo di attività educativa dalla manipolazione dell'argilla alla creazione di libri tattili: tavoli, sedie, forno per la cottura della ceramica, lavandini, armadi con in esposizione i materiali utili alle attività suddivisi per tipologia, ausili tiflodidattici, archivio prototipi dei lavori. Ciascun laboratorio può accogliere circa 25 studenti, i due ambienti sono divisi dallo spazio dedicato alla segreteria dei servizi educativi. Allo stesso livello sono presenti i servizi igienici.

Link interni: